Tag: dello

17 settembre 2018 0

Piedimonte S.Germano: Incidente nei pressi dello stabilimento Fca. Soccorsi sul posto

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Piedimonte San Germano – Si è appena verificato un incidente stradale nei pressi dello stabilimento Fca. Ad essere coinvolti uno scooter e, in base alle prime informazioni che ci pervengono, probabilmente anche un secondo mezzo. Al momento il traffico risulta essere congestionato per favorire l’accesso dei soccorsi. Sul posto un’ambulanza del 118. Una persona sarebbe rimasta ferita. Prestare attenzione anche in considerazione del fatto che in questa fascia oraria c’è un considerevole flusso di operai. Immagine d’archivio

11 settembre 2018 0

Cassino, una piccola ma fiorente azienda di famiglia dello spaccio: investigatori a caccia del magazzino

Di admin

CASSINO – Casa tinteggiata di fresco, ben arredata, bottiglie di prosecco in mostra; certamente non nababbi ma campavano bene i tre della famigliola arrestata oggi dai carabinieri di Cassino nel quartiere San Bartolomeo perché sospettati di essere spacciatori di marijuana e cocaina.

La loro piccola azienda di famiglia, composta dalla madre Antonietta di 54 anni, i figlio Alessio Alfredo di 19 anni e la figlia Francesca di 21 anni, tutti e tre Di Silvio, ricavata in un alloggio Ater, non permetteva sfarzi ma permetteva loro una vita dignitosa. La ricostruzione fatta dai militari comandati dal capitano Ivan Mastromanno è stata possibile grazie a mesi di appostamenti all’ingresso di un cancello della palazzina popolare dove consumatori clienti fissi, alcuni anche da un anno, si recavano per comprare poche dosi per volta di stupefacente.

Arrivavano dal pontecorvese, altri dalla valle dei Santi, molti da centro di Cassino ed era gente in larga parte conosciuta come assuntori. Al blitz di stamattina oltre ai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cassino, hanno partecipato anche i loro colleghi della Compagnia di Pontecorvo, oltre ad una unità cinofila di Roma Ponte Galeria. Da eseguire c’erano le tre ordinanze di Custodia cautelare, di cui due in carcere ed una, Francesca, con sottoposizione agli arresti domiciliari poiché madre di una bambina in tenera età. Provvedimento emesso dal GIP del Tribunale di Cassino, Dott. Gabriele Montefusco, a richiesta del Pubblico Ministero, Dott. Roberto Bulgarini Nomi.

L’alloggio nel quartiere San Bartolomeo era considerato un vero e proprio minimarket della droga, dove i clienti si recavano a qualsiasi ora del giorno e senza alcun preventivo accordo, sicuri di ricevere lo stupefacente per il proprio fabbisogno personale.

Nessuna telefonata o comunicazione telefonica per preavvisare l’arrivo dei clienti. Gli spacciatori ormai sanno che il telefono è la loro principale fonte di guai con le forze dell’ordine. La gente arrivava e comprava quello che trovava. Uno dei tre li aspettava sotto e, presa l’ordinazione, si allontanava per prendere la merce dal nascondiglio.

I consumatori, seppur di vecchia data, non li conoscevano direttamente se non per i pochi attimi necessario al passaggio di mani di droga e soldi, solitamente non più di 50 euro per volta. Ad incastrarli, però, sono state le foto segnaletiche che hanno permesso il loro riconoscimento.

E poi l’efficacia del nascondiglio del magazzino. Gli investigatori si dicono certi che esiste un posto in zona, non molto lontano, occultato tra la palazzina e i garage, in cui i tre nascondevano il grosso dello stupefacente che spacciavano ma che nonostante l’intervento dei cinofili, non è stato ancora trovato. Ma le ricerche continuano.

Ermanno Amedei

31 maggio 2018 0

La polizia cerca e trova nuove piazze dello spaccio a Frosinone, due arresti

Di admin

FROSINONE – La polizia di Frosinone cerca e trova nuove piazze dello spaccio. Gli uomini di Flavio Genovesi, dirigente dell’ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico con l’ausilio delle unità cinofile della Polizia di Stato, ha effettuato diversi blitz in appartamenti anche residenziali della zona bassa della città.

L’operazione antidroga è andata oltre le normali zone già conosciute in cui operano i pusher.

L’occhio attento e la caparbietà dei “volantini”, impegnati costantemente in un sempre più pressante controllo del territorio, hanno portato ad accertare strani movimenti in zone insospettabili e pertanto erano stati intensificati i servizi di osservazione, che hanno permesso di agire a colpo sicuro.

Un’azione lampo e sincronizzata ha interessato contemporaneamente due appartamenti. In manette è finito prima un 30enne del capoluogo trovato in possesso di ben 76 dosi di cocaina già confezionate e pronte per il mercato dello spaccio, oltre a 900 euro, poi un 34enne di Supino ma domiciliato a Frosinone in possesso di 300 grammi di hashish con annesso bilancino di precisione.

Un altro colpo inferto dal Reparto Volanti alla preoccupante e pericolosa “piaga” della crescente diffusione, in città, di sostanze stupefacenti, contrastando domanda ed offerta.

21 maggio 2018 0

La puntura di Ultimo… alla Zecca dello Stato

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – “Trecentocinquantamila carte di identità elettroniche sono risultate difettose ed andranno sostituite. Il microchip usato è difettoso perché installato con un software obsoleto. Ciò non permette di leggere i dati contenuti e quindi le rende inutili. Il danno erariale è stimato in cinquanta milioni di euro. La domanda è: Chi paga? Com’è possibile un errore di questa portata? Quante teste salteranno al Poligrafico della Zecca dello Stato? Quest’estate in quanti piangeranno negli aeroporti ed alle frontiere”.

Ultimo

9 maggio 2018 0

A Colleferro la terza edizione del Festival dello Street Food e dell’Artigianato

Di admin

COLLEFERRO – “Ottimo cibo espresso, musica e tanto sano divertimento. Sono questi gli ingredienti del Festival che sta per colorare la città di Colleferro. Dopo il grande successo ottenuto nelle due precedenti edizioni ed i bagni di folla delle recenti tappe romane, il 19 e 20 maggio 2018 la coloratissima carovana del format TypicalTruckStreetFood torna a Colleferro”. Lo si legge in una nota degli organizzatori. “Il Festival dello Street Food e dell’Artigianato, con il patrocinio del Comune del sindaco Pierluigi Sanna e la collaborazione dell’assessorato al Commercio guidato da Rosasia Dibiase e dell’assessore allo Spettacolo Sara Zangrilli, porterà a Colleferro una terza strabiliante edizione colorata e caratterizzata da ottimo cibo da strada e numerose attrazioni. Lungo corso Filippo Turati, il grande palco ospiterà sabato 19 i Rambling Fever Band con le loro sonorità country che vi faranno ballare come veri cowboy. Domenica 20 i The Bakers con le loro cover evergreen e i grandi successi del momento. Non mancherà la Compagnia del CIRCUS VILLAGE, capitanata dall’agenzia Raggi di Luna, con i suoi artisti di strada e circensi, vi stupiranno con tanti spettacoli e performance. Ali fatate, spettacoli di magia e bolle di sapone giganti, giocoleria & clownerie, fachirismo, equilibrismo, trampoleria e danze tribal. Spazio anche per i più piccoli con laboratori, truccabimbi, palloncini e tanti giochi da fare in famiglia. Al calar del sole l’Aperitif Moment, andranno in scena suggestivi FIRE SHOW con musica, arte e fuoco in uno spettacolo emozionante e fiabesco. Protagonista del festival il cibo da strada preparato in maniera espressa dai famosissimi stand cucina che trasformeranno le materie prime ed i prodotti tipici dei loro territori in gustose ricette gourmet. 50 artigiani, inoltre, usciranno dalle loro botteghe per presentarvi le loro idee creative. Gli stand cucina proporranno piatti unici: Carciofi alla giudia espressi, arrosticini abruzzesi, broccoletti e salsiccia. Ma anche la tipica Paella Valenciana cotta come da tradizione nei grandi padelloni. Dal Lazio I Butteri dell’Agro Pontino proporranno le mezze maniche alla Buttero, con salsiccia e funghi porcini, il tutto mantecato in una forma di Parmigiano Reggiano. Dalla Sicilia pane e panelle, arancine, sfincioni, pistacchio, cannoli e cassatine. Hamburger tex mex, hot dog e patate twister. Dalla Campania pizza e calzoni fritti con tanti gustosissimi ripieni. Dalla Puglia le famose bombette di Cisternino con focaccia barese, puccia con polpo e burrata, salsiccia a punta di coltello, pasticciotto leccese, tiella barese con patate riso e cozze, panzerotto barese. Dal mare Laziale ottima frittura di pesce ed hamburger di tonno o salmone, spiedini di pesce, fish & chips. Un classico intramontabile la vera porchetta di Ariccia appena sfornata. Non mancherà dell’ottima birra Cruda, artigianale tedesca. Per i più golosi non mancheranno ciambelle e krafen appena cotti, cosa di aragoste, sfogliatelle e babà. La gran parte dei prodotti proposti sono a km. zero e Bio, provenienti dai diretti produttori. Ingresso gratuito – sabato 19 maggio dalle 12:00 a notte fonda”.

8 aprile 2018 0

Appartamento dello spaccio a Cori, sgominata banda di pusher che rifornivano Velletri e Cisterna

Di admin

CORI – Un appartamento della frazione Giulianello di Cori (Lt) usato come centrale di spaccio: arrestati dalla Polizia di Stato 3 pusher albanesi.

Sono stati gli investigatori dei commissariati di Velletri e Cisterna di Latina ad arrestare 2 uomini, N.A., 41enne e D.A., 19enne ed una donna, M.A., di 37 anni, tutti di origini albanese che, dal loro appartamento in località Giulianello, rifornivano i giovani tossicodipendenti non solo della cittadina laziale ma anche dei paesi vicini.

I poliziotti, dopo alcuni giorni di appostamenti, hanno perquisito l’abitazione dove, abilmente occultati, sono stati trovati circa 50 grammi di cocaina -già divisa in singole dosi-, materiale per il confezionamento, sostanza cosiddetta “da taglio”, bilance elettroniche di precisione, cellulari dedicati allo spaccio e 350 euro in contanti .

I 3 albanesi, dopo agli atti di rito, sono stati condotti presso le strutture carcerarie di Roma e Latina, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

24 marzo 2018 0

Azienda (dello spaccio) di famiglia a Cassino, scoperta coppia di pusher e loro aiutanti. Caccia ai clienti

Di admin

CASSINO – Ancora arresti per droga a Cassino. A finire in manette su ordine di custodia cautelare in carcere sono stati M.A., 24 enne di Cassino, mentre ad essere sottoposta al regime degli arresti domiciliari è la moglie D.R.A., di anni 22. La coppia, nonostante di giovanissimi, già vantano vari pregiudizi penali per analoghi reati.

Nel corso dei vari servizi effettuati i Carabinieri hanno proceduto al controllo di numerosissimi giovani, ed a volte anche persone mature, che si recavano all’interno dell’abitazione degli arrestati per l’acquisto dello stupefacente. Le persone intercettate dai Carabinieri venivano sottoposte a perquisizioni personali con cui si rinvenivano piccole dosi di droga che servivano per i il loro fabbisogno personale. Nel corso delle indagini sono state segnalate alla Prefettura di Frosinone, ai sensi dell’art. 75 del DPR 309/1990, sei tossicodipendenti e sottoposto a sequestro di due grammi di eroina e grammi di 0,355 di cocaina.

Nella tarda mattinata di ieri i Carabinieri di Cassino comandati dal maggiore Ivan Mastromanno sono arrivati presso l’abitazione dei due giovani per eseguire la misura cautelare nonché effettuare una perquisizione domiciliare al fine di rinvenire ulteriori elementi probatori delle attività illecite poste in essere dai due.

L’atto di polizia giudiziaria ha consentito di rinvenire, all’interno di un borsellino da donna, la somma contante di 1.445 euro in banconote di piccolo taglio, ritenuta provento delle attività illecite per cui provvedevano a sottoporla sequestro.

Mentre i Carabinieri stavano ultimando le operazioni di perquisizione presso l’abitazione dei suddetti coniugi, hanno individuato anche altri due spacciatori di droga ovvero tale  L.M. 42enne di San Giorgio a Liri, già censito, che è stato arrestato in flagranza di reato mentre R.L., 36enne da Sant’Ambrogio sul Garigliano, celibe, già censito, è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Cassino.

I due, ignari di quanto stava accadendo, sono giunti a bordo di un’autovettura sotto il palazzo di residenza dei due spacciatori proprio quando i Carabinieri scandagliavano i locali alla ricerca di droga. Il loro fare sospetto, subito ha attirato l’attenzione degli inquirenti i quali, appena uno di loro ha lasciato l’auto per salire proprio nell’appartamento in questione, è stato fermato, identificato e sottoposto a perquisizione al termine della quale i militari operanti hanno rinvenuto vari ovuli per un totale di 13,234 grammi di sostanza stupefacente del tipo eroina, nonché la somma contante di 285 euro ritenuta provento dello spaccio. Nel frangente, anche R.L., autista dell’autovettura, è stato fermato, perquisito e quale correo, è stato denunciato.

L.M. e D.R.A., al termine dell’operazione di polizia, sono stati tradotti presso le rispettive abitazioni di Cassino e San Giorgio a Liri, in regime di arresti domiciliari mentre il M.A. è stato associato presso la Casa Circondariale di Cassino, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

8 marzo 2018 0

Due cuori e una capanna dello spaccio a Piedimonte, arrestato lui e denunciata lei

Di admin

PIEDIMONTE SAN GERMANO – Questa mattina i carabinieri di Piedimonte San Germano comandati dal maresciallo Santino Messore e i colleghi del NORM della Compagnia di cassino, comandati dal capitano Ivan Masatromanno, in esecuzione dell’ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Cassino hanno arrestato un 42enne del luogo, già censito per estorsione, truffa, furto, usura e stupefacenti, per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.  Per gli stessi reati veniva deferita in stato di libertà anche la moglie dell’arrestato, 38enne, già censita per stupefacenti, furto, e ricettazione.

L’indagine trae origine da un’attività info-investigativa che permetteva di individuare, in maniera sempre più consistente, un movimento di persone attorno alla casa della coppia

I militari, quindi hanno cominciato a controllare il via vai di persone constatando che si trattava in larga parte di consumatori di droga della zona e, nel corso delle indagini, è stato verificato anche la cessione di dosi di eroina e cocaina. Nella circostanza, sono stati segnalati, alla competente Prefettura, altri 4 soggetti quali assuntori di sostanze stupefacenti. L’uomo è stato associato alla Casa Circondariale di Cassino.

23 febbraio 2018 0

Casa e bottega (dello spaccio), 42enne di Cassino arrestato per droga

Di admin

CASSINO – Ancora uno spacciatore individuato ed arrestato a Cassino. A finire nella rete degli agenti del commissariato diretto dal vice questore Alessandro Tocco è stato D. A. 42 anni originario di Napoli ma da anni residente a Cassino.

I poliziotti, insieme alla squadra dei cinofili di Roma, con il cane Yago, lo hanno arrestato perché trovato in possesso di circa 180 grammi di hashish, già suddivisi in stecche. La droga era nascosta nella sua abitazione insieme ad un bilancino di precisione.

L’arrestato ha lanciato dalla finestra una pistola, recuperata dagli agenti, e successivamente si è verificato che era una pistola giocattolo. D. A. è stato messo agli arresti domiciliari a disposizione della Procura della Repubblica di Cassino.

Ermanno Amedei

13 gennaio 2018 0

Tentano la truffa dello specchietto all’auto civetta dei carabinieri: arrestati uomo e donna

Di admin

OSTIA – Hanno scelto come vittima della loro truffa la macchina civetta dei carabinieri della compagnia di ostia. Si tratta di un uomo e una donna romani che in pieno giorno hanno tentato di mettere a segno la cosiddetta truffa dello specchietto a un’auto in transito in via della Scafa a Fiumicino. I due, rispettivamente di 30 e 24 anni, non potevano sapere che l’auto era civetta e che a bordo vi erano due Carabinieri del Nucleo Investigativo che li hanno subito smascherati e arrestati.

Dopo aver visto transitare l’auto dei Carabinieri in via della Scafa i due truffatori l’hanno inseguita invitando il conducente a fermarsi, accusandolo di avere poco prima urtato la loro auto e per cui volevano essere risarciti. Quando i Carabinieri a bordo si sono qualificati, i due C.S., 30enne di Acilia e la donna, T.M. 24enne, del quartiere Borghesiana di Roma, entrambi già noti alle forze dell’ordine, hanno tentato di fuggire ma sono stati raggiunti e ammanettati a Ostia.

Attualmente sono in corso ulteriori accertamenti per appurare le eventuali responsabilità della coppia in ordine ad altre similari truffe perpetrate nell’ultimo periodo, atteso che uno di questi annovera a suo carico numerosi reati con analogo “modus operandi”.