Tag: consulenza

7 novembre 2017 0

Omicidio Mollicone, secondo consulenza Serena può aver sbattuto in caserma

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ARCE – La ferita sul cranio di Serena Mollicone potrebbe essere compatibile con il segno ritrovato dagli inquirenti sulla porta all’interno della caserma dei carabinieri di Arce. E’ quanto contenuto nella relazione realizzata dal consulente incaricato dalla Procura della Repubblica di Cassino che indaga sulla morte della 18enne di Arce. La ragazza venne ritrovata cadavere nel bosco dell’Anitrella nel giugno del 2001. ad oggi risultano iscritti nel registro degli indagati Franco Mottola, maresciallo dei carabinieri, allora comandante della stazione di Arce, il figlio e la moglie. L’ipotesi investigativa è quella che la ragazza fosse presente in casa dei Mottola, un alloggio nella struttura che ospita la caserma, poco prima della sua scomparsa. I Ris che più volte hanno ispezionato l’alloggio si sono soffermati su quel segno di rottura della porta ipotizzando che potesse essere quello il punto sbattendo contro cui la ragazza possa essersi procurata la ferita allo zigomo. Una ipotesi che la relazione odierna in mano alla procura e agli avvocati delle parti, avvalora considerandola attendibile ma non certa. Il corpo di Serena riesumato nel 2016, resta a Milano ancora a disposizione degli inquirenti. Un altro tassello, quindi, per tentare di svelare il mistero che ormai regge da 18 anni.

Ermanno Amedei