Tag: colpo

30 giugno 2018 0

Primo colpo di mercato per la Virtus Cassino, arriva Antino Jackson

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La Virtus Cassino ha raggiunto l’accordo con l’entourage del giocatore classe ’96, Antino Jackson, per la stagione 2018-19.

Il giovane americano ricoprirà il ruolo di playmaker nello scacchiere di coach Luca Vettese.

Nato il 31 gennaio 1996 a Cypress, in Texas (USA), è alto 183cm per un peso forma di 77kg.

Atleta dalle importanti doti atletiche, ha concluso la sua carriera universitaria lo scorso anno sportivo, nelle fila dei “Lobos” di NEW MEXICO. Nel destino del giovane americano, dunque, ci saranno di nuovo i lupi, questa volta però, quelli rossoblù della terra di San Benedetto.

Prima di approdare nel branco sud-americano, la carriera del giovane “point-guard”, si era dipanata per 3 anni presso l’università di AKRON, nell’Ohio. Per lui in questa prima esperienza collegiale, nell’ultima stagione 2016-17, quasi 28 minuti di utilizzo con 10.8 punti per gara e quasi 4 assist dispensati per i suoi compagni, con le invidiabili percentuali del 43% da 2, il 39% da 3 ed il 75% dalla linea del tiro libero.

L’ultima stagione, quella che lo ha portato all’attenzione del basket professionistico, lo ha visto autore di performance condite da 10.4 punti per match in 23.5 minuti in campo, con le percentuali del 41% da 2, il 39% da 3, il 76% ai tiri liberi, 2 rimbalzi catturati, 5 assist e 2 palle recuperate.

Le caratteristiche tecniche e una breve storia di Antino, è possibile ricavarla dalle parole del suo agente Prescott Mack, felice per la conclusione della trattativa con la società cassinate: “Antino Jackson, ex play/guardia dell’Università del New Mexico, è un giocatore che può punire gli avversari con il suo tiro e con la sue capacità balistiche. È inoltre un tenace difensore ‘faccia-faccia’, che gioca ogni minuto come se avesse sempre qualcosa da dimostrare. Questo perché lo fa? Perché la critica ha sempre pensato che non avrebbe potuto giocare nella prima divisione della NCAA. Antino invece ha militato 3 anni ad Akron e quindi un anno nell’università di New Mexico. Ha finito la sua carriera al college con oltre 1.400 punti segnati e più di 400 assist. I critici sostenevano inoltre che lui non avrebbe potuto giocare da professionista, ma lui ora ha trovato una casa con la Virtus Cassino.

Antino progetta di portare in Italia tutta la sua volontà per provare alle persone che si sbagliavano. Vuole far bene in un campionato complesso con la sottovalutata Virtus Cassino, che è stata da pochi giorni promossa in serie A2”.

Sulla stessa lunghezza d’onda, anche le parole del soddisfatto DS Leonardo Manzari: “So bene che ci prendiamo dei rischi ad affidare la cabina di regia al giovane ’96 Antino Jackson, ma ci ha colpito di lui la spavalderia e la sua determinazione nell’affrontare questa nuova avventura. Antino è stato visto dal nostro staff tecnico diverse volte ed è stato giudicato idoneo per ricoprire questo ruolo delicato. Sono felice che sia lui, il primo volto nuovo nel roster che affronterà la serie A2. Spero che insieme si possano realizzare i nostri obiettivi”.

18 giugno 2018 0

Giovane ferito da colpo di pistola a San Biagio, si ipotizza il suicidio

Di admin

SAN BIAGIO SARACINISCO – Sono da chiarire le cause del grave ferimento di un 29enne di San Biagio Saracinisco avvenuto questa mattina.

Il giovane sarebbe stato attinto da un colpo di pistola e, ferito in gravi condizioni, è stato prima soccorso dal medico e sindaco di San Biagio, e poi trasportato in eliambulanza all’Umberto I di Roma.

Le sue condizioni sarebbero gravi. Le indagini svolte dai carabinieri della stazione di Picinisco fanno ipotizzare che il giovane si sia armato della pistola della sorella e che abbia tentato il suicidio sparandosi alla testa.

13 gennaio 2018 0

Tentano un colpo in una scuola. Presi due ladri di 19 e 20 anni a Ceccano

Di redazione

Nella scorsa notte a Ceccano, i Carabinieri della locale Stazione, traevano in arresto in flagranza di reato di “tentato furto aggravato in concorso” un 19enne ed un 20enne di origini rumene, entrambi residenti a Supino. Gli operanti, nel corso del servizio di perlustrazione, inviati dalla Centrale Operativa del Comando Provinciale carabinieri di Frosinone presso l’Istituto d’Istruzione Superiore sito in quella via Gaeta, dove era scattato l’allarme antintrusione, intercettavano e bloccavano i due giovani mentre tentavano di dileguarsi dopo aver tentato di consumare un furto. Le perquisizioni personali consentivano di rinvenire un trapano a batteria, un cacciavite di grosse dimensioni e due passamontagna, sequestrati. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, venivano condotti presso il Tribunale del capoluogo ciociaro in attesa della celebrazione del rito direttissimo fissato per la giornata odierna. Inoltre, nei loro confronti, verrà proposta l’applicazione della misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio dal comune di Ceccano.

20 dicembre 2017 0

Bimbo di 5 anni cade dal 5° piano. Muore sul colpo. Tragedia a Spinaceto

Di redazione

Un bambino di 5 anni è morto oggi pomeriggio cadendo dalla finestra dell’appartamento al quinto piano di una palazzina Ater in cui viveva con i genitori a Spinaceto. La tragedia è accaduta oggi pomeriggio in via Padre Romualdo Formato quando il piccolo era in casa con il padre mentre la madre era uscita di casa per andare a prendere la sorellina. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri del nucleo investigativo di Frascati e dei loro colleghi della Compagnia di Pomezia, il piccolo si sarebbe arrampicato al termosifone vicino alla finestra della sala da pranzo arrivando così al davanzale e poi è caduto nel vuoto. Il padre si sarebbe accorto di quanto accaduto quando il bimbo era purtroppo precipitato. Il bambino è morto sul colpo. Le indagini dei carabinieri sono ancora in corso. Foto d’archivio

30 novembre 2017 0

Chiude la Ideal Standard di Roccasecca, sindacati: Duro colpo per 500 famiglie

Di admin

ROCCASECCA – Cessa l’attività all’Ideal standard di Roccasecca. La decisione è stata comunicata dai vertici societari della multinazionale alle segreterie nazionali dei sindacati, ai quali, è stato annunciato che saranno avviate tutte le procedure per arrivare alla chiusura del sito industriale. Un colpo mortale all’economia del territorio che coinvolge, tra dipendenti diretti e quelli dell’indotto, circa 500 famiglie. I segretari generali di Ugl Chimici, Femca Cisl, Filtcem Cgil e Uiltec Uil Valente, Valeriani, Chiarlitti e Piscitelli annunciano battaglia contro una decisione inspiegabile: “Le nostre preoccupazioni – spiegano i rappresentanti sindacali – espresse nei mesi scorsi per la mancata presentazione del piano industriale, erano purtroppo fondate. Si tratta di un provvedimento assurdo perché il sito di Roccasecca produceva ricchezza anche grazie ai sacrifici fatti dai lavoratori che hanno rinunciato a parte dello stipendio per garantire la produzione. La fabbrica di Roccasecca ha sempre lavorato bene sfornando prodotti di qualità e le commesse non sono mai mancate, tutto ciò ci lascia attoniti”. C’è preoccupazione dunque per il futuro delle famiglie e per l’ordine pubblico visto che la scelta della società ha messo in subbuglio i lavoratori: “Faremo tutto quanto nelle nostre possibilità – sottolineano i segretari generali – affinché la multinazionale riveda la sua decisione. Sarebbe l’ennesimo colpo mortale per l’intero territorio che ha già subito quello inferto dalla FCA qualche settimana fa. La nostra sarà una battaglia in tutte le sedi a fianco dei lavoratori e delle loro famiglie”.

13 novembre 2017 0

Parte un colpo, cacciatore 26enne ferito a Vallemaio

Di admin

VALLEMAIO – Parte accidentalmente un colpo di fucile e rimane ferito ad una gamba. E’ accaduto oggi pomeriggio ad un cacciatore 26enne di Vallemaio quando, mentre era a caccia di volatili, in zona Vallaurea al confine con Sant’Andrea del Garigliano, è inciampato facendo partire un colpo dal fucile che portava a tracolla rimanendo ferito ad una gamba. E’ quindi rimasto nel burrone che stava attraversando. La zona aveva copertura di rete telefonica e il giovane ha potuto quindi chiamare un suo amico che ha guidato i soccorsi fino a lui. Poi è stato trasportato in ospedale a Cassino. Ermanno Amedei

20 luglio 2017 0

Frosinone : la Polizia di Stato mette a segno un altro colpo contro il mercato dello spaccio

Di redazione

Proseguono nel capoluogo ciociaro intensi e capillari servizi finalizzati alla prevenzione ad al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. Gli uomini della Squadra Mobile e della Squadra Volante, con il prezioso ausilio delle unità cinofile della Polizia di Stato, hanno messo a segno un altro importante “colpo” contro il mercato dello spaccio. Dopo gli arresti della scorsa settimana con un ingente quantitativo di droga sequestrata, i poliziotti hanno denunciato 26enne frusinate per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. L ‘uomo, alla vista degli agenti tenta di far perdere le sue tracce , nascondendosi in un appartamento dello stabile già “attenzionato” dagli investigatori. Raggiunto e bloccato, il 26enne è stato trovato i possesso di 370 euro presunto provento dell’attività di spaccio. La capillare perquisizione dello stabile, con l’aiuto di due unità cinofile, ha permesso di scoprire, nei locali delle terrazze, due buste contenenti nr. 202 dosi di cocaina e nr. 90 di hashish (dal peso di 2 gr l’una). Il dettaglio delle dosi è un dato importante perché la cocaina, venduta a 20 euro la dose, avrebbe fruttato oltre 4.000 euro, mentre l’hashish, sempre a 20 euro la dose, avrebbe fruttato 1.800 euro circa.

3 marzo 2017 0

Colpo alla Popolare del Cassinate di San Giorgio, è caccia all’uomo

Di admin

San Giorgio a Liri – E’ caccia all’uomo, in tutto il Cassinate dopo il furto avvenuto questa mattina a San Giorgio a Liri dove i malviventi hanno strappato, sradicando, il bancomat alla filiale della Banca Popolare del Cassinate.

Un raid come quelli che ormai accadono di frequente: catene assicurate da un capo allo sportello automatico e dall’altro ad un mezzo che lo strappa dagli ancoraggi.

Poi la cassa viene caricata e portata via interamente. E’ successo anche questa mattina ma l’allarme e le segnalazioni lanciate prontamente alle forze dell’ordine, hanno fatto concentrare nella zona di confine tra Cassino e San Giorgio a Liri, le pattuglie di carabinieri di Cassino e Pontecorvo oltre alle volanti del commissariato di polizia.

La valle dei Santi fino a Sant’Angelo in Theodice è sorvolata anche da un elicottero dell’Arma.

Ermanno Amedei 

articolo successivo

19 dicembre 2016 0

Cacciatore ferito da un colpo di arma da fuoco intervento di recupero del Soccorso Alpino

Di redazionecassino1

Esperia – Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) è intervenuto questo pomeriggio ad Esperia (Frosinone) per recuperare un cacciatore ferito da un colpo di arma da fuoco. L’uomo, D.P. di 37 anni ed originario di Pontecorvo, è stato colpito accidentalmente all’addome da un altro cacciatore che praticava nella stessa zona. Il CNSAS, allertato dal 118, è intervenuto con una squadra di terra e con un tecnico di elisoccorso a bordo dell’elicottero Pegaso 33 dell’Ares 118 Lazio. Il ferito è stato inizialmente raggiunto dai tecnici del Soccorso Alpino giunti via terra che hanno fornito le coordinate del luogo dell’incidente, successivamente è stato recuperato ed elitrasportato all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina. Sul posto oltre al CNSAS anche i sanitari del 118, i militari dell’Arma dei Carabinieri e gli uomini del Corpo Forestale dello Stato.

30 settembre 2016 0

Furto nella chiesa di Sant’Antonio a Cassino, altro colpo del “Lupin del Sacro”

Di admin

Cassino – Ancora un furto in una chiesa e a compierlo è stato ancora una volta il 56enne di San Vittore del Lazio. Deve essere una particolare forma di cleptomania quella che spinge l’uomo ad impossessarsi degli oggetti sacri che gli passano a tiro. L’ultimo colpo lo ha messo a segno all’interno della chiesa di Sant’Antonio a Cassino, ieri pomeriggio quando ha rubato un oggetto in argento raffigurante il Sacro Cuore di Gesù.

L’allarme lanciato dal parroco al 113 ha innescato subito le indagini, ma la fama del 56enne ha reso tutto più facile. Gli uomini del vice questore Alessandro Tocco che dirige il Commissariato cittadino, hanno bussato ala sua porta perquisendo la casa e recuperando l’oggetto sacro. L’uomo si era gia reso protagonista di altri di scorribande ladresche all’interno della Chiesa Madre e di una statua della Madonna di Madjugorje in piazza San Giovanni sempre a Cassino. Tutta refurtiva ritrovata sempre nella sua abitazione. Anche in questo caso è scattata la denuncia per furto aggravato mentre il Sacro Cuore d’argento è tornato nella chiesa di Sant’Antonio.

Ermanno Amedei