Tag: commissariato

14 giugno 2018 0

Arrestato dagli Agenti del Commissariato di Cisterna un cittadino bosniaco ricercato

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CISTERNA di LATINA –  Ieri, 13 giugno, gli uomini della Sezione Anticrimine del Commissariato di P.S. di Cisterna, in servizio di contrasto al fenomeno dei furti e delle rapine in edifici isolati nelle campagne tra Cisterna ed Aprilia, ha tratto in arresto, in Aprilia,  in esecuzione di O.C.C. emessa dall’A.G. di Roma, il cittadino bosniaco AHMETOVIC Tomas, classe ’73,  dovendo egli espiare la pena di 1 anno e 8 mesi di reclusione per reati contro il patrimonio.

Lo stesso annovera moltissimi precedenti specifici e fa parte di consorzio criminale dedito alla consumazione di furti in appartamenti e in ville isolate in tutta l’Italia centrale.

Il soggetto ha gravitato a lungo in Roma ed ha usato come base di partenza per le sue attività il campo nomadi di Casal Lumbroso in zona Primavalle.

Da ultimo si è reso protagonista di  crimini nella zona ricompresa tra Aprilia e Nettuno, trovando protezione in una comunità rom nell’hinterland Apriliano.

15 gennaio 2018 0

Ordigno contro il commissariato di polizia, individuati i responsabili

Di admin

ROMA – Sono 5 giovani romani i responsabili del lancio dell’ordigno artigianale contro lo stabile del commissariato della Polizia di Stato di “San Lorenzo”.

L’episodio accadde lo scorso 17 dicembre, intorno alle ore 05:00 del mattino, nei pressi dell’ingresso dell’ufficio di polizia di piazzale del Verano. Sono stati gli stessi agenti del commissariato, al termine di complesse indagini, ad individuare gli autori del gesto; con i risultati dei rilievi della polizia scientifica e con la visione e l’analisi delle immagini delle telecamere della zona, è stato possibile agli investigatori ricostruire l’accaduto.

I 5 ragazzi, tutti romani residenti nel quartiere e di età compresa tra i 19 e i 24 anni, sono stati denunciati; all’interno delle loro abitazioni sono stati trovati anche gli stessi abiti indossati al momento del lancio dell’ordigno.

Per due di loro è scattata inoltre la denuncia per detenzione ai fini di spaccio di droga, in quanto nelle loro abitazioni è stata trovata della sostanza stupefacente con materiale per il confezionamento.

8 gennaio 2018 0

Cambio al vertice del commissariato di Sora, arriva Gennaccaro

Di admin

SORA – Cambio al vertice del  Commissariato di Sora: dopo il trasferimento del dr. Michele Lauritano al Commissariato di Cervinara, il prestigioso incarico è stato affidato al Vice Questore dr. Paolo Gennaccaro,  38 anni, nativo di Teramo.

Dopo l’esperienza lavorativa presso il Reparto Mobile prima di  Torino poi di Firenze ed una parentesi frusinate  alla Divisione Anticrimine della Questura, il dr. Gennaccarodal 2014 ha diretto il Commissariato di Avezzano.

Il Questore di Frosinone dr.ssa Rosaria Amato ha ringraziato l’uscente dr. Lauritano per la professionalità con cui ha diretto il Commissariato, esprimendo auguri di buon lavoro al neo dirigente dr. Gennaccaro, nel perseguimento dell’obiettivo sicurezza, contro ogni forma di illegalità.

 

13 novembre 2017 0

Il Questore, Filippo Santarelli, a Cassino: visita in Procura ed al Commissariato

Di redazionecassino1

Cassino – Questa mattina il Questore dr. Filippo Santarelli ha fatto visita al Procuratore Capo della Repubblica di Cassino dr. Luciano D’Emmanuele, che ha espresso parole di apprezzamento per gli importanti risultati conseguiti nella Città Martire dalla Polizia di Stato.

In perfetta sintonia, il Questore, recandosi per i saluti presso il Commissariato di Cassino, in procinto di ricoprire il nuovo incarico a Modena, ha elogiato il lavoro dei poliziotti, complimentandosi per l’impegno costante e continuo contro ogni forma di illegalità.

A fare gli onori di casa il dr. Alessandro Tocco, con il suo staff “Ad maiora”.

 

6 luglio 2017 0

Il questore in visita al commissariato di Cassino

Di admin

Cassino – Questa mattina il Questore Filippo Santarelli ha incontrato gli uomini e le donne del  Commissariato di Cassino.

A fare gli onori di casa il Dirigente Alessandro Tocco con il quale il Questore si è complimentato per la brillante operazione “Tower” che si inserisce nell’attività di forte contrasto della Polizia di Stato allo spaccio di stupefacenti nel territorio cassinate, con il prezioso ausilio degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Abruzzo” e dalle unità cinofile antidroga della Polizia di Stato.

L’indagine, che ha preso avvio nell’ottobre 2016, ha fatto emergere elementi incontrovertibili per ritenere che tutti i componenti del nucleo familiare fossero dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti e pertanto nelle prime luci dell’alba dello scorso 4 luglio sono state eseguite nei loro confronti  4 misure cautelari, smantellando così una vera e propria   azienda familiare  della droga.

Ai poliziotti il Questore ha pertanto  rivolto parole di apprezzamento e gratitudine per il lavoro che quotidianamente svolgono al servizio del cittadino e nell’attività di contrasto e prevenzione contro ogni forma di illegalità, sempre con grande impegno e dedizione.

29 maggio 2017 0

Telefonata fra il sindaco D’Alessandro e il Questore Santarelli sul futuro del Commissariato

Di redazionecassino1

Cassino –  Il Sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro ha avuto questa mattina un colloquio telefonico con il Questore della Provincia di Frosinone. Dott. Filippo santarelli in merito alle notizie apparse sui quotidiani locali e relative alla potenziale chiusura della Sezione Specializzata della Squadra Mobile.

“Ho avuto un colloquio molto schietto e sereno con il Questore Santarelli, il quale ha espresso un giusto disappunto per alcune informazioni errate che sono state date ai media. Ho avuto, inoltro avuto modo di appurare che la sezione specializzata della squadra mobile è stata istituita con ordinanza del Questore nel 1999 ed era composta da tre persone di squadra mobile e due del Commissariato. Siccome tale organismo non poteva essere costituito con ordinanza, ma con decreto, il 12 maggio 2011, il questore De Matteis revoca il provvedimento di dodici anni prima, perché non poteva fare nulla di diverso. Ma in realtà nonostante la revoca della mobile, viene mantenuto un ufficio distaccato presso il Commissariato che attualmente è ancora funzionante. Tale distaccamento ha raggiunto dei brillanti risultati nella lotta contro la criminalità organizzata specificatamente riferiti al traffico di sostanze stupefacenti ed al riciclaggio di denaro.

Attualmente il personale del Commissariato che si trova in questo organismo sta collaborando con altri organi di polizia giudiziaria, su cui vige il segreto istruttorio, proprio per continuare quell’azione incisiva contro la criminalità organizzata.

In parole povere non è corretto parlare di possibile chiusura della sezione specializzata della Squadra Mobile di Cassino, perché essa è avvenuta già nel 2011. Ma è pur vero che non esiste l’intenzione da parte del Questore di sopprimere l’ufficio che da quell’anno a tutt’oggi svolge importanti mansioni contro la criminalità organizzata.

Abbiamo parlato con il Dottor Santarelli anche della situazione del Commissariato di Cassino che è composto al momento da 52 unità. Attualmente in servizio ce ne sono 49 effettive più 6 aggregati per un totale di 55. Sebbene il personale sia superiore rispetto alla dotazione organica bisogna tenere conto che essa è stata conferita con decreto interministeriale nel 1999. Ovviamente la situazione sul nostro territorio rispetto alle infiltrazioni ed ai reati è cambiata rispetto a 18 anni fa, è salito il numero degli abitanti e comunque a livello amministrativo attualmente vengono gestiti diciotto comuni del territorio. Siccome è in discussione un nuovo decreto interministeriale per la ridistribuzione organica delle forze di Polizia, è palese che debba esserci una presa di coscienza che su Cassino è necessario tenere alta la guardia e quindi c’è bisogno di ulteriori uomini e mezzi per contrastare il malaffare”.

 

28 marzo 2017 0

Spacciatore 26enne arrestato a Cassino. Aveva in casa cocaina, hashish e marijuana

Di redazione

Cassino – Un 26enne è finito in manette per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente. Il ragazzo è stato tratto in arresto dagli agenti del commissariato di Cassino diretti dal vice questore Alessandro Tocco  che si sono avvalsi della collaborazione delle unità cinofile antidroga. Il giovane, residente nel cassinate, al momento del controllo è stato trovato in possesso di hashish e marjuana. Gli uomini della Polizia hanno poi effettuato una perquisizione a casa del 26enne dove, nella camera da letto, il fiuto del pastore tedesco “antidroga” Higgis ha individuato due mezzi panetti di hashish ed una busta di cellophane contenente marjuana. In un’altra stanza sono stati ritrovati altri due mezzi panetti di hashish, due involucri di cellophane contenenti cocaina, una busta ed un contenitore di plastica con marjuana. Gli agenti hanno poi recuperato anche un bilancino di precisione ed una forbice utilizzata per il taglio dell’hashish. La sostanza stupefacente rinvenuta è stata sequestrata: 200 grammi di hashish, 120 grammi di cocaina, e 100 grammi di marjuana.

18 marzo 2017 0

L’evaso di Frosinone era stato arrestato dall’attuale dirigente del commissariato di Cassino

Di admin

Frosinone – Era stato arrestato da Alessandro Tocco, attuale dirigente del CommissariTo di polizia di Cassino, quando, nel 2012, dirigeva la squadra mobile nel Casertano.

Alessandro Menditti, evaso questa notte dal carcere di Frosinone, avrebbe dovuto scontare altre 10 anni di carcere. In galera c’è anche la moglie. Da indiscrezioni, pare che l’apporto esterno sarebbe stato organizzato dal gruppo dell’albanese con cui il 42enne campano stava fuggendo.

Lo straniero, però, dopo essersi calato con le lenzuola dalla finestra da cui hanno tagliato le grate, sarebbe caduto tentando di scavalcare la recinzione di circa 10 metri fratturandosi la colonna vertebrale.

Per questo è stato necessario trasferirlo all’Umberto I di Roma. L’evaso, invece, è ricercato su tutto il territorio e, alle ricerche partecipa anche un elicottero di carabinieri.

4 ottobre 2016 0

Individuati e denunciati dal Commissariato di Formia gli autori di una truffa on-line

Di redazionecassino1

Formia – A seguito di denuncia sporta nello scorso mese di luglio e di capillare ed attenta attività di indagine protrattasi per tutta la scorsa stagione estiva, volta alla individuazione degli autori di truffe on-line poste in essere a danno di ignari acquirenti, il commissariato di PS di Formia, ha denunciato nella giornata di ieri due giovani di 26 anni entrambi residenti a Marcianise (CE) per il reato di truffa. In particolare la vittima della truffa, un uomo di 33 anni residente a SS. Cosma e Damiano, riferiva di aver contattato un venditore per l’acquisto di un cellulare attraverso il sito “Subito.it”, in quanto attratto dal basso prezzo dell’articolo. A questo primo contatto ne seguivano altri a mezzo telefono cellulare, al fine di contrattare il prezzo dell’articolo in vendita e le modalità di pagamento e consegna. Il falso venditore oltre al proprio numero di cellulare forniva all’acquirente un numero di Postepay sulla quale effettuare una ricarica che, puntualmente eseguita, non dava seguito alla spedizione del telefono oggetto della trattativa. Ottenuto il pagamento, infatti, il truffatore svaniva nel nulla, e vane risultavano le rimostranze del truffato, che nel corpo della denuncia – querela resa al personale dipendente da questo Ufficio forniva sia il numero di cellulare a cui rivolgeva le chiamate per rivendicare l’oggetto pagato che il numero della carta sulla quale aveva effettuato la ricarica richiesta. Il personale del Commissariato di Formia riusciva a ricostruire la vicenda acquisendo ogni utile documentazione, anche attraverso il citato sito di e-commerce e, incrociando i dati forniti con quelli estrapolati dagli account di posta elettronica dell’intestatario della carta Postepay e dell’utenza telefonica cellulare utilizzata, avvalendosi anche del supporto fornito dalle interrogazioni alle varie banche dati CED interforze, giungeva all’identificazione di due diversi soggetti, P.A. e G.A., entrambi di anni 26 ed entrambi residenti a Marcianise (CE), con a carico numerosi pregiudizi di polizia, anche specifici, che in concorso tra loro perpetravano truffe ai danni di ignari utenti del web. Sono tuttora in corso indagini per accertare l’eventuale partecipazione dei denunciati ad altre truffe “telematiche” perpetrate nei mesi scorsi ai danni di altri utenti.

26 marzo 2011 0

Ufficializzato il trasferimento di Simeone all’Anticrimine

Di redazione

Ufficializzato oggi, con una nota stampa il trasferimento del vice questore Gianfranco Simeone dal commissariato di Cassino alla questura di Frosinone. “Con provvedimento del Capo della Polizia il Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato Dott. Gianfranco Simeone – si legge nella nota – è stato trasferito dal Commissariato di Cassino, che ha diretto per oltre sette anni, alla Questura di Frosinone con l’incarico di supplente della Divisione Anticrimine. Si tratta di un giusto riconoscimento alle elevate doti professionali del Funzionario di Polizia che collaborerà direttamente con il Questore di Frosinone nel settore del contrasto alla criminalità diffusa in ambito provinciale. L’incarico è sicuramente prodromico di ulteriori riconoscimenti nella progressione in carriera del Dott. Simeone. A giorni sarà nominato dal Dipartimento della P.S. il nuovo Dirigente del Commissariato di Cassino che sicuramente per espressa volontà del Questore di Frosinone avrà nel proprio curriculum un significativo percorso di contrasto alla criminalità organizzata”. Parzialmente confermata, quindi, la nostra anticipazione di ieri secondo la quale, a dirigere il commissariato di Cassino, sia stato chiamato un dirigente in servizio alla Direzione investigativa Antimafia (Dia).