Tag: cefalu

26 febbraio 2017 0

La Virtus Cassino piega, 90-82, la feroce resistenza di Cefalù

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Non si passa al PalaVirtus di Cassino. La Zannella Basket Cefalù sulle ali dell’entusiasmo per la strepitosa affermazione di domenica scorsa contro la prima della classe, quella Cuore Azzurro Napoli Basket che sino ad allora aveva conosciuto l’onta della sconfitta solo due volte, accompagnata da un folto seguito di sostenitori, non è riuscita a bissare l’impresa in casa della BPC Virtus Cassino che mantiene inviolato il proprio fortino, il PalaVirtus di Via De Feo, in questo 2017. Partita tecnicamente molto divertente con conclusioni balistiche pregevoli e raffinate in alcuni dei suoi interpreti, di energia e carattere in altri. Partita coinvolgente e mai in frigo dal punto di vista del punteggio sebbene l’incertezza nello score si sia avuta solo ed unicamente nel primo quarto di gioco. Ma allorquando Biagio Sergio realizzava il canestro, con una azione delle sue, del 19-18 con il quale si andava alla prima pausa delle tre previste, Cassino metteva definitivamente il muso avanti e restava sempre in controllo del match sia numericamente che emotivamente. In sede di commento della gara non possiamo non rimarcare la prova offensiva collettiva delle due formazioni e censurare, direbbero i bravi allenatori…, quella difensiva; ma, si sa, lo sport della palla a spicchi è anche questo e certe gare iniziano e soprattutto seguono canovacci di interpretazione imperscrutabili alla vigilia. Basti pensare alla mostruosa prestazione di Emiliano Paparella il quale, sebbene sempre, sottolineiamo sempre “francobollato” dalla difesa delle “V” rossoblù ha sciorinato una performance da vero protagonista della categoria, realizzando 21 punti frutto di percentuali altissime ovvero 70 % da oltre l’arco dei 3 punti e 60% da due. Sull’altro fronte, il solito MVP di serata, il mostruoso apporto per la causa rossoblù di Simone Bagnoli. Questi con 32 punti nel paniere (15 su 19 da due) conditi da 11 rimbalzi ha portato a casa la solita “doppia – doppia” che ha permesso ai padroni di casa di maramaldeggiare in fase offensiva anche a fronte di percentuali di realizzazione di squadra inferiori a quelle siciliane. Cosa accade dunque nel secondo quarto dopo che nel primo praticamente solo due uomini, Bagnoli 11 e Sergio 8, per i padroni di casa, erano andati a segno? Presto detto. In loro aiuto arriva il capitano delle “V” rossoblù, Maurizio del Testa, il quale oltre alla solita, rimarchevole prestazione difensiva, comincia a produrre in fase offensiva con il suo mortifero jumper da oltre la linea fatale dei 3 punti. La sua mano killer compensa le polveri bagnate fino a questo momento dell’altra guardia cassinate, il pistolero Petrucci, il quale complice una frenesia ed una apprensione per l’esordio casalingo, come lui stesso ammetterà in sala stampa a fine gara, non riesce a dare il giusto apporto alla causa benedettina. Il quarto si conclude con una tripla sulla sirena di Del Testa che fissa il punteggio sul 41 a 32 per la BPC Virtus Cassino. Si va dunque negli spogliatoi per la pausa lunga. Cassino deve fare a meno del suo marine, Gianluca Valesin, rimasto in tribuna per noie ad un ginocchio e dunque Vettese deve trovare risorse tra gli esterni nella premiata ditta Del Testa – Petrucci ed i sostenitori cassinati si augurano che presto, il nuovo arrivato, in casa rossoblù possa sbloccarsi. Ed al rientro dagli spogliatoi il romano non si fa attendere né tantomeno pregare per mostrare alla platea dei tifosi cassinati di che pasta è fatto. Petrucci piazza due/tre mortiferi tiri dei suoi e spinge Cassino verso il massimo vantaggio della gara al termine della frazione di gioco 67-57, dopo che Cefalù complice anche una serata fantastica di Guglielmo Sodero, 21 punti per lui in 27 minuti giocati con un mostruoso 70% da oltre l’arco su 9 tentativi e l’80% da due punti, si era riportata anche a sole tre lunghezze dalla battistrada, rievocando antiche paure tra i caldissimi tifosi cassinati. Insomma una terza frazione per niente semplice per il gringo Birindelli ed i suoi. Nella quarta Cassino entra in controllo della gara grazie alla sapiente regia di Lorenzo Panzini che arma a dovere le armi nella sua faretra e non permette mai agli ospiti di avvicinarsi troppo. Cassino veleggia sempre sulla doppia cifra di vantaggio raggiungendo anche i + 14 con un jumper dentro l’area di Duilio Birindelli. Ciaboco ed i suoi però non mollano mai e non ci stanno a perdere la maniglia della gara portandosi a – 6 dai padroni di casa. Ci pensa Panzini però a scardinare il ricorso alla zona 2-3 di coach Ciaboco. Il playmaker cassinate con due triple consecutive ricaccia a debita distanza Paparella e compagni. La gara non ha più sussulti e si chiude con un canestro sulla sirena di sua altezza Bagnoli il quale fissa il punteggio sul 90 a 82. La ventiduesima giornata della regular season del campionato Nazionale di serie B edizione 2016-17 per il girone C va in archivio con la quindicesima affermazione per i cassinati. Vettese ha portato la sua truppa a tagliare il traguardo dei trenta punti in classifica a questo punto della stagione e adesso si può affrontare la pausa del campionato per rinsaldare ancora di più il feeling tra i 10 cassinati che si devono giustamente amalgamare dopo le variazioni del mercato invernale. Sull’altro fronte a parlare in sala stampa per i siciliani è stato coach Ciaboco il quale ha così commentato il match “… già il punteggio dice tutto, pensare di fare 91 punti in trasferta è durissima, non siamo una squadra che può permettersi di subire 90 punti, questo in senso assoluto, al di là di tutto c’è mancato l’aspetto difensivo in maniera eclatante, ripeto non possiamo pensare di giocare in trasferta e segnare novanta punti…”

BPC Virtus Cassino – Zannella Basket Cefalù 90-82 Parziali :19-18, 22-14, 26-25, 23-25 BPC Virtus Cassino: Simone Bagnoli 32 (15/19, 0/1), Nicolò Petrucci 13 (2/4, 3/8), Maurizio Del Testa 11 (1/2, 3/8), Lorenzo Panzini 10 (2/4, 2/3), Duilio Ernesto Birindelli 10 (4/5, 0/1), Biagio Sergio 8 (2/3, 1/2), Valerio Marsili 4 (2/3, 0/0), Renato Quartuccio 2 (0/0, 0/0), Gugliemo Fabio 0 (0/0, 0/1), Filippo Serra 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 7 / 9 – Rimbalzi: 27 4 + 23 (Simone Bagnoli 11) – Assist: 21 (Nicolò Petrucci, Maurizio Del testa 5) All. Luca Vettese Zannella Basket Cefalù: Paparella 21 (3/5, 5/7), Sodero 21 (3/6, 5/9), Malagoli 17 (5/6, 2/3), Paparella 8 (1/2, 0/2), Tinto 6 (3/4, 0/0), Mollura 4 (1/5, 0/3), Florio 2 (1/2, 0/1), Terrasi 2 (1/1, 0/0), Biordi 1 (0/1, 0/0) Tiri liberi: 10 / 15 – Rimbalzi: 23 5 + 18 (Malagoli 7) – Assist: 2 (Malagoli, Biordi 1) All. Ciaboco

15 novembre 2016 0

Basket serie B: Una super Virtus Cassino espugna Cefalù

Di redazionecassino1

La Virtus Cassino continua la sua corsa/rincorsa in classifica e dalla trasferta in Sicilia, prima della stagione in terra di Trinacria , in questo campionato nazionale di Serie B, girone C , regular season , ottiene il massimo possibile al termine di una prestazione di grande impegno e sostanza . In buona sostanza la squadra di Vettese s’impone con grande autorità a Cefalù facendo leva e affidandosi ancora una volta alle spalle larghe dei suoi lunghi in termini offensivi con 48 punti realizzati dal terzetto Bagnoli, Sergio e Birindelli . Un match giocato sempre con grande impegno ed abnegazione da parte dei cassinati che tengono sempre la testa avanti nel punteggio raggiungendo anche vantaggi cospicui ma corrono qualche rischio di troppo nell’ultimo periodo grazie anche al ritorno di fiamma dei locali guidati da un mai domo Malagoli . Un match quello del Palasport cefaludese molto duro e fisico. Conferme arrivano al termine della gara. “Era una partita molto dura e difficile “ sono le prime parole a caldo , di coach Luca Vettese, al termine della gara “ e noi lo sapevamo. Devo sottolineare come nei primi due quarti siamo stati molto bravi ad addormentare la gara , a tenere il punteggio basso e a limitare con una grande difesa il loro tiro perimetrale. Noi questo lo avevamo studiato bene e dovevamo assolutamente limitarli in questo fondamentale . Lo abbiamo fatto bene per il 75% della gara tranne nella parte finale della gara dove è venuto fuori tutto il talento dei nostri avversari soprattutto di Mollura che sta facendo veramente veramente bene in questo scorcio di campionato.” Conclude raggiante il coach degli atleti della Terra di San Benedetto. La Zannella Basket Cefalù dunque non riesce a far sua la partita interna e perde per la seconda volta tra le mura amiche stavolta contro una BPC Virtus Cassino sempre concentrata ma soprattutto brava a scavare il solco nel punteggio sin dall’inizio e poi capace di saperlo gestire sapientemente. La partenza dei rossoblù ospiti è in men che non si dica al fulmicotone . Grazie alle realizzazioni di Birindelli e Bagnoli che valgono il 2-12 a metà primo quarto, gli uomini di Vettese volano . Poi allorquando però iniziano le rotazioni , si scuote Cefalù che limita i danni nel punteggio chiudendo alla prima sirena sul -3 (13-16). Già nel primo quarto dunque la differenza tra i due roster è apparsa netta, con gli ospiti cassinati sempre in vantaggio ed una Zannella Basket poco fluida in attacco ma soprattutto permissiva in difesa. Per vedere una realizzazione tra le maglie dei giocatori di casa diversa da quella di Mollura bisogna infatti attendere il settimo minuto di gioco, allorquando , in penetrazione ,Tinto (7-14) realizza , dopo essere subentrato ad un offensivamente scialbo Sodero. Nel secondo periodo Cassino ritrova il vantaggio in doppia cifra grazie a una bella fiammata di Potì per il 15-25 a 6’ dall’intervallo, la Zanella prova a rispondere ma arrivano le triple di Sergio e Serra ad aggiornare il massimo vantaggio cassinate sul +14. Mollura prova a riportare sotto i suoi ma all’intervallo la Virtus conduce di 13 lunghezze (28-41). A metà gara il punteggio recita 28-41 e sembrano davvero poche le possibilità sulle quali la Zannella potrebbe far leva per risollevarsi in termini di punteggio, Nel corso della terza frazione la BPC arriva anche sul +18 ma Paparella tiene i suoi in linea di galleggiamento, non riuscendo comunque ad evitare che gli ospiti vadano all’ultima pausa con 16 punti di margine (42-58) con Valesin a firmare dalla lunetta il massimo vantaggio ospite a 6 minuti dalla fine del terzo quarto (32-50) prima che riesca ad uscire fuori l’orgoglio dei normanni nella quarta frazione di gioco . Nell’ultimo quarto la truppa di Vettese dà l’impressione di poter gestire senza patemi ma si blocca improvvisamente, consentendo a Malagoli e Mollura di riportare i siciliani a -7 con 2’ da giocare. Complice un innalzamento dell’agonismo , il calore di un Geodetico sempre pieno, la Zannella trova la forza per riportarsi sotto. Il cronometro però è il miglior alleato della formazione cassinate, la riscossa dei locali si ferma al -5 nell’ultimo minuto; Cassino tira un sospiro di sollievo e porta a casa un successo prezioso. Dunque non è stato sufficiente un grande cuore e qualche strappo nei finali di ogni singolo quarto alla Zannella Cefalù. I padroni di casa sono stati sommersi sotto i colpi di una Virtus Cassino precisa più che mai. I laziali hanno difatti tirato con il 45% dal campo contro il 33% avuto di media fin ora, ma soprattutto, si sono potuti appoggiare sulle spalle di un Bagnoli in formato MVP, autore di 26 pesantissimi punti e catalizzatore di ben 10 rimbalzi. Sono cinque adesso le sconfitte su sette partite per i ragazzi di coach Ciaboco che dopo aver affrontato, non senza scottarsi, Valmontone, Cassino , Napoli e Barcellona hanno terminato il tour de force iniziale e potranno affrontare avversari, di comunque ottimo valore, ma sulla carta più alla portata . La BPC Virtus Cassino invece si porta con la vittoria odierna a sole due lunghezze di distanza dal gruppone che comanda la classifica e nel prossimo turno tornerà tra le mura amiche del PalaVirtus cassinate per affrontare la Stella Azzurra Viterbo .

Zannella Basket Cefalù – BPC Virtus Cassino 64-72 Parziali : 13-16, 15-25, 14-17, 22-14 Basket Cefalù: Mollura 19 (5/9, 1/3), Malagoli 16 (4/5, 2/3), Emiliano 13 (1/3, 3/7), Biordi 6 (3/7, 0/0), Losi 5 (0/2, 1/7), Tinto 2 (1/3, 0/1), Florio 2 (1/3, 0/1), Sodero 1 (0/3, 0/2), Lombardo 0 (0/4, 0/3), Terrasi 0 (0/0, 0/0) All.Ciaboco Tiri liberi: 13 / 17 – Rimbalzi: 31 12 + 19 (Ygor Biordi 8) – Assist: 14 (Jordan Losi 4) BPC Virtus Cassino : Simone Bagnoli 26 (10/22, 1/2), Biagio Sergio 12 (0/2, 3/5), Duilio ernesto Birindelli 10 (4/7, 0/1), Andrea Giampaoli 7 (2/2, 1/2), Gianluca Valesin 6 (2/3, 0/0), Stefano Poti 5 (1/1, 1/4), Maurizio Del testa 3 (1/1, 0/3), Filippo Serra 3 (0/0, 1/2), Renato Quartuccio 0 (0/0, 0/0), Valerio Marsili 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 11 / 16 – Rimbalzi: 28 8 + 20 (Simone Bagnoli 10) – Assist: 12 (Andrea Giampaoli 4) All. Luca Vettese