Tag: capolista

16 aprile 2018 0

Capolavoro Basket Serapo, superata la capolista Fortitudo Roma. Continua la corsa ai play off

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Il capolavoro è servito. Dopo esserci andata parecchie volte vicino, il Basket Serapo 85’ sciorina la migliore prova stagionale contro la capolista Fortitudo Roma, che prima di ieri sera aveva perso solo una gara in tutta la stagione, e continua la sua corsa per approdare ai play off.

Eppure la vigilia a questa gara era vista con un po’ di preoccupazione dallo staff biancoverde vista l’assenza di Leccese ( che aveva da scontare la seconda giornata di squalifica), di Varga ( impegnato con il Basket Scauri) e con Matteo Antetomaso a mezzo servizio per via di un problema alla caviglia. Però anche questa volta la voglia di stupire e di divertirsi hanno avuto la meglio alle situazioni negativi a cui bisogna far fronte.

I ragazzi di Coach Cianciaruso iniziano forte la gara e la Fortitudo Roma viene tenuta a galla dall’ esperienza di Barraco e da Pedemonte. Lucarelli inizia forte la gara, Scampone e Porfido fanno girare ottimamente la squadra e Francesco Valente si fa trovare pronto quando deve sostituire il fratello Luca, gravato subito di 3 falli. Si va così al secondo quarto con la squadra gaetana avanti con il punteggio di 21-17. Secondo quarto che vede un leggero predominio della squadra ospite trascinata da Tommaso Rossetti che riesce finalmente ad entrare in partita. Il Basket Serapo 85’ passa il momento più difficile della gara, va sotto anche di 5 lunghezze ma ha la forza di non mollare ed a fine quarto si rifà sotto grazie alle giocate di Porfido ed alla tripla di Scampone. Si va così al riposo lungo sul punteggio di 37-38 per la compagine capitolina.

Il terzo quarto rappresenta il capolavoro della serata firmato Basket Serapo 85’: Porfido prende per mano i compagni e gli trascina sin dall’inizio del quarto a conquistare un margine di vantaggio che supera anche la doppia cifra, i giovani Di Dia e Santaniello sono sacrificati ad un lavoro oscuro ma preziosissimo in fase difensiva, Antetomaso seppur non in perfette condizioni fisiche riesce a dare il suo contributo difensivo ed a procurarsi tanti falli a favore e  Luca Valente, dopo il problema di falli, entra in partita ed inizia ad essere un problema per la difesa Capitolina che si sostiene grazie all’esperienza dei sui giocatori. La voglia di portare a casa questa clamorosa e meritatissima vittoria è tanta e la squadra gaetana non si spaventa alla reazione della squadra romana, anzi riesce a gestire senza molti affanni la doppia cifra di vantaggio fino alle battute finali quando l’uscita per falli di Lucarelli e Porfido permettono alla Fortitudo di ridurre il disavanzo al -6 finale grazie a due triple negli ultimi istanti di gara da parte di Barraco.

Basket Serapo 85’ – Fortitudo Roma 89-83 (21-17;37-38;62-56)

Basket Serapo 85’: Di Dia 2, Niccolai n.e., Scampone 12, Santaniello, Lucarelli 16, Valente F. 3, Antetomaso j. n.e., Antetomaso M. 3, Valente L. 15, Spignese n.e., Porfido 38. Coach: Cianciaruso

Fortitudo Roma: Rossetti T. 24, Mabor, Martinelli 4, Pedemonte 14, Poccioni 6, Ghirlanda 9, Ciancaglini 2, Bellucci n.e., Barraco 22, Buscaglione 2. Coach: Baiardo.

Ufficio Stampa Basket Serapo 85’

13 novembre 2017 0

In Promozione Labbirra, vince e diventa capolista

Di redazionecassino1

Settima giornata del torneo di Eccellenza con il Ducato Sora sempre in vetta alla classifica ad una sola lunghezza su Caira. Entrambe le formazioni conquistano, tuttavia, i tre punti con le vittorie ottenute rispettivamente su Cervaro per Sora con un secco 2 a 0, mentre per Caira su Viticuso per 4 a 1. Importante anche il risultato del match fra Tibia e Peroni e DS Dodici concluso con la vittoria dei padroni di casa per 5 a 3. Prosegue la scia di vittorie per Tordoni Pontecorvo che consente alla formazione di mantenere il terzo posto in classifica dopo il confronto vinto per 3 a 0 con la Sangermanese. Torna alla vittoria la Longobarda (nella foto), dopo la battuta d’arresto della scorsa settimana, contro Sordella per 3 a 2. In Promozione cambia il vertice della classifica, ora al primo posto troviamo Labbirra, che, sfruttando il turno di riposo di Collecedro, e la vittoria ottenuta 2 a 0, contro San Giorgio si gode il primato a quota 17 punti. Prosegue la marcia di avvicinamento alla vetta anche per Terelle che supera con un secco 5 a 3 Moscuso e può sperare di fare passi in avanti. Vittoria esterna per Janula sul terreno di Amatori Castelnuovo per 0 a 3 che con questa vittoria potrebbe sperare di insidiare il quarto posto proprio alla formazione campana di Moscuso. In coda da registrare la vittoria casalinga di Real Castelnuovo su Amatori Piedimonte per 2 a 1, che consente alla formazione aurunca di raggranellare punti preziosi in classifica.

F. Pensabene

27 marzo 2017 0

Basket A/2: Ferentino sconfitto (62-73) in casa dalla capolista Biella

Di redazionecassino1

Dopo due vittorie consecutive, la FMC Ferentino esce sconfitta dal Ponte Grande. La corsa dei gigliati si ferma di fronte alla capolista Biella che mette la freccia nel secondo periodo e riesce a gestire nella ripresa, tenendo a bada l’attacco amaranto. I ciociari devono inchinarsi dinanzi alla prova eccezionale di Mike Hall, autentico mvp di una gara in cui gli amaranto hanno comunque provato fino all’ultimo a rimettersi in carreggiata.

Avvio di gara dominato dalla difese tanto che dopo 2′ soltanto Massone e Gigli sono riusciti ad andare a segno. La partita prosegue sullo stesso trend, Biella riesce a trovare buone soluzioni in penetrazione con Ferguson e De Vico ma Ferentino risponde con il gioco in post basso di Radic e del suo capitano, tenendo il match in equilibrio. Nel finale Hall sblocca gli ospiti nel tiro dall’arco ma Imbrò segna il lay up che fissa il punteggio sul 10-11 alla prima pausa.

La FMC trova difficoltà in attacco anche ad inizio del secondo periodo, neanche l’Angelico gioca con grande fluidità ma le basta una tripla di Pollone e un paio di giocate firmate Ferguson – Udom per confezionare un break di 0-9 che vale il 10-19. Imbrò sblocca i ciociari dalla lunetta e poco dopo anche Gigli e Benvenuti trovano canestri facili nel pitturato, gli ospiti però rimangono avanti grazie al lavoro di Hall e Tessitori. Raymond e Hall si scambiano triple ma quest’ultimo colpisce altre due volte da lontano, propiziando il nuovo allungo piemontese. Successivamente la tripla di Musso e la penetrazione di Ferguson mandano in archivio il primo tempo sul 24-38.

Hall e Tessitori ricominciano bene nel terzo quarto, Carnovali prova a rispondere colpendo da dietro l’arco ma Biella tocca comunque il +16. Ferentino piazza un mini break di 5-0 con la coppia Raymond – Imbrò e torna a -11 ma a questo punto due falli fischiati a Musso su tiro da tre di Ferguson accendono il clima della gara. Ne conseguono una serie di tecnici che portano anche all’espulsione del giocatore argentino, Biella ne approfitta per rimanere avanti nonostante una fiammata finale di Carnovali (38-57 al 30′).

Nell’ultima frazione un 4-0 realizzato da Imbrò e Carnovali in meno di 30″ prova a ridare speranza agli amaranto ma le triple di Hall e Pollone ricacciano indietro i gigliati. Si alzano comunque le percentuali dalla lunga distanza: colpiscono Udom e il solito Hall per Biella mentre dall’altra parte vanno a segno ancora Imbrò e Carnovali, imitati da Raymond. Ferentino trova anche un paio di azioni in transizione e torna a -9 con 2′ da giocare ma l’Angelico riesce a gestire il suo vantaggio, vincendo per 62-73.

TABELLINI

Risultato finale: FMC Ferentino 62 – Angelico Biella 73 Parziali: 10-11, 14-27, 14-19, Ferentino: Guarino 2, Radic 2, Musso 5, Gigli 6, Ianuale, Mastrangeli n.e., Datuowei, Imbrò 17, Carnovali 12, Bertocchi, Benvenuti 6, Raymond 12. Coach: Paolini Biella: Ferguson 14, Hall 27, Massone 2, Pollone L. 6, De Vico 5, Udom 11, Pollone M. n.e., Wheatle, Rattalino, Pasqualini n.e., Tessitori 8. Coach: Carrea

foto Savelloni

13 marzo 2017 0

In Promozione, Vallemaio vince e torna capolista

Di redazionecassino1

Allunga il suo vantaggio la Longobarda, dopo la 22esima giornata del torneo di Eccellenza, con la vittoria casalinga, 3 a 0, ottenuta contro Extravaganti Formia. La diretta inseguitrice, 03039 Sora cade nel derby contro Canceglie per 2 a 1, e vede allontanarsi la vetta della classifica con sei lunghezze di distacco dalla capolista pontecorvese. Vince Caffè Retrò Aquino, 2 a 1, nel confronto che lo vedeva opposto a Cover/Yammo. Non deve faticare troppo la Virtus Scauri per avere ragione, 5 a 1 contro il fanalino Viticuso. Nel girone “A” di Promozione allunga il vantaggio, ora a cinque lunghezze, la Sangemanese che supera di misura, 1 a 0, Cervaro, mentre la diretta inseguitrice AM Aquino deve arrendersi, 2 a 1 sul terreno di Cerreto. La formazione di mister Materiale, ora, vede avvicinarsi Castrocielo ad una sola lunghezza dopo la vittoria di misura su AM Colfelice. Nel girone “B” dopo un breve periodo di assenza, con un incontro da recuperare, torna in testa al torneo AM Vallemaio, nonostante Collecedro abbia vita facile contro AM Castelnuovo imponendosi per 7 a 0, che torna ad occupare la posizione d’onore della classifica. La 22esima giornata vedeva in programma una sorta di “derby personale” quello che metteva di fronte Guaranà Cafè e Drink Team Lord per la presenza di molti “ex” ora in forza alla formazione di Leone, Fonte & Co. e che speravano di aggiudicarsi il match. In realtà la superiorità di Guaranà è esplosa in modo indiscusso e perentorio imponendosi con un 4 a 1 che non lascia spazio a dubbi sulla reale forza di questa formazione. La vittoria ottenuta contro Fonte & Co. consente a Guaranà di raggiungere a quota 43 punti proprio Collecedro e dividere con questa formazione la seconda piazza in classifica.

28 febbraio 2017 0

Vincono due capolista su tre, solo Longobarda fermata dal pareggio con Real Valle

Di redazionecassino1

Resta saldamente in testa al torneo di Eccellenza la Longobarda Pontecorvo. Cinque le lunghezze che la separano dalla formazione volsca 03039 Sora. Entrambe costrette al pareggio casalingo a reti inviolate. La capolista nel match contro Real Valle e Sora contro Cafè Retrò Aquino. Torna alla vittoria Caira contro Viticuso per 4 a 2. Nella 19esima giornata tre gli incontri che non si sono disputati o interrotti per tafferugli fra atleti come avvenuto nel match fra Virtus Scauri e Isotopi per il quale si attende il verdetto del Giudice sportivo che assegnerà la vittoria a tavolino per 3 a 0 alla formazione pontina. Da recuperare anche gli incontri fra Extravaganti e Canceglie Sora a causa dell’incidente stradale che ha visto coinvolto un atleta della formazione di Formia. Nel derby pontecorvese fra Tordoni e Atletico a spuntarla è quest’ultima che si aggiudica il match per 2 a 3. Nel girone “A” di Promozione cinque lunghezze separano la capolista Sangermanese con la diretta inseguitrice AM Aquino (nella foto) fermata dal pareggio, 2 a 2, sul terreno di Belmonte. La capolista supera in casa, 3 a 0, AM Colfelice e mantiene il suo vantaggio in classifica. Vittorie anche per Cerreto, 4 a 3, contro S. Apollinare e San Giorgio su Terelle, con il medesimp risultato. Una sola vittoria esterna nella 19esima giornata, quella di Cervaro, 1 a 2, contro Tecnocasa Cassino. Più equilibrato il girone “B” dove a contendersi il primato sono quattro formazioni separate da pochi punti. In vetta ancora Cafè Guaranà a trentanove punti, che supera agevolmente, 4 a 1, Real Castelnuovo. Alla piazza d’onore, ad una sola lunghezza dalla capolista, AM Vallemaio, che deve recuperare l’incontro con S. Ambrogio; Collecedro che ha ragione, 4 a 3, della formazione guidata da Leone, Drink Team Lord. Quarto posto per Labbirra, la più lontana in termini di punteggio a quota trentatre, che nella 19esima giornata rimedia una sconfitta casalinga, 1 a 2, nel match che la vedeva opposta a AM Pignataro. F. Pensabene

20 febbraio 2017 0

Promozione “B”: Vallemaio supera Drink Team Lord e diventa capolista

Di redazionecassino1

Sempre più sola in vetta alla classifica del torneo di Eccellenza la Longobarda Pontecorvo (nella foto), dopo la vittoria esterna sul terreno della Virtus Scauri per 2 a 3. Cresce il distacco con le inseguitrici, sono ora cinque le lunghezze che la separano dalla diretta inseguitrice 03039 Sora. Non basta la vittoria ottenuta dalla formazione volsca sul campo del fanalino Viticuso per 0 a 2 ad avvicinarsi alla capolista. Terza piazza per Cafè Retrò Aquino che batte Extravaganti Formia per 2 a 0. Nel girone “A” di Promozione la capolista Sangermanese, nello scontro diretto, batte La Cartiera per 4 a 1 e consolida il suo primato sulla diretta inseguitrice, AM Aquino, nonostante la vittoria casalinga della formazione di mister Materiale per 3 a 1 contro AM Colfelice. Tre le formazioni che possono ancora sperare nella conquista del titolo distanti poche lunghezze dalla capolista. Tre punti separano Aquino dalla Sangermanese, più lontana, a sei lunghezze, La Cartiera. È nel girone “B” di Promozione che si registra la novità dove Vallemaio supera in trasferta Drink Team Lord per 0 a 2 e conquista la vetta della classifica a quota trentotto punti relegando in terza posizione Labbirra, che ha un incontro da recuperare contro Caffè Guaranà. Si gode il secondo posto Collecedro dopo la vittoria esterna, 0 a 2, contro Niemoslive 99. Vittorie anche per Partizan Cassino, contro i padroni di casa di Real Castelnuovo e dell’altra formazione aurunca AM Castelnuovo contro AM Pignataro per 3 a 4. F. Pensbene

6 febbraio 2017 0

Basket Serie D: Sconfitta indolore per la capolista Pallacanestro Veroli

Di redazionecassino1

Nella trasferta ad Ostia arriva una sconfitta per la Pallacanestro Veroli 2016 che, tuttavia, può conside-rarsi indolore visto il primato in classifica ancora tra le proprie mani, se non fosse per l’infortunio che ha coinvolto Fiorini Marco (brutta distorsione alla caviglia) che salterà probabilmente l’ultima partita casalinga contro Terracina. Pallacanestro Veroli 2016 si presenta ad Ostia con solo 8 effettivi, viste le assenze di De Santis (motivi personali), Mauti (infortunio all’inguine) e Lella (solo a referto). Coach Fiorini coinvolge nelle rotazioni quasi tutti i suoi effettivi affidandosi al solito quintetto base composto dai fratelli Fiorini, Frusone, Velocci e Vinci. Dalla parte opposta invece troviamo un Lido di Roma combattivo e con motivazioni sicuramente più alte dei ciociari. I primi due quarti sono caratterizzati da un costante equilibrio: Pallacanestro Veroli 2016 che gestisce le proprie energie e ribatte colpo su colpo alle “sfuriate” della truppa di casa e quest’ultima che vuole giocarsi fino in fondo le possibilità di accesso alla fase Promozione. Ad inizio terzo quarto arriva l’infortunio di Fiorini Marco che riduce all’osso le rotazioni dei giallorossi e costringe Coach Fiorini ad ordinare la zona per preservare i propri ragazzi dai falli. Pallacanestro Ve-roli 2016 continua a restare a contatto grazie agli straordinari richiesti a Fiorini G., Frusone, Velocci, Vinci e al buon impatto di Igliozzi e Fontana Emanuele che si è fatto trovare pronto in questa situazio-ne di assoluta emergenza. Nell’ultimo quarto, sia Veroli che Lido alzano le percentuali del tiro da fuori e si gioca in “sorpassi” e “controsorpassi” fino a 24” dalla sirena quando Fiorini G. in penetrazione porta sul + 1 i suoi. All’uscita dal time-out però Lido di Roma gira palla ed insacca una bomba dall’an-golo che segna il + 2 lasciando 10” all’attacco giallorosso che non riesce a costruire un tiro ad alta per-centuale. Nonostante la sconfitta, Pallacanestro Veroli 2016 resta in vetta e attende l’ultima gara interna contro Terracina confidando nel recupero di Mauti e De Santis, mentre Fiorini Marco, pedina importante del gruppo, avrà maggior tempo per recuperare in vista della seconda fase.

Serie D: Lido di Roma vs Pallacanestro Veroli 2016 70-68 Veroli: Velocci Gabriele 9, Fiorini Giorgio 23, Fontana Emanuele 4, Frusone Claudio 10, Fiorini Mar-co 4, Lella Lorenzo n.e. Igliozzi Marco 0, Vinci Luca 18, Magnone Lorenzo n.e. Coach Giuseppe Fiorini. Dirigente Emanuele Cerro.

6 febbraio 2017 0

Promozione: Guaranà Cafè aggangia la capolista Labbirra sconfitta in casa

Di redazionecassino1

Sedicesima giornata del torneo di Eccellenza caratterizzata da molte reti messe a segno e da tre formazioni a contendersi il primato in classifica. Resta al comando, a quota 35, la Longobarda Pontecorvo forte della vittoria casalinga, 2 a 0, ottenuta contro Caira. All’inseguimento della capolista, 03039 Sora che strapazza, 6 a 2, Atletico Pontecorvo e si attesta al secondo posto a quota 33 punti. Terza posizione, a 30 punti, Cafè Retrò Aquino che batte di misura, 1 a 0, Real Valle. Non va oltre il pareggio casalingo, 2 a 2, la Virtus Scauri impegnata contro l’altra formazione volsca che, tuttavia, mantiene contenuto a due sole lunghezze il distacco per la terza piazza in classifica, a quota 28, con Aquino. Una valanga di reti ha caratterizzato il match fra Extravaganti Formia (nella foto) e i Corsari Colfelice superati dai padroni di casa pontini per 8 a 1. Nel girone “A” di Promozione la Sangermanese mantiene la vetta della classifica, a 30 punti, dopo la vittoria casalinga per 3 a 2 contro Cerreto. All’inseguimento distante una sola lunghezza AM Aquino forte della vittoria esterna, 2 a 3, ottenuta contro i padroni di casa di AM S. Apollinare. Nel girone “B” di Promozione, ancora una sconfitta, questa volta in casa, per Labbirra, battuta 0 a 2, da Collecedro che ora deve dividere il primato a quota 30 punti con Guaranà Cafè che supera, 4 a 2, Partizan Cassino. Risale lentamente la classifica Drink Team Lord con la vittoria, 4 a 1, messa a segno contro AM Castelnuovo. F. Pensabene

30 gennaio 2017 0

Promozione: Labbirra perde contro Vallemaio, ma resta capolista

Di redazionecassino1

Riprendono i tornei dopo lo stop imposto dalle gelide condizioni meteo delle scorse settimane. Nel girone di Eccellenza la capolista Longobarda mantiene la vetta della classifica con la vittoria, 3 a 0, ottenuta nel derby con Tiffany’s Isotopi. Vince anche la diretta inseguitrice 03039 Sora che conquista i tre punti sul terreo di Real Valle sconfitto per 1 a 2. Deve accontentarsi di un solo punto Caffè Retrò Aquino fermato da un pareggio a reti inviolate sul terreno di Caira. Più pesante la posizione della Virtus Scauri che rimedia una sconfitta, 2 a 0, contro i Corsari di Colfelice, che rimane a quota ventisette punti in classifica e si allontana dalla capolista. Da segnalare, nella 13esima giornata, il 7 a 1 imposto da Canceglie Sora al fanalino Viticuso ed il ritorno alla vittoria, 1 a 0, di Cover/Yammo.it contro l’Atletico Pontecorvo. Nel girone “A” di Promozione, dopo la 15esima giornata, la Sangermanese mantiene la vetta della classifica con la vittoria esterna, 0 a 1, sul terreno di Terelle. Tre le formazioni in lizza a contendere il primato alla formazione pedemontana distanziate di pochi punti dalla capolista. A. M. Aquino, a quota 26 punti, che supera 4 a 3 Cervaro 2012, Cerreto e La Cartiera, a quota 24, che pareggiano 1 a 1 nello scontro diretto. Proprio Cerreto nel prossimo turno avrà l’occasione per modificare la classifica, nel match che lo vedrà opposto proprio alla capolista. Nel girone “B” resta al comando della classifica, a quota trenta punti, Labbirra (nella foto) nonostante la pesante sconfitta casalinga, 1 a 3, rimediata contro Vallemaio. Non approfitta del passo falso della capolista, Cafè Guaranà che, a sua volta, perde 3 a 0, sul terreno di Joker Collecedro. Porta bene il nuovo anno a Drink Team Lord che conquista un’altra brillante vittoria per 3 a 0, sul terreno del S. Ambrogio City. F. Pensabene

23 gennaio 2017 0

La N.B.Sora 2000 vince sul campo della capolista Tiber

Di redazionecassino1

Vittoria fondamentale della Expert Lucarelli N.B.Sora 2000 che nella gara valida per la quindicesima giornata del campionato di Basket di Serie C Gold espugna il campo della capolista Tiber Roma e conquista l’ottavo posto in classifica a pari merito con altre quattro squadre. Il successo, col punteggio finale 57 -69, è giunto al termine di una prestazione di grande maturità dei ragazzi di coach Polidori che hanno condotto in testa la gara sin dal primo all’ultimo minuto, con un black out solo nel primo quarto, grazie anche ad un canestro dalla metà campo al suono della sirena di capitan padovani, prima di ritornare a dominare nei minuti successivi. La chiave del blitz esterno della truppa di coach coach Polidori è stata certamente la grande difesa di squadra che ha chiuso le più importanti bocche da fuoco tiberine, in attacco i giallorossi hanno fatto leva sul solito apporto di Dulovic e Roljic, questa volta supportati da una maiuscola prestazione di capitan Rossetti. LA PARTITA. Ottima la partenza della Tiber che pronti via prendeva subito un vantaggio sugli avversari grazie ad un gioco ben organizzato in attacco che metteva in condizioni Algeri, Dal Sasso e Ricciardi di andare a canestro con continuità. Le triple di Padovani, Tiber, e di Mannarelli per i ciociari, fissavano il punteggio sul 17-13 alla fine del primo quarto. Nella seconda frazione di gioco era Rossetti a tornare sugli scudi, con una tripla , ma era la difesa volsca, a fare la differenza, con Dulovic e Rosjic e lo stesso Rossetti, a cui si aggiungeva l’ottimo apporto dalla panchina di De Laurentiis. La Tiber che non riusciva a trovare grossi sbocchi se non con qualche iniziativa solitaria di Serrano e del giovane talentuoso Santucci ma la partita sembrava in pieno controllo per Galuppi e soci. A pochi minuti dall’intervallo lungo arrivava il massimo vantaggio sul +12 per la compagine biancoceleste volsca che chiudeva, poi, la prima parte di gara sul 34-46.

Al rientro dagli spogliatoi ancora di marca sorana, che si piazzava a zona in difesa e cominciava a crear qualche difficoltà alla Tiber, che pagava la giornata no al tiro e alle conclusioni sotto canestro. I padroni di casa cominciano a rosicchiare pian piano il vantaggio sorano a metà del quarto quando cominciano a pressare il portatore di palla biancoceleste e sospinti dall’entusiasmo del pubblico di casa a pochi minuti dal termine del terzo quarto si portano ridosso dai ciociari. Nel momento peggiore la Expert Lucarelli NB Sora 2000 riusciva, però, a ricompattarsi, chiuso il terzo quarto sul 44-56. I Volsci in avvio dell’ultima frazione di gioco ritrovavano la solidità difensiva in parte smarrita ed in attacco tornavano a far girare la palla in modo equilibrato come ad inizio gara. Grazie ai canestri di Dulovic e di un Mannarelli positivissimo, i padroni di casa ritrovavano con scarsa lucidità di risalire lo svantaggio con Ricciardi portandosi a solo quattro lunghezze dagli ospiti ciociari (54-58). Un vantaggio minimo di 4 punti non tranquillizza coach Polidori, e ordina ai suoi di stringersi ancora di più in difesa, con Rossetti vero rimbalzista sia in difesa che in attacco e autore di 21 punti e un Dulovic dominatore sotto le plance, impedediscono ogni iniziativa alla squadra avversaria. La grande difesa biancoceleste dava il là a 2 punti in contropiede di Mannarelli che ha poco più di 30 secondi dal termine fissava il punteggio sul 57 – 69. Maurizio Polidori si aspettava una risposta dai suoi dopo la brutta sconfitta casalinga con il San Paolo Ostiese, questa risposta è arrivata con una prova di grande maturità da parte di tutta la squadra. Violare un campo ostico come quello della Tiber non era facile ed il successo di ieri può essere un importante crocevia per il prosieguo dell’intera stagione della NB Sora 2000 in vista dei playoff. La compagine sorana conquista l’ottavo posto in classifica a pari merito con il Virtus Aprilia, Smit Roma Centro, Anzio Bk Club, APDB Roma e Petriana. Ora non ci resta che ben sperare per i prossimi delicatissimi impegni che Rossetti e compagni dovranno affrontare Tiber Basket 57 – N.B. Sora 2000 69 Parziali: 17-13 / 17-33 / 10-10 / 13-13 Tiber: Dal Sasso 2, Pasquinelli n.e., Ridofi 4, Algeri 7, Basili 1, Ricciardi 8, Santucci 14, Valentini 6, Serrano 11, Padovani 4: Coach: Cilli N.B. Sora 2000: Cerrone n.e., Castellucci n.e., Tanzilli n.e., Mannarelli 7, Galuppi 8, Roljic 10, De Laurentiis 4, Tchitchveishvili n.e., Dulovic 19, Lazzarino n.e., Rossetti 21; Coach: Polidori