Tag: conferma

3 novembre 2017 Non attivi

Tagli Fca, immediata ripercussione su indotto. La M.a.srl non conferma 23 interinali

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassinate: I recentissimi tagli fatti da Fca ai danni di più di 500 giovani lavoratori impiegati con contratti di somministrazione su linea Giulia e Stelvio hanno generato le prime conseguenze. Tra le aziende dell’indotto a risentire immediatamente della scelta Fca anche la M.A. srl, fornitore di primo livello. Il gruppo ha dovuto tagliare e ha mandato a casa tutti e 23 i lavoratori interinali. Purtroppo il calo produttivo Fca ha subito travolto le tantissime aziende che lavorano nel suo circuito. A spiegare quanto accaduto Marco Cannizzaro della Fiom Cgil che afferma “C’è preoccupazione poiché i tagli Fca stanno generando una reazione a catena inevitabile. La M.a. ha convocato questi 23 giovani lavoratori e purtroppo ha dovuto comunicare il mancato rinnovo del contratto per quanto sia stato notevolmente apprezzata la loro professionalità. Siamo stati chiamati ad intervenire anche noi rappresentanti sindacali. Siamo tuttavia riusciti a siglare un accordo verbale con il quale a rotazione settimanale tre per volta i lavoratori interinali saranno comunque impiegati. Purtroppo ciò comporta comunque il fatto di lasciare persone a casa senza lavoro, ma il calo produttivo parla chiaro con una sensibile riduzione dei volumi produttivi. L’azienda farà riferimento a questo bacino di lavoratori non appena le condizioni consentiranno di ripartire a pieno regime. La preoccupazione- conclude Cannizzaro- è tanta e l’auspicio e che presto possa ripartire il settore”. Le conseguenze del mancato rinnovo di circa 500 unità da parte di Fca ovviamente ha iniziato a far tremare tutto l’indotto e ci sono coinvolgimenti purtroppo ad ogni livello. N.C. Foto d’archivio

12 settembre 2017 0

NB Sora 2000 conferma Roljic e Dulovic e porta a casa un nuovo acquisto Jancic

Di redazionecassino1

Continua senza sosta il mercato elettrizzante della nb Sora 2000, che in giornata ha ufficializzato la firma di Danilo Jancic. Danilo è nato nel 1997 a Vranje, in Serbia. Alto 194 cm e gioca nel ruolo di guardia. Ha iniziato la sua carriera in Italia, nel Tigullio Sport Team di Santa Margherita. Ha militato dal 2012 ad oggi con Granarolo Genova (C Reg.  2016/17), CAP Genova  (DNG 2014/15), Lions Del Chiese Asola (C Silver 2015/16), New Basket Brescia  (DNG 2015/16), Accademia Pall. Isernia ( Serie D 2016/17),  Globo Isernia ( B Naz.2016/17) Danilo rinforzerà la formazione volsca che sempre in data odierna annuncia il rinnovo del contratto degli atleti classe 1997 Roljic Luka e Dulovic Enis. Quindi benvenuto Danilo e bentornati Luka ed Enis.

 

28 novembre 2016 0

Basket serie D: Veroli, batte la Virtus Terracina e conferma il primato in classifica

Di redazionecassino1

Per un solo punto di differenza e dopo un tempo supplementare è terminata, mercoledì 23 novembre, l’avventura in Coppa Lazio della Pallacanestro Veroli 2016. Il Meta Formia, con il risultato di 95-72, passa in semifinale. Nonostante tutto ammirevole l’impegno dei giallorossi che hanno combattuto egregiamente, fino alla fine, contro una squadra di due categorie superiori. D’altro canto, l’ultima partita del girone di andata del Campionato di Serie D che si è disputata ieri sera contro la Virtus Basket Terracina, presso il Palasport di Fondi, si è conclusa con la vittoria dei giallorossi e il risultato di 51-71. Turno agevole per la Pallacanestro Veroli 2016 che supera senza nessun problema la Virtus Terracina con un sonoro +20 a termine di una partita sempre condotta in doppia cifra. Coach Fiorini ha così potuto ruotare tutti i suoi giocatori, dando minuti di riposo ai Se-nior e lasciando minuti importanti ai suoi numerosi Under che si sono fatti trovare pronti alla chiama-ta. Vanno a referto infatti Fontana Emanuele 2, Igliozzi Marco 3 ed il giovanissimo Fontana Gabrie-le (2000) con 3 punti realizzati con un libero ed una bella penetrazione. Un girone d’andata archiviato nel migliore dei modi per la Società verolana che guida il Campionato al primo posto in classifica. Fontana Gabriele (14 – Guardia): «Sono molto contento dei miei primi punti in campionato. Giocare con ragazzi più grandi mi permette di imparare molte cose. Mi sento a casa. Con i ragazzi e l’allena-tore ho un bellissimo rapporto e questa squadra è come una famiglia. Siamo tutti molto uniti e spero che continueremo così». Da martedì si torna in palestra per preparare al meglio la trasferta di venerdì a Montesacro alle ore 20.15. Inoltre, un appuntamento da segnare in agenda e da non perdere assolu-tamente: la Cena da Campioni, 20 Dicembre presso la Domus Hernica. Ulteriori informazioni ver-ranno rese note sulla pagina facebook Pallacanestro Veroli 2016.

Serie D. Virtus Basket Terracina 51 – Pallacanesrto Veroli 2016 71. Veroli: Magnone, Igliozzi 3, Fiorini G. 7, Fontana E. 2, Fiorini M. 25, Frusone 11, Lella, De Santis 4, Velocci 16, Fontana G. 3.

28 novembre 2016 0

Rally della Ciociaria: De Santis si conferma campione di razza sul podio Giannetti e Cannavò

Di redazionecassino1

Il pilota di Castro dei Volsci, alla terza edizione del rally della Ciociaria ha ribadito ancora una volta con un successo perentorio, le sue capacità e la sua padronanza nel guidare la Fiesta R5 del Team Bernini, nonostante da tempo abbia optato per le gare su terra. Una vittoria di forza, quella ottenuta da Graziano De Santis con Andrea Colapietro alle note nel fine settimana appena trascorso, sulle strade della Valle del Liri. La gara è stata una partita a tre, tra De Santis affiancato da Colapietro, Giannetti-Moro e Cannavò-Grimaldi, rispettivamente con una Fiesta R5, una Skoda R5 e una 207 S2000. Bene anche il toscano Alessio Santini che la Clio S16 e con la Mazzetti alle note è uscito alla distanza, dopo un avvio cauto ed un problema alla pompa della benzina, nel secondo giro del trittico di prove ha dato vita ad un proprio show. Nelle otto prove in programma i tre piloti con altrettante vetture diverse, non si sono risparmiati. La gara articolata su due giorni, ha visto il grande successo della doppia presenza a Monte San Giovanni Campano, con una prova che ha attraversato il centro ciociaro nella sua totalità. Mentre la domenica il ‘circus’ si è concentrato sulle restanti sei prove. Nel computo dei successi di prove, tutti e tre almeno una volta hanno vinto uno degli otto tratti cronometrati. Successo di classe per Ivando Zoffranieri (R3C), Serapiglia (R2B), Santini (S1600), De Lucia (A5), Palombo (N2), Massa (N3), Turri (R1CN), Del Primo (A0). Gran bella gara per la coppia in rosa Di Sarra-Di Sarra (N2) che oltre a portare a termine la non facile gara, hanno dato una vita ad un equipaggio al femminile che ci auguriamo di trovare più spesso nelle gare non solo ciociare. Tante anche le defezioni per guasti meccanici, Gianni D’Avelli (pompa dell’olio), Viti, Fiorella (frizione), Lauro, Bronzi, Palmieri, De Lucia, Bondanese, De Filippi, Lattavo. Classifica assoluta finale 1) 2 De Santis-Colapietro (Fiesta R5); 2) 1 Giannetti-Moro (Skoda R5) a 13’’7; 3) 3 Cannavò-Grimaldi (Peugeot S2000) a 54’’2; 4) 9 Zoffranieri-Mastrantoni (Clio R3C) a 3:44.1; 5) 11 Serapiglia-Silvaggi (Twingo R2B) a 5:18.8; 6) 10 Buglione-Del Greco (Clio R3C) a 5:21.5; 7) 7 Santini-Mazzetti (Clio S1600) a 5:55.8; 8) 5 Nardozi-Cinelli (Peugeot 207 S2000) a 6:49.9; 9) 25 De Lucia-Lautieri (Peugeot 106 A5) a 7:18.9; 10) 29 Palombo-Iacobelli (Peugeot 106 A5) a 8:18.5.

31 ottobre 2016 0

Basket serie B: La Virtus Cassino si conferma corsara ed espugna Maddaloni

Di redazionecassino1

Vettese, il coach cassinate , lo aveva detto alla vigilia “Un campo affatto semplice quello di Maddaloni , i primi sei giocatori della rotazioni sono ottimi con Guagliardi e Giammò in testa. Anche Palestrina ha faticato moltissimo contro di loro, a 2′ dalla fine era sotto e ha vinto grazie alle sue individualità dunque non sarà di certo una passeggiata“ E puntualmente tutto ciò si è verificato . Maddaloni tuttavia ha resistito unicamente 1 quarto e mezzo alla concentratissima Virtus Cassino di stasera . Sì perché la svolta del match si è avuta , netta, verso la fine della seconda fazione di gioco allorquando Quartuccio e compagni hanno spinto con veemenza sull’acceleratore ed hanno scavato il primo solco con la compagine padrona di casa . E così il team di Luca Vettese si è diretta negli spogliatoi per la pausa lunga di metà gara con un rassicurante + 9 . Una gara che però sino ad allora era vissuta sul filo dell’equilibrio con i padroni di casa in grado di ribattere colpo su colpo e a volte di mettere il muso avanti . Giammò , Carrichiello , Guagliardi a turno avevano colpito dalla lunghissima distanza ed infiammato il pubblico locale . Ma la Virtus Cassino di stasera è un team solido che non si scompone e soprattutto sa reagire con assoluta veemenza alle avversità di vario tipo che sino ad ora si erano parate sul proprio cammino . “Il problema principale finora per noi “ dirà a fine gara Luca Vettese “è stato di natura fisica e il dato inconfutabile è che non ci siamo potuti allenare , molto spesso , a pieno organico e questo ha rallentato e non poco quel processo di crescita che ci eravamo prefissati ad inizio stagione . Questa settimana gli allenamenti li abbiamo svolti al completo . Abbiamo però fatto molta attenzione a dosare bene le energie dei singoli che mano a mano abbiamo reinserito nel gruppo. Soprattutto di chi era alle prese con piccoli acciacchi e contrattempi fisici”. E il pensiero va subito al rientro di Simone Bagnoli che ha messo la firma sul match in modo assolutamente significativo. La BPC Virtus Cassino infatti rientra in campo dopo la pausa lunga con la determinazione delle big e tramortisce la gara con una straordinaria terza frazione grazie anche al suo pivottone che tira giù rimbalzi a gogo ed innesca la transizione . La Virtus come detto annichilisce gli avversari con un parziale mortifero , al 5’ della terza frazione il tabellone recita 39 per Maddaloni , 62 per la Virtus con la firma di Valesin da oltre l’arco dei 6 e 75 . Insomma un 17 a 3 da infarto e buonanotte ai suonatori, cala il sipario sulla gara . Da ora in poi il punteggio non sarà mai più in discussione grazie anche al controllo assoluto delle plance da parte dei lunghi cassinati e a una difesa asfissiante da parte dei piccoli rossoblù con un Maurizio Del Testa in grandissimo spolvero. Il capitano merita una menzione speciale perché oltre alla produzione offensiva si distingue per il fondamentale contributo difensivo . Tra le note positive della serata , a conferma di quanto diceva vettese c’è anche il contributo alla causa cassinate di un ritrovato Stefano Potì. Questi si unisce al capitano Del Testa per contribuire alla causa e far sì che la Virtus abbia le giuste rotazioni e non cali mai in termini di intensità difensiva . Il quarto quarto è una kermesse del tiro da fuori da parte dei padroni di casa che cercano in qualche modo di ritornare in partita ma non c’è niente da fare , Giampaoli e compagni rimangono sul pezzo e portano in porto la nave virtussina. “Maddaloni ha due guardie (Giammò e Guagliardi, ndr) che dettano i ritmi di gioco” le parole ancora di Luca Vettese al termine della gara “e quindi sapevamo che non era semplice limitarli , ma lo abbiamo fatto bene e sono assolutamente soddisfatto. Doveva rivelarsi fondamentale la nostra capacità di controllare il ritmo ma di sicuro dovevamo riuscire a difendere come avevamo fatto a Forlì e in casa della Stella Azzurra Roma. Devo dire che il piano partita lo abbiamo svolto bene per tre quarti gara , sono poco contento della quarta frazione . E io ho il compito ingrato di sottolineare questo dato con i miei e lo farò in settimana. Dobbiamo fare attenzione ai particolari e non scendere mai di intensità. Avremo dunque di che parlare in settimana”. La Virtus Cassino dunque si conferma corsara. Raccoglie in cinque gare di regular season di questo campionato nazionale di Serie B , girone C , edizione 2016-17 la terza vittoria consecutiva in campo esterno. “C’è molto rammarico per aver sprecato qualcosa nelle due partite giocate in casa “ commenta a fine gara il dott. Leonardo Manzari , DS delle “V” rossoblù “ma ho sempre detto al team tecnico e ai miei ragazzi di guardare con fiducia avanti senza stare a soffermarci troppo su quel che è stato . Sabato scorso contro Barcellona abbiamo avuto tanti ma tanti problemi fisici anche se io non ritengo mai che sia giusto trovare alibi . Il percorso adesso si fa ancora più duro ma dovremo sfruttare l’entusiasmo che genererà il fatto di poter tornare a giocare a Cassino e finalmente scrollarci di dosso la maledizione delle gare interne. Chiedo dunque ai miei ragazzi , così come hanno fatto stasera di restare sempre sulla gara , rimanere mentalmente sempre nella partita.” Dunque inizia una settimana quanto mai importante per la Virtus Cassino. Giovedì 3 novembre p.v. alle ore 18.00 ci sarà l’inaugurazione del ristrutturato Palazzetto dello Sport di Cassino. La vecchia struttura cassinate infatti è stata portata a uno splendore nuovo , stile college americano, grazie ad un maquillage di grande effetto che si sta completando in queste ore e che consentirà alla Virtus Cassino , targata Banca Popolare del Cassinate , di portare il basket che conta nella città martire . La prossima gara per la BPC Virtus Cassino sarà dunque tra le mura amiche . Sabato 5 novembre alle ore 18.30 contro VIS Nova Roma in occasione della sesta gara di campionato , girone di andata della regular season.

ASD Pallacanestro S.Michele Maddaloni – BPC Virtus Cassino : 72 – 87 Parziali : 22 – 24 ; 14 – 21 ; 15 – 26 ; 21 – 16 BPC Virtus Cassino : Renato Quartuccio 2 , Simone Bagnoli 23 , Maurizio Del Testa 18 , Gianluca Valesin 14 , Valerio Marsili 5 , Biagio Sergio 6 , Duilio Birindelli 4 , Stefano Potì 10 , Filippo Serra 2, Andrea Giampaoli 3 . All. Vettese

18 aprile 2010 0

Volley Lanciano / La Bls D’Autilio passa a Penne e conferma il primato

Di redazione

BLS D’AUTILIO LANCIANO-ASD VOLLEY PENNE 3-1 Con la fine del girone di andata dei playoff promozione il team frentano conferma la testa della classifica battendo il Penne che era secondo in classifica, lo stacca di 6 punti, stesso distacco inflitto al Colonnella ed ora, in una posizione tranquilla di classifica, potendo gestire al meglio i risultati che verranno nella giornata di riposo (ricordiamo che si tratta di un girone a 5) che vedrà le altre 4 squadre affrontarsi nel turno infrasettimanale del 21 aprile, la BLS D’Autilio Lanciano prepara il rush finale di 4 partite che la impegneranno tre volte in trasferta ed una volta in casa, se manterrà la situazione sostanzialmente invariata la squadra blu di Litterio approderà in C regionale. Veniamo alla gara: partenza a razzo della BLS D’Autilio che nei primi due set fa il vuoto e, pur rallentando un minimo nel finale dei parziali si crea nelle parti iniziali un vantaggio tale che può tranquillamente gestire il ritorno della squadra ospite pescarese. Effettivamente la ricezione e l’attacco frentani girano a mille, il servizio fa il suo come nelle ultime gare, l’intesa in fast tra Milano e Dalerci non viene fermata particamente mai nella prima mezz’ora di gioco, ma anche le altre attaccanti girano bene. Poi Corzo e compagne si concedono una pausa ed il terzo set viene giocato punto a punto ed alla fine se lo aggiudica il Penne. La BLS D’Autilio fatica un pò a partire nel 4° e decisivo set, ma alla fine stacca le ospiti e conclude prendendosi i tre punti che la issano a 12 in classifica contro i 6 di Penne e Colonnella. Dalerci e Corzo vincono praticamente un set a testa mettendo a terra un gran numero di palloni, ma l’intesa di squadra è sempre piuttosto buona e comunque superiore a quello delle avversarie in questo momento. Per le più giovani della squadra ( le under Di Paolo centrale, Rossi schiacciatrice, Di Mattia palleggiatrice e Sorrentini libero) e per coach Litterio e Dalerci il weekend non finisce, infatti nella giornata di domani a Pescara l’under 16 UCCI ANTONIO (sponsor delle giovanili) fresco campione provinciale (esaltante vittoria di due giorni fa a spese di Vasto) si giocherà le sue chances contro Sulmona Pescara e Teramo per diventare campione d’Abruzzo I parziali: 25/19 (18′) 25/11 (16′) 23/25 (23′) 25/16 (19′) BLS D’AUTILIO LANCIANO: Colacioppo, Milano 2 D’Orsogna 8 Corzo 24 Dalerci 28 Trivilino 5 Di Paolo 6 Rossi n.e. Muffa Di Mattia n.e. Sorrentini All Litterio ASD VOLLEY PENNE De Pamphilis Di Carlo Di Fabrizio Di Paolo Fazzini Icaro Lupinetti Marini Tabilio Di Camillo Bellisario All Baroni (in foto il pubblico che gremiva il palavolley proprio in occasione della finale provinciale under 16)