Tag: congiunta

1 febbraio 2018 0

Spaccio di droga: operazione congiunta di Polizia e Carabinieri. In manette due persone

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

I Carabinieri del Comando Provinciale di Frosinone unitamente agli uomini della Squadra Mobile della locale Questura, nell’ambito di attività di prevenzione e repressione del traffico e spaccio di sostanza stupefacente, nella serata di ieri 31 gennaio, a Frosinone, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un uomo M.I. cl.83, dell’interland frusinate, e una donna J.G. cl. 90, di Frosinone, entrambi ritenuti responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina. Il provvedimento restrittivo è scaturito all’esito di un’operazione di servizio che è scattata a seguito di attività info-operativa che ha permesso di notare movimenti sospetti sotto l’abitazione dei predetti, sita nella periferia di Alatri, che hanno indotto gli operanti ad effettuare una perquisizione domiciliare a seguito della quale sono stati rinvenuti occultati in contenitori per alimenti, 10 grammi di cocaina suddivisi in 12 dosi confezionate e pronte per la vendita. Inoltre è stato rinvenuto materiale per il confezionamento e la pesatura della droga nonché 1.600 euro in contanti frutto dell’illecita attività. I due malviventi speravano di eludere i controlli della Forze di Polizia attraverso il posizionamento all’esterno dell’abitazione di telecamere ma l’azione fulminea e decisa di Polizia e Carabinieri ha neutralizzato gli sperati effetti preventivi del predisposto “accorgimento”. L’attività si inquadra nel complesso delle attività di prevenzione e repressione che nella specifica materia Carabinieri e Polizia, in sinergia, tra loro, da tempo stanno predisponendo ed attuando, al fine di arginare un fenomeno sempre più diffuso in questa Provincia, che, anche alla luce di recenti operazioni di polizia, è divenuta un crocevia per traffici di rilevante portata. Al termine delle previste formalità di rito, gli arrestati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

11 novembre 2017 0

“Neve balcanica” : quattro arresti in operazione congiunta di Polizia di Stato e Guardia di Finanza

Di redazionecassino1

Feosinone – Questa notte, nell’ambito di un’attività volta alla prevenzione ed al contrasto dei reati inerenti il traffico e la detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, il dispositivo Polizia di Stato / Guardia di Finanza  ha messo a segno un altro colpo.

L’attività di polizia scaturisce dopo aver intercettato una VolKswagen Tiguan con targa greca il cui conducente effettuava manovre inusuali. Scatta l’ “allert”.

Dopo riscontri info investigativi – in quella zona risiede un cittadino albanese con precedenti specifici – la Squadra Mobile della Questura, con l’ausilio della Squadra Volante, congiuntamente al Nucleo di Polizia Tributaria di Frosinone, predispone un servizio di osservazione per monitorare la situazione.

In tarda serata giungono sul posto tre persone che, dopo essere entrate nello stabile adiacente al parcheggio dell’auto nel mirino degli investigatori, si adoperano con il cacciavite a smontare il gruppo ottico posteriore sinistro della stessa auto e prelevare un involucro.

In questo frangente, gli agenti appostati bloccano i tre soggetti, recuperando il “bottino” per accertarne il contenuto.

Come verificato successivamente si tratta di 11 involucri di cocaina dal peso complessivo di 11 kg. Rinvenuti 13 telefonini.

Si procede al sequestro – provvedimento esteso anche a 5 autovetture – ed al  relativo arresto dei soggetti coinvolti, conducente compreso.

Sono tutti di nazionalità albanese: 3 residenti nel frusinate mentre uno dimorante in Grecia.:

27 ottobre 2017 Non attivi

Operazione antidroga congiunta di Carabinieri e Polizia, sequestrati 8 kg di hashish

Di redazionecassino1

Frosinone – Il dispositivo antidroga nella Provincia di Frosinone ha messo a segno un altro importante “colpo”: Polizia di Stato e Carabinieri rinvengono nelle campagne di Alatri, frazione di Tecchiena, un notevole quantitativo di droga costituito da 8 chili di hascisc.

Nell’ambito di servizi congiunti antidroga, una proficua attività informativa ha condotto i Carabinieri del Comando Provinciale e gli uomini della Squadra Mobile della Questura sulla pista dell’ingente bottino, risultato poi essere costituito da 8 Kg di hascisc suddivisi in 8 pacchetti da 1 Kg ciascuno.

La sostanza stupefacente era stata occultata in una botola, ricavata appositamente sul pavimento dello scantinato di una abitazione non utilizzata.

La 44enne proprietaria dello stabile, con precedenti specifici, è stata denunciata in stato di libertà e dovrà rispondere di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

 

 

23 giugno 2017 0

Operazione congiunta di polizia e carabinieri, in manette il “corriere della droga”

Di redazionecassino1

Cassino – I militari della Compagnia Carabinieri di Cassino e il personale della Squadra Mobile della Questura di Frosinone, a seguito di un controllo coordinato del territorio cassinate, finalizzato alla prevenzione e repressione del traffico di sostanze stupefacenti, traevano in arresto un 54enne napoletano, impiegato, incensurato, resosi responsabile del reato di detenzione e trasporto di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente.

Nel primo pomeriggio del 22 giugno 2017 scattava quindi il controllo congiunto dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia di Stato che interessava le principali arterie di comunicazione (autostrada A1 e centro cittadino di Cassino). Difatti erano da poco passate le ore 14.00 quando all’uscita del casello autostradale di Cassino, gli uomini della Squadra Mobile della Questura, stabilmente impegnati a Cassino, e della Compagnia Carabinieri di Cassino, procedevano al controllo di un’autovettura e del suo occupante, un insospettabile impiegato di Napoli, incensurato, che aveva occultato all’interno dell’autovettura circa 13 Kilogrammi di sostanza stupefacente del tipo hashish, per lui sono scattate immediatamente le manette e si è aperta la strada del carcere.

All’interno dell’autovettura, si rinveniva altresì del materiale riconducibile ad alcuni soggetti residenti nel cassinate e, pertanto, sempre congiuntamente, il personale della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri, eseguiva numerose perquisizioni sia in Campania che nel cassinate.

All’interno dell’abitazione del corriere, a Napoli, venivano recuperati altri 8 kilogrammi di hashish e circa 1,5 kilogrammi di cocaina, oltre a 60 cartucce di vario calibro.

Nel cassinate, invece, venivano rinvenute, occultate all’interno di una villa di campagna, due pistole (una 357 Magnum priva di matricola ed una calibro 6,35, risultata poi essere stata rubata nel Nord Italia); entrambe le armi, cariche e pronte per essere utilizzate, venivano sequestrate. Il possessore delle armi, essendo al momento irreperibile, veniva denunciato a piede libero per detenzione illegale di armi e ricettazione.

All’interno di un’altra abitazione dell’hinterland di Cassino, veniva sequestrato materiale per il confezionamento di sostanze stupefacenti e modici quantitativi di hashish e cocaina, per cui veniva denunciato a piede libero per il reato di cui all’art. 73 del DPR 309/90.

24 novembre 2016 0

Esercitazione congiunta, mare-cielo a Gaeta tra Capitaneria ed Aeronautica

Di admin

Gaeta – La giornata di ieri ha visto svolgersi, nel tratto di mare antistante il promontorio di Monte Orlando, a circa 5 miglia dalla costa, un’esercitazione congiunta tra il personale militare della Guardia Costiera di Gaeta ed il 9° Stormo dell’Aeronautica Militare di Grazzanise. L’attività addestrativa, condotta negli specchi acquei sottoposti al coordinamento della Sala Operativa della Guardia Costiera di Gaeta, ha avuto come obiettivo quello di testare le procedure da mettere in atto in caso di emergenza in mare e recupero di persona da un’ imbarcazione.

L’esercitazione è stata effettuata con l’utilizzo della motovedetta impiegata nei servizi di ricerca e soccorso da parte della Guardia Costiera di Gaeta ed un Elicottero della base aerea casertana dell’Aeronautica Militare.

Sono stati compiuti una serie di circuiti addestrativi che hanno impegnato l’unità navale della Guardia Costiera e il mezzo aereo dell’Aeronautica Militare, in particolare durante le operazioni addestrative, il personale militare si è cimentato in attività di rilascio e recupero dell’aerosoccorritore, militare addestrato al servizio di salvataggio da mezzo aereo, dal velivolo alla unità navale e viceversa.

L’esercitazione, conclusasi con esito positivo, ha permesso di perfezionare il coordinamento e la direzione delle attività operative nonché di mantenere quegli standard addestrativi degli equipaggi dei mezzi navali e aerei in grado di fornire una risposta immediata ed efficace a tutela della salvaguardia della vita umana in mare.