Tag: dalla

13 ottobre 2018 0

Macigno si stacca dalla montagna e centra un’auto in transito

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

SGURGOLA – Un solo masso, di poco più grande di una lavatrice, è rotolato oggi pomeriggio dalle pendici di una collina fin sopra la strada Pedemontana a Sgurgola centrando in pieno una una macchina.

Il macigno ha rotolato per decine di metri travolgendo la vegetazione prima di un ultimo salto “parcheggiandosi tra il parabrezza e la capotta di una Toyota che, proprio in quel momento stava transitando.

Una sfortuna incredibile per il conducente dell’auto trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato ma, per lui anche tanta fortuna dato che ha riportato ferite lievi. Sul posto oltre agli operatori del 118 anche i carabinieri della stazione di Sgurgola.

Ermanno Amedei

 

2 settembre 2018 0

Allerta meteo dalla protezione civile: forti piogge al centro-nord e sulla Campania

Di redazionecassino1

I temporali che in queste ore si stanno abbattendo sulle regioni centro-settentrionali e parte del sud, continueranno a determinare fenomeni localmente intensi per tutta la giornata di oggi, causa un minimo depressionario posizionato sul Nord del Paese. 

È l’avviso emesso dal Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – sulla base delle previsioni disponibili. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche.

Sin dalle prime ore di domenica 2 settembre sono previste precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale su Veneto, Lombardia, Toscana, Lazio, Abruzzo e Campania. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento.

Sulla base dei fenomeni in atto, è stata valutata per la giornata di oggi allerta arancione su alcuni settori del Veneto e allerta gialla sui settori centro orientali della Lombardia, sul resto del Veneto e su Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo, gran parte del Molise, sulla Campania, sulle aree del Gargano e del Tavoliere in Puglia e sul versante Tirrenico settentrionale della Calabria.

 Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it), insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione.

27 agosto 2018 0

“Dalla bellezza all’orrore, Circe e la Metamorfosi di Scilla”, emozionante Ovidio a San Felice

Di admin

SAN FELICE CIRCEO – “Dalla bellezza all’orrore, Circe e la metamorfosi di Scilla”, il mito di Circe e del mostro che divorò i compagni di Ulisse, sarà trattato in una conferenza che si svolgerà nell’ambito della rassegna “Il Mito di Circe” venerdì 31 agosto alle 21.30 a San Felice Circeo, “porta del Parco”, Torre dei Templasi.

“Tra i versi più belli che possiamo leggere nelle Metamorfosi di Ovidio vi sono quelli dedicati ad una bellissima fanciulla, Scilla, e a come questa giovane donna, desiderata da molti uomini e perfino da dèi, diverrà un orribile mostro sanguinario, con il nero ventre cinto di feroci cani urlanti”.

Lo si legge in una nota dell’organizzazione dell’evento.

“Fu la gelosia e l’odio a muovere la mano di colei che preparò il filtro magico che trasformò una splendida ragazza in un terribile mostro, una figura enigmatica che la tradizione antica ci ritrae allo stesso tempo come una dea e come una maga: Circe!

Nell’intervento, commenteremo i versi delle Metamorfosi dedicati a questa tragica vicenda, soffermandoci su come il poeta ritragga le protagoniste dell’episodio, su come abilmente ne determini le caratteristiche qualificanti, tessendo insieme e accostando, casualmente in apparenza, una trama di episodi e di parole dai molteplici rimandi che porteranno ad una tela sublime che resisterà per secoli nel nostro immaginario. In questo quadro straordinario, è Scilla veramente una vittima innocente? E Circe è veramente una maga spietata e crudele o anche lei è vittima di una maledizione? Quanto nella storia che il poeta ci narra affonda nel patrimonio mitico e religioso tradizionale e quanto è invece creato dal poeta Ovidio stesso?”

21 agosto 2018 0

Sterminati dalla follia ad Esperia, Isabella e Mariano uccisi dal padre mentre dormivano

Di admin

ESPERIA – La tragedia si è consumata nella centrale piazza Consalvo ad Esperia dove l’uomo Gianni Paliotta, 70enne pensionato, ha freddato i suoi due figli mentre erano ancora a letto.

Per uccidere la figlia Isabella 18enne e il figlio Mariano 25enne ha usato un’arma da fuoco su cui si sta ancora indagando così come i carabinieri della compagnia di Pontecorvo comandati dal capitano Tamara Nicolai e diretti dal colonnello Fabio Cagnazzo stanno ancora indagando sulla dinamica dell’accaduto.

Pare che l’uomo avesse aspettato che la moglie uscisse di casa per un servizio. Al ritorno la donna avrebbe trovato la famiglia sterminata da un momento di follia del marito che ha ucciso anche se stesso dopo aver ucciso i figli.

Ermanno Amedei

8 agosto 2018 0

A Vico nel Lazio il Comune “salva” il centro stranieri dalla chiusura, il sindaco: “E’ una risorsa”

Di admin

VICO NEL LAZIO – “Simo l’unico comune che non chiude i Cas (centro accoglienza speciale) gestito da onlus, anzi, chiedimao che restino aperti perché gli stranieri, se ben gestiti ed integrati, sono una risorsa per la comunità”.

Lo dichiara Claudio Guerriero, sindaco di Vico nel Lazio che già ha fatto ben parlare di se per il bell’esempio di integrazione.

“L’associazione che gestisce la struttura nel nostro comune voleva chiuderla perché erano rimasti solamente 8 stranieri dei 25 iniziali. Il numero si era ridotto dopo la valutazione sulle richieste di status di rifugiati ed altri erano andati via. Siamo stati noi a chiedere di mantenerlo aperto per non perdere una risorsa del paese nel settore del volontariato. Per questo l’associazione ha chiuso il centro di Giuliano di Roma portando a Vico i sei stranieri che erano lì e che sono stati da noi integrati come gli altri per lavori di pubblica utilità, pulizia ambientale, giardinaggio, sotto forma di volontariato. Loro si sentono utili, e non danno problemi di alcun genere. Molti degli stranieri, dopo il loro percorso, chiedono di rimanere a Vico perché si sentono ormai parte integrante del tessuto sociale. Sono questi gli esempi – conclude il sindaco – che dovrebbero essere presi quando si parla di problemi legati all’immigrazione o alla gestione degli immigrati”.

Ermanno Amedei

25 luglio 2018 0

Ruba un autocarro a Cassino e scappa sull’A1, fermato ed arrestato dalla polizia stradale

Di admin

CASSINO – La veloce segnalazione del furto di un autocarro fatta dal proprietario e il tempestivo intervento degli agenti della sottosezione di polizia stradale di Cassino ha permesso l’arresto del ladro. E’ accaduto questa mattina poco dopo le 5, quando il proprietario del mezzo parcheggiato davanti alla sua abitazione ha visto che un uomo si era introdotto nell’abitacolo, mettendo in moto e scappando. Le segnalazione giunta gli agenti della Polstrada ha permesso loro di intercettare il mezzo in autostrada, direzione Napoli, nel comune competente di Mignano Monte lungo (ce) arrestando il ladro R.C. di 41 anni originario della provincia di Foggia, nonostante il tentativo di fuga e la reazione violenta dello stesso. Il mezzo, che presentava danni al blocco accensione, è stato riconsegnato al proprietario mentre per il malvivente si sono aperte le porte del carcere di Cassino

13 luglio 2018 0

Vigili d Fuoco: 41 anni dalla tragedia Asbit Supergas di Cassino. Ieri l’anniversario

Di redazione

Vigili del Fuoco – Commemorazione della morte dei Vigili del Fuoco deceduti il 12 luglio 1977 a Cassino a seguito dell’esplosione avvenuta nello stabilimento Asbit Supergas. Ieri, 12 luglio, è stato celebrato l’anniversario della tragica esplosione avvenuta nello stabilimento Asbit Supergas di Cassino, a seguito della quale persero la vita sei persone di cui quattro erano Vigili del Fuoco accorsi sul luogo dell’evento per prestare soccorso. In particolare, quel 12 luglio del 1977 la squadra dei Vigili del Fuoco in servizio presso il distaccamento di Cassino fu chiamata per contenere la fuga gas GPL che fuoriusciva dallo stabilimento Asbit Supergas sito, allora, in via Iannacone nel quartiere di San Bartolomeo del Comune di Cassino. Durante le operazioni di soccorso la squadra dei Vigili del Fuoco fu investita da una violenta ed imprevedibile esplosione causata dall’innesco del gas GPL rilasciato in ambiente; il calore e le forti pressioni conseguenti all’evento furono tragicamente fatali per 4 componenti della squadra dei Vigili del Fuoco e per il titolare e un dipendente dello stabilimento. L’unico superstite della squadra, il Vigile Mario Di Giorgio, oggi in quiescenza con la qualifica di Ispettore Antincendi Esperto, fu insignito della massima onorificenza, la Medaglia d’Oro al Valor Civile, assieme ai colleghi Mario Di Santo, Bernardo Germani, Antonio Valentino e Mario Passero, che, purtroppo, persero la vita nel fatale incidente. A questi ultimi è intitolata la Caserma dei Vigili del Fuoco di Cassino, nel cui piazzale sorge oggi una stele in ricordo del loro estremo sacrificio. Ieri, nel giorno della ricorrenza, tutto il personale del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Frosinone si è schierato nelle varie sedi per osservare un minuto di silenzio accompagnato dal suono delle sirene a commemorazione dei colleghi caduti in servizio.

11 luglio 2018 0

Provoca incidente in autostrada e fugge, denunciato dalla Polstrada un 71enne

Di redazionecassino1

FROSINONE – Una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Frosinone,   in  servizio di vigilanza autostradale, interviene   su un  incidente avvenuto tra due autovetture.

Sul posto gli agenti constatano la presenza di un solo veicolo  con entrambi gli occupanti feriti.

Dopo aver provveduto ai primi soccorsi, i poliziotti raccolgono  tutti gli elementi utili al fine di ricostruire la dinamica del sinistro;  accertata la responsabilità di una Mercedes, il cui conducente si era dato alla fuga.

A seguito di un’intensa attività di indagine, coordinata dal responsabile dell’ufficio incidenti della Sottosezione Polstrada di Frosinone, si riesce ad identificare il fuggitivo, un 71enne nato e residente in provincia di Potenza.

Viene denunciato all’A.G. con l’ accusa di omissione di soccorso e lesioni colpose.

4 luglio 2018 0

Contrabbando di sigarette dalla Biellorussia, maxi sequestrati sull’A1 a Cassino

Di admin

CASSINO – Gli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino, nei pressi del Km 681, in direzione sud, hanno fermato e controllato un monovolume, il cui conducente è un 45enne di nazionalità bielorussa.

I poliziotti hanno notato un voluminoso carico occupante completamente sia il portabagagli che i sedili posteriori.

Dopo i necessari e tempestivi accertamenti, anche grazie alla collaborazione dell’interprete, è emerso che il carico trasportato, proviene dai paesi dell’Est Europa e diretto molto probabilmente a Napoli per l’illegale commercializzazione, è costituito da 47 chilogrammi di sigarette di nazionalità estera (24600 unità).

L’uomo, pertanto, è stato denunciato in stato di libertà e messo a disposizione dell’A.G. italiana, con il relativo sequestro dei tabacchi

26 giugno 2018 0

Arrestati dalla polizia, nel sud pontino, sei responsabili di alcune Onlus che gestivano C. A. S. per migranti

Di redazionecassino1

LATINA – La Polizia di Stato di Latina ha arrestato sei soggetti, responsabili di alcune Onlus operanti nella gestione di numerosi Centri di Accoglienza Straordinaria (C.A.S.) nel sud Pontino per i reati di falso, truffa aggravata, frode nelle pubbliche forniture e maltrattamenti nei confronti dei migranti.

I poliziotti della Squadra Mobile di Latina, in collaborazione con il Commissariato di Fondi, hanno effettuato accurati sopralluoghi all’interno di numerosi Centri di Accoglienza Straordinaria, riscontrando gravi situazioni di sovraffollamento e carenze di natura igienico-sanitaria.

Le indagini sono state effettuate anche sulla documentazione depositata dai responsabili delle Onlus per la partecipazione ai bandi di gara indetti per l’accoglienza dei migranti, facendo emergere gravi e sistematiche violazioni nell’esecuzione degli obblighi assunti dai gestori dei C.A.S. in sede di aggiudicazione delle gare.

Le intercettazioni hanno consentito di scoprire un insospettabile giro di guadagni illeciti in nome della solidarietà, tramite l’utilizzo dei fondi destinati all’accoglienza per fini personali.

I dettagli dell’operazione saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 11.00 in Questura.

Foto di repertorio