Tag: europei

22 maggio 2018 0

La puntura di Ultimo… alle paure dei politicanti europei

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

LA PUNTURA DI ULTIMO – “Sia i socialisti europei che il PPE hanno espresso parole di preoccupazione per il nascente governo italiano targato Lega-M5S. Preoccupati perché i loro partiti sono giunti al capolinea?”

Ultimo

27 gennaio 2018 0

La puntura di Ultimo… ai leaders europei anti Trump

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – “I leaders europei hanno subito fatto quadrato criticando la decisione di Trump di imporre dazi. Ma nessuno di loro è mai stato visto fuori ai cancelli delle fabbriche chiuse per delocalizzazione a spiegare agli operai licenziati perché è giusto importare prodotti sottocosto. È facile dire buffonate in TV quando poi giri con la scorta…”.

Ultimo

27 maggio 2017 0

Gli europei come un gregge di pecore

Di admin

di Max Latempa

Il fallimento politico, storico e morale della classe politica europea è da lungo tempo sotto gli occhi di tutti. Eppure la Merkel è sempre al suo posto, Renzi non ha lasciato la scena come aveva promesso, Macron ha preso il posto di Hollande di cui era ministro, gli altri valgono meno di zero e fanno a gara ad accodarsi. La Gran Bretagna è fuggita quando ha capito che i morti della prima e seconda guerra mondiale si stavano rivoltando nella tomba vedendo la Union Jack inglobata nel nascente Quarto Reich con sede a Bruxelles.

Cosa succede alla gente in Europa? Perché, nonostante i disastri evidenti in tema di globalizzazione, moneta unica, sicurezza ed immigrazione ed armonizzazione normativa alimentare e fiscale, le persone non riescono a liberarsi di questi politici inetti e lontani anni luce dalla figura del Pater Familias, cioè l’esempio anche giuridico di chi dovrebbe prendere decisioni coerenti e sensate nell’ interesse della collettività?

Eppure sempre più morti, spesso bambini, rimangono a terra nelle città europee colpite dalla nuova intifada, sempre più immigrati arrivano in maniera sospetta sulle nostre coste assorbendo fiumi di risorse economiche negate invece a milioni di cittadini aventi diritto (malati, portatori di handicap, famiglie meno abbienti, pensionati), sempre più aziende chiudono a causa della concorrenza sleale, sempre più multinazionali godono di favori fiscali negati ai comuni mortali, sempre più incomplete risultano le etichette sui prodotti che compriamo.

Mentre mettiamo le sanzioni alla Russia permettiamo alle bande libiche ed al Rais turco di tenerci in scacco. Mentre ci prostriamo all’ invasione cinese prendiamo le distanze da Donald Trump, l’ unico uomo al mondo che può permettersi di dire in faccia a chicchessia quello che pensa.

La melassa dei burocrati ha imprigionato la fiera e geniale Europa. Siamo ormai tutti soldatini ipnotizzati incapaci di distinguere dove ci stanno portando, come pecore guidate dal pastore prima al pascolo, poi alla tosatura, infine al macello.

Fior di esperti ci dicono che è necessario abbattere le frontiere, le differenze, i nazionalismi e le tradizioni. Poi ci trasformeremo in una società multirazziale, spersonalizzata, senza origini e tradizioni, senza radici ed individualità. Un popolo di pecore. Magari tanti greggi, ma ognuno con il suo pastore.

Basta guardarli in faccia gli europei di oggi. Una parte di essi hanno tratti asiatici o africani. Un’ altra grossa parte ha lo sguardo da pecora.

 

8 maggio 2017 0

Piedimonte al voto. Ferdinandi: “Costituiremo un team di studiosi per intercettare fondi europei”

Di redazionecassino1

Piedimonte San Germano – Decima tappa per il “Tour della Proposta” del candidato a primo cittadino di Piedimonte San Germano, Gioacchino Ferdinandi. Il gruppo capeggiato dal trentacinquenne avvocato incontrerà i cittadini fino al 9 di maggio prossimo per presentare progetti, idee e proposte del movimento civico Piedimonte#ORA. Domenica 7 maggio, alle ore 18.30, il tour ha fatto tappa in via Milazzo. Ad accompagnare l’aspirante Sindaco Gioacchino Ferdinandi vi era una dei dodici sostenitori della sua candidatura, Elena Spiridigliozzi. E’ stata proprio quest’ultima ad introdurre l’argomento e a presentare il progetto Piedimonte #ORAnuova. “Sarà nostro preciso dovere cercare di abbassare i costi della spesa collettiva ottimizzando le somme e cercando di ridurre ulteriormente la pressione fiscale ai cittadini di Piedimonte – ha sottolineato Elena Spiridigliozzi -. E’ per questo che fra i nostri progetti di governo abbiamo inserito la riorganizzazione e il miglioramento dell’efficienza dell’apparato amministrativo municipale, al fine di eliminare eventuali sprechi e inefficienze. Queste risorse potranno poi essere investite e utilizzate in altri settori, oggi carenti. La nostra idea di Piedimonte#ORAnuova ha a che vedere con un modo di amministrare attuale e al servizio di tutti ma soprattutto rivolta verso bambini, persone che vivono nel disagio, anziani. Senza tralasciare, in un momento di difficoltà economica come quello che stiamo attraversando, le esigenze delle famiglie. Sono convinta che la collettività, ed in questo caso il Comune, debba sostenere le fasce deboli della popolazione, verificando con assoluta oculatezza il reale disagio. La necessità che gli sforzi collettivi siano correttamente orientati è fortissima – ha concluso Elena Spiridigliozzi – e la sempre minore disponibilità di risorse rende quanto mai necessario una ancor più rigorosa applicazione di tutte quelle forme di verifica e controllo sulle dichiarazioni di bisogno”. A Elena Spiridigliozzi ha fatto eco il candidato Sindaco Gioacchino Ferdinandi. “Il nostro progetto politico e di governo è legato semplicemente ad un unico filo conduttore che ha a che vedere con la concretezza e la partecipazione – ha detto Gioacchino Ferdinandi -. La concretezza determinata dalla volontà di rendere Piedimonte a misura di cittadino, mentre la partecipazione di tutti ci darà la possibilità di progettare insieme il futuro del paese dove viviamo. Grandi sono le innovazioni che ci attendono nello scenario territoriale, anche grazie alla presenza della Fca e del suo indotto sul nostro territorio. La nuova amministrazione dovrà prendere decisioni importanti e che segneranno il futuro della collettività per decenni. Ed è per questi motivi che Piedimonte#ORA ha in mente la costituzione di un “Team di Studio” che sarà fondamentale e indispensabile per individuare e richiedere finanziamenti europei per attività di sviluppo e interventi su tutto il territorio municipale. Ma tutto questo sarà realizzabile solo se ci metteremo al passo con i tempi, con le nuove tecnologie e saremo in grado di stringere strategici accordi culturali e di scambio, soprattutto con quei paesi che in tal senso sono avanti a noi. E’ per questo – ha concluso Ferdinandi – che il gruppo che mi sostiene ha deciso di inserire fra i suoi primi progetti di sviluppo proprio l’espansione del cablaggio internet di ultima generazione, il potenziamento di servizi informatici e della rete Wi-Fi su tutto il territorio”.

8 febbraio 2017 0

Campionessa Regionale di karate, a 17 anni Noemi Nicosanti agli Europei di Sofia

Di admin

Velletri – Ha 17 anni, è di Velletri e ha conquistato il titolo di campionessa di karate seniores assoluta della Regione Lazio.

Noemi Nicosanti, tesserata dalla società asd Toukon Karate-Do di Velletri, domenica scorsa, ha vinto tutti gli incontri per 5 a 0 anche con atlete con esperienza di gran lunga superiore alla sua e con questa vittoria si qualifica alla finale del Campionato Italiano che si svolgerà nel mese di marzo.

La studentessa che frequenta il quarto anno del liceo Linguistico Landi di Velletri, fa parte della Nazionale di karate con la quale è in raduno dal 6 al 14 febbraio presso il centro Olimpico dell’Esercito in preparazione del campionato europeo che si svolgerà a Sofia dal 17 al 19 febbraio prossimo al quale partecipa per la seconda volta in rappresentanza dell’Italia.

Er. Amedei

6 luglio 2010 0

Fondi europei, Abbruzzese: “Indispensabili per enti e imprese”

Di redazione

“La Regione Lazio non può permettersi il lusso di perdere nemmeno un centesimo dei fondi europei. In tal senso si deve assolutamente lavorare per il rinnovo di tutto il sistema degli stanziamenti comunitari, puntando tutto ad un maggiore raccordo fra la politica europea e quella nazionale. Bene ha fatto la Governatrice Polverini a sottolineare, nell’incontro avuto con il ministro Fitto, che bisogna sfruttare al meglio le tante opportunità offerte dai fondi UE, a partire da quelli Fas fino al Fondo Sociale Europeo. Urge una ricognizione e una riprogrammazione, e in tal senso chi è oggi al governo regionale sta dimostrando ampiamente di avere le idee chiare. La Giunta, infatti, sta per varare una struttura di controllo e programmazione, composta da super-esperti del settore, che avranno il compito di coordinamento, su tutto il territorio regionale, di supportare Enti locali, imprese e centri di ricerca nel redigere progetti validi. Una cabina di regia che sarà in grado, al contrario di quanto è stato fatto dalla passata amministrazione, di ridare slancio allo sviluppo e all’economia del Lazio. E’ per questo che Renata Polverini ha già incontrato il commissario europeo agli affari regionali e i dirigenti dell’UE a Bruxelles. In un momento di crisi economica come quello che stiamo vivendo, la possibilità di accedere a canali di finanziamento sovranazionali, diventa fondamentale per mantenere alto il livello di competitività delle nostre imprese”. Ad affermarlo è stato in una nota il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese.

4 marzo 2010 0

“L’Impero” di Gigi Di Fiore presentato dall’associazione docenti europei Asdoe

Di redazione

Venerdì 5 marzo alle ore 10.30 l’associazione docenti europei ASDOE, presso la biblioteca comunale “Malatesta” di Cassino, nell’ambito del progetto “Legalità e solidarietà” presenterà il Libro di Gigi Di Fiore “L’Impero”. Dopo i saluti del presidente dell’ASDOE prof. Antonio Riccardi interverranno il sostituto procuratore della Repubblica dott. Paolo Andrea Taviano e l’autore del libro Gigi Di Fiore attualmente cronista del Mattino di Napoli, moderatrice sare0 la vicepresidente dell’ASDOE prof.ssa Gabriella Latempa. L’ASDOE (Associazione Docenti Europei), convinta di dover contribuire all’educazione dei giovani alla legalità e alla solidarietà, nonché alla conoscenza della realtà territoriale dopo il progetto “Leggiamo Gomorra” ha organizzato la resentazione del libro di Gigi Di Fiore giornalista del “Mattino” di Napoli, già redattore al “Giornale” di Indro Montanelli e vincitore, nel 2001, del premio “Saint Vincent” per il giornalismo.