Tag: energetico

24 maggio 2018 0

Il progetto “Capoclasse energetico” premiato al Forum della P.A. 2018

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Il progetto Capoclasse energetico del Comune di Cassino è risultato uno dei 100 progetti premiati al FORUM PA 2018 nell’ambito del contest “Premio PA sostenibile. 100 progetti per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030”.

Il progetto ha concorso nell’ambito Ambiente, energia, capitale naturale e valutato da una Giuria di esperti in base ai seguenti criteri: Innovatività e originalità della soluzione prodotta/proposta, Trasferibilità (replicabilità del progetto in contesti differenti), rilevanza (rispetto all’ambito di riferimento e il grado di impatto sui destinatari), sostenibilità organizzative ed ambientale (nell’ottica dell’interdisciplinarità per la definizione di benessere e progresso).

“Abbiamo presentato la candidatura del progetto cofinanziato dal Consiglio Regionale del Lazio – ha detto Paola Verde responsabile per il Comune del progetto Capoclasse energetico – che aveva già aveva attirato l’attenzione degli organi di informazione nazionale. Più precisamente il TG1. Un programma che ha coinvolto tutte le Scuole dell’obbligo di Cassino, il Liceo Varrone, il Liceo Artistico e Unicas, mettendo insieme l’intera filiera educativa della città. E’ una soddisfazione enorme per tutti coloro che hanno lavorato nel progetto: bambini, insegnanti, studenti, personale tecnico ed amministrativo delle Scuole dell’obbligo e dei Licei coinvolti (Liceo Varrone e Liceo Artistico Bragaglia), funzionari e personale degli Assessorati alle Attività produttive, alla Cultura e all’Ambiente, l’Assessore Dana Tauwikelowa, il già Assessore Nora Noury, i colleghi dell’Università di Cassino. Un grazie a tutti. Ma un ringraziamento speciale va innanzitutto alle dirigenti delle scuole dell’obbligo di Cassino per la pazienza e la collaborazione che abbiamo ricevuto nella fase più delicata del progetto, quando siamo andati nelle aule dei bambini. E, poi, all’esercito dei 130 studenti dei Licei in azione in tutte le scuole dell’obbligo. Ragazzi che si sono lasciati coinvolgere con entusiasmo e responsabilità. La prova più certa della bontà della proposta educativa per loro e per i loro amici più piccoli”.

“Capoclasse energetico non finisce qui! –ha detto invece il Sindaco, Carlo Maria D’Alessandro – E’ già lo sprone per fare meglio e coinvolgere anche altri settori della Città. Lo faremo con lo stesso entusiasmo, convinti che la sfida più vera di una Città Smart è il coinvolgimento attivo e diretto dei cittadini su obiettivi di sostenibilità e rispetto ambientale.

Siamo davvero felici che il lavoro sia stato riconosciuto e premiato e per questo devo ringraziare la Professoressa Paola Verde che fino a qualche mese fa era assessore alle Attività produttive e Smart City e che ancora oggi collabora con la nostra amministrazione, in quanto nominata componente del “Comitato di attuazione del programma”, l’assessore all’Ambiente, Dana Tauwinkelova e il già assessore alla Cultura, Nora Noury.

Il prossimo 29 maggio alle ore 10 nella Bibloteca Comunale siamo lieti di incontrarci per il consuntivo del progetto Capoclasse energetico. In quell’occasione saranno consegnati i diplomi di partecipazione al progetto ed inaugureremo la mostra dei lavori dei bambini sui temi dell’ambiente”.

31 ottobre 2017 Non attivi

Capoclasse Energetico: Comune, Universita’ e Scuole insieme per migliorare la qualita’ della vita

Di redazionecassino1

Cassino – Si è svolta questa mattina nella Sala Restagno la conferenza stampa per la conclusione della prima fase relativa al Progetto “Capoclasse energetico” promosso dagli assessorati all’Innovazione tecnologica, Ambiente e Cultura del comune di Cassino.

Un’iniziativa cofinanziata dalla Presidenza del Consiglio Regionale del Lazio a cui hanno aderito tutte le Scuole dell’obbligo (elementari e medie), gli Istituti superiori: Liceo Socio-Pedagogico e Liceo Artistico, i Dipartimenti DIEI e DICEM di Unicas, UNICAS con la Delega SCIRE nell’ambito dell’iniziativa “Smart Cassino. L’Università per un nuovo modello di città”.

Presenti il Sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro, il Magnifico Rettore dell’Università di Cassino, Giovanni Betta, l’assessore all’Innovazione Tecnologica, Paola Verde, l’assessore all’Ambiente, Dana Tauwinkelova, l’assessore alla Cultura, Nora Noury, la Prof.ssa Giulia Orofino, delegata SCIRE, e la dirigente scolastica Filomena De Vincenzo del Liceo “M.T.Varrone”.

“Il nostro obiettivo è quello di formare i bambini di tutte le scuole della nostra città sul risparmio energetico. – Ha detto l’assessore all’innovazione tecnologica, Paola Verde – Oggi si chiude la prima fase del progetto: abbiamo formato 130 studenti degli istituti superiori in sei incontri formativi, grazie alla disponibilità di 20 docenti tra Università e Scuola. Saranno, invece, 3000 i bambini che nella seconda fase saranno incontrati e educati attraverso esempi di razionalizzazione energetica”.

“Sono convinto che il progetto Capoclasse energetico – ha detto invece il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro – sarà un’esperienza importante per tutti: sia per i ragazzi che andranno nelle scuole elementare ad insegnare, sia per i bambini che apprenderanno le principali nozioni per migliorare la qualità della vita negli istituti scolastici, ma anche per noi amministratori. Attraverso questa iniziativa il Comune investe sulla parte più importante della società della città, ovvero le nuove generazioni che rappresentano il futuro di Cassino”.

“Capoclasse energetico, considerate le tante realtà coinvolte rappresenta sotto tutti i punti di vista, consentitemi il termine anglosassone, una “best practice”. – ha commentato il Rettore Betta – Una esperienza modello sicuramente da ripetere. Abbiamo le istituzioni che fanno squadra: dalla Regione che finanzia al Comune che si fa promotore e l’Università che non si sottrae al suo ruolo di “formatore”. Tutta la filiera formativa è coinvolta in questa iniziativa che rappresenta una grande sfida per noi, ma anche per tutti i ragazzi coinvolti”.

“Per noi questo progetto rappresenta una sfida importante – ha detto l’assessore Nora Noury – l’inizio di una rivoluzione culturale che sicuramente potrà avere dei risvolti positivi sulla qualità della vita nella nostra città. Partiamo dai più piccoli per poter estendere le buone norme per il risparmio energetico all’interno delle famiglie di Cassino”. “Il percorso formativo sul risparmio energetico – ha detto, invece, l’assessore all’Ambiente Dana Tauwinkelova – sarà implementato da una serie di lezioni sulla raccolta differenziata. Capoclasse energetico è a tutti gli effetti un progetto di educazione ambientale che vuole stimolare il coinvolgimento attivo dei ragazzi in classe per richiamare le buone pratiche che con il tempo consentiranno di migliorare la qualità di vita dei cittadini e favorire lo sviluppo dei territorio in chiave sostenibile”.

Dopo la conferenza stampa, tutti i ragazzi sono stati impegnati presso l’Auditorium del Varrone in una sfida in tempo reale, un live-contest, con una serie di quiz a risposta multipla sugli argomenti trattati durante la formazione.

30 ottobre 2017 Non attivi

Terminata la prima fase del progetto “Capoclasse energetico” domani la conferenza stampa

Di redazionecassino1

Cassino – Si svolgerà domani martedì 31 ottobre 2017, alle ore 10,30 nella sala Restagno del comune di Cassino, la conferenza stampa per la conclusione della prima fase relativa al Progetto “Capoclasse energetico” promosso dagli assessorati all’Innovazione tecnologica, Ambiente e Cultura.

Un’iniziativa a cui hanno aderito tutte le Scuole dell’obbligo (elementari e medie), gli Istituti superiori: Liceo Socio-Pedagogico e Liceo Artistico, i Dipartimenti DIEI e DICEM di Unicas, UNICAS con la Delega SCIRE nell’ambito dell’iniziativa “Smart Cassino. L’Università per un nuovo modello di città”.

Interverranno il Sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro, il Magnifico Rettore dell’Università di Cassino, Giovanni Betta, l’assessore all’Innovazione Tecnologica, Paola Verde, l’assessore all’Ambiente, Dana Tauwinkelova, l’assessore alla Cultura, Nora Noury, la Prof.ssa Giulia Orofino, delegata SCIRE, i Prof. Stefano Chiaverini e Marco Dell’Isola rispettivamente dei dipartimenti DIEM e DICEM della Facoltà di Ingegneria UNICAS e le dirigenti scolastiche Filomena De Vincenzo del Liceo “M.T.Varrone” e Pietro Pascale dell’Istituto “A. Righi”.

“Oggi si chiude la prima fase di questo importante progetto. – ha detto l’assessore Paola Verde – Si è concluso l’iter formativo dei ragazzi degli istituti scolastici che hanno aderito al progetto che, a loro volta, a breve insegneranno ad altri studenti quello che hanno recepito sul risparmio energetico.

Nelle ore di lezione sono stati toccati temi come l’efficientamento energetico degli edifici, le problematiche riscontrate in questo settore nella nostra nazione, le biomasse e il risparmio di energia elettrica nelle azioni che facciamo tutti i giorni a scuola

Un futuro sostenibile per la nostra società passa anche attraverso la conoscenza e la razionalizzazione delle risorse energetiche di cui disponiamo”.

“Stiamo parlando di un progetto innovativo che sicuramente, nel tempo, potrà portare benefici tangibili alla nostra comunità – ha detto il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro – Partiamo dai giovani con lo scopo di far arrivare nelle nostre famiglie le buone usanze per il risparmio energetico. Stimolando l’adozione di nuovi stili di vita dei cittadini si riesce a garantire il risparmio economico, il risparmio, come in questo caso, dell’energia consumata, la riduzione dei rifiuti e contemporaneamente si migliora la qualità della vita delle persone”.