Tag: canone

10 gennaio 2018 0

Canone ed eccedenze idriche 2012, il Comune di Cassino invia oltre 10mila solleciti

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Sono 10.262 i solleciti di pagamento inviati dalla società Ica (Imposte Comunali Affini) ad altrettanti utenti di Cassino, per il recupero parziale o totale del mancato pagamento del canone o delle eccedenze Idriche relative al 2012.

I solleciti hanno inondato Cassino e  hanno esacerbato gli animi dei cassinati ai quali si chiede di presentare la ricevuta dell’avvenuto pagamento per un sevizio risalente a cinque anni fa, oppure pagare.

L’azione di Ica, quindi, serve a verificare, incassare o re incassare somme per una complessiva da accertare di 2.113.526,91 euro di cui 53.157,16 per diritti di notifica e i restanti per canone e eccedenze idriche relative al 2012.

Ci si chiede perché, il Comune, con una Determina del 29 dicembre 2017, dopo 5 anni dai consumi, ha deciso per questa verifica. Perché non l’ha fatta prima ed anche se sarà l’ultima o se ci si deve aspettare la verifica del 2013, 2014 e così a seguire.

Ermanno Amedei

14 dicembre 2017 0

Cosilam – Acea: siglato accordo per canone di depurazione

Di redazione

È stato sottoscritto nella mattinata di mercoledì 13 dicembre l’accordo tra il Cosilam e la società Acea Ato 5 SpA sul canone di depurazione. L’accordo prevede da parte di Acea Ato 5 SpA, società che gestisce il servizio idrico e fognario in provincia di Frosinone, il pagamento delle somme incassate per la depurazione delle acque presso gli impianti di depurazione Cosilam di Aquino e Villa Santa Lucia. “La scrittura privata firmata ieri, alla presenza del delegato di Acea Ato 5 SpA avv. Andrea Vizzaccaro, rappresenta un atto importante e assolutamente positivo per il Consorzio e per l’intero territorio – ha affermato il Presidente Pietro Zola – Da tempo con il Direttore Generale avv. Annalisa D’Aguanno avevamo avviato un tavolo di confronto con la società che si occupa del servizio idrico in provincia di Frosinone con l’obiettivo di trovare un’intesa senza proseguire in inutili e costose controversie che avrebbero solo arrecato danni all’Ente e al territorio. La concertazione portata avanti negli ultimi mesi ha visto la volontà reciproca di dirimere questioni che entrambi gli enti si trascinavano da tempo senza addivenire a una conclusione e generando problematiche di non poco conto. Infatti, fino a oggi il Cosilam con grande senso di responsabilità nei confronti dei cittadini e delle aziende del territorio ha continuato a garantire la depurazione delle acque civili provenienti dai Comuni afferenti ai due depuratori consortili pur senza percepire il pagamento del servizio erogato. Una mancanza che ha generato, inevitabilmente, forti difficoltà per l’Ente che si è dovuto far carico di spese esose. Ora, finalmente, si arriva a una prima definizione di questa controversia con un accordo che soddisfa entrambe le parti ma che, soprattutto, pone dei punti importanti. L’atto sottoscritto tra i due Enti ieri mattina ha chiarito numerosi aspetti in particolar modo sui pagamenti delle somme pregresse e future per il servizio che il Cosilam ha svolto, e svolge, negli impianti di Aquino e Villa Santa Lucia in favore di Acea”.

28 novembre 2017 0

Un accordo territoriale del Comune per la disciplina dei contratti di locazione a canone concordato

Di redazionecassino1

Cassino – Il 23 novembre 2017 è stato depositato presso il Comune di Cassino il nuovo ACCORDO TERRITORIALE DEL COMUNE DI CASSINO in attuazione della Legge 9/12/1998 n.431 e del D.M. 16 gennaio 2017, ovvero il provvedimento che disciplina le modalità relative alla stipula dei contratti di locazione a canone concordato.

L’accordo è stato sottoscritto a seguito di incontri tra le Organizzazioni Sindacali degli inquilini SUNIA – SICET – UNIAT rappresentante dai Sigg. Sandro Di Giammarino, Giulio Sacchetti e Avv. Emiliano Faiola e le Organizzazioni Sindacali della proprietà: Confedilizia – UPPI- APPC- ASPPI rappresentate ai Sigg.: Geom- Paolo Polletta , Avv. Maurizio Muffato, Cav. Vincenzo Ciervo, Giovanni Vecci.

Le convocazioni sono state avviate, mesi orsono, dal Comune di Cassino su iniziativa degli Assessori all’Urbanistica e Bilancio, rispettivamente Beniamino Papa ed Ulderico Schimperna.

“Il nuovo accordo territoriale – spiegano gli assessori Schimperna e Papa – sostituisce quello precedentemente stipulato il 01.08.2014 che, ai sensi del 4 comma dell’art 7 del DM 16 01 2017 Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha conservato validità fino alla nuova adozione basata sul DM indicato.

L’accordo ha diviso il territorio di Cassino in cinque zone ed ha individuato per ciascuna zona le fasce di oscillazione dei canoni con i criteri per stabilire i valori minimi e massimi dei canoni stessi. Sarà possibile stipulare: Contratti agevolati, Contratti transitori ordinari, Contratti transitori per studenti universitari fuori sede.

Ai contratti di locazione di immobili ad uso abitativo situati nel Comune di Cassino si applicheranno le agevolazioni fiscali previste nell’art. 5 del DM 16 gennaio 2017 compresa la riduzione dell’aliquota per la cedolare secca”.