Tag: casertano

28 novembre 2017 0

Truffa alle assicurazioni nel casertano, a processo anche persone di Aquino, Minturno e Pontecorvo

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Sono 39 gli imputati del processo relativo ad un’operazione condotta dalla procura di Santa Maria Capua Vetere. Tra di essi molti sono originari del Lazio ed in particolare, G.D.F. di Pontecorvo, B.E., A.E., F.M., V.M., E.M., G.R., M.D.M. di Minturno; G.R. e F.R. di Aquino. I carabinieri riuscirono a smantellare quella che si potrebbe definire un’associazione a delinquere finalizzata alla frode assicurativa. Del gruppo facevano parte 4 medici e 2 titolari di agenzie infortunistica stradale. I sei professionisti avrebbero, stando alle indagini, messo a punto truffe mediante la produzione di falsa documentazione attestante incidenti stradali in realtà mai avvenuti. Le truffe sarebbero state fatte con l’ausilio di 39 persone che avrebbero fornito testimonianze dei falsi sinistri. La prossima udienza è attesa per febbraio 2018. Foto d’archivio

29 aprile 2017 0

Terremoto nell’alto casertano nella notte, due scosse registrate tra Tora e Piccilli, Marzano Appio e Conca della Campania

Di Antonio Nardelli

Due scosse di terremoto sono state registrate questa notte dai sismografi dell’istituto di geofisica e vulcanologia.

La prima di magnitudo 2.0 è avvenuta alle 2 e 55 minuti ad una profondità di 9 chilometri. La seconda alle 3 e 2 minuti ha avuto magnitudo 2.2 e profondità 22 chilometri.

L’epicentro è stato localizzato tra Tora e Piccilli, Conca della Campania, Marzano Appio.

27 gennaio 2017 0

Sequestrato dai Carabinieri del NAS un laboratorio di analisi nel casertano

Di redazionecassino1

Caserta – Eseguivano illecitamente esami su capi bufalini e su partite di latte, per la ricerca della positività alla brucellosi, in aziende di caseificazione della provincia di Caserta e Napoli. Per questi motivi, dopo una lunga attività investigativa dei Carabinieri del N.A.S., coordinata dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, il Gip del Tribunale, è stato emesso un decreto di “sequestro preventivo” del laboratorio di analisi “DILORLAB s.a.s” di Mondragone (CE). L’indagine, partita nel 2013, in seguito al monitoraggio straordinario della polizia veterinaria di verifica sull’impiego illecito del vaccino antibrucellare RB51 in tutti gli allevamenti bufalini della provincia di Caserta disposto dal Ministero della Salute. È emerso, dall’attività investigativa, che il laboratorio di Mondragone, oggetto del sequestro, effettuava illeciti esami diagnostici per la determinazione della positività all’infezione da “brucellosi” su campioni ematici e di latte fatti pervenire da allevatori o da titolari di strutture casearie. Le analisi consentivano agli allevatori, in caso di positività, di destinare a scelte più vantaggiose, come la macellazione o la vendita degli animali o comunque assoggettarli al trattamento illecito con il vaccino RB51, cagionando un serio pericolo per gli inconsapevoli operatori del settore che venivano a contatto con i capi infetti, determinando, inoltre, nell’ambito del patrimonio zootecnico la diffusione della malattia infettiva. Nel provvedimento emesso dall’ A.G., si precisa che “sebbene l’esposizione ad animali infetti e loro derivati comporta, in linea generale, solo un rischio professionale per gli operatori del settore, poiché la pastorizzazione del latte e la cottura delle carni sono sufficienti a distruggere il batterio della brucella (62°C per un minuto) il pericolo di contaminazione crociata (secondaria) con altri alimenti con cui sarebbero potuti venire a contatto” nella fattispecie avrebbero potuto costituire una minaccia per la salute pubblica. Oltre al decreto di sequestro del laboratorio di analisi, i Carabinieri del NAS hanno sequestrato anche kit diagnostici, illecitamente utilizzati e notificato la chiusura delle indagini a sessantotto indiziati. F.P.

16 dicembre 2016 0

Furti in case e negozi tra Cassinate e alto Casertano, due case prese di mira a Rocca D’Evandro

Di admin

Cassino – Case private e attività commerciali tra Cassinate e alto Casertano, nel mirino dei ladri. Come fossero due specializzazioni diverse, gruppi di malviventi sicuramente distinti, compiono furti multipli sia in abitazioni come avvenuto ieri a Rocca d’Evandro, sia in negozi come avvenuto la notte precedente in pieno centro a Cassino.

In poco tempo, nella notte tra mercoledì e giovedì, tra Corso della Repubblica e Viale Dante, hanno svaligiato un negozio di intimo per donna,un ottico e un parrucchiere. Obiettivo erano i registratori di cassa delle attività.

A Rocca d’Evandro, invece, poche centinaia di metri oltre il confine con la Campania, in due case, probabilmente gli stessi tre malviventi di una seconda banda, hanno portato via oggetti di valore e pochi soldi. Il raid ladresco è stato immortalato da telecamere a circuito chiuso in cui si capisce che i malviventi erano giovani. Immagini che torneranno certamente utili alle indagini svolte dai carabinieri della Stazione di Rocca D’Evandro comandati dal maresciallo Giuseppe Vendittelli.

Ermanno Amedei

13 settembre 2016 0

Appalti pilotati nel casertano, 20 arresti tra amministratori, funzionari pubblici e imprenditori

Di admin

Caserta – Indagando su assegnazione illecita di appalti milionari in diversi Comuni del casertano, questa mattina, la Guardia di Finanza e i Carabinieri di Caserta stanno eseguendo 20 misure di custodia cautelare emesse dall’ufficio G.I.P. del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere , su richiesta della locale Procura, nei confronti di amministratori locali, pubblici funzionari e noti imprenditori.

Le attività di indagine, coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, hanno consentito di portare alla luce un vero e proprio sistema criminale finalizzato a Appalti pilotati.

I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 10 presso l’ufficio del Procuratore Capo della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, Dott.ssa M. Antonietta Troncone.