Tag: della

22 Marzo 2019 0

Giornata della Legalitá, a Velletri 200 studenti ricordano l’agente Emanuela Loi

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

VELLETRI – “Ora tocca a noi” sono le parole pronunciate da Liliana Galiani vice questore e dirigente del commissariato di polizia di Velletri, che più resteranno nelle mente dei circa 200 studenti della scuola media Mariani di Velletri che ieri mattina hanno partecipato alla giornata della Legalitá ricordando la figura di Emanuela Loi, l’agente di polizia caduta in servizio nella strage di Via D’Amelio. In via Giovannelli, davanti al commissariato di polizia che porta il nome della Loi, prima martire  della polizia di Stato, si sono ritrovati, oltre agli studenti, anche unitá cinofile, pattuglie a cavallo, agenti della stradale e la pattuglia di rappresentanza della Questura di Roma. Presenti anche il Vescovo Monsignor Vincenzo Apicella e il sindaco di Velletri Orlando Pocci che hanno partecipato al corteo con cui un picchetto ha deposto una corona di fiori davanti al monumento ai caduti in servizio. “Momenti toccanti – ha detto il vice questore Galiani – e siamo orgogliosi del fatto che gli studenti, per loro espressa volontá, abbiano voluto condividere con la polizia di Stato, ricordando Emanuela Loi, la giornata della Legalitá”.

Ermanno Amedei

22 Marzo 2019 0

Strisce blu a Cassino, i dubbi della Ugl sul nuovo contratto di lavoro

Di admin

CASSINO – “Prendiamo atto delle notizie che stanno trapelando sulla gara d’appalto riguardante le strisce blu a Cassino e ci auguriamo che le voci non siano corrispondenti alla realtà, per questo vogliamo incontrare presto il commissario straordinario del Comune e avere chiarimenti”.

Così in una nota il Segretario Provinciale dell’Ugl Enzo Valente esprime le proprie preoccupazioni sul futuro dei 35 lavoratori che stanno per riprendere servizio ad un anno di distanza dal loro ultimo giorno di lavoro.

“Nel corso dei mesi precedenti – spiega Valente – abbiamo ottenuto garanzie su quelli che sarebbero stati i parametri relativi ai livelli occupazionali, agli orari e alle retribuzioni. Punti fermi dai quali partire per il nuovo bando. Ora apprendiamo che potrebbe esserci una gara al ribasso che penalizzerebbe non poco i 35 lavoratori già segnati da una precarizzazione non più sostenibile”. Il Segretario Ugl si appella al commissario straordinario: “Chiediamo a lui un incontro che chiarisca tutti i nostri dubbi, i patti erano chiari e se non fossero rispettati siamo pronti a tornare con la tenda sotto la sede del Comune e riprendere la protesta”.

15 Marzo 2019 0

75° Anniversario della distruzione di Cassino, cerimonia in piazza De Gasperi presieduta dal Prefetto Ignazio Portelli

Di redazionecassino1

CASSINO – Si ricorda oggi il 75° Anniversario della distruzione di Cassino, la cerimonia in piazza De Gasperi alla presenza del Commissario Straordinario del Comune, Benedetto Basile, il Prefetto di Frosinone, Ignazio Portelli, le Autorità civili, religiose e militari  con la deposizione delle corone d’alloro al Monumento ai Caduti.le Autorità civili.

Gli onori militari saranno resi dal 80° Reggimento “Roma” di stanza alla caserma di Cassino.

Sono trascorsi settantacinque anni da quel tragico 15 marzo 1944, quando la Città venne rasa al suolo insieme alla millenaria abbazia di Montecassino. Un momento tragico che segnò profondamente Cassino ed il cassinate, iniziato nel gennaio e che si sviluppò in una lunga stagione di combattimenti. Da gennaio a maggio del 1944, infatti, la zona di Cassino venne segnata e ferita da una lunga serie di battaglie tra le forze alleate e quelle tedesche.

Il bombardamento del 15 marzo venne preparato per giorni. Per quattro lunghe ore, dalle 8 del mattino, centinaia di aerei bombardieri e cacciabombardieri rasero al suolo la città, sganciando oltre 1000 tonnellate di esplosivo.

“E la città cadde. Le pareti ed i tetti furono suolo e polvere. Niente fermò le bombe. Cassino scomparve e con lei il senso di appartenenza a qualcosa di precedente, familiare ed antico. Da quel momento cambiò il carattere dei Cassinati, orfani della storia e destinati ad una diaspora che ancora oggi condiziona l’idea di futuro e la volontà di credere in qualcosa che appartiene a tutti” questo il ricordo di quei tragici anni di Dante Sacco, promotore del progetto Summa Ocre.

Cassino, tuttavia, seppe rialzarsi, rinascere, progredire nel corso degli anni della Ricostruzione. Il vecchio slogan “Ieri per la ricostruzione, oggi per il futuro”, accompagnò quegli anni duri e di sacrifici, gettando le basi per la rinascita della Città, l’impegno per continuare a lavorare ad un mondo migliore e di pace. E così è stato.

F. Pensabene

Foto di repertorio

14 Marzo 2019 0

Micro auricolare nell’orecchio per i test della patente, 27enne prima in ospedale e poi arrestato

Di admin

ROMA – Ha cercato di passare l’esame per la patente facendosi suggerire le risposte da un complice esterno con cui comunicava con sofisticati auricolari e una microcamera nascosta in un bottone collegati a un telefonino nascosto sotto gli indumenti. Ma non l’ha fatta franca.

I Carabinieri della Stazione Roma Cecchignola hanno arrestato per truffa aggravata un 27enne romano, presentatosi ai test alla Motorizzazione di Roma Via Laurentina e sorpreso in flagranza dallo stesso personale di vigilanza della Motorizzazione, incaricato proprio di verificare il corretto svolgimento della prova.

Il sistema escogitato consentiva al candidato di trasmettere le domande all’esterno in modo da poter ricevere in tempo reale le risposte attraverso due minuscoli e trasparenti auricolari e microcamera senza fili. Un complice, completava l’operazione comunicando, dopo aver letto le domande, le risposte.

Per estrarre il piccolo e sofisticato auricolare che non si riusciva rimuovere dall’orecchio, è stato necessario portare il truffatore al pronto soccorso dell’ospedale S. Eugenio per un intervento medico.

I Carabinieri della Stazione Roma Cecchignola stanno cercando ora di risalire all’identità dei complici che suggerivano le risposte attraverso i cellulari sequestrati agli autori della tentata truffa. Il materiale utilizzato dall’arrestato è stato sequestrato.

Foto tratta dal web

10 Marzo 2019 0

Ferentino, diventa realtà la bonifica della ex cartiera al Comune 1,4mln di euro

Di redazionecassino1
FERENTINO – La bonifica dell’ex Cartiera di Ferentino è finalmente realtà. Con la sottoscrizione dell’Accordo di Programma, il Comune avrà a disposizione 1,4 milioni di euro per gli interventi di messa in sicurezza.

 Un risultato atteso da anni dai cittadini, che l’Amministrazione guidata dal sindaco Pompeo porta a conclusione, attraverso un impegno che ha visto il Comune seguire con attenzione e puntualità l’intero iter, tanto da essere stato il primo ente a presentare tutta la documentazione necessaria ad accedere al finanziamento per gli interventi di risanamento.

 “La salute dei cittadini, la tutela dell’ambiente, la salvaguardia del nostro futuro – ha spiegato il sindaco Pompeo – sono prioritari per questa amministrazione. L’ex Cartiera era una problematica che si trascinava da anni, da troppi anni. L’abbiamo affrontata di petto, abbiamo sollecitato Ministero e Regione e alla fine ce l’abbiamo fatta. Ora si apre una pagina nuova per quell’area, che da simbolo del degrado si trasformerà in quello della rinascita e dell’impegno per il territorio”.

 Secondo lo schema ed il cronoprogramma dell’Accordo, lo stesso impegna Ministero e Regione a concludere gli interventi di caratterizzazione e messa in sicurezza entro il 2020.

“Non vogliamo perdere neppure un giorno” – ha concluso l’assessore Evelina Di Marco – “perché non intendiamo fermarci alla bonifica del sito ma abbiamo un progetto concreto per il riutilizzo e riuso della ex Cartiera, condiviso con le associazioni di cittadini, e che presenteremo ed attueremo alla conclusione dell’intervento di risanamento. Si tratta di un risultato storico per la nostra città, atteso da tanti anni e che, con capacità, impegno quotidiano e attenzione, siamo riusciti ad ottenere”.

10 Marzo 2019 0

Pirata della strada investe e uccide 53enne rumeno, arrestato dai carabinieri per omicidio stradale

Di redazionecassino1

SAN DONATO VALCOMINO – Intorno alle 22.00 di ieri 9 marzo, lungo la SR 509, a meno di un chilometro dal centro abitato di San Donato Val Comino, per cause in via di accertamento, un 53enne cittadino romeno veniva investito da un’auto che si dava alla fuga. Alcuni passanti davano l’allarme ed immediatamente giungevano sul posto personale del soccorso 118 ed i Carabinieri del locale Comando Stazione;  nonostante i disperati tentativi dei sanitari, per l’uomo non c’era nulla da fare e dopo pochi minuti il medico ne constatava il decesso. Nell’eseguire i rilievi del caso, i militari operanti rinvenivano diverse parti d’auto, compatibili con il paraurti anteriore di un’Alfa Romeo, di colore bianco. Sulla base della conoscenza diretta da parte degli operanti delle pochissime auto con tali caratteristiche presenti nel territorio, i militari si portavano in Settefrati, presso l’abitazione di C. B., 76enne del posto (già censito per violazione degli obblighi di assistenza familiare). Nei pressi dell’abitazione veniva individuata l’Alfa Romeo 147 bianca, in uso al prevenuto, che presentava parte del paraurti anteriore danneggiato e mancante. Dinanzi a tale evidenza, l’uomo cercava di giustificarsi asserendo di aver investito poco prima un cinghiale. Successivamente condotto presso il suindicato Comando Arma, l’uomo veniva altresì sottoposto ad esame etilometrico, che risultava positivo con un tasso pari a 0,55. Stante gli esiti degli accertamenti, al termine delle formalità di rito, su disposizione dell’A.G. l’uomo veniva tratto in arresto per “fuga del conducente in caso di omicidio stradale” e posto agli arresti domiciliari, mentre il veicolo sottoposto a sequestro.

10 Marzo 2019 0

Cassino, imbrattato il muro con scritte antiSalvini accanto alla sede della Lega

Di redazionecassino1

CASSINO – Nella notte tra venerdì e sabato scorso è stato imbrattato per la quinta volta il muro esterno della sede della Lega di Cassino.

In qualità di responsabile cittadino della Lega Giovani di Cassino esprimo lo sdegno e l’amarezza per l’ennesimo vile gesto compiuto da qualcuno che crede di contrastare la politica di Salvini mostrando esclusivamente la propria inciviltà e l’incapacità di confrontarsi democraticamente parlando di temi, proposte e soluzioni.

Sinceramente siamo stanchi di queste scritte che da diversi mesi sono apposte su muri e colonnine elettriche di varie zone della città.

A chi crede di continuare a degradare l’arredo urbano di Cassino con simili scritte proponiamo di abbandonare le bombolette spray e di sedersi ad un tavolo con noi della Lega Giovani confrontandoci civilmente e democraticamente per migliorare la nostra città, il futuro dei ragazzi, lo sviluppo occupazionale, le iniziative d’aggregazione e di svago.

La segretaria della Lega Giovani Provinciale Frosinone aggiunge: “ Condanniamo atti di questo genere. Noi siamo per i confronti. ci rendiamo conto che in casi come questo è impossibile avere un confronto costruttivo e un rispetto di ideologie politiche diverse . Si tratta di un atti che evidenziano la debolezza di contenuti degli antagonisti legati ad una spirale di odio e violenza. Provano ad intimidirci ma non ci riusciranno. Noi andiamo avanti, più forti che mai. Siamo e saremo a disposizione della tanta gente per bene di Cassino e di tutta la provincia.”

Il responsabile della Lega Giovani di Cassino

Danilo Evangelista

8 Marzo 2019 0

ClassAction contro AcquaLatina sospesa in attesa della pronuncia della Cassazione sul ricorso dei legali

Di redazionecassino1

CASSINO/FORMIA – La Class 7Action contro Acqualatina proseguirà, rimane sospesa in attesa della decisione della Corte di Cassazione sul ricorso presentato dal pool di legali che ha promosso l’azione nei confronti della multinazionale. Lo si legge in un comunicato stampa del gruppo di legali.

Lo ha stabilito il Tribunale di Roma, con ordinanza del 7/3/2019, accogliendo le richieste dei legali degli utenti e rigettando quella della difesa del Gestore che avrebbe voluto la dichiarazione di estinzione del processo.

Ancora una volta il Tribunale di Roma conferma un’altissima professionalità nel perseguire fini di giustizia.

Sottolinea, infatti, che “non può essere escluso, allo stato, che in alternativa ad una dichiarazione d’inammissibilità del ricorso alla Suprema Corte, l’ordinanza n. 13388/2018 della Corte di Appello di Roma in accoglimento di tale ricorso possa essere annullata….”.

Le censure mosse all’ordinanza della Corte D’Appello che voleva mettere la parola fine alla Class Action, stimolano infatti, la S.C. ad un ripensamento per estendere l’orientamento già consolidato e, inoltre, sollevano una violazione di legge “certamente valutabile dalla S.C.”.

Indubbiamente la scesa in campo, al fianco dei più deboli, del Prof. Avv. Romano Vaccarella conferisce all’azione un quid pluris di qualità umane e giuridiche eccelse e, per usare le parole del Prof. “andremo fino in fondo in questa vicenda”.

Nel frattempo il Comitato Class action sta avviando numerose azioni individuali e collettive per i danni della crisi idrica del 2017 e per la pessima qualità dell’acqua erogata tuttora. Formia – Latina, 7/3/2019

IL Comitato Class Actinon Acqua Latina Avv. Massimo Clemente Avv. Vincenzo Fontanarosa Avv. Christian Lombardi Avv. Patrizia Menanno Avv. Orazio Picano Avv. Chiara Samperisi Avv. Annamaria Zarrelli

4 Marzo 2019 0

Volley Serie C. Trasferta vittoriosa della Intent Sport contro il Volley Terracina

Di redazionecassino1

Un inizio marzo promettente per la Intent Volley, segnata dalla sconfitta delle settimane precedenti contro la Vbc Viterbo, una stoccata che non ha però arrestato la squadra più di tanto.

La rimonta della Intent avviene in trasferta contro il Volley Terracina, seconda potenza in campionato e scavalcata nella giornata di ieri, con un 3-2 super meritato.

Ottima la partenza della Intent Volley, lodevole tutta la prestazione in partita nonostante le criticità tecniche del Palacarucci: <<Non è mai facile giocare a Terracina per noi – afferma Dario De Notarpietro, allenatore Intent – sono colpito dall’approccio dimostrato, sereno e determinato, un atteggiamento che al primo time out avversario ci ha portato 10-2, ovviamente a nostro favore>>.

Se il primo set ha premiato la Intent Volley, nel secondo il gioco si è rivelato invece più ostico, senza però scoraggiare le ragazze di Zagarolo: arrivate nel finale di set, le atlete hanno subito una breve battuta d’arresto. <<Probabilmente c’è stato un calo di tensione che ci ha penalizzato e condizionato, perdendo l’occasione di un netto vantaggio con due set a zero>>, sostiene De Notarpietro.

Ed è stato proprio nel momento in cui la Intent ha scoperto il fianco, che il Terracina ha ripreso fiducia e inflitto punti a discapito dell’avversaria. Anche sulle note tecniche la Intent ha sfoderato la sua preparazione atletica, ottimi gli scambi lunghi, giocati punto su punto e con set vinti ai vantaggi. << È stata una gara bella ed emozionante, finita con un tie-break giusto>>, ha concluso l’allenatore.

<<È tempo di pensare alla gara di stasera in Coppa Lazio>>, rincara Riccardo Beltramme, DS della Intent Sport Union Team senza dimenticare l’appuntamento settimanale in casa, presso la palestra Luigi Martini e contro la KK Eur.

 

4 Marzo 2019 0

Aquino, intensificati i controlli della polizia locale su tutto il territorio

Di redazionecassino1

AQUINO – Grazie all’arrivo del nuovo comandante della Polizia Locale dott. Nello Fusco ad Aquino, nelle ultime settimane si stanno intensificando i controlli  su tutto il territorio comunale. Finalmente è stata ripristinata la segnaletica stradale di divieto di transito, nel centro cittadino, degli autocarri di massa superiore alle 8 tonnellate  ed i controlli eseguiti hanno permesso di constatare numerose violazioni delle norme sulla circolazione stradale,con conseguente elevazione di decine di verbali. In particolar modo è stato evitato il transito dei mezzi pesanti nel centro abitato, abitudine consolidata degli autotrasportatori provenienti dal casello autostradale di Pontecorvo che utilizzavano le arterie comunali come scorciatoia per il raggiungimento della zona industriale di Piedimonte San Germano, creando non pochi disagi ai cittadini. Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio,numerosi sono stati i controlli riguardo le occupazioni di suolo pubblico esercitate dalle attività commerciali,con l’ avvio delle procedure finalizzate al ripristino dello stato dei luoghi. Una pattuglia di polizia stradale esegue, quotidianamente, controlli sulle due arterie principali che attraversano l’abitato di Aquino (S.S. 6 Casilina e S.P. 247 Filetti).  Molti gli automobilisti controllati e le sanzioni amministrative comminate. Si sta monitorando il territorio extraurbano per reprimere le condotte di abbandono di rifiuti con conseguente contestazione di violazioni delle norme del Testo Unico dell’ Ambiente. Per quanto riguarda l’attività di Polizia Giudiziaria, sono stati eseguiti controlli in materia di Polizia Edilizia conclusi con 3 informative di reato alla locale Procura della Repubblica. Inoltre, in questi giorni,gli ispettori della  Polizia Locale di Aquino, coordinati dal comandante Fusco, stanno valutando attentamente le ultime richieste di cambio abitazione e residenza con controlli scrupolosi, al fine di evitare certificazioni non veritiere utili al conseguimento di benefici economici introdotti, recentemente, dalla normativa vigente ( reddito di cittadinanza).

Grande soddisfazione da parte dell’Assessore alla Polizia Locale, la Dott.ssa Federica Sabatini, che ha sottolineato come sia intenso e necessario il lavoro svolto  in questi primi mesi . “ Il tema della sicurezza – afferma la Sabatini – nel quale la Polizia Locale ha un ruolo centrale e fondamentale, è da sempre molto importante  per questa amministrazione. I vigili urbani sono un settore strategico, la sicurezza dei cittadini è la nostra priorità. L’attività di controllo, in questi mesi,  si è intensificata  grazie al nuovo comandante . La polizia municipale è tra i principali organismi di prevenzione e repressione di tutti quei fenomeni  di carattere sociale che incidono molto sulla serena e civile convivenza dell’intera comunità e che mettono in grave pericolo la sicurezza urbana. Il nostro obiettivo è quello di aumentare i servizi territoriali secondo un dettaglio predisposto .

Il Dott. Fusco è una persona dalle idee chiare. Una persona molto gradita per le sue capacità e ambita per avviare una delle nostre principali  linee programmatiche: la necessità di far percepire la Polizia Locale come servizio di tutela dei cittadini e non solo impiegati addetti alla burocrazia, ma forza operativa presente tra la gente- ha spiegato la Sabatini. “ L’Amministrazione ha piena fiducia in lui e sa che le sue qualità si sposano con le necessità della nostra città. La sua volontà di ferro e i primi risultati conseguiti in poco tempo  è  un ottimo punto di partenza.  Auguro buon lavoro al Dott. Fusco e sono certa che, grazie alla sua preparazione e alla sua esperienza, riusciremo a far diventare la città di Aquino un modello di legalità e di rispetto delle regole.”

“ Il bilancio di tre mesi di attività non può che essere parziale, ma allo stesso tempo estremamente positivo” – dichiara il comandante Fusco. “Posso affermare di essere stato accolto nel migliore dei modi sia dall’Amministrazione Comunale che dalla cittadinanza e soprattutto dal personale dipendente. In questi giorni – continua- sto conoscendo il territorio in un clima di collaborazione con il personale della Polizia Locale che, seppur ridotto di numero, si adopera con massimo impegno per la risoluzione delle problematiche che quotidianamente ci troviamo ad affrontare. L’obiettivo principale è quello di instaurare un rapporto di sinergia con i cittadini al fine di soddisfare al meglio le loro esigenze, assicurando la massima disponibilità e vicinanza quale Polizia di prossimità”.

La conduzione della Polizia Municipale deve essere un ottimo e significativo esempio per tutta la comunità- ha dichiarato il Sindaco Libero Mazzaroppi – di cui, da sempre, ho sottolineato ed evidenziato tre aspetti essenziali.

Il primo riguarda le nobili virtù che devono contraddistinguerla: competenza, passione e onesta dedizione; il secondo aspetto è che una buona Polizia Locale diventa un modello visibile di come l’Amministrazione comunale garantisce legalità, sicurezza e appartenenza alla Città a tutti i cittadini; infine, il terzo aspetto, che noi abbiamo applicato alla lettera è la dimostrazione di quanto sia efficace promuovere il ricambio direzionale. Noi l’abbiamo fatto e per questo ringrazio il dott. Nello Fusco, per l’ottimo lavoro che sta facendo e per l’impegno profuso, unitamente ai suoi collaboratori e al mio assessore Federica Sabatini.