Tag: della

23 Giugno 2019 0

Cassino, si è spento Domenico Gargano, l’ultimo sindaco della ricostruzione

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO –  Si è spento nel pomeriggio di ieri l’ex sindaco Domenico Gargano. Se ne va un pezzo di storia della città di Cassino, una colonna portante della sua storia politica, culturale e sociale di questa Città. Ultimo sindaco della ricostruzione post-bellica, aveva 96 anni e lascia dietro di sé un patrimonio culturale e politico di enorme spessore. Una vita dedicata alla politica, per cui si è sempre speso senza riserve. Ultimo degli andreottiani di ferro, dagli inossidabili rapporti con l’Abbazia, il sindaco che ha accolto per ben due volte un papa in città, Paolo VI nel 1964 e Giovanni Paolo II nel 1979, come si legge nella sua biografia. Un sindaco che ha indossato sempre e solo una casacca politica, quella della Democrazia Cristiana, vivendone direttamente il travaglio politico. Quella Democrazia Cristiana che lo ha portato a ricoprire importanti e fondamentali ruoli politici ed amministrativi cittadini, provinciali e regionali. Nelle elezioni amministrative del 23 maggio 1954 entrò per la prima volta in Consiglio comunale, dove rimase per oltre 35 anni, ricoprendo più volte la carica di assessore e quella di sindaco e vantando record di preferenze e consensi elettorali alle elezioni comunali. Dal 1970 al 1975 è stato presidente dell’Amministrazione provinciale di Frosinone, e nella terza legislatura è entrato in Consiglio regionale, subentrando, come primo dei non eletti, a Gerardo Gaibisso, divenuto parlamentare europeo. Domenico Gargano è stato uno dei sindaci della ricostruzione. A lui si deve il rilancio economico, sociale e culturale della Città, le sue politiche furono determinanti per l’insediamento della Fiat e della Skf, l’Università e gli impianti sportivi di via Appia. L’ Ateneo di Cassino, nello scorso maggio, gli ha conferito la medaglia dell’Università insieme ad un attestato solenne del rettore Giovanni Betta per “il ruolo svolto nella sua lunga attività amministrativa e politica”.

Alla famiglia le condoglianze della redazione de ilpuntoamezzogiorno.it.

F. Pensabene

 

21 Giugno 2019 0

VIDEO – Tramonto e ammaina bandiera, emozioni in concerto per i 50 anni della scuola carabinieri di Velletri

Di admin

VELLETRI – Cinquanta anni di storia fanno della scuola carabinieri di Velletri, un fondamento dell’Arma e un pezzo importante attorno alla quale ruota la cittadina dei Castelli. Si chiama scuola Marescialli e Brigadieri 2° reggimento e porta il nome dell’eroe per eccellenza dei carabinieri.

La caserma Salvo D’Acquisto festeggia in questi giorni il mezzo secolo di attività durante le quali sono stati formati decine di migliaia di uomini che hanno servito la Patria. Carabinieri e Patria, un legame forte che da il senso a ciascuna delle due parole e che rende significativa l’una solamente se legata all’altra. Anche per questo il monumento ai Martiri di Nassiriya, alcuni dei quali si erano formati proprio nella Salvo D’Acquisto, in questi giorni è stato spostato all’ingresso della porta carraia e sempre vigilata della scuola.

Momenti toccanti si sono vissuti mercoledì sera quando la struttura militare si è aperta alla città per ospitare, in Piazza della Bandiera, circa 2mila persone che hanno assistito, in un clima reso surreale dal tramonto, al concerto della Banda dei Carabinieri.

Presenti il sindaco di Velletri Orlando Pocci, altri 6 primi cittadini dei comuni limitrofi, il vescovo e i vertici delle forze dell’ordine del territorio. A fare gli onori di casa è stato il Colonnello Liviano Marino, comandante Scuola. A dirigere il concerto che ha spaziato tra brani classici e non è stato il Maestro Maggiore Massimiliano Ciafrei. Non poteva mancare La Fedelissima e il Canti degli Italiani che, intonato “sull’ammaina bandiera” e sul sole al tramonto, ha commosso la folla.

Ermanno Amedei

17 Giugno 2019 0

Calcio e fair play, i giovanissimi della Fortitudo Velletri si aggiudicano il torneo Champions League categoria 2010

Di admin

VELLETRI – La Fortitudo Velletri si aggiudica la finalissima del torneo Champions League per la categoria 2010. Un successo, quello dei calciatori in erba veliterni, sancito dal bel gioco, ma soprattutto dal divertimento e dal fair Play dimostrato non solo dai “campioni”, ma anche dai loro avversari.

Diciotto squadre divise in tre gironi si sono confrontati sul campo sportivo di Cecchina. Passavano le prime due di ogni girone ottenendo così altri due gironi da tre squadre.

In finale si sono ritrovati i giocatori della Fortitudo e quelli della Uni Pomezia. Dopo una gara equilibrata e avvincente terminata solamente ai supplementari con il punteggio di 3 a 2 per i veliterni, per i ragazzi della Fortitudo è stata festa.

Un torneo caratterizzato dal fair-play, sia da parte dei giocatori che dei genitori che gremivano gli spalti.

17 Giugno 2019 0

A Rocca D’Evandro musicisti della Scala di Milano per la seconda edizione del Campus Musicale

Di admin

ROCCA D’EVANDRO – “La PRO LOCO di Rocca d’Evandro (CE) ed il I Corno dell’Orchestra del TEATRO ALLA SCALA di Milano Maestro Miele Roberto, coadiuvati dalla Banda Musicale Locale “G.Giuliano – Città di Rocca d’Evandro”, organizzano la seconda edizione del “CAMPUS MUSICALE 2019 – Rocca d’Evandro”.

Lo si legge in una nota della Pro Loco di Rocca D’Evandro.

“Il Campus Estivo, in programma dal 28 luglio al 5 agosto 2019 a Rocca d’Evandro (CE), è dedicato a giovani strumentisti, cantanti, ballerini, studenti e/o professionisti a vari livelli, che vogliano cominciare lo studio o perfezionarsi con validissimi Maestri ed Insegnanti. “Questo secondo Campus vuole essere non solo un momento di approfondimento didattico per tutti gli allievi ma anche un importante momento di aggregazione per quanti condividono lo stesso interesse per la musica. Un punto d’incontro tra professionisti affermati della musica e giovani musicisti, cantanti, ballerini, artisti ed amatori”, spiega il Presidente della Pro Loco Ing. Kety Carello. “È un’occasione unica per confrontare idee, acquisire prospettive, imparare dall’esperienza professionale ed umana degli esperti del settore. Lo spirito è quello di fare musica insieme a quanti amano queste discipline, in un periodo dell’anno in cui l’attività dei conservatori è sospesa e i ragazzi hanno necessità di imparare, riprendere e/o approfondire lo studio sotto la guida di insegnanti qualificati, privilegiando un lavoro d’insieme, che veda come momento di gratificazione la partecipazione al concerto finale di chiusura corso. Spazio è stato riservato anche ai più piccoli, che potranno seguire corsi di introduzione alla danza e alla musica, con la speranza di creare in loro un interesse per proseguire lo studio di tali discipline. La presenza del M° Roberto Miele – componente effettivo non solo dell’Orchestra del Teatro della Scala di Milano ma anche dell’Orchestra Filarmonica della Scala – come Docente e come Direttore Artistico dell’evento ha permesso di avere Maestri ed Insegnanti proveniente dal Teatro della Scala di Milano, da Conservatori Italiani ed Esteri ed artisti della comprovata carriera solista internazionale come:

Barbara Costa – Canto; Peter Zani – Clarinetto; Stefano Cardo – Clarinetto basso, Giuseppe Bonandrini – Clarinetto, Francesco Guggiola – Flauto /Ottavino, Gian Piero Guerra – Sax, Roberto Miele – Corno, Antonio Proto – Corno, Fabrizio Giannitelli – Corno, Francesco Tamiati – Tromba, Angelo Cavallo – Tromba, Giuseppe Nuzzaco – Trombone, Francesco Piersanti – Trombone basso, Rino Ghiretti – Tuba / Euphonium, Alessandro Perissinotto – Timpani / Percussioni, Angelo Bolciaghi – Maestro, Direttore, Concertatore, Franco Arrigoni – Maestro, Direttore, Concertatore, Valeria Pala – Danza Classica,

Silvia Illari – Danza Moderna, Gloria Ferrari – Danza Contemporanea.

Inoltre, la sinergia che si è creata con la Banda Musicale “G. Giuliano – Città di Rocca d’Evandro” e con due scuole di danza locali, ASD Bushido e Scuola di Danza SC Fit & Dance, e la presenza dei collaboratori musicali nativi del territorio Miele Antonio e Valente Edoardo hanno dato vita ad un nuovo modo di promuovere il nostro territorio che ha tanto da offrire in termini di turismo artistico- culturale”.

Ai corsi potranno iscriversi allievi di qualsiasi nazionalità ed età.

Il Campus si chiuderà il 5 Agosto con il Concerto Finale che si terrà nel Centro Storico di Rocca d’Evandro e a cui parteciperanno tutti gli allievi ed i maestri.

Per tutte le informazioni e modalità di iscrizioni è possibile visitare il sito:

www.campusmusicaleevandro.eu

o la pagina facebook della Pro Loco di Rocca d’Evandro: https://www.facebook.com/ProLoco.roccadevandro/

12 Giugno 2019 0

Gaeta, esercitazione di soccorso in mare della Guardia Costiera

Di redazionecassino1

GAETA (LT) – Questa mattina si è svolta in mare una esercitazione complessa denominata “Seasubsarex 2019” che, sotto il coordinamento della Direzione marittima del Lazio di Civitavecchia, ha visto impegnato oltre la Guardia Costiera le Forze di Polizia e le altre Amministrazioni ed Enti che a vario titolo sono impegnate ad operare in caso di soccorso in mare.

Era da poco passato mezzogiorno quando nelle acque del Golfo di Gaeta, teatro dell’esercitazione, il traghetto “Tetide” della società Laziomar, in navigazione verso il porto di Formia, segnalava alla sala operativa della Guardia Costiera di Gaeta un incendio a bordo. Le motovedette della Guardia Costiera mollavano così gli ormeggi per raggiungere il traghetto e prestargli soccorso. La sala operativa della Guardia costiera richiedeva anche l’intervento dei Vigili del fuoco e delle Forze di polizia operanti in mare.

Trattandosi di una nave passeggeri e valutata la complessità delle operazioni di soccorso e le difficoltà  dello scenario in corso, dettato anche dalla presenza di passeggeri feriti a causa dell’incendio, il Reparto Operativo della Direzione marittima di Civitavecchia assumeva direttamente il coordinamento delle operazioni di soccorso.

Il Reparto operativo prevedeva così l’invio a bordo del traghetto di un team di militari della Guardia Costiera specializzati in Port State Control, per le valutazioni tecniche di gestione dell’incendio e per accertare il permanere delle condizioni di sicurezza della navigazione della nave.

Per rendere ancor più veritiera l’esercitazione veniva simulata la necessità di sbarcare tutti i passeggeri che venivano presi a bordo della motovedetta CP 308 mentre l’aggravamento delle condizioni di salute di un ferito ne richiedevano lo sbarco immediato con elicottero.

Sullo scenario veniva quindi impiegato un elicottero della Guardia Costiera che raggiunta la nave provvedeva con l’ausilio di militare specializzato e verricello a trarre a bordo dell’elicottero il ferito e condurlo all’ospedale di Formia.

Essendo tali esercitazioni finalizzate al miglioramento della prontezza operativa veniva altresì ipotizzato uno sversamento di gasolio in mare tale da richiedere l’intervento del Rimorchiatore in servizio antinquinamento della Castalia in convenzione con il Ministero dell’Ambiente.

Le operazioni di soccorso e disinquinamento si concludevano tutte positivamente.

L’esercitazione “Seasubsarex 2019” che ha visto l’impiego di due unità navali ed un elicottero della Guardia Costiera, i mezzi dei Vigili del Fuoco, della Guardia di Finanza, del Servizio Rimorchiatori, del Ministero dell’ambiente  e del Servizio sanitario 118, si inserisce nell’ambito delle attività addestrative che il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera pianifica al fine di impegnare le Direzioni marittime in esercitazioni complesse tese a  perfezionare il coordinamento e la direzione delle attività operative raggiunto tra i diversi soggetti istituzionali e privati nonché di elevare gli standard addestrativi degli equipaggi dei mezzi navali e terrestri per una risposta immediata in caso di emergenza in mare.

10 Giugno 2019 0

Cassino, entra in casa della ex e la minaccia di morte: arrestato 47enne

Di admin

CASSINO – I carabinieri del Norm di Cassino hanno arrestato, nella flagranza dei reati di Stalking, violazione di domicilio e danneggiamento un 47enne del cassinate, (già censito per reati contro la persona ed il patrimonio).

I militari intervenuti a seguito di richiesta di aiuto della ex-coniuge, hanno bloccato l’uomo che mediante lo scardinamento di una finestra è entrato all’interno dell’abitazione assegnata alla donna, minacciando di morte sia la stessa che i loro due figli.

Tale episodio è l’ultimo di una serie reiterata di atti vessatori e persecutori che l’uomo ha messo in atto nei confronti dell’ex-coniuge nell’ultimo mese.

L’arrestato, espletate le formalità di rito è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Cassino.

7 Giugno 2019 0

Le Emozioni hanno voce: quella della 2B dell’elementare San Silvestro

Di redazionecassino1

CASSINO –  Un viaggio tra l’inquietudine creativa di Renoir, passando per l’angoscia di Munch e la violenza pittorica di Ligabue, fino ad arrivare agli stati d’animo ‘colorati’ di Van Gogh.  Non siamo al MoMA di New York ma nell’androne della scuola elementare San Silvestro di Cassino dove gli alunni della 2 B si sono improvvisati, sotto la guida delle insegnanti, critici osservatori, per andare ad indagare nella sfera emozionale ‘sfruttando’ l’arte pittorica.

Dare voce alle emozioni non è un affare semplice. Imparare a riconoscere le emozioni, imparare ad affrontarle e a gestirle crea sicuramente un clima più sereno con sé stessi e con gli altri.   Ed il titolo del progetto “Stare bene a scuola” racconta in pieno lo spirito del percorso che ha portato i bambini a riconoscere le emozioni che regolano la quotidianità e a rappresentarle in un saggio di fine anno in cui sono stati mostrati i vari passi del progetto interdisciplinare curato dalle insegnanti GRADINI BARBARA, CUNTO VALENTINA,  VERRECCHIA ANNA MARIA,  DELICATO ISABELLA, EVANGELISTA ROSSANA.

Non solo arte perché gli alunni della 2B hanno impersonato la rabbia, la felicità, la paura, la tristezza, la gelosia anche attraverso la musica, da Vasco Rossi a Cyndi Lauper, in una rappresentazione di fine anno trasversale in cui ogni bambino si è messo in gioco, con semplicità e consapevolezza.

Un gioco da ragazzi quello che è sembrato vedendo la spontaneità dei bambini di seconda elementare ma che presuppone invece un lavoro fatto attraverso varie stimolazioni: racconti, produzioni scritte, disegni, canzoni, film – con la proiezione e la spiegazione di Inside Out, il film d’animazione che personifica il viaggio emozionale interiore presente in ciascuno di noi. Da questo lavoro è nata così una raccolta di emozioni che ogni bambino ha creato, illustrato e rilegato, creando un vero e proprio vademecum emozionale.

Senza che se ne rendessero conto i bambini hanno imparato la preziosa arte della prossemica,  la disciplina semiologica che studia i gesti, il comportamento, lo spazio e le distanze all’interno di una comunicazione, sia verbale sia non verbale. Il tutto attraverso l’arte del gioco.

Nella gestione di alcune emozioni, quelle più forti, tipo la rabbia, sono emersi differenti vissuti che, anche se con qualche difficoltà, sono stati affrontati e oltrepassati. Un modo questo anche per superare quelle difficoltà che spesso impediscono ai più piccoli di spiccare il volo.

Difficoltà anche nell’esecuzione pratica del progetto dettate dalle ‘solite’ ristrettezze economiche cui la scuola italiana è condannata. Ma, come suggerito dal team delle insegnanti, le difficoltà si superano anche con l’ingegno ed allora tutto è diventato ottimo materiale da riciclo, ridando vita ad ogni cosa che sembri non essere più utile.

Un progetto dunque non solo finalizzato alla rappresentazione scolastica di fine anno ma un percorso che ha plasmato ogni alunno, suggerendo diversi spunti di riflessione e di approccio alla quotidianità, anche quella fatta di ostacoli e difficoltà da superare.

21 bambini ‘colorati’ hanno vestito i panni delle emozioni per spiegare agli adulti che le emozioni hanno una voce, basta saperla riconoscere ed ascoltare!

 

 

 

31 Maggio 2019 1

Tragedia della strada all’alba, muore a Velletri noto commerciante

Di admin

VELLETRI – Tragedia, all’alba di questa mattina, sulla strada Provinciale Cisterna Campoleone a Velletri. Nello schianto avvenuto nei pressi del carcere, tra un camion che trasportava frutta e un furgone ha perso la vita Pasquale D’Alessio, 67enne di Cisterna di Latina.

L’uomo, noto commerciante, era alla guida del furgone ed era diretto, insieme alla moglie A. V. di 61 anni, verso il mercato ad Ariccia. Inutili per lui i soccorsi. nello schianto il furgone è stato trasformato in un cumulo di lamiere e scaraventato nella cunetta.

Miracolosamente illesa la donna. Suo posto i vigili del fuoco di velletri e gli agenti della polizia del locale commissariato.

22 Maggio 2019 0

Inaugurato ad Ariccia il terzo centro Antiviolenza della Asl Rm6

Di admin

ARICCIA – “Si è svolta questa mattina l’inaugurazione del Centro antiviolenza “Piccoli Passi”, presso il presidio “Spolverini” di Ariccia, che ha come obiettivo prioritario quello di fornire risposte immediate e qualificate alle donne vittime di violenza, accogliendole e accompagnandole lungo un percorso di protezione e di recupero della propria autonomia. Il servizio è rivolto anche alle donne non italiane, grazie alla presenza di mediatrici linguistiche e culturali e garantisce consulenza sociale, psicologica e legale. Finanziato dalla Regione Lazio e attivato dalla Asl Roma 6 e dai Distretti sociali di Albano Laziale e Velletri, viene gestito dalla cooperativa sociale Girotondo Onlus”.

Lo si legge in una nota della Asl Roma 6

“I dati sulla violenza maschile contro le donne sono drammatici, lo sappiamo bene. Ma la frequenza con cui i femminicidi e le violenze sulle donne si rincorrono ogni settimana lascia senza fiato”, spiega nella nota Lorenza Bonaccorsi, Assessora alle Pari opportunità della Regione Lazio. “E proprio per questo, la battaglia della Giunta Zingaretti e della Regione Lazio a fianco alle donne prosegue senza esitazioni. Ogni giorno lavoriamo per ampliare la rete dei servizi, i progetti di prevenzione, il dialogo nelle scuole, il sostegno agli orfani delle vittime di femminicidio. L’inaugurazione del centro antiviolenza “Piccoli passi” di Ariccia è la nona struttura che inauguro in poco più di un anno ed è un altro segno tangibile del nostro impegno. Un impegno che si unisce a quello delle associazioni, dei Comuni, delle Asl, delle Procure, delle Forze dell’ordine e di tutti i soggetti che partecipano alla rete territoriale di contrasto del fenomeno”.

“L’apertura di “Piccoli passi” rafforza nel nostro territorio la rete di accoglienza, ascolto e protezione per le vittime di violenza di genere, prevista dal Protocollo interistituzionale firmato l’8 marzo 2018 fra la Asl Roma 6, la Procura della Repubblica di Velletri, i Comuni e le Forze dell’Ordine”, ha spiegato Narciso Mostarda Direttore generale della Asl Roma 6. “Abbiamo sempre creduto nella necessità di dare risposte certe e tempestive, stando al fianco delle persone in difficoltà attraverso i nostri operatori: questa iniziativa dunque si aggiunge all’insieme di presidi già operanti nella nostra azienda sanitaria a tutela delle donne e dei minori, come i Pronto soccorsi, i Consultori familiari, i Servizi di Salute mentale in età evolutiva e i Punti unici di accesso”.

“Siamo molto soddisfatti del risultato raggiunto con l’apertura del centro antiviolenza “Piccoli Passi”, fortemente consapevoli dell’importanza di avere sul nostro territorio strutture che possano accogliere le vittime del terribile fenomeno della violenza sulle donne. L’inaugurazione di questa mattina è un esempio di come, con il contributo di tutti, si possono dare risposte concrete basandosi su una solida rete di protezione costituita dai diversi soggetti: istituzioni, ASL, tribunali, Forze dell’Ordine e associazioni del Terzo Settore. Ogni forma di violenza che colpisce le persone più deboli è una ferita aperta che interessa tutta la comunità in cui viviamo”, ha detto il Sindaco di Albano Laziale, Nicola Marini.

“Il centro anti violenza ‘Piccoli passi’ è un’importante risposta del territorio alla violenza di genere. La funzione di sostegno alle vittime di abusi non solo aiuta a definire il percorso di protezione e tutela della persona, riesce anche nel non lasciare sole tutte quelle donne che con fatica riescono a compiere i primi passi di svincolo da un uomo violento”, ha affermato il Sindaco di Velletri, Orlando Pocci. “La strada da percorrere è ancora lunga, episodi di violenza di genere, che il più delle volte avvengono all’interno delle mura domestiche, sono gravi e diffusi; con strutture come queste si vuole dare attenzione e contrastare la violenza contro le donne con professionisti del settore e con una disponibilità h24. Attività di prevenzione, accoglienza e supporto sono alla base di una visione seria e impegnata alla lotta alla violenza di genere”.

“Il Centro si propone di restituire dignità alla donna vittima di violenza e ai suoi figli e si prefigge di costruire insieme al territorio una cultura condivisa contro ogni forma di abuso”, ha detto Paola Virgili, Presidente della cooperativa sociale Girotondo Onlus. “Fra i numerosi servizi forniti dal Centro, vi è l’assistenza telefonica h24 attraverso il numero379.1677172, collegato al Numero nazionale antiviolenza e stalking, 1522. Le operatrici del Centro sono due assistenti sociali e due psicoterapeute, affiancate da un’educatrice professionale e da un’altra psicologa. Un pool di avvocate specializzate in ambito civile e penale collaborano in maniera continuativa con il Centro per garantire assistenza legale”.

Sul portale della Asl Roma 6 (www.aslroma6.it) da oggi è presente la sezione “Stop alla violenza”, che contiene tutte le informazioni più utili sui servizi dell’azienda sanitaria attivati a supporto delle donne vittime di abusi:https://aslroma6.it/stop-alla-violenza

I Centri Antiviolenza della Asl Roma 6

“Piccoli passi”

Via delle Cerquette 2 oppure Via Chigi 48  Presso il presidio “Spolverini”, Ariccia (Roma) Tel. 379.1677172 (h24) Apertura: Lunedì, martedì e venerdì 9.00-12.00 Mercoledì e giovedì 16.00-19.00

“Marielle Franco”

Via Bachelet 13, Nettuno (Roma) Tel. 342.7962289 Apertura: Lunedì, mercoledì e giovedì 9.30-12.30 Martedì e venerdì 15.00-18.00

“Ricomincio da me”

Via Malpasso D’Acqua snc

Presso la Casa della Salute, Rocca Priora (Roma)

Tel. 379.1011191 Apertura:

Lunedì martedì e venerdì 15.00-19.00

Mercoledì, giovedì e sabato 9.00-13.00

21 Maggio 2019 0

Frosinone; blitz della polizia: nel mirino stazione ferroviaria e zone a rischio; sequestrati stupefacente, coltelli e pugnali

Di redazionecassino1

FROSINONE – Attività senza sosta della squadra volante della Questura che ha interessato nel pomeriggio e nella serata di ieri il quartiere scalo e la zona a rischio del cosiddetto “Casermone”. Perquisizioni domiciliari e controlli hanno permesso di scovare 30 dosi di cocaina, coltelli e pugnali e denunciare un individuo 35 enne per resistenza e guida in stato di ebbrezza.

Non si ferma l’attività preventiva della squadra volante su tutto il territorio; nella serata di ieri controlli a tappeto nella zona stazione a seguito delle recrudescenza del fenomeno dei reati predatori.

Sei gli equipaggi del reparto volanti impiegati nei pressi dello scalo all’arrivo e alla partenza dei numerosi pendolari proprio per garantire loro la massima sicurezza a margine degli ultimi episodi di aggressione registrati nelle recenti settimane.

I controlli estesi anche all’area del “Casermone” dove sono state effettuate diverse perquisizioni domiciliari.

Nell’occasione scovate nell’androne di una scala del plesso 30 dosi di cocaina , già confezionate e pronte per lo smercio.

A casa di un noto pregiudicato sono stati sequestrati 6 coltelli e una balestra.

Sempre durante l’attività di controllo estesa a tutta la città nelle ore notturne la squadra volante ha proceduto alla denuncia in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza e resistenza nei confronti di un 35enne.

Lo stesso alla guida di un veicolo per le vie della città aveva rifiutato di essere sottoposto a controllo, prima di risultare positivo all’accertamento alcolemico. Venerdi, oggetto del blitz è stata la centralissima via Aldo Moro, dove gli uomini delle volanti con l’ausilio delle unita cinofile hanno setacciato palmo a palmo ogni angolo di marciapiede e luogo di maggiore aggregazione di giovani.

Il risultato è stato rilevante : rinvenuta sostanza stupefacente del tipo “Hashish” su sei individui tra i 15 e i 23 anni.

La sostanza è stata sequestrata mentre per i sei giovanissimi, residenti nel capoluogo ed in diversi comuni limitrofi, tra cui Alatri, Veroli, Ferentino, è scattata la segnalazione al Prefetto come assuntori.

Per quanto concerne il minorenne, lo stesso è stato dopo la segnalazione riaffidato ai propri genitori, prontamente notiziati dell’accaduto.

L’attività condotta con estrema fermezza dagli uomini delle volanti risalta la sempre più costante determinazione della polizia di stato al contrasto della triste “piaga sociale” della domanda e dell’offerta di stupefacenti purtroppo tra i giovanissimi.