Tag: elettrica

23 maggio 2018 0

Cade albero sulla rete elettrica della linea ferroviaria tra Ostiense e Tuscolana

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ROMA – I vigili del fuoco di Roma sono intervenuti alle 16 di oggi nel Comune di Roma, in Via Solunto 19, per un albero di alto fusto caduto sulla rete elettrica della linea Ferroviaria esterna, del tratto tra la Stazione Ostiense e la Stazione Tuscolana, all’interno dell’anello ferroviario di Roma.

Sul posto una squadra vigili del fuoco e il funzionario di Servizio. Dopo che il personale tecnico delle Ferrovie dello Stato aveva tolto la tensione della linea aerea i pompieri hanno provveduto al taglio dell’albero con l’aiuto di una piattaforma ferroviaria girevole messa a disposizione delle stesse Ferrovie dello Stato. Non ci sono feriti.

1 novembre 2017 Non attivi

Furto di energia elettrica ad un ignaro utente, indaga la polizia

Di redazionecassino1

Frosinone – Un eccessivo consumo di energia elettrica fatturato nel periodo agosto – settembre crea qualche sospetto all’intestatario dell’utenza.

L’uomo, un 30enne frusinate, decide di far effettuare, da un tecnico di fiducia, un controllo del contatore.

I dubbi dell’ignaro utente diventano certezza: un impianto elettrico ben sistemato in canaline di corrugato, che scompaiono dietro una colonna di cemento, è collegato con due fili proprio al suo contatore.

Scatta la segnalazione al numero di emergenza 113 della Questura: gli agenti, ricevuta la nota dall’operatore, intervengono immediatamente sul posto.

Costatato l’allaccio abusivo, i poliziotti della Squadra Volante stanno indagando per risalire all’autore dell’atto illecito.

27 agosto 2017 0

Stacca la corrente elettrica in casa della nonna e la picchia a sangue: fermato 21enne a Sant’Elia Fiumerapido.

Di redazionecassino1

Nella notte fra il 25 e il 26 agosto, un’anziana signora di 85 anni è stata trovata in una pozza di sangue nella propria abitazione in Sant’Elia Fiumerapido. Il personale del locale Comando Stazione Carabinieri e del Nucleo Operativo del Comando Compagnia Carabinieri di  Cassino era intervenuto a seguito della segnalazione di alcuni familiari.

La donna al sopraggiungere degli agenti si muoveva a tentoni chiedendo aiuto, visibilmente scossa e spaventata, grondante di sangue per le numerose ferite e le contusioni riportate soprattutto nella regione delle braccia.  Immediatamente il personale dell’Arma ha fatto intervenire i sanitari del 118 che hanno trasportato la signora al pronto soccorso dell’ospedale di Cassino, dove a seguito delle cure le è stata prescritta la convalescenza di circa 10 giorni.

La malcapitata è poi riuscita a riferire la propria disavventura, iniziata con un sospetto black out della corrente elettrica che aveva quindi reso buia l’intera abitazione. Mentre tentava di procedere nell’oscurità, è stata improvvisamente spintonata. La mancanza di visibilità non ha permesso all’anziana di riconoscere l’aggressore, tanto che dalle prime ipotesi sembrava essere una rapina con analogo modus operandi di quella verificatesi qualche giorno fa nel territorio di Pontecorvo, sempre ai danni di un’anziana signora.

Tuttavia le serrate attività info-investigative espletate dai Carabinieri durante la notte, hanno consentito di identificare l’intruso nel nipote 21enne della vittima, che aveva chiuso l’interruttore generale dell’energia elettrica prima di introdursi in casa. Messo alle strette, il giovane ha ammesso le proprie responsabilità ma i motivi del folle gesto restano tutt’ora da chiarire.

Il 21enne è stato quindi deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Cassino, accusato dei reati di “lesioni personali e violazione di domicilio”.

Le indagini restano aperte.

Giulia Guerra

29 giugno 2017 0

Ceccano: Rubava energia elettrica alla vicina, 42enne arrestata

Di redazione

 A Ceccano, il personale del locale Comando Stazione, traeva in arresto una 42enne del luogo (già gravata da vicende penali per reati  contro il patrimonio e gli stupefacenti)  poiché resasi responsabile del rato di “ furto aggravato” di corrente elettrica ai danni di una sua vicina.  La donna  aveva manomesso il suo contatore della luce, prolungando alcuni fili e collegandoli al contatore della sua vicina,  addebitandole così  in bolletta anche i suoi consumi. Proprio questa anomalia nei consumi  aveva allarmato l’ignara vittima che, insospettita dagli elevati importi elettrici, si rivolgeva ai Carabinieri di Ceccano ai quali,  è bastata eseguire una verifica sui contatori e relativi fili  per scoprire  l’artifizio posto in essere dalla malfattrice e , nel contempo,  dichiararla in arresto.  Ad espletate formalità di rito, come disposto dalla competente A.G.,  la donna veniva condotta presso la sua abitazione in regime  di detenzione domiciliare,  in attesa del rito direttissimo. Foto d’archivio  

15 novembre 2016 0

Cassino – Falsi tecnici di un’azienda elettrica denunciati dalla Polizia per tentata truffa in danno di anziani

Di redazionecassino1

Cassino – Falsi tecnici tentano di truffare anziani coniugi, che non si lasciano raggirare e contattano il 113. La Polizia di Stato ha lanciato a livello nazionale la seconda fase della campagna di prevenzione contro le truffe agli anziani “Non siete soli #chiamatecisempre” e la Questura di Frosinone, da sempre impegnata in campagne a favore delle persone potenzialmente “indifese”, proseguirà il tour informativo facendo tappa nei paesi della provincia. Due uomini, infatti,fingendosi dipendenti di un ente di servizio elettrico, volevano far sottoscrivere un ingannevole contratto ad un’anziana coppia, che astutamente ha rifiutato di firmare e contattato il 113. Gli agenti della Squadra Volante, intervenuti prontamente, hanno fermato ed identificato i falsi tecnici. I due, di origine campana, rispettivamente di 41 e 21 anni, sono stati denunciati per il reato di tentata truffa e per entrambi è stato proposto il provvedimento del Foglio di Via Obbligatorio dal comune della Città Martire.

Questo programma ha fatto si che sempre più gli anziani sono informati riguardo ai raggiri di cui possono rimanere vittime, riuscendo loro stessi a sventare le truffe, con una maggiore capacità di reazione e di propensione a denunciare questa tipologia di reati. La Polizia di Stato con convegni, spot, social, giornali, programmi tv ha veicolato consigli utili agli over ‘65 per prevenire il fenomeno delle truffe : diffidare sempre degli sconosciuti e che il truffatore spesso si presenta come falso tecnico di gestore di servizi, come è successo ieri a Cassino. La Polizia di Stato rinnova l’invito “Non siete soli #chiamatecisempre”

22 gennaio 2010 0

Ruba energia elettrica, arrestato dai carabinieri

Di redazione

Ladro di energia elettrica beccato ed arrestato dai carabinieri della compagnia di Pontecorvo (Fr). Nella serata di giovedì, a Esperia (Fr), i militari della locale stazione, hanno arrestato per furto aggravato Benedetto D. P. 41 anni. In particolare, a seguito degli accertamenti effettuati dai militari insieme a tecnici Enel, emergeva che il prevenuto, tramite un allaccio abusivo dalla rete elettrica privata della propria abitazione a un contatore Enel posto nelle vicinanze, rubava energia elettrica ad un altro utente. L’arrestato è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari.

10 novembre 2009 0

Energia elettrica, con una truffa il Comune cambia gestore

Di redazione

Una truffa da lasciare di sasso anche i maestri Totò e Peppino. Una cosa semplice semplice ma efficace e che, comunque, prima o poi sarebbe venuta alla luce. All’insaputa di tutti, un 32enne di Avellino ha fatto cambiare gestore di energia elettrica all’intero comune di Cassino. Le prese di corrente di tutti gli uffici comunali sono passati dalla gestione dell’Enel a quella della Edison. Per fare questo, pare addirittura dal mese di maggio, il 32enne ha adoperato lettere del sindaco con firme apocrife, false carte intestate del comune, falsi timbri di funzionari e falsi documenti personali. Tutto questo per dimostrare alla Edison di aver stipulato un contratto sostanzioso e per percepire la ricca provvigione. Dopo alcuni mesi, però, la società fornitrice di corrente, ha dovuto accorgersi che il comune di Cassino era un cattivo pagatore dato che non aveva saldato nessuna delle bollette. Un conto energia che è lievitato fino a 20 mila euro e quando l’ufficio legale della società ha minacciato le vie legali, qualcuno, da piazza De Gasperi, ha fatto loro sapere di non aver mai autorizzato al passaggio da una società all’altra. Quando sono state tirate fuori i documenti, è emersa la truffa e quindi è stata informata la polizia. Il nucleo informativo del Commissariato di Cassino coordinato dal sostituto commissario Crescenzo Pittiglio, quindi, è risalito al 32enne e lo ha denunciato per truffa, sostituzione di persona, falso e uso di sigilli falsi. A questo punto resta da capire chi pagherà la bolletta del Comune. Ermanno Amedei

4 luglio 2009 0

Ruba l’energia elettrica a casa del fratello, denunciato dai carabinieri

Di redazione

Approfittando dell’assenza del fratello domiciliato in Belgio, un uomo di 40 anni di Rosciano, in provincia di Pescara, ha pensato di sfruttare la situazione, o meglio, l’impianto elettrico del consanguineo. Ad accorgersene sono stati ieri i carabinieri agli ordini del colonnello Giovanni Esposito Alaia e coordinati dal capitano Massimo Di Pietro. L’uomo è stato denunciato per furto aggravato in quanto ha realizzato un collegamento abusivo dall’abitazione del fratello alla propria. Gli stessi carabinieri della compagnia di Penne hanno denunciato tre persone per guida in stato di ebbrezza. Tra di esse, due giovani di Pescara e Penne, rispettivamente di 20 e 30 anni, ed una signora di 44 anni residente in Alanno, quest’ultima sorpresa con un tasso alcolemico pari a 1,46 g/l, ovvero quasi 3 volte superiore al limite consentito

6 marzo 2009 0

Rete elettrica impazzita, panico nel quartiere popolare

Di admin

Uno sbalzo di tensione ha seminato il panico ieri sera all’interno delle palazzine popolari in Corso della Libertà a San Pietro Infine. Lampadine esplose, elettrodomestici danneggiati sono state le prime avvisaglie di un problema alla rete elettrica dell’intero quartiere. I primi problemi si sono registrati alle 17 circa. Sul posto sono stati chiamati i carabinieri e i vigili del fuoco, allertati anche gli operai dell’Enel. Il timore della gente è cresciuto man mano fino a quando i tecnici non hanno stabilito che il fenomeno era stato causato da uno sbalzo di tensione. L’energia elettrica, amplificata rispetto al normale ha causato il danneggiamento degli elettrodomestici ed il pericolo per i residenti, tant’è che i vigili del fuoco hanno impedito il ritorno nelle case fino a che il guasto non fosse individuato e riparato. Solo alle 21 alcune squadre dell’Enel hanno iniziato a lavorare per risolvere il problema.

7 febbraio 2009 0

Arrestato per furto di energia elettrica

Di redazione

Stava rubando energia elettrica. Si tratta di un imprenditore 70enne diCasalvieri (Fr) beccato dai carabinieri di Atina con i cavi nel sacco, pardon…  con i cavi collegati alla linea eletrtrica di un privato. L’energia gli serviva per alimentare il suo cantiere edile. I militari lo hanno arrestato per “furto aggravato” e I.G., dopo le formalità di rito, è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari.