Tag: celebrazioni

5 giugno 2018 0

Festa dell’Arma dei Carabinieri, alla villa comunale di Frosinone le celebrazioni del 204° anniversario

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – La celebrazione del 204° Anniversario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri si è tenuta, questa mattina, alla presenza di una rappresentanza dei militari, del personale dipendente, dei Carabinieri Forestali e dell’Associazione Nazionale Carabinieri, presso la Villa Comunale di Frosinone, segno tangibile del legame straordinario tra i Carabinieri e la cittadinanza.

L’Arma dei Carabinieri festeggia, infatti, i suoi 204 anni di storia sempre caratterizzata dall’incessante, silenzioso ed umile sacrificio di donne e uomini che donano la propria vita per salvaguardare la convivenza civile, soccorrere le popolazioni e ridare loro serenità e fiducia.

Sei Compagnie, cinquantacinque Stazioni con oltre settecento uomini: il Comando Provinciale di Frosinone contribuisce in maniera significativa, giorno dopo giorno, a garantire la sicurezza e l’ordinata convivenza civile in questa meravigliosa parte del nostro Paese anche grazie all’ausilio dei Carabinieri Forestali che operano specificatamente a tutela dell’ambiente, del territorio e delle acque, nonché nel campo della sicurezza e dei controlli nel settore agroalimentare, con un Comando di Gruppo e ben quattordici Stazioni.

Dopo gli onori iniziali è stata data lettura del messaggio del Signor Presidente della Repubblica Sergio MATTARELLA.

Il Comandante Provinciale, Colonnello Fabio Cagnazzo, ha salutato con gratitudine tutte le numerose autorità civili, religiose e militari presenti, gli Ufficiali, Marescialli, Brigadieri, Appuntati e Carabinieri ed i loro familiari, i delegati degli Organi della Rappresentanza militare, nonché i rappresentanti dell’Associazione Nazionale Carabinieri. Inoltre ha rivolto un caloroso saluto agli orfani, alle vedove ed ai parenti tutti dei militari caduti, consapevoli di poter sempre contare sulla vicinanza di tutta la grande famiglia dell’Arma.

Il Colonnello Cagnazzo ha, poi, sottolineato il bilancio fortemente positivo dell’attività operativa, che conferma il vigoroso impegno del Comando Provinciale a contrastare i fenomeni e le manifestazioni criminose che incidono a vario titolo sulla sicurezza e sull’ordinata e civile convivenza, con una attività investigativa sempre più incisiva, e con una più capillare attività di vigilanza del territorio ed ha espresso a tutti i Carabinieri del Comando Provinciale il suo più vivo plauso ed il ringraziamento per il contribuito fornito con coraggio e spirito di sacrificio abnegazione in questo anno di intenso lavoro, esortandoli a continuare al fine di rendere sempre più sicuro il nostro territorio.

Il Comandante Provinciale ha, infine, evidenziato la costante sinergia con le altre Forze di Polizia, e in particolare i rapporti di fattiva collaborazione con il Questore, Dott.ssa Rosaria Amato e con il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, Col. Luigi Carbone. Dal punto di vista investigativo di fondamentale importanza è stata la piena sintonia con le Procure della Repubblica di Frosinone e di Cassino.

5 giugno 2017 0

Arma dei Carabinieri, 203° Annuale della fondazione: Festa, riconoscimenti e celebrazioni

Di redazione

In occasione del 203° Annuale di Fondazione dell’Arma dei Carabinieri, nella mattinata, il Comandante Generale Tullio Del Sette ha reso omaggio ai Caduti deponendo una corona d’alloro al Sacrario del Museo Storico dell’Arma. Alla sobria cerimonia hanno preso parte i Vertici dell’Arma, dell’Associazione Nazionale Carabinieri e dell’Opera Nazionale per l’Assistenza agli Orfani dell’Arma. Per l’occasione è giunta, proveniente dalla Legione Allievi Carabinieri ove è custodita e per la prima volta in una simile ricorrenza, la Bandiera di Guerra dell’Arma, che ha fatto il suo ingresso nel Museo Storico e nel Sacrario. Nel tardo pomeriggio, all’interno della Caserma “Salvo D’Acquisto” di Tor di Quinto, si terrà una cerimonia alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del Ministro dell’Interno Marco Minniti, del Ministro della Difesa Roberta Pinotti e del Capo di Stato Maggiore della Difesa Claudio Graziano. Il Capo dello Stato consegnerà la Medaglia d’Oro al “Valor Civile” alla Bandiera di Guerra dell’Arma dei Carabinieri per l’impegno profuso nelle attività di soccorso alle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto 2016. Quindi saranno consegnate le “Ricompense” a Carabinieri che si sono particolarmente distinti nell’ultimo anno, tra cui la medaglia d’Oro al Valor Civile “alla memoria” attribuita al maresciallo capo Silvio Mirarchi, ucciso in servizio a Marsala (TP) il 31 maggio 2016, che sarà data alla vedova Antonella Pizzo. A seguire, come di consueto, sarà conferito il “Premio Annuale” a sei Comandanti di Stazione. Quest’anno saranno premiati i seguenti Sottufficiali: – Luogotenente Antonino GENOVESE, Comandante della Stazione di Oulx (TO); – Luogotenente Gaetano FLOCCHER, Comandante della Stazione di Napoli Vomero; – Luogotenente DAL CANTO, Comandante della Stazione di Cascina (PI); – Luogotenente Antonio CASTRIGNANO’, Comandante della Stazione di Vasto (CH); – Luogotenente Carmine DI LASCIO, Comandante della Stazione Forestale di Maratea (PZ); –MAsUPS Giovanbattista Luigi FERRANTE, Comandante della Stazione di Codevigo (PD). Quindi il Ministro della Difesa rivolgerà un indirizzo di saluto ai presenti. Dopo il deflusso dei Reparti, seguirà lo Storico Carosello Equestre, eseguito dal 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo per rievocare la gloriosa “Carica di Pastrengo” del 1848. Gli onori finali al Presidente della Repubblica chiuderanno la cerimonia.

26 gennaio 2017 0

Il sindaco di Cassino al lavoro sul programma per le celebrazioni in onore di San Benedetto.Collaborazione con Norcia e Subiaco

Di redazione

Il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro ha partecipato questo pomeriggio a Subiaco, insieme al primo cittadino Francesco Pelliccia, al Sindaco di Norcia, Nicola Alemanno ad una riunione operativa per la stesura del programma della settimana di festa dedicata al Santo Patrono d’Europa, San Benedetto. “Quest’anno i festeggiamenti in onore di San Benedetto ha detto il primo cittadino, Carlo Maria DAlessandro – acquistano un valore ancora più speciale per diversi motivi, il primo è la tragedia che ha colpito Norcia e il Centro Italia. Il sisma ha distrutto la Basilica della città umbra che diede i natali al santo. Le nostre tre città sono gemellate sotto il nome di San benedetto e nel momento del bisogno il legame si fa sempre più forte. Le comunità si sono mobilitate immediatamente per offrire sostegno e supporto ai cittadini di Norcia, con mezzi materiali, beni alimentari e donazioni raccolte con eventi di beneficenza. Il secondo motivo di orgoglio è l’elezione di un italiano, un esponente politico del nostro territorio, Antonio Tajani, come Presidente del Parlamento Europeo. Per questo motivo quest’anno cercheremo di dare il meglio per offrire ai cittadini di tutta Europa, il programma di eventi migliore degli ultimi anni. Un percorso tra tradizioni antiche, cortei in abito d’epoca e appuntamenti formativi e culturali di alto livello”. L’incontro di questoggi fa seguito a quello tenutosi nei mesi scorsi a Cassino ed i primi cittadini si sono già dati appuntamento al più presto per definire gli ulteriori dettagli relativi al programma delle celebrazioni benedettine.