Tag: erano

24 luglio 2018 0

Automobili senza copertura assicurativa, nel 2017 in Italia erano 2,8 milioni

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ATTUALITA’ – Uno dei problemi principali del settore assicurativo, che si ripercuote anche sui rischi nella circolazione su strada, è il numero degli autoveicoli che circolano senza l’obbligatoria copertura assicurativa  per la responsabilità civile auto. I numeri riguardanti l’anno 2017 mostrano come la tendenza a evadere il pagamento sia in diminuzione, anche se riguarda ancora 2,8 milioni di veicoli, un numero consistente.

Rispetto al 2016, il calo è stato di 100.000 unità, e la concentrazione maggiore di tali mezzi risulta essere al sud Italia, dove le polizze assicurative spesso costano molto di più rispetto ad altre regioni del nostro Paese. Il record negativo viene registrato nella provincia di Napoli, dove un veicolo su sei risulta essere sprovvisto dell’obbligatoria assicurazione.

Ania specifica che tale numero non tiene conto di quei mezzi che risultano fermi e non utilizzati all’interno di box o aree private, per cui non c’è l’obbligo del versamento della polizza assicurativa. Oltre a queste sono escluse anche le auto in corso di vendita nei concessionari, depositi giudiziari, ma anche le moto che hanno un’assicurazione stagionale in quanto vengono utilizzate solamente nel periodo primaverile ed estivo.

Visti i numeri consistenti sono allo studio nuove soluzioni per contrastare questo fenomeno negativo. Dallo scorso anno vengono utilizzati sistemi di controllo automatizzati delle targhe in circolazione grazie all’analisi che viene eseguita dalle telecamere montate su più di 200 auto della Polizia di Stato. Questi sistemi permettono di catturare delle immagini delle targhe dei veicoli, che vengono confrontate immediatamente, grazie alla rete, con il database online delle coperture assicurative presso la Motorizzazione, e chi risulta non in regola viene fermato e sanzionato. Inoltre, in questi casi, è previsto anche il fermo del dispositivo.

Una spinta alla diminuzione di questo fenomeno può provenire anche dai costi in calo relativi al premio dell’assicurazione auto, che dal 2012 al 2017 sono scesi del 25%, inoltre per risparmiare ulteriormente ci si può affidare a UnipolSai, leader delle RC Auto in Italia, che propone polizze per ogni genere di esigenza, permettendovi le massime garanzie a un prezzo contenuto e coprendo in modo completo per ogni genere di sinistro su strada.

Tornando ai metodi di controllo, un esempio dell’efficacia dei controlli attraverso telecamere è rappresentata dall’operazione “Mercurio Insurance”, che ha portato alla verifica di 400.000 mezzi, con 2419 veicoli che sono stati sequestrati. Inoltre, sono stati compiuti 12 arresti e 45 denunce, mentre va sottolineato come il 40% di coloro che sono stati pizzicati senza assicurazione aveva dei precedenti a livello penale, inoltre, nella maggior parte dei casi, la mancata presenza dell’assicurazione si accompagna alla mancata revisione del mezzo.

Il vero problema però sono i pericoli che questi veicoli generano circolando su strada, soprattutto nel caso in cui siano coinvolti in un incidente. Nel caso di danni, a rispondere è il Fondo per le vittime della strada, creato appositamente per tale scopo, ma che non risulta essere un sistema che gode di una perfetta salute, visti i conti perennemente in rosso e le tantissime richieste che vengono presentate. Tale fondo viene finanziato grazie all’aliquota del 2,5% applicata a ogni premio RC Auto e i massimali al momento sono di 5 milioni per danni a persona e 1 milione per danni a cose.

18 giugno 2018 0

VIDEO – “Topi” di distributori automatici arrestati ad Alatri, in due erano l’incubo delle gettoniere

Di admin

ALATRI – “Topi” di distributori automatici arrestati dai carabinieri di Alatri. Gli uomini del colonnello Fabio Cagnazzo, comandati dal maggiore Gabriele Argirò, hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Frosinone a carico di due uomini.

Si ipotizza, e per questo sono indagati, che il duo sia responsabile di diversi assalti a distributori automatici, forzando i quali, venivano asportati dei soldi contenuti nelle cassette interne. Nelle immagini registrate dalle telecamere a circuito chiuso si vede, come operava uno dei due immortalato con il volto travisato e con gli arnesi necessari per scassinare.

Secondo gli investigatori il loro campo d’azione spazia tra Alatri, Veroli e Frosionone.

Ermanno Amedei

21 maggio 2018 0

Morolo, si erano persi durante un’escursione, ritrovati i due minori di 16 e 17 anni

Di redazionecassino1
MOROLO – Brutta avventura per due ragazzi, di 16 e 17 anni,di Frosinone che durante un’escursione sulle montagne del comune di Morolo domenica mattina si erano persi. I due ragazzi, probabllmente, avevano perso l’orientamneto durante l’uscita sule montagne del comune ciociaro. Subito erano scattate le ricerche da parte della polizia locale, dei carabinieri e dei vigili del fuoco. In mattinata l’epilogo della vicenda, gli agenti della polizia locale con l’ausilio dei vigili del fuoco e dei carabinieri hanno tratto in salvo i due ragazzi. I giovani, tuttavia, erano riusciti da soli ad allertare i soccorsi con i loro cellulari. Immediate sono scattate le ricerche anche con l’ausilio di un elicottero che sono terminate alle 11.30 con il ritrovamento dei due minorenni. Portati a valle, sono stati rifocillati e poi sono tornati a casa con i genitori. foto repertorio
19 dicembre 2017 0

Frosinone, Controlli della polizia: identificati due giovani che erano in cerca di droga

Di redazione

Frosinone- La pattuglia della Squadra Volante della Questura sta perlustrando una zona del capoluogo, conosciuta come piazza di spaccio, quando nota due uomini che si aggirano con fare sospetto. Fermati ed identificati: hanno rispettivamente 26 e 25 anni, dell’hinterland frusinate in cerca di droga. Il primo, con precedenti per reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti, ha a carico il Foglio di Via Obbligatorio dal comune di Frosinone: l’inottemperanza gli costa una denuncia. Lo stesso provvedimento di allontanamento è stato emesso per il suo amico.

17 maggio 2017 0

Emergenza stranieri, salgono a 2800 i rifugiati in Ciociaria. A maggio erano 800

Di redazionecassino1

Frosinone – Sono 2.800 i cittadini stranieri richiedenti asilo politico in provincia di Frosinone. Un numero che in un anno si è più che triplicato. Nel maggio dello scorso anno, infatti il numero delle presenze di migranti nei comuni ciociari superava di poco gli 800. Una tendenza che sembra continuare a salire in vista degli sbarchi estivi. La Prefettura di Frosinone continua a cercare soluzioni abitative e si moltiplicano le cooperative che rispondono ai bandi. Si predilige i casolari in campagna, riadattati e resi abitabili per ospitare stranieri. Ermanno Amedei

27 luglio 2010 0

Narcotizzati e derubati mentre erano in vacanza al mare, brutta avventura per la famiglia di un bancario

Di redazione2

Impiegato narcotizzato e rapinato mentre dormiva con la sua famiglia nell’appartamento al mare sull’adriatico.

Ad agire una quindicina di giorni fa sono stati sicuramente dei professionisti attratti probabilmente dalle due auto di lusso in sosta nel giardino sottostante la palazzina.

L’impiegato, un 40 enne originario di Arpino ma residente a Sora si era trasferito con la moglie ed i suoi tre figli al mare nell’appartamento di proprietà.

E’ stato durante una notte che ignoti si sono introdotti nell’abitazione al primo piano di una palazzina, hanno dapprima narcotizzato tutti e poi si sono mossi nelle stanze alla ricerca di preziosi e delle chiavi dell’auto.

In un borsello hanno trovato e rubato anche 500 euro in contanti, poi hanno preso le chiavi della bmw e della mercedes portandole via indisturbati.

L’impiegato al risveglio ha sentito un dolore alla testa e si è accorto subito di quanto era accaduto perché la finestra della camera era aperta e sul balcone sparse qua e la c’erano le carte di credito.

Dopo aver constatato che la sua famiglia benché indolenzita stava bene l’impiegato si è rivolto alle forze dell’ordine del posto per sporgere regolare denuncia.

Tamara Graziani

7 aprile 2010 0

Come erano i Ciociari nel 1800, la storia dei costumi in un libro di Santulli

Di redazione

S’inaugura venerdì 9 aprile, alle ore 17,30 presso la splendida sede della Villa Comunale di Frosinone una mostra fondamentale per la storia stessa della Ciociaria. L’Assessore alla Cultura del capoluogo Dr. Narciso Mostarda, in collaborazione con l’Assessorato Provinciale alla Cultura e la Fondazione Umberto Mastroianni, ha ritenuto di dover porre all’attenzione della cittadinanza e, soprattutto delle Istituzioni Scolastiche un grande evento significativo per il nostro territorio e la sua storia. Si tratta di poter visitare opere d’arte preziosissime sia dal punto di vista artistico che storiografico perché ritraggono, attraverso il talento dei maggiori esponenti dell’arte figurativa europea del 1800, la quotidianità dei nostri territori, dimostrando inequivocabilmente la necessità di rivendicare una identità smarrita nel tempo, all’interno delle… “attribuzioni più variegate di modelli regionali italiani da: romani a napoletani, da italiani ad abruzzesi” di costumi e modelli tutti appartenenti alla Ciociaria storica. Oli, guazzi, acquerelli e sculture che aiutano a ripercorrere l’enorme fortuna della presenza del personaggio ciociaro nella pittura del sette/ottocento cercando di coinvolgere studiosi, critici e popolazione tutta in un appassionato recupero di un patrimonio fondamentale per una terra che ancora oggi sembra alla ricerca di una identità perduta e mortificata dall’assoluta mancanza di orgoglio per le proprie origini. Un orgoglio che va recuperato con ricerche e studi appassionati perché la laboriosità, la lotta incessante contro l’emarginazione sociale, l’indole ferma e generosa e la bellezza sono le caratteristiche storico-vocazionali della nostra gente,. Sono presenti in mostra opere di Jalabert, di Weisz, di Brandon e di Bertrand, artisti presenti in tutti i più importanti musei d’arte di Francia. Occorre altresì sottolineare la presenza di Celestin J.Blanc e di Anton Romano il più importante pittore austriaco del tempo, né mancano opere di italiani quali: Gonsalvo Carelli e del padre Raffaele Carelli, lo scopritore delle cascate di Isola del Liri agli inizi del 1800. Tra gli acquerelli in mostra sono da non perdersi quelli magnifici di Matthew Digby Wyatt, valente pittore ed architetto dell’epoca vittoriana e del Wallone belga Adrien de Witte. Tra le sculture si nota il Buon Pastore di Albert E. Carrier – Belleuse, artista che contava tra i suoi allievi il famoso Rodin. In sostanza una occasione unica per immergersi in una epoca di grandi travagli per la Ciociaria, ma estremamente significativa per un popolo che seppe fare del lavoro il simbolo di una onesta e laboriosa stirpe. L’inaugurazione sarà preceduta dalla presentazione del Volume: “Il Costume Ciociaro nell’Arte Europea del 1800” di Michele Santulli da parte della Professoressa Loredana Rea, che esalterà i contenuti tecnico-artistici, dall’Avvocato Luciano Santoro che sottolinierà l’importanza storico, documentaria e etnografica del lavoro di Michele Santulli, personaggio notissimo cui si debbono tutte le fatiche di ricerca e recupero dei patrimoni esposti ed infine l’On. Massimo Struffi, che da anni si batte per l’istituzione in Provincia di strutture finalizzate al recupero dei patrimoni artistici del passato e per un Museo d’Arte contemporanea, interverrà per ribadire l’urgenza e l’indifferibilità di realizzare, con l’enorme mole di materiali già disponibili, uno specifico museo che possa anche diventare pinacoteca d’arte, recuperando le opere e le figure dei grandi e numerosi artisti ciociari del passato. FROSINONE, VILLA COMUNALE 9-26 APRILE 2010. PER INFORZMAZIONI: 0775-265413 begin_of_the_skype_highlighting              0775-265413      end_of_the_skype_highlighting begin_of_the_skype_highlighting              0775-265413      end_of_the_skype_highlighting OPPURE 0776-848177