Tag: emanata

4 giugno 2018 0

Cassino, emanata un’ordinanza “anti-cinghiali”, possibile la cattura, allontanamento e l’abbattimento

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – E’ stata emanata in questi giorni una ordinanza relativa ai provvedimenti contingibili ed urgenti per la tutela della pubblica incolumità, riguardo all’allontanamento, alla cattura o se necessario all’abbattimento dei cinghiali selvatici allo stato brado nel territorio del Comune di Cassino.

“-Da molto tempo vengono avvistati dai cittadini, con sempre maggiore frequenza, cinghiali selvatici allo stato brado nelle vie centrali e periferiche della città e nelle pertinenze del Parco Naturale Regionale Monti Aurunci – ha detto il consigliere delegato alla Protezione Civile, Alessio Ranaldi – Oltre agli avvistamenti sono pervenute numerosissime segnalazioni, e continue esternazioni mediatiche su mass media, di danni prodotti dagli stessi cinghiali sia a cose sia a fondi agricoli sempre nella stessa zona .

La presenza di animali, in particolar modo nelle ore serali, può essere fonte di pericolo, nello specifico, per la sicurezza stradale e, in generale, per la sicurezza pubblica e provoca inoltre situazioni di tensioni sociali. Il loro avvistamento provoca panico nella cittadinanza a causa della mole e della aggressività di detti animali. Inoltre, gli stessi cinghiali possono divenire vettori potenziali di specifiche malattie infettive o diffuse in quanto con la loro proliferazione non controllata è sempre più frequente il loro avvicinamento ai luoghi abitati o alle attività economiche/artigianali e il contatto con l’uomo.

Quindi, ci è sembrato senz’altro opportuno, in assenza della possibilità di applicazione delle specifiche normative previste che pongano a tale problematica, emanare un’ordinanza contingibile ed urgente con cui si disponga l’allontanamento e/o cattura e/o abbattimento di quei cinghiali che siano potenzialmente pericolosi. Il provvedimento è palesemente necessario al fine di evitare danni a cose e persone. Per scongiurare un pericolo all’incolumità pubblica e per non incorrere nella situazione in cui alcuni cittadini sentendosi minacciati pongano in essere una eliminazione di tali animali in modo autonomo e di conseguenza potenzialmente dannoso. Le azioni di allontanamento, cattura, dovranno essere effettuate nel rispetto di tutte le norme di sicurezza pubblica anche con l’ausilio di volontari (Protezione Civile o altre organizzazioni) ed interrotte immediatamente in caso di avverse condizioni climatiche o di particolari situazioni che possano mettere a rischio la sicurezza degli operatori o di terze persone; dovranno essere assicurati, anche attraverso la collaborazione di personale e attrezzature del Comune eventuali servizi di viabilità necessaria”.

foto di repertorio

 

19 dicembre 2016 0

D’Alessandro: emanata ordinanza per contenimento inquinamento

Di redazionecassino1

Il Sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro ha firmato, oggi, un’ordinanza urgente per il contenimento dell’inquinamento atmosferico. “Dopo un’attenta analisi dell’informazioni recepite sull’inquinamento atmosferico della nostra città abbiamo deciso di adottare alcune misure per riuscire a contenere i valori di PM10 nell’aria. Pertanto, Negli edifici ad uso residenziale, commerciale e direzionale, attività ricreative, di culto, sportive, scolastico ed assimilabili, la temperatura non può essere superiore a 19° C.Negli edifici ad uso industriale e artigianali e assimilabili la temperatura non può essere superiore a 18° C. Per gli impianti di riscaldamento alimentati a gasolio o nafta e biomasse il periodo di accensione deve essere ridotto di 2 ore rispetto a quelli consentiti dalle norme del DPdR n. 412 del 1993. Nelle altre attività produttive è vietato l’uso di legna da ardere o biomasse per alimentare impianti di riscaldamento con potenza superiore a 35 KW qualora esista la possibilità di utilizzare combustibili gassosi o GPL. E’ fatto divieto di climatizzazione dei seguenti spazi: cantine, ripostigli, scale primarie e secondarie che collegano spazi di abitazioni con cantine, box, garage. Inoltre sarà predisposto il blocco totale del traffico per tutti i veicoli e motocicli a motore per i giorni 25 e 26 dicembre 2016 e 1 gennaio 2017, dalle ore 7,00 alle ore 22,00. Il provvedimento, inoltre, prevede l’obbligo di spegnimento dei motori dei veicoli durante le soste e durante l’attesa ad impianti semaforici. Tale obbligo è esteso anche ai veicoli commerciali durante lo scarico/carico merci”. Sempre su questa tematica, l’Assessore all’Ambiente, Dana Tauwinkelova annuncia che: “Abbiamo ottenuto un finanziamento di 105mila euro dalla Provincia di Frosinone per la riqualificazione della qualità dell’aria. Useremo queste risorse completamente per installare varchi elettronici alle porte della ZTL della nostra città. Un provvedimento necessario visto e considerato che non disponiamo una quantità consona di agenti di polizia municipale per controllare gli ingressi della zona a traffico limitato esistente e mai attuata regolarmente. Servono misure permanenti, su cui stiamo lavorando appunto. Torno a evidenziare, comunque, che non basta che qualche città o comune, come Cassino adotti più di altri misure ferree di limitazione delle fonti inquinanti, e magari altri ignorino ogni misura. La questione non è risolvibile entro i limiti del proprio territorio, occorre lavorare, agire, per aree geografiche geomorfologicamente omogenee, consistenti, oltre i sempre meno importanti confini comunali”. Ha concluso l’Assessore all’ambiente Dana Tauwinkelova.