Tag: distrutto

29 marzo 2018 0

Monumento ai marocchini distrutto, perquisita la sede di Rivolta Nazionale

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

PONTECORVO – La rivendicazione fatta anche attraverso il Punto a Mezzogiorno dal gruppo Rivolta Nazionale è ritenuta credibile e, per questo, la Procura della Repubblica di Cassino ha emesso una ordinanza di perquisizione presso la sede degli estremisti di estrema destra. Nella notte tra sabato e domenica scorsa, qualcuno ha danneggiato la stele in località Sant’Esdra a Pontecorvo: monumento a ricordo del passaggio delle truppe francesi in quel territorio nel corso della seconda guerra mondiale. Un passaggio che servì certamente per sfondare la linea difensiva tedesca, ma che vide le truppe francesi macchiarsi di inaudita violenza nei confronti delle inermi popolazioni locali divenute loro prede di guerra. Monumento, quindi, da sempre contestato dai residenti e da chi ritiene oltraggioso il comportamento di truppe di liberazione. Martedì il gruppo neonazista ha rivendicato con un comunicato stampa quel danneggiamento. Una rivendicazione ritenuta credibile anche perché, alcuni testimoni, avrebbero riferito della presenza di esponenti del gruppo, sabato, nel territorio di Pontecorvo. Ermanno Amedei

27 marzo 2018 0

Monumento distrutto, il gruppo di estrema destra Rivolta Nazionale ne rivendica la distruzione

Di admin

PONTECORVO – Il gruppo di estrema destra Rivolta Nazionale ha rivendicato la distruzione del monumento a ricordo ai soldati francesi e nordafricani di Sant’Esdra a Pontecorvo avvenuto tra sabato e domenica.

Lo fa con una mail a IlPuntoaMezzogiorno.it. Una breve nota di poche righe in cui si fa riferimento alla mancata inaugurazione del monumento ai “gloriosi ragazzi tedeschi nazionalsocialisti – si legge – venuti a morire per salvare l’Italia dall’invasore”.

La nota continua con: “nella nostra Madre Terra trovi posto un monumento a quei marocchini della divisione francese che si macchiarono di enormi violenze verso le nostre donne, verso bambini e anziani, collaborando con gli americani che intanto dall’alto bombardavano senza pietà le nostre città. Contro quel monumento sono state fatte piccole seppur giuste azioni, adesso però era giunto il momento di metterci altro tipo di mano! Per tale motivo lo abbiamo distrutto! Ristabiliamo una volta per tutte la VERITÀ: non siamo in alcun modo disposti a vedere tacitamente riconoscimenti verso stupratori e pedofili, così come quel Pasolini di cui il monumento fu giustamente in passato distrutto. Gloria eterna agli eroi, disprezzo per i servi sciocchi del capitale! Ora e per sempre, per l’onore d’Italia”. Firmato: Rivolta Nazionale.

I carabinieri che indagano sul caso avrebbero ricevuto anche altre rivendicazioni e nessuna di esse, al momento, viene scartata.

25 marzo 2018 0

Non c’è pace per i monumenti ai caduti, distrutta la targa a ricordo delle truppe Marocchine

Di admin

PONTECORVO – E’ stata distrutta, nel corso della notte, la targa a ricordo dei caduti delle truppe marocchine che, nel corso della seconda guerra mondiale, combattevano nell’esercito francese. Ignoti, hanno distrutto il monumento in località Sant’Esdra, monumento lungamente contestato per le malefatte dei soldati nordafricani dopo lo sfondamento della linea Gustav.

Una vittoria militare spinta, non dalla voglia di vincere il nazifascismo, quanto dalla bramosia di ricevere il premio loro promesso dal comando: l’impunità sui crimini che avrebbero commesso sulle popolazioni locali “liberate”.

L’interesse per i monumenti ai vinti e ai vincitori, sembra essere, nel cassinate, il termometro per misurare la febbre delle letture e riletture storiche di avvenimenti tragici e devastanti. Un sottile telo sembra coprire  ferite ancora aperte e mal rimarginate.

Appena la scorsa settimana, a Cassino, con una iniziativa privata ma appoggiata inizialmente dal Comune, si stava per inaugurare un monumento a ricordo dei caduti dei paracadutisti tedeschi. Le forti critiche giunte da ogni dove lo hanno impedito.

Ermanno Amedei 

27 gennaio 2018 0

Vandali nel parco Baden Powell di Cassino, distrutto il trenino in legno

Di admin

CASSINO – Perché? È l’unica domanda che viene alla mente quando ti imbatti in una scena del genere: la giostrina di un parco pubblico distrutta volontariamente. Una di quelle poche cose che, semmai venissero riparate, non sarà in tempi rapidi. Così, qualcuno, ha ridotto il trenino in legno nel parco Baden Powell di Cassino. Un’area destinata a tutti, ma in particolare ai bambini che possono giocare senza il rischio di essere investiti dalle auto. Qualcuno si sarà sentito molto forte nello spaccare le tavole in legno che facevano da sedile. Ma che bravo. La giostrina danneggiata, ovviamente non è utilizzabile e non lo sarà fino alla riparazione. Ma seppure la giostrina potrà essere riparata, ciò che appare irriparabile è quella testa bacata che l’ha danneggiata.

Ermanno Amedei

30 giugno 2017 0

Incendio sull’A1 a Pontecorvo, distrutto camion bisarca e cinque auto

Di admin

Pontecorvo – Una bisarca è andata completamente distrutta insieme alle cinque auto che trasportava, in un incendio avvenuto poco dopo la mezzanotte sul tratto autostradale Ceprano Pontecorvo.

Per domare le fiamme alimentate dal materiale plastico delle auto sono servite una squadra di vigili del fuoco arrivata da Frosinone e due botti di supporto.

Inevitabili le ripercussioni sul traffico. La corsia sud dell’A1 è rimasta chiusa tra i caselli di Ceprano e Pontecorvo per circa un’ora. Il mezzo era partito dalla Bulgaria e trasportava auto usate. Sul posto gli agenti della polizia stradale della sottosezione di Cassino diretta dal Sostituto Commissario Giovanni Cerilli.

Ermanno Amedei

26 maggio 2017 0

Appartamento distrutto dalle fiamme a Subiaco. Anziano salvato dalla badante

Di redazione

Forse all’origine di un incendio che ha devastato un appartamento c’è un mozzicone di sigaretta acceso caduto sul letto. Nella casa sita a Subiaco vivevano un anziano 78enne e una badante. Le fiamme sono divampate intorno alle 3 nella camera da letto dell’uomo e nel giro di pochi secondi il rogo si è propagato dalle lenzuola al mobilio e, solamente la prontezza della badante dell’uomo che dormiva in una stanza adiacente, ha evitato il peggio. La donna infatti è riuscita a prendere l’anziano che aveva difficoltà a camminare e a trascinarlo fuori in sicurezza. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco e i carabinieri. Al momento l’appartamento non risulta essere agibile. Foto d’archivio

20 febbraio 2017 0

Camper distrutto da fiamme a Fondi, salvo proprietario e due cani

Di admin

Fondi – Camper distrutto dalla fiamme, questa mattina a Fondi. Il mezzo che aveva targa francese era abitato da un uomo e da due suoi cani. Alle 7,30 è stato lanciato l’allarme dalla via Flacca dove la casa mobile era parcheggiata e, all’arrivo dei vigili del fuoco di Gaeta, l’incendio era già divampato e avvolto la struttura.

Immediatamente, soccorso, il cittadino francese, ha riportato lievi ferite e ustioni. Salvi anche i suoi cani, uno dei quali è fuggito per lo spavento e ritrovato solo alcune ore dopo.

Sul posto sono arrivati anche i carabinieri della locale tenenza che hanno iniziato ad indagare per risalire alle cause che hanno innescato il rogo. Pare che ad innescarlo sia stato uno scaldino lasciato acceso dall’uomo che era a Fondi solo di passaggio.

13 aprile 2010 0

Fiamme nel garage, distrutto il camion di un commerciante

Di redazione

Un incendio ha distrutto, questa notte a Ferentino (Fr), un garage in via Vettorini. Il rogo è divampato nel locale in cui era custodito un grosso camion adibito alla vendita ambulante di prodotti alimentari. Il costoso mezzo è andato completamente distrutto mentre l’agibilità del locale dovrà essere accertata. A domare il fuoco sono stati i pompieri di Frosinone che hanno dovuto lavorare per alcune ore impedendo all’incendio di propagarsi ai piani superiori abibiti ad appartamenti. Pare che a generare le fiamme sia stato un corto circuito. Er. Amedei

19 marzo 2010 0

Dopolavoro ferroviario distrutto da un incendio

Di redazione

Un incendio ha reso inagibile la struttura che ospita il dopolavoro ferroviario a Frosinone. Ieri alle 23.30 l’allarme incendio è, stato lanciato vicino la stazione ferroviario. le fiamme ormai si erano propagate all’interno della sede dell’associazione in particolar modo nell’ufficio vicino al bocciodromo. I vigili del fuoco hanno dovuto lavorare almeno due ora per spegnere il rogo le cui cause, però, restano ignote. La struttura è inagibile. Ermanno Amedei