Tag: cavour

18 gennaio 2018 0

Fuga gas a Roma, evacuata una palazzina in via Cavour

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ROMA – Il rischio di una esplosione dovuta ad una fuga di gas ha costretto i vigili del fuoco del comado di Roma ad evacuare, seppure in via del tutto precauzionale, un intero stabile in via Cavour.

L’allarme è scattato questa mattina poco dopo le 7 per via di un forte odore di gas.

Sul posto sono arrivate due squadre di vigili del fuoco con l’ausilio del nucleo NBCR. Dopo aver effettuato i sopralluoghi del caso, è stato deciso per l’evacuazione dello stabile al cui interno ci sono solamente uffici.

3 febbraio 2017 0

Spaccio nella centralissima piazza Cavour, arrestato una 41enne

Di redazionecassino1

Anagni – I militari della locale Stazione Carabinieri unitamente a quelli del NORM della Compagnia, nel corso di un predisposto servizio di contrasto alla vendita ed al consumo di sostanze stupefacenti, traevano in arresto per i reati di “detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente” e “resistenza a P.U.” una 41enne del posto, già censita per reati attinenti gli stupefacenti.

Gli operanti, a seguito di perquisizione personale e veicolare, attività durante la quale la prevenuta opponeva energica resistenza al fine di impedirne la prosecuzione, rinvenivano occultati all’interno del vano porta oggetti, nella disponibilità della medesima, un involucro contenente circa gr. 13 di cocaina, già suddivisa in 27 dosi, nonché la somma contante di €. 800,00 circa, in banconote di vario taglio, probabile provento dell’attività di spaccio. La successiva perquisizione domiciliare permetteva di rinvenire materiale per il confezionamento e peso dello stupefacente. All’interno dell’abitazione dell’arrestata, veniva altresì identificato un 27enne del luogo trovato in possesso di gr. 0,5 circa di hashish e pertanto segnalato per uso personale di sostanza stupefacente alla locale Prefettura.

La donna, al termine delle formalità di rito, veniva trattenuta in camera di sicurezza in attesa del rito direttissimo disposto dalla competente A.G.. La sostanza stupefacente che avrebbe fruttato sul mercato circa 2.000 Euro, veniva sottoposta a sequestro unitamente al denaro ed al materiale per il confezionamento.