Tag: delibera

10 agosto 2010 0

Sicurezza nel Lazio, Abbruzzese: “Bene Cangemi su delibera”

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“La delibera proposta dall’assessore alla Sicurezza e agli Enti locali, Giuseppe Cangemi, approvata dalla Giunta presieduta da Renata Polverini, che detta le nuove linee guida sulle politiche per la sicurezza nel Lazio, è da ritenersi un importante e strategico provvedimento che ha il chiaro intento di dare nuovi mezzi e servizi indispensabili per attuare sul territorio forme di prevenzione da fenomeni di criminalità diffusa. Infatti i fondi stanziati rappresentano una risposta del governo regionale ai cittadini del Lazio che chiedono maggiore attenzione e vigilanza nel territorio. La decisione di mantenere invariati, anche in un momento di crisi economica, gli stanziamenti previsti sul pacchetto sicurezza e l’impegno di aumentarli nei prossimi anni, è la risposta migliore per tutti i Comuni che chiedono di continuare ad investire nella realizzazione di un effettivo sistema integrato di sicurezza per tutto il Lazio”. Lo ha dichiarato con una nota il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese.

30 luglio 2010 0

Lotta ai vandali, firmata una delibera comunale per arginarne l’attività

Di redazione

Il Sindaco, Maurizio Sturvi, ha firmato l’ordinanza n. 11806 del 30.07.2010 ‘Tutela e ripristino del valore, del decoro e della qualità dello spazio urbano. Provvedimenti e sanzioni contro gli atti vandalici e il deturpamento degli edifici pubblici e privati’. Il provvedimento è scattato anche a seguito del ripetersi degli episodi di vandalismo ai danni di edifici pubblici e privati, monumenti, segnaletica stradale e manufatti in genere installati sulla pubblica via e nei parchi. Con l’intento, dunque, di “adottare opportune misure per garantire: · la tutela degli edifici pubblici e privati, dei monumenti e dell’arredo urbano in genere contro gli atti di vandalismo grafico e contrari al decoro, alla decenza e alla bellezza della città; · il tempestivo ripristino delle condizioni ex-ante dei manufatti deturpati; · il miglioramento delle condizioni di vivibilità nei centri urbani; · la serena e sicura fruizione da parte di tutti e la qualità degli spazi urbani e pubblici”, l’ordinanza prevede il “divieto a chiunque di danneggiare, deturpare, imbrattare con graffiti, scritti, affissioni, disegni o macchie gli edifici pubblici o privati, i monumenti, le chiese, le panchine, gli alberi e le aree verdi, le cabine, le targhe pubbliche e la segnaletica stradale, le carreggiate, i marciapiedi, i muri e l’arredo urbano in genere. Qualora i proprietari o i locatari o gli utenti degli edifici, o chiunque altro abbia interesse alla cancellazione, non provvedano tempestivamente, e comunque entro 48 ore dalla constatazione, alla eliminazione dei deturpamenti di cui al punto precedente – prosegue il disposto – tale operazione potrà venir eseguita d’ufficio senza obbligo di preavviso. Nei casi urgenti per motivi di ordine, di decoro o di opportunità, il Comune potrà provvedere alla immediata eliminazione dei deturpamenti. Resta a carico degli interessati provvedere a ripristinare, a propria cura e spese, l’intonaco, le tinte e comunque la superficie dei manufatti. La violazione della presente ordinanza comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria pari a € 500,00, con facoltà per il trasgressore di estinguere l’illecito mediante il pagamento di detta somma. Non è in alcun caso ammesso il pagamento della sanzione in misura ridotta”.