Tag: della

16 dicembre 2018 0

Roma, paura nei corridoi della metro della stazione Termini per un principio d’incendio

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ROMA –  Paura questa mattina per i viaggiatori in transito alla stazione Termini di Roma per un principio incendio che si è sviluppato nei corridoi che portano alla metro. Viaggiatori e negozianti sono stati fatti evacuare dalle forze dell’ordine. I locali sono stati invasi da un fumo denso e acre.

Sul posto sono intervenuti vigilie del fuoco per spegnere le fiamme e gli operatori del 118 per dare soccorso ai viaggiatori lievemente intossicati dal fumo sviluppatori. Non si registrano, tuttavia, feriti solo spavento e qualche fastidio alle vie respiratorie per i fumi sprigionatisi.

15 dicembre 2018 0

Bimba di 5 anni cade dal balcone a Cassino, attimi di terrore in Corso della Repubblica

Di admin

CASSINO – Una bambina di 5 anni è caduta dal balcone o finestra di casa in pieno centro a Cassino. Attimi e scene di panico questa mattina poco dopo le 12.30 quando la piccola è volata giù dal terzo piano finendo sul marciapiedi sottostante in Corso della Repubblica poco prima della clinica Serena.

Per primi a soccorrerla sono stati alcuni passanti, e successivamente gli operatori di una ambulanza del 118.

La bimba seppur grave è viva e ciò è stato possibile, a quanto si apprende, dal fatto che la caduta sia stata attutita dai rami degli alberi sottostanti al balcone.

Ermanno Amedei

Aggiornamento

14 dicembre 2018 0

Incendio al Tmb Salario, il presidente della provincia di Frosinone dice no ai rifiuti di Roma

Di admin

FROSINONE – “Purtroppo è una situazione già vissuta, che chiama in causa direttamente le mancanze dell’Amministrazione comunale di Roma. La Capitale d’Italia, simbolo del nostro Paese, non può non essere in  grado di gestire un servizio fondamentale per i cittadini come la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti. Non è più concepibile che si continui a rinviare una soluzione e si faccia sempre affidamento alle capacità altrui”.

E’ quanto dichiara in una nota il Presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo. L’incendio che martedì ha distrutto il TMB Salario a Roma, l’impianto che trattava i rifiuti della Capitale ha aperto alla necessità di cercare soprattutto nei terrirori circostanti impianti in cui smaltire i rifiuti di Roma in attesa di trovare una soluzione definitiva con un nuovo impianto.

“Roma – dice Pompeo nella nota – sta dimostrando di non avere nessuna strategia sullo smaltimento dei rifiuti, appoggiandosi sempre agli impianti di altri territori. Una strada che non può essere percorsa all’infinito e che, come già annunciato dalla sindaca, produrrà anche degli aumenti sulla Tari per i contribuenti capitolini”.

“Tra l’altro la Provincia di Frosinone è fortemente impegnata sul potenziamento della raccolta differenziata, sia con risorse per i servizi e le strutture ai Comuni, sia con una campagna di sensibilizzazione rivolta ai cittadini, “Save Ciociaria”. Stiamo lavorando da tempo e per tempo per non soffrire quello che sta vivendo Roma e questa situazione può mettere in difficoltà anche chi comunque ha un sistema che funziona. In sede di confronto con la Regione Lazio, per l’aggiornamento del Piano dei Rifiuti, chiederemo espressamente e con forza il rispetto del principio dell’autosufficienza dei territori, non solo a tutela dei nostri cittadini, ma anche perché Il tempo degli slogan è finito. Roma faccia il suo dovere, come lo stanno facendo le Province del Lazio”.

13 dicembre 2018 0

D’Alessandro incassa la fiducia, 13 a 12, ma la tenuta della maggioranza sarà il vero scoglio

Di redazionecassino1

CASSINO – Consiglio comunale ieri sera che aveva all’ordine del giorno la mozione di sfiducia nei confronti del sindaco D’Alessandro. Il risultato ha dato ragione alla maggioranza, anche se per un solo voto. La conta delle opposizioni, infatti, si è fermata a quota 12: i dieci firmatari (7 del Pd e 3 civici) oltre ai due della Lega. Ma la tensione resta alta in seno al Consiglio. La domanda è d’obbligo, quanto reggerà la tregua?

Respinta la mozione di sfiducia, Carlo Maria D’Alessandro resta sindaco di Cassino e può tirare un sospiro di sollievo, ma senza troppa sicurezza. Il sindaco ha centrato il tredici e, seppur con un solo voto in più, riesce ad evitare la sfiducia. Toni accesi ed alta tensione nel corso del Consiglio comunale. Duro botta e risposta tra la maggioranza e le opposizioni. La Lega ha rinfacciato al sindaco di non aver sostenuto Palombo alle elezioni regionali, tanto per citarne una. D’Alessandro ora guiderà, di fatto, un monocolore tutto targato Forza Italia che non fa ben sperare nella tenuta, visto le litigiosità interne, e  che lascia fuori tutto il ‘settore delle liste civiche’. Ostenta sicurezza, quindi, il Primo Cittadino che incassata la fiducia in una dichiarazione a caldo dopo il voto: “Noi non abbiamo rinunciato ai nostri principi. Ci dovrebbero chiedere scusa”. In realtà dal notaio resta aperto fino al 25 gennaio un registro per le dimissioni. Per il momento lo scoglio superato della sfiducia consentirà a D’Alessandro e alla sua maggioranza di tirare avanti e di ‘mangiare il panettone’, per adesso. Un dato è certo che la situazione politica di questa maggioranza è da ritenersi tutt’altro che tranquilla e bisognerà vedere la reale forza della sua tenuta nel corso dei prossimi mesi, anzi dei prossimi giorni quando si dovrà nominare il nuovo assessore all’Ambiente e alla Manutenzione, poltrona lasciata vacante con l’ingresso in Consiglio comunale di Dana Tauwinkelova, subentrata al dimissionario Franco Evangelista.

Sarà questo il primo vero ‘banco di prova’ della maggioranza.

F. P.

foto repertorio

12 dicembre 2018 0

Festa della Montagna ad Esperia, Delle Cese (Parco Aurunci): all’insegna di ambiente e tradizioni

Di admin

ESPERIA – “Tutto pronto: sabato 15 dicembre la sezione C.A.I di Esperia in collaborazione con il Parco dei Monti Aurunci e il comune di Esperia, in occasione della Festa nazionale della Montagna, ha organizzato un’intera giornata dedicata alla cultura della montagna Aurunca ed in particolar modo di quella esperiana”.

E’ quanto si legge in una nota del Parco dei Monti Aurunci.

“Un programma ricco di eventi. In particolare ci sarà una visita guidata con la professoressa Valeria Zamparelli al Museo del Carsismo a cui seguirà, nella Cappella Lauretana, una dimostrazione dei prodotti locali, una mostra fotografica delle attività montane della sezione C. A. I., infine un momento conviviale animato dalla musica del territorio Aurunco.  Appuntamento alle ore 16 nella sezione CAI di Esperia superiore in via Guglielmo”. “Quello di sabato prossimo è un appuntamento molto importante perché oltre alla promozione delle cultura delle nostre montagne e il rispetto dell’ambiente ci sarà un ricco programma riservato alle tradizioni. L’artigianato locale, la musica popolare e l’arte culinaria. Una collaborazione con la sezione CAI e con il comune di Esperia sempre proficua e rivolta alla promozione del territorio Aurunco e alla cultura ambientale”. Lo dichiara nella nota il presidente del parco dei monti Aurunci Marco Delle Cese.
11 dicembre 2018 0

Controlli della polizia sul rispetto delle normative negli esercizi pubblici di Sora e Frosinone

Di redazionecassino1

FROSINONE – Personale della Divisione Polizia Amministrativa ha effettuato controlli ad esercizi pubblici  del capoluogo e del sorano, con il concorso del Commissariato cittadino, per verificare la regolarità delle autorizzazioni, i contratti di lavoro del personale dipendente, nonché  la pubblicità dei prezzi e dell’orario di apertura / chiusura.

Attenzionati anche i c.d. “buttafuori”, addetti alla vigilanza dei locali oggetto del controllo.

Inoltre sono state poste in essere anche attività di verifica per quanto concerne la normativa sul tasso alcolico dei frequentatori dei locali, normalmente appartenenti alle fasce più giovani

Nel corso dei servizi sono state rilevate cinque infrazioni di carattere amministrativo per un valore di circa 1500 euro; al vaglio la documentazione fornita dai gestori dei locali controllati.

Identificati anche gli avventori.

foto repertorio

11 dicembre 2018 0

Immigrazione: Prosegue l’attività di monitoraggio della Polizia di Stato: sette espulsioni

Di redazionecassino1

FROSINONE – Proseguono i controlli dell’Ufficio Immigrazione per contrastare l’immigrazione irregolare e garantire, altresì , l’allontanamento dal territorio nazionale di coloro che non hanno i requisiti previsti dalla legge.

Altri sette provvedimenti di espulsioni hanno colpito altrettanti stranieri.

Espulso un cittadino indiano, per il quale il Giudice di Pace ha convalidato il provvedimento prefettizio.

L’uomo è stato accompagnato, con volo diretto, nel Paese d’origine.

Aveva scontato la pena detentiva in seguito a condanna per violenza sessuale.

Per altre sei persone, originarie rispettivamente della Nigeria , dell’Egitto,  del Gambia, del Marocco –due- e  del Senegal,   l’espulsione è invece scattata in quanto prive del permesso di soggiorno.

Inoltre, quattro di loro hanno a carico anche reati in materia di stupefacenti.

I controlli dell’Ufficio Immigrazione proseguiranno per contrastare l’immigrazione irregolare, e garantire, altresì , l’allontanamento dal territorio nazionale di coloro non hanno i requisiti previsti dalla legge o la cui presenza costituisca pericolo  per l’ordine e per la sicurezza pubblica.

 

10 dicembre 2018 0

I ringraziamenti alla polizia di una mamma dopo il salvataggio della figlia

Di redazionecassino1

FROSINONE – “Mia figlia ha avuto un incidente stradale e con la sua auto è finita in un torrente in località aeroporto di Ferentino. L’agente non appena arrivato … non ha esitato un secondo a scendere nel torrente per mettere in salvo mia figlia”.

Queste le parole di una madre che ha voluto ringraziare il poliziotto che, con il  suo equipaggio,  ha evitato che la situazione potesse avere risvolti drammatici.

Parole di stima sono state espresse anche dal Questore, dr.ssa Rosaria Amato, che ha elogiato professionalità e dedizione delle Volanti che hanno saputo ben gestire emergenze e criticità che hanno contrassegnato, nell’ultimo periodo, il nostro territorio.

Come si ricorderà, è stato messo in salvo anche un 40enne , caduto accidentalmente nel Cosa, a Frosinone, mentre a Cassino gli agenti hanno evitato il peggio a  due giovani, che  stavano per essere travolti dalle acque .

Un plauso anche agli agenti del Commissariato di Fiuggi che con un blitz, nei giorni scorsi  hanno liberato 20 studenti frequentanti un corso di formazione in ostaggio di un uomo arrestato nel corso dell’operazione e al poliziotto del Commissariato di Sora intervenuto prontamente in soccorso di un giovane, vittima di  un incidente di caccia.

10 dicembre 2018 0

Volley Serie C. Quarta vittoria consecutiva per le ragazze della Intent Sport

Di redazionecassino1

Prosegue la rivincita delle ragazze della Intent Volley che nell’ultimo match, prima delle festività, sono rimaste fedeli al proprio obiettivo: scalare la vetta della Serie C.

Sebbene ancora in fase di riassestamento, durante l’ultima partita, disputata in casa sabato 8 dicembre, le pallavoliste di Zagarolo hanno dato del filo da torcere alla APD Don Orione, attualmente 4° in classifica, un avversario forte, ma non imbattibile di fronte all’energia sfoderata dalle atlete lo scorso weekend.

Dai primi minuti di match la Intent Volley ha dimostrato infatti una sportiva aggressività che non ha potuto che avvantaggiarla fino alla fine, con giusto qualche remora in chiusura del set. “Abbiamo giocato molto bene, questa partita contribuisce a rafforzare la nostra positività poiché la Intent Sport, 7° in classifica, ha battuto una squadra più solida e più su in classifica”, afferma l’allenatore Dario De Notarpietro.

La ripresa è tangibile nella strategia, nella difesa fortificata e nell’attacco preciso che si è percepito durante la partita, soprattutto nei momenti di maggior competizione. Torna così a farsi sentire il gioco avvincente che ha contraddistinto nelle precedenti stagioni la squadra di Zagarolo. Con una competizione da fiato corto e una tifoseria accanita, la Intent Sport ha così chiuso il set con un 3-2, regalando alle ragazze di Zagarolo un periodo di festività sereno, ma da non sottovalutare: il prossimo appuntamento sarà in casa nel 2019, il 5 gennaio, quando le atlete dovranno sfidare la Polisportiva Casal De’ Pazzi Asd.

 

6 dicembre 2018 0

Cassino, sgominato un mini market della droga a ‘gestione familiare’

Di redazionecassino1

CASSINO –  Nella serata di ieri, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cassino hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emesso dal GIP del Tribunale di Cassino, Dott. Gabriele Montefusco, a richiesta del Pubblico Ministero, Dott. Emanuele De Franco, nei confronti di tre soggetti, di cui due in carcere ed uno con sottoposizione agli arresti domiciliari, poiché ritenuti responsabili del reato di “spaccio continuato ed aggravato di sostanze stupefacenti”, prevalentemente del tipo “eroina, eroina-Kobret e cocaina”.

In provvedimento trae origine dall’attività info-investigativa posta in essere dall’Arma della “Città Martire”, i cui  inconfutabili elementi investigativi raccolti permettevano di accertare, in sintesi, che  i tre, appartenenti allo stesso nucleo familiare (madre, figlio e “nuora”), avevano adibito l’appartamento ATER in  loro in uso ad un vero e proprio “minimarket” della droga, dove i clienti si recavano a qualsiasi ora del giorno e – quasi sempre – senza alcun preventivo accordo, sicuri di ricevere lo stupefacente per il proprio fabbisogno personale.

Le persone sottoposte alla custodia cautelare in carcere sono Morelli Iolanda 54enne,  Spada Alessandro 31enne (gravati entrambi  da analoghe vicende penali) mentre Guerriero Daniela 32 enne (incensurata), è stata sottoposta al regime degli arresti domiciliari evitando il carcere perché madre di un bambino di pochissimi mesi.

Inoltre ai tre prevenuti veniva applicata anche l’aggravante dell’art. 80 dpr. 309/1990 poiché impiegavano, nell’attività di spaccio, anche il figlio minore di anni 11 e Guerriero Daniela

Nello specifico il Giudice, condividendo le risultanze investigative emerse dalle indagini svolte dai militari, avallate dal Pubblico Ministero, ha interrotto il fiorente traffico di sostanze stupefacenti che i componenti della famiglia avevano organizzato e abilmente condotto.

Nel corso dei vari servizi effettuati, i Carabinieri hanno proceduto al controllo di numerosissimi giovani ed a volte anche persone adulte, che si recavano all’interno dell’abitazione degli arrestati, senza preavviso o chiamando semplicemente per verificare la presenza di qualcuno,  per acquistare lo stupefacente dietro il pagamento di un corrispettivo di una somma di Euro 20 – 40 per ogni singola cessione.

Le persone individuate dai carabinieri venivano sottoposte a perquisizioni personali appena si allontanavano dall’abitazione degli spacciatori, attività che permetteva di rinvenire sempre dosi di droga, talvolta anche quantitativi sostanziosi, di oltre 5 grammi,  che servivano per i il loro fabbisogno personale.

Nel corso delle indagini sono state segnalate alla Prefettura di Frosinone,  quali assuntori di sostanza stupefacente (ai sensi dell’art. 75 del DPR 309/1990), complessivamente 11 tossicodipendenti/consumatori  nonché sottoposti a sequestro grammi 5,317 di “cocaina”, grammi 0,660 di “eroina-kobret” e grammi0,660 di “eroina”.

Morelli Iolanda e Spada Alessandro, al termine delle formalità di rito, venivano tradotti rispettivamente presso il carcere di Roma-Rebibbia Sezione Femminile e Cassino, mentre Guerriero Daniela presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria.