Tag: cocaina

6 agosto 2018 0

Omicidio a Roma, uccide la compagna che non voleva comprare la cocaina

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

LATINA – L’avrebbe uccisa perché si era rifiutata di darle soldi per comprare droga. La vittima si chiamava Elena Panetta, 57 anni di Roma e il suo carnefice reo confesso è Emanuele Riggione, 42 anni originario di Terracina. L’uomo si è presentato questa mattina alle 9.30 circa presso la Stazione Carabinieri di Latina, confessando di aver ucciso la donna, assistente scolastica, a seguito di una lite svoltasi alle ore 23 circa del giorno precedente all’interno dell’abitazione dove gli stessi convivevano, ubicata nel quartiere Statuario di Roma.

Immediati accertamenti, svolti sul posto dai Carabinieri della Compagnia di Roma Casilina, hanno consentito di rinvenire il corpo esanime della donna nel soggiorno, ed acclarare la veridicità di quanto ammesso da Riggione. Conseguentemente i militari del NORM carabinieri di Latina hanno proceduto all’arresto dell’uomo che è stato condotto presso la Procura di Latina ove alla presenza del difensore è stato interrogato dal P.M. competente, il Sost. Proc. Dott. Valerio DE LUCA, al quale ha confermato, fornendo ulteriori particolari quanto dichiarato ai Carabinieri.

Secondo la ricostruzione dei fatti fornita dall’arrestato, in corso di verifica, Riggione e la Panetta nel corso della serata di ieri avevano assunto dello stupefacente del tipo cocaina e l’uomo aveva richiesto alla donna del denaro per acquistarne dell’altra. Il rifiuto della donna avrebbe quindi provocato un’accesa discussione al termine della quale il Riggione, in preda ad un raptus, avrebbe colpito ripetutamente al capo ed al corpo la donna con una piccozza provocandone la morte. Lo stesso poi sarebbe uscito dall’abitazione ed avrebbe girovagato tutta la notte nella capitale a bordo di una Fiat Panda di proprietà della vittima, dirigendosi poi nelle prime ore della mattinata verso la Latina con l’intento di suicidarsi. Abbandonato il proposito autolesionistico, lo stesso ha poi deciso di costituirsi ai Carabinieri.

Gli accertamenti tecnici nei confronti dell’arrestato sono stati condotti dai militari del Nucleo Investigativo di Latina, che hanno proceduto al sequestro dell’autovettura, mentre i Carabinieri del Nucleo investigativo di Roma hanno effettuato i rilievi sul luogo del delitto. Riggione, dopo l’interrogatorio e la convalida dell’arresto è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Latina.

12 luglio 2018 0

Sorpreso a spacciare hashish e cocaina in piazza Spada a Fiuggi, arrestato 26enne

Di admin

FIUGGI – Gli agenti del Commissariato di Fiuggi, con l’ausilio del cane antidroga Condor, ha proceduto all’arrasto di un 26enne, residente in un paese confinante con la cittadina termale, in quanto trovato in possesso di 9 dosi di cocaina e 3 di hashish.

Il giovane, accortosi  del controllo in atto sull’intera piazza Spada, ha cercato di disfarsi dello stupefacente, che portava addosso, ma il suo gesto repentino non è sfuggito all’attenzione degli operatori di polizia.

A seguito della perquisizione effettuata presso l’abitazione del giovane, sono stati rinvenuti 72,8 grammi di hashish, un’altra dose di cocaina, sostanza da taglio e materiale per il confezionamento delle singole dosi, nonché un quaderno con la contabilità dei suoi “clienti”.

L’arresto avvenuto nella giornata di ieri si inserisce in una serie di mirati servizi, finalizzati al contrasto della diffusione di sostanze stupefacenti, che il Commissariato di Fiuggi ha intrapreso dall’ inizio della stagione estiva nei luoghi maggiormente frequentati dai giovani del circondario.

11 luglio 2018 0

Cocaina e casa super protetta, arrestato per spaccio 53enne di Frosinone

Di admin

FROSINONE – I carabinieri di Frosinone hanno arrestato un 53enne del posto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

L’uomo, mentre percorreva a piedi Viale Mazzini, alla vista dell’auto di servizio si è disfatto di un involucro dandosi alla fuga nella zona dell’ex stadio “Matusa” e dopo un breve inseguimento è stato raggiunto dagli uomini del colonnello Fabio Cagnazzo che lo hanno sottoposto a controllo. L’involucro recuperato conteneva 14 grammi di cocaina. L’immediata perquisizione personale, e quella domiciliare poi, svolte a carico dell’uomo, ha permesso di rinvenire presso l’abitazione, protetta da grate metalliche perfino internamente tra le varie stanze, la somma contante di oltre 1.400 euro (di cui una banconota falsa da 20 euro) quale provento dell’illecita attività. Il denaro e lo stupefacente è stato sequestrato.

Al termine delle formalità di rito, lo stesso è stato arrestato e trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione Carabinieri di Frosinone in attesa del rito direttissimo.

7 giugno 2018 0

Sorpresi con quasi mezzo chilo tra cocaina e hashish, due coppie in manette

Di admin

FERENTINO – Quattro persone, due uomini (di cui uno albanese) e due donne, tutti residenti a Ferentino e di età compresa tra 25 e 18 anni sono stati arrestati ieri sera per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio dai carabinieri del Norm della compagnia di Frosinone e di Alatri, congiuntamente al personale della polizia stradale di Frosinone.

I quattro, a bordo della loro autovettura, dopo essersi sottratti ad un controllo lungo l’autostrada A1 direzione sud ed un inseguimento di alcuni chilometri a forte velocità nel corso del quale hanno tentato di speronare i veicoli delle forze dell’ordine, sono stati bloccati all’altezza dello svincolo di Anagni (Fr) e sottoposti a perquisizione personale e veicolare. Il controllo ha consentito di rinvenire complessivamente circa 400 grammi di cocaina e 50 grammi di hashish.

Il gruppo è stato assicurato alle patrie galere di Frosinone e Rebibbia in attesa del rito direttissimo previsto per domani.

5 giugno 2018 0

Botte da orbi tra cognati ad Alatri, poi spunta anche la cocaina

Di admin

ALATRI – I carabinieri di Alatri hanno denunciato un 38enne kosovaro da tempo residente in Italia (già censito per reati contro la persona) ed un 43 enne del luogo per “lesioni personali aggravate”; il 38enne è stato anche segnalato alla Prefettura del capoluogo per “detenzione illecita di sostanza stupefacente per uso personale”.

I due cognati, per futili motivi hanno iniziato a litigare, con il cittadino straniero che ha colpito per primo il 43enne alla testa con il calcio di una pistola scacciacani, ricevendo di contro da quest’ultimo un pugno al volto. Impauriti, i familiari hanno chiamato i carabinieri che giunti in breve tempo hanno sedato la lite. Inoltre, i militari hanno sottoposto entrambi a perquisizione personale e veicolare, il che ha consentito di rinvenire nel veicolo del 38enne 0,35 grammi circa di cocaina.

I due uomini visitati presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Alatri sono stati giudicati guaribili con pochi giorni di prognosi e dimessi.

La pistola scacciacani e lo stupefacente rinvenuto sono stati sottoposti a sequestro.

30 maggio 2018 0

Non si ferma all’alt della polizia e sperona la volante, in auto aveva cocaina e una pistola. 45enne arrestato

Di redazionecassino1

ROMA –  45enne veliterno, all’alt delle Volanti, fugge per le strade di Centocelle speronando l’auto della Polizia di Stato. In tasca della cocaina e nascosta in macchina la replica di una Colt 1911.

Tor de Schiavi, per sfuggire ad una Volante, sperona la stessa auto della  Polizia di Stato e finisce la corsa contro una vettura parcheggiata; in tasca alcuni grammi di cocaina ed in macchina la replica di una Colt.

T.Z., queste le iniziali del 45enne veliterno che era alla guida di una vecchia BMW, alle 3 di notte, stava parlando con una prostituta sulla Palmiro Togliatti ed accortosi dell’alt che gli stava intimando un equipaggio del Reparto Volanti, ha prima fatto finta di fermarsi, poi è ripartito scappando per le vie di Centocelle.  Il fuggitivo, non riuscendo  a “seminare” la pantera, ha tentato di speronarla su un fianco, con il risultato di finire di rimbalzo contro una Citroen parcheggiata. Neanche dopo l’urto T.Z. si è dato per vinto, colpendo con calci e pugni gli agenti che lo stavano bloccando.

I poliziotti, perquisendo l’auto, hanno trovato una pistola giocattolo senza tappo rosso, perfetta replica di una Colt 1911 mentre, nelle tasche, l’uomo aveva 7 dosi di cocaina.

T.Z., già noto alle Forze dell’Ordine e recentemente uscito dal carcere veliterno dove stava scontando una condanna per rapina, è stato arrestato e posto a disposizione della Magistratura; l’auto usata per le fuga, intestata ad un nativo della ex Jugoslavia, è stata posta sotto sequestro.

29 maggio 2018 0

Cocaina tra le cialde di caffè, arrestato a Gaeta spacciatore con 150 grammi di droga

Di admin

GAETA – Gli agenti del Commissariato di Gaeta nel primo pomeriggio di ieri ha effettuato il fermo ed il controllo di un’autovettura che procedeva a velocità sostenuta, nonostante il percorso impervio determinato dal fondo stradale dissestato. Il conducente, un giovane di 25 anni circa, di Fondi, in evidente stato di agitazione, cercava di eludere l’attenzione degli operanti, attribuendo la sua presenza in quella zona ed il suo modo di procedere alla premura di effettuare le consegne di alcune confezioni di caffè ad altrettanti clienti del luogo.

Gli operanti, ritenendo tale modo di fare assai sospetto, effettuavano un controllo e, all’interno dell’autovettura di grossa cilindrata da lui condotta, in particolare nel vano portabagagli ed in una delle diverse confezioni di cialde per caffè di varie marche, gli operanti notavano la presenza di un involucro di cellophane, al cui interno vi era una ulteriore busta trasparente e termosaldata, contenente due pietre di sostanza chiara, risultata essere stupefacente.

La sostanza, esaminata presso il laboratorio della polizia scientifica del Commissariato di Formia, è risultata essere cocaina: peraltro di ottima qualità, del peso di 150 grammi.

Il giovane identificato in P.F. nato a Fondi, classe 1993, è stato tratto in arresto e lo stupefacente, del valore di circa 15 mila euro, è stato sequestrato.

Informato il P.M. di turno presso la Procura di Cassino nella persona del dr. De Franco, l’arrestato è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione in Fondi a disposizione dell’A.G. procedente.

27 aprile 2018 0

Trasportava cocaina tra Frosinone e Latina, 38enne arrestato in operazione congiunta

Di admin

LATINA – Una operazione congiunta tra carabinieri del reparto investigativo di Frosinone, agenti della Squadra Mobile di Frosinone e Latina ha permesso di arrestare, nel primo pomeriggio di oggi, uno spacciatore che operava tra le due province. Le forze dell’ordine hanno lavorato insieme per accertare la fondatezza di una notizia riservata “raccolta” nel frusinate in base alla quale era stata segnalata una Fiat Punto di colore rosso che sarebbe stata utilizzata, oggi, per trasportare droga,  dalla Capitale verso la zona di Latina.

Alle ore 13 circa la macchina è stata rintracciata e fermata. Alla guida c’era Adriano Battista 38 anni originario di Fondi (Lt) ma residente a Ferentino e domiciliato a Torrice, il quale in evidente stato di agitazione è stato sottoposto a perquisizione personale e veicolare che consentiva agli operanti di rinvenire all’interno della vettura e precisamente nella tasca posteriore del sedile lato passeggero, 62 grammi di cocaina, nonché delle placche metalliche di carrozzeria con impressi dei numeri di telaio e due targhe alfanumeriche di autovettura.

Battista è stato arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

6 marzo 2018 0

Sequestrati 15 chili di cocaina, pistole e bombe a mano: arrestato noto trafficante

Di admin

LATINA – Due trafficanti di droga sono stati arrestati dagli agenti della Squadra Mobile di Latina e dai loro colleghi del commissariato di Fidene Serpentara. Nel corso dell’operazione antidroga gli agenti hanno sequestrato quasi 15 chili di cocaina, pistole di vario genere ed anche bombe a mano oltre a 45mila euro in contanti.

Da qualche settimana i poliziotti del Commissariato di Fidene e delle Squadre Mobili di Latina e Roma svolgevano servizi di pedinamento ed osservazione sugli spostamenti di Fabio Criscuolo, 42 enne originario di Roma ma residente a Cisterna di Latina (Lt), il quale era stato individuato a seguito di attività info-investigativa come un trafficante di stupefacenti molto attivo nel centro Italia. Gli agenti hanno rilevato che l’uomo era solito recarsi presso l’abitazione della madre a Cisterna ma il 28 febbraio è stato notato notato accedere all’interno dell’abitazione ubicato all’interno del Residence di Latina, via Capraia. Ieri gli agenti si sono concentrati sugli spostamenti di due vetture; una Mini Countryman in uso al Criscuolo e una Smart condotta da un soggetto poi identificato come Orazio Sammarco. Le auto hanno effettuavano un viaggio piuttosto lungo, iniziato a Cisterna di Latina, attraverso il frusinate, il casertano, il Molise sono arrivati a Vasto (CH).

Proprio a Vasto, gli agenti hanno deciso di controllare gli occupanti delle due autovetture, che si erano fermati presso un autogrill lungo la Circonvallazione Histoniense. I soggetti fermati e le autovetture sono state perquisite permettendo di ritrovare all’interno dell’abitacolo della Smart, quindi l’auto condotta da Sammarco, un panetto di cocaina di 1,1 chili. Il Sammarco è stato pertanto arrestato ed associato alla Casa Circondariale di Vasto. Criscuolo, evidentemente, in quel trasporto aveva il compito di staffetta e di controllo della merce.

Ma il suo ruolo nell’organizzazione, evidentemente era ben altro. Gli agenti hanno proceduto alla perquisizione delle abitazioni individuate nel corso delle indagini nella disponibilità del 42enne ossia: l’abitazione della famiglia, sita in Cisterna di Latina, via delle Vittime Civili, nonché della sua abitazione, ubicata in via Bernini, e di una base operativa ubicata sul Lungomare di Latina, in via Capraia. La perquisizione ha quindi permesso di rinvenire, occultata nel vano dell’avvolgibile della finestra della camera da letto dell’abitazione di via Bernini, dodici panetti di cocaina, per un peso complessivo di 13,678 chili, nonché una pistola tipo revolver marca Smith e Wesson calibro 357 e cinque cartucce dello stesso calibro.

Occultato in un divano all’interno della base operativa di via Capraia sono state rinvenute una pistola Beretta calibro 22, completa di caricatore (il cui furto era stato denunciato in data 6.6.2016 presso la stazione CC San Martino in Strada -FO); una pistola marca Beretta cal.765 mm con matricola abrasa; una pistola modello Beretta 9X17, dotata di caricatore rifornito con dieci cartucce e priva di matricola; una pistola marca Beretta calibro 765 (il cui furto era stato denunciato in data 7.1.2018 presso la Stazione CC Galzignano-PD). Sempre all’interno del covo, unitamente alle suddette armi, si rinvenivano cinquanta cartucce calibro 765 mm, trentaquattro cartucce calibro 380 G.F.L. calibro 9 corto, dieci cartucce calibro 9mm S.B, cinquantatrè cartucce calibro 22, diciassette cartucce calibro 9X17, sei cartucce 38 mm special, due bombe a mano tipo ananas modello N36M di fabbricazione inglese, in ottimo stato di conservazione. Queste ultime sono state messe in sicurezza da personale del gruppo artificieri della Questura di Roma.

A seguito di perquisizione effettuata nell’abitazione di famiglia di Criscuolo a Cisterna di Latina, via Vittime Civili, gli agenti hanno rinvenuto e posto sotto sequestro la somma totale in banconote di vario taglio, di 47.530 euro, ritenuta provento dell’attività delittuosa, in considerazione dello stato di inoccupazione dell’arrestato nonché della sua recidività nella commissione di delitti in materia di stupefacenti. Criscuolo, infatti, era stato scarcerato da circa un mese dopo un lungo periodo di detenzione.

25 febbraio 2018 0

Sorpresi durante la compravendita di cocaina, due arresti a Sora

Di admin

SORA – I carabinieri di Sora hanno arrestato due persone di Broccostella, M.L., 21enne e M.D., 44enne per il rato di detenzione illecita di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio ed il secondo per resistenza a pubblico ufficiale.

I carabinieri hanno sorpreso il 21enne nell’atto di cedere una dose di cocaina del peso di 0,5 grammi al 44enne. Pertanto immediatamente fermato e sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di ulteriori 09 dosi sempre di cocaina, abilmente occultate nella tasca dei pantaloni, già confezionate e pronte per lo spaccio, risultate avere successivamente un peso complessivo di 4,5 grammi.

Inoltre, nel corso dell’intervento, il 44enne acquirente, che sarà anche segnalato alla Prefettura di Frosinone quale assuntore di sostanze stupefacenti, al fine di eludere il suo controllo, repentinamente si scagliava con violenza contro i militari che riuscivano a contenerlo ed a trarlo contestualmente in arresto per il commesso reato di resistenza a pubblico ufficiale.