Tag: cassino

16 ottobre 2018 0

Cassino, litigio per la precedenza finisce male

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Urla, strattoni, qualche colpo e magliette ridotte a brandelli in via Di Biasio a Cassino per una precedenza stradale. É accaduto stamattina poco dopo le 13 davanti l’ingresso del parcheggio multipiano e alla facoltá di Ingegneria dell’Università di Cassino. I conducenti di due auto, una Mini Cooper e una Toyota, si sono guardati prima in cagnesco per decidere chi dovesse passare, poi sono volati insulti e poi, una volta usciti dalle vetture si sono picchiati strappandosi di dosso le magliette. Poi entrambi sono tornati nelle proprie auto andando via a torso nudo convinti di aver fatto valere le proprie ragioni mentre le decine di studenti testimoni della scenata sono rimasti a chiedersi come fosse possibile litigare e picchiarsi per una precedenza stradale. Ermanno Amedei

12 ottobre 2018 0

Strisce blu: a Cassino in attesa del nuovo bando, l’Amministrazione fa cassa con i ‘grattini’

Di redazionecassino1

CASSINO – Brutte notizie per gli automobilisti di Cassino sembra che a breve torneranno a pagare le strisce blu. In altri termini l’Amministrazione cerca di fare cassa introducendo di nuovo il pagamento dei parcheggi in città e solo nelle strisce blu, le gialle dovrebbero sparire. Lo farà con un metodo nuovo, attraverso dei ‘grattini da acquistare presso commercianti disponibili.

Una misura tampone in attesa di poter indire un nuovo bando per la gestione dei parcheggi e, soprattutto, che ci sia qualche ditta pronta ad assumersi quest’onere e a riassumere i trentacinque ausiliari del traffico che da mesi godono del sussidio di disoccupazione, ormai giunto agli sgoccioli. Un’iniziativa che però lascerà fuori proprio i trentacinque ausiliari, infatti i controlli e le sanzioni saranno di competenza della Polizia locale, grazie ai sette nuovi vigili in arrivo e che resteranno in servizio fino al 31 dicembre.

La gestione dei parcheggi da parte del Comune dovrà durare almeno fino a buona parte dei primi meai del 2019, in attesa anche delle somme che la TMP deve versare all’Ente, poi si vedrà. Certo è che prima del completamento della procedura di assegnazione e gestione alla società aggiudicatrice del servizio, passeranno, secondo i più ottimisti, dai quattro ai cinque mesi. Nel frattempo un po’ di introiti dovrebbero entrare nelle dissestate casse comunali. L’Ente ha previsto diecimila ‘grattini’ per la sosta di un’ora e duemila quelli per l’intera giornata, con una spesa di 995 euro IVA compresa.

Un vero salasso per gli automobilisti di Cassino e per i tanti che vengono dai comuni limitrofi tutti i giorni a lavorare in città. Non è dato sapere, però, il prezzo per ciascuno dei ‘grattini’. Ma non basta, c’è da chiedersi quanti ‘grattini’ dovrà acquistare  al mese chi è impegnato l’intera giornata o chi lavora qualche ora al giorno, come insegnanti, medici in visita domiciliare, artigiani impegnati per qualche ora nelle riparazioni e via discorrendo? Ogni ora dovranno ‘grattare’ la sosta a pagamento? Una misura, quella pensata dalla Giunta D’Alessandro, che non mancherà di creare molti problemi ai cittadini!

F. Pensabene

11 ottobre 2018 0

Assalto all’hotel Diana di Cassino, il portiere respinge due rapinatori

Di admin

CASSINO -Tentano l’assalto all’Hotel Diana di Cassino ma il portiere li respinge.

E’ accaduto questa notte alle 3.25 circa nell’albergo situato suylla superstrada Cassino Formia. Non è chiaro cosa cercassero i due che, con accento straniero e con volto travisato da passamontagna, armati di coltello hanno tentato di itrodursi nella struttura senza però riuscirvi. Il portiere, infatti, non si è intimidito e non ha aperto la porta ai due malintenzionati che, dopo altri tentati, si sono dati alla fuga.

Non è chiaro cosa cercassero o quali fossero gli obiettivi. Del caso se ne stanno occupando i carabinieri della compagnia di Cassino comandati dal capitano Ivan Mastromanno.

Ermanno Amedei

8 ottobre 2018 0

Edilizia popolare a Cassino, Ater: “Riprendono i lavori nel cantiere di via Bonomi”

Di admin

CASSINO – “Ripartono oggi i lavori del cantiere dell’Ater di Via Bonomi a Cassino”. A darne notizia è l’Ater della Provincia di Frosinone che in una nota scrive anche: “Da oggi il cantiere torna a pieno regime fino all’ultimazione dei lavori, senza più interruzioni con la soddisfazione di tutti i residenti che torneranno a veder splendere le palazzine di via Bonomi.

Era stato il Consiglio di Stato a mettere la parola fine ad un contenzioso che aveva visto frapporsi, in schermaglie giudiziarie, l’impresa aggiudicataria e la seconda classificata. Ma nonostante tutto mancava l’intesa finale e le imprese minacciavano contenziosi chiedendo risarcimento per centinaia di migliaia di euro.

L’accordo raggiunto grazie alla mediazione del Il Commissario Sergio Cippitelli ha scongiurato così il pericolo della decorrenza dei termini che pregiudicava il finanziamento in essere”.

Foto repertorio

5 ottobre 2018 0

Tubo rotto in via Iannaccone a Cassino, condominio senz’acqua da tre giorni

Di admin

CASSINO – La rottura di un tubo che attraversa un canale in via Iannaccone a Cassino ha lasciato un intero condominio senz’acqua. Il disservizio che dura già da tre giorni potrebbe essere stato causato dai lavori di pulizia della vegetazione spontanea effettuata con mezzi meccanici sull’argine del canale.

Sarebbero una 15 le famiglie della palazzina del quartiere San Bartolomeo rimaste con i rubinetti a secco e, nonostante le segnalazioni, l’acqua continua a fuoriuscire dal tubo rotto ma nessuno interviene.

L’Acea avrebbe risposto telefonicamente agli interessati che stanno provvedendo a stabilire se il tratto cu sui deve essere effettuato l’intervento è privato o pubblico e di chi le responsabilità della rottura; almeno questo è ciò che ci ha riferito chi ha contattato la società.

4 ottobre 2018 0

Genitori di Cassino vittime per decenni del figlio violento, 43enne ristretto in una comunità terapeutica

Di admin

CASSINO – Minacciava, picchiava e ingiuriava i genitori per ottenere soldi con cui comprare droga ed alcool. Decenni difficili quelli vissuti da una coppia di anziani coniugi che in casa avevano un figlio 43enne con problemi di tossicodipendenza. Ieri il loro incubo è finito.

A seguito di una costante attività di investigazione, gli agenti del commissariato di Cassino, coordinati dal Sostituto Procuratore della Repubblica Chiara D’Orefice hanno raccolto elementi tali portare il Gip del tribunale di Cassino Salvatore Scalera ad emettere  la misura di sicurezza personale della libertà vigilata con obbligo di residenza presso una comunità terapeutica psichiatrica.

A notificare la misura al 43enne sono stati gli stessi uomini di Raffaele Mascia, dirigente del Commissariato cittadino.

Il soggetto, affetto da disturbo psicotico  e antisociale per abuso di sostanze stupefacenti, era connotato da una forte pericolosità sociale che si concretizzava in quotidiani atteggiamenti marcatamente aggressivi nei confronti dei genitori, spinto dalla ricerca ossessiva di denaro per acquistare sostanza stupefacente.

L’esecuzione della misura personale ha interrotto la perdurante condotta violenta che avrebbe potuto sfociare in eventi ancora più gravi e drammatici.

 

3 ottobre 2018 0

Da Gaeta a Cassino, controlli e sanzioni della Capitaneria di Porto alle pescherie

Di admin

GAETA – Una settimana di controlli intensificati sulla intera filiera della pesca condotta dal personale militare del Compartimento Marittimo di Gaeta da Terracina a Cassino.

La Guardia Costiera, con oltre 90 militari, sotto il coordinamento della Direzione Marittima del Lazio, è stata impegnata, nell’ultima settimana del mese di settembre, in un’attività di controllo lungo il litorale di giurisdizione e nell’entroterra, presso gli esercizi di ristorazione, le pescherie, i mercati ittici, i punti di sbarco e i venditori ambulanti.

Scopo dell’attività è stata la verifica dell’osservanza della vigente normativa posta a tutela della salute del consumatore finale, per consentirgli, così, di essere sempre garantito e sapere che ciò che consuma è un prodotto certificato e sicuro.

Il personale militare ha, pertanto, seguito dei controlli sull’etichettatura, tracciabilità e corretta modalità di conservazione dei prodotti ittici destinati alla vendita ed alla somministrazione. L’attività di verifica ha consentito di sanzionare i  titolari di sei esercizi di ristorazione e pescherie, provvedendo ad elevare 13 verbali amministrativi per un importo di oltre ventimila euro, ed a sottoporre a sequestro amministrativo oltre 40 kilogrammi i prodotti ittici di dubbia provenienza perché privi delle informazioni obbligatorie nonché i molluschi bivalvi in cattivo stato di conservazione.

Le sanzioni sono a carico di commercianti e ristorati di Terracina, Gaeta, Fondi, Minturno, Formia e Cassino.

Nel corso dell’operazione è stato fermato dalla Guardia Costiera un pescatore di frodo della provincia di Napoli per aver raccolto abusivamente circa 40 chilogrammi di datteri di mare dalla scogliera di Monte d’Oro di Scauri.

Il soggetto è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Cassino con contestuale sequestro penale dei numerosi esemplari di datteri di mare e della attrezzatura servita per l’estrazione.

La pesca abusiva dei datteri di mare pesca ha un impatto devastante per la costa e l’ambiente marino tale da prevedere l’arresto fino a due anni o una ammenda fino a dodicimila euro.

3 ottobre 2018 0

Due interventi chirurgici al fegato, l’ospedale di Cassino orgoglio della Asl di Frosinone

Di admin

CASSINO – L’ospedale di Cassino torna a far parlare bene di se con due interventi di chirurgia epatica maggiore. Lo si apprende da una nota della Asl di Frosinone con cui si dà notizia del buon esito delle operazioni eseguite al Santa Scolastica di Cassino dall’equipe diretta dal Professor Roberto Santoro su due pazienti affetti da gravi patologie del fegato.

“Si tratta di interventi estremamente complessi – spiega nella nota Santoro – per le difficoltà tecniche e la complessità di gestione pre e postoperatorie. L’epatectomia destra è un intervento straordinario e rappresenta un traguardo inimmaginabile per ogni chirurgo”.

Si tratta di interventi effettuati in Ospedali di grande richiamo ma che in questo territorio non venivano ancora eseguiti.

“Abbiamo lavorato intensamente e con grande entusiasmo per quasi due anni allo sviluppo di questa disciplina chirurgica al Santa Scolastica insieme a tutti i colleghi delle specialità coinvolte quali anestesisti e rianimatori, radiologi, oncologi, gastroenterlogi e gli infermieri”. “Poter eseguire a Cassino in condizioni di assoluta sicurezza procedure di alta complessità – aggiunge il Commissario Straordinario Luigi Macchitella – è motivo di soddisfazione ed è la dimostrazione che l’Ospedale ha raggiunto ottimi livelli nelle sue Specialità”.

2 ottobre 2018 0

investimento in centro a Cassino, grave un 73enne di via Arigni

Di admin

CASSINO – Ha fatto retromarcia senza accorgersi che dietro vi fosse un 73enne e lo ha investito. Sono gravi le condizioni dell’anziano che oggi pomeriggio è rimasto ferito nell’incidente stradale avvenuto in via Arigni nei pressi del secondo ingresso della villa Comunale.

L’uomo, residente nella zona, poco dopo le 14.30 è stato centrato in pieno dalla berlina e ha riportato cadendo un trauma cranico. Immediatamente soccorso dal conducente dell’auto e dagli operatori del 118 , è stato trasportato d’urgenza in elicottero all’Umberto I di Roma dove resta in prognosi riservata.

I rilievi del caso sono stati effettuati dai carabinieri della compagnia di Cassino.

Ermanno Amedei

1 ottobre 2018 0

Gara per la vigilanza nel tribunale di Cassino sospesa dal Tar, carabinieri sostituiscono le guardie giurate

Di admin

CASSINO – I carabinieri della compagnia di Cassino, da questa mattina, sostituisco le guardie particolari giurate che prestano servizio di sicurezza presso il Tibunale di Cassino.

La gara d’appalto per affidare il servizio ad una ditta privata sarebbe stata vinta da una società di Frosinone ma l’aggiudicazione e l’avvicendamento tra la ditta uscente e quella entrante sarebbe stata sospesa da un ricorso al Tar del Lazio. Questa mattina ci sarebbero stati i primi effetti dato che il tribunale sarebbe rimasto senza sorveglianza. I carabinieri sono stati quindi chiamati a risolvere il problema sostituendosi per il tempo necessario alle guardie giurate.

Ermanno Amedei