Tag: fermata

6 Maggio 2019 0

Auto con 4 pericolosi rapinatori fermata dalla Polsole di Cassino, recuperato bottino di violenta rapina

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Hanno fermato per controllo una macchina sull’A1 nel Cassinate, e hanno scoperto che si trattava di 4 pericolosi rapinatori.

Gli agenti della polizia stradale della Sottosezione di Cassino c’hanno visto ancora una volta giusto quando hanno notato l’Audi A3, con quattro uomini a bordo, viaggiare verso sud e hanno intimato l’alt.

Non appena ferma, dall’auto sono usciti gli occupanti, tutti di età compresa tra i 23  e i 35 anni, probabilmente stranieri che si sono dati alla fuga tra le campagne circostanti inseguiti a piedi tra la vegetazione dagli uomini del sostituto commissario Giovanni Cerilli. Dopo alcuni chilometri sono stati raggiunti e ne è nata una colluttazione durante la quale gli agenti non sono riusciti a fermare nessuno dei quattro, ma sono riusciti a recuperare una borsa che uno dei fuggitivi portava a tracolla.

L’auto e la borsa sono stati quindi portati negli uffici della polizia e dalla perquisizione è stata trovata una pistola Beretta Calibro 9 con due caricatori con sette e quattro proiettili risultata rubata. Inoltre sono stati rinvenivano alla rinfusa nello zaino anche un ingente quantitativo di monili d’oro e un orologio di pregio che ha ricollegato i quattro ad una rapina avvenuta alcune ore prima a Fiano Romano dove i malviventi hanno assaltato la villa di una coppia di mezza età e, armati di cacciaviti, ascia e pistola, hanno minacciato moglie e marito perché consegnassero gli oggetti di valore.

Sono quindi fuggiti con un bottino di circa 50 mila euro, quello ritrovato dagli agenti della polizia stradale di Cassino e riconsegnati alle vittime.

Ermanno Amedei

14 Agosto 2018 0

Morte di Paolo Rampini. Fermata una persona

Di redazione

A Frascati, nel pomeriggio di oggi a seguito di un servizio del NORM di Pontecorvo e Stazione di Ceprano, con ausilio del NORM di Frascati, in prossimità della fermata dell’autobus di Torre Angela è stata fermata un’autovettura con a bordo un italiano e un soggetto del Mali, attenzionato a seguito della morte per overdose di Paolo Rampini, avvenuta a Ceprano il 7 agosto 2018. L’uomo originario del Mali è stato arrestato e piantonato presso ospedale Frascati per aver ingerito verosimilmente ovuli di sostanza stupefacente all’atto del controllo. Proseguono le indagini. Foto d’archivio

19 Maggio 2018 0

VIDEO – Cinghiali come alla fermata dell’autobus, cuccioli e scrofa in via San Germano

Di admin

CASSINO – Pascolavano in via Riccardo da San Germano a Cassino mentre a pochi passi dal transito di autobus, auto e pedoni. Cinque cuccioli di cinghiale, sorvegliati dalla loro madre, giovedì pomeriggio sono scesi dalla collina della Rocca per pascolare in un’area condominiale tra due palazzi.

Avvistamenti non nuovi, ma le immagini dimostrano come, almeno i cuccioli, sembrano sentirsi a proprio agio anche nel traffico cittadino.Tre di loro, infatti, si sono spinti fino al marciapiedi come fossero alla fermata dell’autobus che passava a pochi metri.

C’è da preoccuparsi? Verrebbe da chiedersi. Purtroppo si se si considera che i cinghiali non sono animali domestici e che per quanto ormai sempre più spesso li si vede nei centri abitati restano un pericolo per la circolazione stradale ma anche per il senso di difesa delle mamme per i cuccioli. Temiamo di immaginare cosa potesse fare quella scrofa ad un bambino che si fosse avventurato ad accarezzare uno dei cuccioli.

Ermanno Amedei

11 Gennaio 2018 0

Coppia di insospettabili fermata con 3,7 chili di cocaina

Di admin

FIANO ROMANO (RM) – In viaggio con ttre chili e 700 grammi di cocaina. Il bagaglio sequestrato dai carabinieri a Fiano Romano ad una insospettabile coppia di turisti aveva un valore di circa mezzo milione di euro. I militari della Stazione di Fiano Romano congiuntamente a quelli dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Monterotondo hanno quindi arrestato la coppia di italiani, residenti nell’agrigentino ma domiciliati in Olanda, per concorso in detenzione ai fini di spaccio, di un grosso quantitativo di cocaina.

I Carabinieri, impegnati in ordinari controlli alla circolazione stradale nei pressi della barriera autostradale A1 Roma Nord, hanno proceduto al controllo  di un Suv, con a bordo un 54enne di Canicattì (AG), e la moglie di 53, originaria dell’Azerbaijan.

Insospettiti dal nervosismo manifestato dalla coppia, i militari hanno deciso di perquisire l’autovettura, rinvenendo nell’imbottitura dei sedili posteriori ben tre pacchetti ricoperti di cellophane per complessivi 3,7 kg di cocaina.

I due sono stati arrestati e portati in caserma, successivamente l’uomo è stato condotto presso il carcere di Rieti mentre la donna presso la casa circondariale di Roma Rebibbia, entrambi a disposizione dell’A.G. di Rieti.

21 Agosto 2017 0

Confusa, contromano sull’autostrada a Frosinone: fermata dalla polizia Stradale

Di admin

FROSINONE – Sono le ore 23.50 di sabato sera, quando il Centro Operativo Autostradale, dirama una nota di una vettura che, al km 624 dell’autostrada A/1, nei pressi del casello di Frosinone, percorre contromano la carreggiata nord.

La pattuglia della Polstrada, che al momento si trovava al casello di Frosinone, si immette immediatamente sulla carreggiata sud e dopo qualche chilometro nota sulla carreggiata opposta, una Nissan Micra che viaggia sulla corsia  d’emergenza in senso opposto a quello di marcia, creando panico tra gli automobilisti.

Con l’utilizzo dei segnali di emergenza e illuminando la vettura con i faro in dotazione, gli agenti di polizia riescono a farsi notare dalla conducente della vettura intimandogli di fermarsi.

La donna si ferma all’interno di una serie di barriere, poste a delimitare la corsia d’emergenza per dei lavori in corso, dove cerca di fare retromarcia o altre manovre potenzialmente pericolose.

A quel punto un agente, adottando opportune misure di sicurezza, attraversa le carreggiate autostradali raggiungendo la donna e rassicurandola.

L’operatore di polizia veniva raggiunto nel frattempo da una pattuglia della  Sottosezione Polstrada di Cassino che, precedentemente allertata, stava percorrendo la carreggiata nord, e successivamente, dopo aver fatto inversione al casello di Ceprano, dall’altro componente della pattuglia.

La donna una 67enne di Roma, appariva in forte stato confusionale, tale da non saper fornire indicazioni di come si trovasse contromano, nè da quale casello fosse entrata in autostrada, per cui, dopo essere stata visitata dal medico del 118, veniva trasportata presso l’ospedale Spaziani di Frosinone per accertamenti.

28 Febbraio 2017 0

Vincono due capolista su tre, solo Longobarda fermata dal pareggio con Real Valle

Di redazionecassino1

Resta saldamente in testa al torneo di Eccellenza la Longobarda Pontecorvo. Cinque le lunghezze che la separano dalla formazione volsca 03039 Sora. Entrambe costrette al pareggio casalingo a reti inviolate. La capolista nel match contro Real Valle e Sora contro Cafè Retrò Aquino. Torna alla vittoria Caira contro Viticuso per 4 a 2. Nella 19esima giornata tre gli incontri che non si sono disputati o interrotti per tafferugli fra atleti come avvenuto nel match fra Virtus Scauri e Isotopi per il quale si attende il verdetto del Giudice sportivo che assegnerà la vittoria a tavolino per 3 a 0 alla formazione pontina. Da recuperare anche gli incontri fra Extravaganti e Canceglie Sora a causa dell’incidente stradale che ha visto coinvolto un atleta della formazione di Formia. Nel derby pontecorvese fra Tordoni e Atletico a spuntarla è quest’ultima che si aggiudica il match per 2 a 3. Nel girone “A” di Promozione cinque lunghezze separano la capolista Sangermanese con la diretta inseguitrice AM Aquino (nella foto) fermata dal pareggio, 2 a 2, sul terreno di Belmonte. La capolista supera in casa, 3 a 0, AM Colfelice e mantiene il suo vantaggio in classifica. Vittorie anche per Cerreto, 4 a 3, contro S. Apollinare e San Giorgio su Terelle, con il medesimp risultato. Una sola vittoria esterna nella 19esima giornata, quella di Cervaro, 1 a 2, contro Tecnocasa Cassino. Più equilibrato il girone “B” dove a contendersi il primato sono quattro formazioni separate da pochi punti. In vetta ancora Cafè Guaranà a trentanove punti, che supera agevolmente, 4 a 1, Real Castelnuovo. Alla piazza d’onore, ad una sola lunghezza dalla capolista, AM Vallemaio, che deve recuperare l’incontro con S. Ambrogio; Collecedro che ha ragione, 4 a 3, della formazione guidata da Leone, Drink Team Lord. Quarto posto per Labbirra, la più lontana in termini di punteggio a quota trentatre, che nella 19esima giornata rimedia una sconfitta casalinga, 1 a 2, nel match che la vedeva opposta a AM Pignataro. F. Pensabene

22 Febbraio 2017 0

Tenta di baciare una ragazzina alla fermata dell’autobus, anziano sotto processo

Di admin

Sora – Tenta di baciare una ragazzina alla fermata dell’autobus a Sora e finisce sotto processo per tentata violenza sessuale e minacce. Ieri, infatti, il Gup Lo Mastro del tribunale di Cassino ha rinviato a giudizio un anziano di Sora, colpevole, secondo la Procura della Repubblica,

I fatti si sarebbero verificati a Sora nel mese di ottobre del 2015 ad una fermata di autobus quando l’inputato avrebbe tentato di prendere per il collo la giovane minorenne tirandola verso di se per provare a baciarla, non riuscendo nel suo intento perchè la giovane è stata pronta a divincolarsi. Inoltre, qualche giorno dopo l’anziano avrebbe avvicinato la minore minacciandola di non denunciare l’accaduto ma la madere della ragazza, informata dalla figlia,  non ha perso tempo e ha presentato la denuncia ai carabinieri.

All’udienza la madre si è costituita parte civile tramite l’Avv. Antonio D’Alessandro, del Foro di Cassino.

La difesa dell’imputato ha chiesto al Giudice una perizia psichiatrica allegando un precedente giudiziario del Tribunale di Frosinone nel quale l’imputato era stato dichiarato non imputabile per incapacità di volere.

Il difensore della parte civile ha evidenziato l’incongrua decisione predetta poiché lo stesso Giudice per il secondo reato contestato, aveva pronunciato sentenza di condanna.

Il Gup Lo Mastro, anche perchè il perito aveva allora dichiarato la sola incapacità di volere, e non quella di intendere, ha rigettato la richiesta di perizia e disposto il rinvio a giudizio dell’imputato.

Il processo dinanzi al Tribunale in composizione collegiale inizierà il 13 aprile prossimo.

 

17 Gennaio 2017 0

Rubano una Lexus a Roma, banda di ladri fermata a Cassino sull’A1

Di admin

Cassino – Un finestrino anteriore rotto, ha insospettito gli agenti della polizia stradale della sottosezione di Cassino che hanno fatto scattare il controllo permettendo di bloccare ladri di automobili.

Una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino  nota al chilometro 677 della A/1, nel  territorio del comune di Cassino, una vettura FIAT Stilo  con  targa polacca con due persone  a bordo, seguita da   un’ autovettura Lexus con targa italiana,  avente il finestrino anteriore sinistro rotto.

Insospettiti dall’andatura dei due mezzi, gli agenti decidono di intimare l’alt alla Lexus, comunicando contestualmente ad altra unità operativa, presente sul tratto autostradale,il transito  della Fiat Stilo.

Il conducente della Lexus  dopo qualche incertezza si ferma sulla corsia di emergenza:tentala  fuga, ma viene prontamente bloccato ed identificato  dai poliziotti.

Il giovane  è un  25enne ucraino, residente in provincia di Napoli e sprovvisto di documenti , senza alcun pregiudizio di polizia.

A   bordo della vettura, che evidenzia chiari segni di effrazione, viene rinvenuto il dispositivo elettronico “Jammer” collegato al mezzo attraverso un alimentatore da auto .

Nel frattempo un’altra pattuglia ha provveduto a fermare la  Fiat Stilo e controllare i due  occupanti:  entrambi di anni 28 e cittadini ucraini residenti in Campania con precedenti specifici di polizia.

Ritenendo che i  fermati fossero complici dell’altro cittadino ucraino, si procede a controlli più accurati.

Nella  Fiat Stilo, oltre ad essere rinvenuti  arnesi atti allo scasso, ben occultato ed incastrato sotto il cruscotto del lato passeggero,viene  trovato un telefono cellulare “modificato” con uno spinotto per le centraline, utilizzato per la messa in moto delle automobili.

I successivi riscontri investigativi hanno consentito di accertare che la Lexus era  stata rubata poco prima a Roma  e, pertanto, all’esito degli adempimenti di rito, i fermati sono stati denunciati in stato di libertà per ricettazione.

L’autovettura è stata restituita al legittimo proprietario.

10 Marzo 2010 0

Non riesce il ‘colpaccio’ a Rocca D’Evandro, fermata dal pareggio con Atletic Mignano

Di redazionecassino1

Non riesce il ‘colpo grosso’ a Rocca D’Evandro di conquistare, in solitario, la vetta della classifica nel torneo di ‘Eccellenza’. Fermato dal pareggio, 2 a 2, con Atletic Mignano, deve accontentarsi di un solo punto e dividere il primato con Volkswagen Cassino a quota 49, senza approfittare neppure del turno di riposo di questa formazione. Non perde colpi, invece, Shascia Boys, che battendo Moscuso con un sonante 4 a 0, lo raggiunge a quota 39 e si avvicina sempre più alla terza posizione in classifica. Negli scontri di bassa classifica, invece, a spuntarla sono Cerreto che batte, 2 a 1, Yammo. It. e Folgore Pico che batte, 3 a 1, Castelnuovo. Colfelice ha la meglio, in trasferta, su Colle San Magno, per 0 a 2. Senza storia, invece, lo scontro fra le due formazioni sorane dove Cenceglie Sora’08, in trasferta, rifila un secco 1 a 10 al fanalino di coda Elite Sora. Fatica, ma vince 3 a 2, Longobarda Pontecorvo contro il Portella Calcio e consolida il suo terzo poso a sole cinque lunghezza dalle prime. Trentatre le reti segnate nell’ottava giornata del girone di ritorno. Nella speciale classifica dei bomber, resta saldamente in testa Diego Matrunola (Rocca D’Evandro) con 23 punti, seguito, a 12 centri, da Domenico Di Cesare ( Moscuso) e Fulvio Carnevale (Portella).  Il prossimo turno vedrà le squadre capolista impegnate in confronti poco impegnativi, ma in trasferta. Volkswagen Cassino dovrà affrontare Folgore Pico, mentre Rocca D’Evandro sarà impegnata sul terreno del Portella Calcio. Non potrà più commettere passi falsi Moscuso, opposto nella nona giornata ad Atletic Mignano, se vorrà restare agganciato alla parte alta della classifica. Non dovrebbe avere problemi Longobarda Pontecorvo contro Elite Sora.

29 Gennaio 2010 2

Campionessa di surf e di vita. Lo squalo le ha strappato un braccio ma non l’ha fermata

Di redazione

Dall’oceano ha ricevuto tutto, dolore e gioia, ma la forza per andare avanti l’ha dovuta trovare dentro di se. E’ la storia di Bethany Hamilton che arriva direttamente dal paradiso hawaiano. Appassionata di surf fin da bambina è stata incoronata campionessa in ogni categoria man mano che cresceva. A 13 anni, però, uno squalo tigre le ha strappato un braccio. L’attacco è arrivato durante uno dei suoi allenamenti. A quel punto lei ha dovuto capire se poteva ancora coltivare la sua passione. Oggi dice che lo avrebbe fatto anche con una sola gamba, ma a 13 anni, due settimane dopo l’amputazione del braccio sinistro, Bethany Hamilton, era già sulla sua tavola da surf per continuare a vincere e oggi, a 19 anni, è una super star del surf ma soprattutto delle vita. Ha scritto libri e ha ispirato film ma a lei sta a cuore un messaggio, quello che invia a chi vive o ha vissuto esperienze come la sua: trovare la forza per andare avanti, superare la rabbia e dare sfogo all’energia positiva. I suoi video impazzano su youtube.