Tag: condizioni

10 maggio 2018 0

Folgorato a Pontecorvo, l’operaio 58enne non è in gravi condizioni

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

PONTECORVO – Sarebbe stato trasportato in ospedale a Cassino l’operaio dell’Enel folgorato oggi pomeriggio da una scarica elettrica a Pontecorvo mentre lavorava all’impianto elettrico delle luminarie vicino la chiesa di San Nicola.

Per il 58enne non è stato necessario il trasporto a Roma con l’elicottero del 118 che comunque è atterrato in zona.

Vigile ma con problemi a muovere un braccio, di lui se ne occuperanno i sanitari del Santa Scolastica. Intanto i carabinieri della compagnia di Pontecorvo indagano per scoprire le cause di quanto è accaduto.

20 aprile 2018 0

Incidente stradale a Cassino, si aggravano condizioni del 29enne: interviene eliambulanza

Di admin

CASSINO – Si è aggravato il quadro clinico del 29enne che, questa sera in località Panaccioni a Cassino, alla guida di una Fiat Punto, si è scontrato frontalmente con una Mercedes guidata da un uomo di 42 anni che viaggiava in compagnia del padre.

Tutti feriti, sono stati trasportati in ospedale a Cassino ma le condizioni del più giovane sono apparse gravi e, per questo, in ospedale è atterrato un elicottero per trasportarlo a Roma. Il 29enne era da poco uscito dallo stabilimento Fca di Piedimonte e stava tornado a casa.

I carabinieri hanno richiesto, come da prassi, l’alcool test ai conducenti.

17 aprile 2018 0

La puntura di Ultimo… alle condizioni favorevoli per i flussi migratori

Di admin

LA PUNTURA ULTIMA – “Alla vigilia dell’estate siamo in questa situazione: il generale libico che garantiva gli accordi con l’Europa, Haftar, è morto. La magistratura ha dissequestrato la nave della ONG Open Arms, ed ora la stessa è libera di contendere alla guardia costiera libica il salvataggio dei migranti in mare. Non abbiamo ancora un governo in carica che possa legiferare in materia immigrazione. Praticamente un disastro annunciato”.

Ultimo

2 marzo 2018 0

Cisterna Latina, stabili condizioni di Antonietta Gargiulo: coordinamento con famiglia per darle notizia  

Di admin

CISTERNA DI LATINA – Le condizioni di Antonietta Gargiulo sono considerate stabili. La 39enne, colpita mercoledì mattina da tre proiettili esplosi dalla pistola di ordinanza del marito Luigi Capasso, è ancora in prognosi riservata e sedata nel reparto di terapia intensiva del San Camillo di Roma.

Non sa che le sue due figlia sono morte uccise dal marito che poi si è suicidato.

Questa mattina i medici hanno verificato le condizioni della mandibola operata ieri confermandone la riuscita dell’intervento.Resta una vertebra scheggiata.

Intanto i medici si stanno coordinando con i familiari per trovare la giusta maniera per raccontarle la tragedia dato che le sue condizioni permetterebbero una graduale riduzione.

14 febbraio 2018 0

Cade in casa a Cassino mentre festeggia il Carnevale, 25enne in gravi condizioni

Di admin

CASSINO – Un 25enne di Cassino è rimasto gravemente ferito, questa notte mentre festeggiava l’ultimo giorno di carnevale a casa con amici e parenti.

Il giovane è arrivato in ospedale accompagnato dalla sorella con un trauma cranico che si è procurato, a quanto pare, in maniera del tutto accidentale tra le mura domestiche.

Dopo una prima medicazione fatta dai sanitari del pronto soccorso del Santa Scolastica, e dopo la tac che ha evidenziato la situazione preoccupante, l’uomo è stato trasferito in elicottero all’Umberto I di Roma in condizioni gravi.

Ermanno Amedei

9 gennaio 2018 0

Camion nel fosso ad Alvito, automobilista in gravi condizioni

Di admin

ALVITO – Il conducente di un camion è rimasto gravemente ferito in un incidente stradale avvenuto nel primo pomeriggio di oggi, poco dopo le 14, in via Frassoneta, in località San Leonardo ad Alvito.

Le indagini per stabilire il motivo per il quale il mezzo pesante è finito in un fossato sono ancora in corso di accertamento. Il materiale che trasportava è finito sull’asfalto e nella campagna mentre per estrarre l’uomo dalle lamiere della cabina è stato necessario far intervenire i vigili del fuoco.

Una volta liberato è stato affidato alle cure degli operatori del 118.

Ermanno Amedei

18 novembre 2017 0

Scippata ad 85 anni, donna di Cassino in gravi condizioni. Arrestato 48enne

Di admin

CASSINO – Una donna di 85 anni di Cassino è ricoverata in ospedale a Cassino in prognosi riservata a causa delle ferite riportate durante lo scippo subito giovedì. Qualcuno gli aveva strappato la borsa che conteneva il cellulare e 50 euro facendola cadere rovinosamente al suolo. Il malvivente sarebbe stato identificato dai carabinieri della compagnia di Cassino grazie alle immagini registrate da telecamere. Si tratterebbe di Michelangelo Pontone, 48 anni di Cassino, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo è in stato di fermo, indagato per il reato di rapina impropria. Ermanno Amedei

5 novembre 2017 Non attivi

Pregiudicato 50enne spara alla compagna, la donna è in gravi condizioni

Di redazionecassino1

Sora – La scorsa notte, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Sora (FR) e della Stazione di Alvito (FR) hanno proceduto al fermo di indiziato di delitto (ex art. 384 C.P.) a carico di un 50enne, natio di Alvito, ma da tempo residente ad Avezzano (AQ), con numerosi precedenti per lesioni, rissa, minacce, estorsione, danneggiamento, porto e detenzione abusivi di armi nonchè bancarotta fraudolenta.

Gravissima l’accusa ipotizzata dai Carabinieri: tentato omicidio.

Erano quasi le 22.00, l’uomo aveva cenato con la compagna, il fratello, la cognata ed i due anziani genitori nella casa paterna ad Alvito. Al termine, i due fratelli e le rispettive compagne erano usciti all’aperto per fumare una sigaretta, quando tra il prevenuto e la compagna, una 33enne di origini lituane, iniziava un’accesa discussione circa alcune presunte “scappatelle” da parte di entrambi.

A questo punto la ricostruzione si fa più nebulosa e le dichiarazioni rese meno precise: il dato certo è che l’uomo in possesso di una pistola, la impugnava rivolgendola verso la donna. La discussione si accendeva ancor di più e a quel punto veniva esploso un colpo. La donna colpita all’addome, iniziava a perdere sangue restando cosciente. Il fratello dell’uomo avvertiva subito il 118, il cui personale sopraggiungeva in pochi minuti; le condizioni della donna apparivano subito molto gravi.

Ancora pochi minuti ed i militari giungevano sul luogo del delitto senza trovare alcuno. Scattavano le immediate ricerche, una decina di pattuglie, tra quelle già in circuito per monitorare il sabato sera ed altre fatte uscire al momento, iniziavano a battere tutto il territorio circostante.

Intorno alle 24,00 la caccia all’uomo terminava, il predetto veniva rintracciato a pochi passi dalla locale Caserma, in quanto vistosi braccato e resosi conto di quanto fatto, stava verosimilmente andando a “consegnarsi”. Lo stesso, sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di una pistola semiautomatica cal. 9 con matricola abrasa: l’arma del delitto.

Intanto la donna in Ospedale veniva immediatamente sottoposta ad urgenti accertamenti e portata in sala operatoria.

La situazione risulta grave ma l’equipe medica sarebbe riuscita a fermare l’emorragia e a trovare l’ogiva del proiettile, fermatasi nella parte bassa del bacino della malcapitata. La prognosi resta riservata ed il pericolo di vita sussistente.

L’uomo veniva pertanto sottoposto a fermo di indiziato di delitto dai militari del Comando Compagnia Carabinieri di Sora per tentato omicidio, nonché porto abusivo di arma clandestina e ricettazione della stessa arma, non essendo stato in grado di giustificarne il possesso. Anche l’abitazione in Avezzano veniva sottoposta ad attenta perquisizione senza che però stavolta venissero riscontrate anomalie.

Al termine delle formalità di rito, il fermato veniva tradotto presso la casa Circondariale di Cassino (FR), a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Ulteriori accertamenti tecnici e rilievi ad opera del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Frosinone permetteranno di avere un quadro più chiaro della vicenda e fugare le residue zone d’ombra di questo ennesimo delitto perpetrato in danno di una donna da parte del proprio compagno.

15 settembre 2017 0

Carceri. Frosinone. Il Garante Anastasìa: condizioni di detenzione inaccettabili nella I e nella II sezione

Di redazionecassino1

Frosinone – “Il carcere di Frosinone sta vivendo un momento difficile. Alle inaccettabili condizioni strutturali di alcune sezioni, come la prima e la seconda, che andrebbero chiuse per ragioni di igiene e sicurezza, si somma la chiusura di attività importanti, come quella della squadra di rugby dei Bisonti, che fino all’anno scorso ha visto i detenuti frusinati partecipare al campionato di rugby di serie C.

Come purtroppo spesso accade, un evento critico e la cronica insufficienza del personale di polizia rischia di spingere l’amministrazione penitenziaria a chiudersi su stessa, tagliando attività e progetti. Si tratta di una reazione non condivisibile, che riduce il carcere a mera custodia, allontanando l’obiettivo di un efficace reinserimento sociale dei detenuti.

Mi auguro che il provveditorato voglia dare il sostegno necessario al risanamento strutturale dell’istituto e che la nuova direzione dia un segno visibile di inversione di tendenza e di riapertura nei confronti delle attività sportive, culturali e di reinserimento sociale dei detenuti”.

E’ quanto si legge in una dichiarazione di Stefano Anastasia, Garante dei detenuti della Regione Lazio, alla fine della visita odierna presso l’istituto di Frosinone.

 

28 giugno 2017 0

Madre 32enne uccisa da anemia e figli in gravi condizioni. Bimbo di tre anni elitrasportato a Roma

Di admin

Roccasecca – E’ mistero a Cassino sulla morte di una 32enne cittadina indiana residente a Roccasecca, e del malore dei suoi tre figli di 3,8,e 10 anni. Mercoledi scorso i bambini hanno trovato la madre morta nel proprio letto dopo essere stata il giorno prima al pronto soccorso e dopo che i medici gli hanno diagnosticato una forte anemia.

Mentre proseguono le indagini dei carabinieri per far luce sulla morte della donna, questa notte, il figlio di tre anni è stato elitrasportato d’urgenza in elicottero al Bambino Gesù di Roma a causa di una forte anemia. I valori dell’emoglobina, infatti, erano bassissimi e le sue condizioni sono gravi.

Anche i due fratellini sono stati ricoverati in ospedale a Cassino per lo stesso motivo, ma le condizioni non sono gravi come quelle del più piccolo. Si indaga per capire la natura dell’anemia, se dovuta, cioè ad un fattore alimentare, patologico o congenito.

Ermanno Amedei