Tag: cornicioni

7 marzo 2017 0

Danni da vento, albero su auto a Terracina e cornicioni pericolanti ad Aprilia

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Terracina – Il vento sta flagellando da questa notte la provincia di Latina. Da mezzanotte di ieri sono decine i casi che hanno richiesto l’intervento dei vigili del fuoco per gli alberi caduti sulla sede stradale e, quello più grave, ha visto questa mattina a Terracina, il coinvolgimento di un’auto con il ferimento di due persone.

Armati di motosega, i pompieri sono dovuti intervenire in via Lungo Sisto  per tagliare il grosso tronco permettendo ai sanitari del 118 di soccorrere gli occupanti del veicolo. Ad Aprilia i vigili del fuoco sono dovuti intervenire in via Gramsci, per gli intonaci pericolanti.

Dal quinto piano di un edificio erano caduti grossi pezzi arrecando non pochi problemi alla circolazione. La zona è stata messa in sicurezza grazie anche all’intervento di un’autoscala.

 

13 gennaio 2017 0

Pioggia di cornicioni all’esterno dell’ospedale di Cassino

Di admin

Cassino – Interi pezzi di intonaco si stanno staccando dalla rampa di accesso al pronto soccorso di Cassino cadendo in gran quantità sulle auto e sulle persone che accedono al Santa Scolastica attraverso l’ingresso principale.

Il gelo e le condizioni climatiche in genere stanno sicuramente contribuendo alla distacco dei calcinacci che finisco per danneggiare auto solitamente parcheggiate in punti non consentiti.

Il rischio, però è anche per i passanti. Il temuto paradosso è quello di dover raccontare un giorno del ferimento di qualcuno arrivato in ospedale per curare altre patologie o per far visita ad un ricoverato.

9 aprile 2010 0

Movida a rischio crolli di cornicioni, intervengono i pompieri

Di redazione

Cornicioni pericolanti in piena notte a Cassino. I vigili del fuoco sono dovuti intervenire in viale Dante dove, in prossimità di affollati locali notturni, si sono verificati crolli di calcinacci che rendevano pericolosa la circolazione pedonale. All’una, quindi, i pompieri, hanno dovuto lavorare sotto alcni balconi per far cadere il materiale in bilico e rendere così sicure le aree sottostanti. Il rischio era che passanti, per lo più giovani della movida, potessero rimanere feriti a causa di crolli. Er. Amedei