Tag: fermato

25 luglio 2018 0

Ruba un autocarro a Cassino e scappa sull’A1, fermato ed arrestato dalla polizia stradale

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – La veloce segnalazione del furto di un autocarro fatta dal proprietario e il tempestivo intervento degli agenti della sottosezione di polizia stradale di Cassino ha permesso l’arresto del ladro. E’ accaduto questa mattina poco dopo le 5, quando il proprietario del mezzo parcheggiato davanti alla sua abitazione ha visto che un uomo si era introdotto nell’abitacolo, mettendo in moto e scappando. Le segnalazione giunta gli agenti della Polstrada ha permesso loro di intercettare il mezzo in autostrada, direzione Napoli, nel comune competente di Mignano Monte lungo (ce) arrestando il ladro R.C. di 41 anni originario della provincia di Foggia, nonostante il tentativo di fuga e la reazione violenta dello stesso. Il mezzo, che presentava danni al blocco accensione, è stato riconsegnato al proprietario mentre per il malvivente si sono aperte le porte del carcere di Cassino

23 maggio 2018 0

Colpisce un carabiniere intervenuto per lite in Ufficio Postale, fermato straniero

Di admin

FROSINONE – Semina il panico colpendo un carabiniere e aggredendone un secondo. E’ accaduto nella tarda mattinata di oggi, alle 12.30 circa presso l’ufficio postale in via Fosse Ardeatine.

Un cittadino straniero di colore ha litigato con il direttore di filiale e quando sul posto è arrivata la pattuglia della stazione di Frosinone Scalo, uno dei due militari è stato colpito al volto dallo straniero finendo a terra.

Armato di una spranga di ferro, ha tentato di aggredire anche l’altro militare ma sentendo altre sirene è scappato. Inseguito è stato fermato e portato in caserma mentre l’appuntato M.D.F. è stato portato al pronto soccorso di Frosinone.

11 maggio 2018 0

Picchia e minaccia la nonna e la bisnonna, 16enne fermato dalla polizia

Di admin

ROMA – Minorenne romano, di 16 anni,  si dedicava a picchiare e minacciare ripetutamente la nonna affidataria e la bisnonna conviventi al fine di estorcere loro delle somme di denaro necessarie per l’acquisto di sostanze stupefacenti, di cui faceva uso abituale.

Le anziane donne, stanche dei calci, dei pugni, delle minacce e dei soprusi, hanno avuto il coraggio di denunciare presso il commissariato Porta Maggiore, i maltrattamenti e le percosse divenute insostenibili e realizzate anche con l’uso di un arma, poi risultata essere una replica, priva di tappo rosso e sequestrata.

Gli inquirenti dopo avere ricostruito minuziosamente i fatti denunciati ed avuti  i necessari riscontri, hanno informato la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Roma che, con procedura di urgenza, ha ottenuto, dal competente Giudice per le Indagini Preliminari, l’ordinanza di applicazione della misura cautelare del collocamento in Comunità, misura restrittiva eseguita ieri dai poliziotti.

Il minore che già in passato si era reso protagonista di analoghi fatti con violenza alle persone intraprenderà, tramite il Servizio Sociale del Ministero di Giustizia a cui è stato affidato, un percorso protetto di recupero e rieducazione secondo quanto previsto dalla speciale legislazione.

26 aprile 2018 0

Per due volte in due giorni fermato e denunciato ricettatore a Cassino

Di admin

CASSINO – Lo scorso fine settimana, operatori appartenenti alla Sottosezione Polizia Stradale di Cassino nel tratto compreso tra il Km.672 e 674 della A/1 territorio comune di  Cassino, procedevano a distanza di due giorni al fermo  rispettivamente di una Fiat Panda con due persone  a bordo ed  una Ford Fiesta  con solo una persona .

In entrambi i casi quale autista, vi era D.S.G di anni 38 nato e residente nel napoletano, ed il biglietto di entrata autostradale era sempre il casello di Orte.

Poiché dalla banca dati risultava che il fermato avesse svariati precedenti di Polizia oltre che l’obbligo di dimora nel comune di Afragola, si decideva di procedere alla perquisizione dei veicoli.

Infatti all’interno dell’abitacolo e nel vano portabagagli di entrambe le autovetture, veniva rinvenuta merce del tipo alimentare come formaggi, bottiglie di liquore nonché cosmetici, batterie, colla ecc. risultata poi provento di vari furti presso supermercati nelle zone limitrofe ad Orte.

Gli agenti chiedevano contezza circa la provenienza della merce trasportata e poiché sia D.S.G. che la trasportata della Fiat Panda P.A. nata a Napoli di anni 26, non ne giustificavano il possesso, e ritenendo quindi che la merce fosse di illecita provenienza, venivano denunciati per ricettazione alla competente A.G .

Il valore totale della merce sequestrata ammontava a 5.000 euro.

12 marzo 2018 0

Si aggira con un cacciavite tra le auto in sosta: 20enne fermato e denunciato dalla Polizia

Di redazionecassino1

CASSINO –  Gli agenti del Commissariato di Cassino, diretti dal vice Questore Alessandro Tocco, nel corso di servizi finalizzati al controllo del territorio, intercettano, nei pressi della Stazione, un giovane che, “armato” di cacciavite, si aggira tra le auto in sosta.

 

Il giovane è stato fermato ed identificato dagli agenti della volante per l’atteggiamento sospetto.

È un 20enne originario della Romania e residente a Napoli, per il quale scatta la denuncia.

Contestualmente gli è stata notificata l’ordinanza di rimpatrio emessa dal Questore di Frosinone e munito del Foglio di Via Obbligatorio.

 

 

1 marzo 2018 0

Cisterna di Latina, Capasso poteva essere fermato? Indagine interna dell’Arma

Di admin

CISTERNA DI LATINA – Una inchiesta interna per verificare se la linea di comando e le autorità sanitarie chiamate a valutare le condizioni psicofisiche di Luigi Capasso hanno fatto quanto in loro potere per evitare la tragedia di ieri.

Lo avrebbe disposto il Comando Generale dell’Arma in mewrito ai fatti di Cisterna di Latina. L’assassino suicida era un appuntato scelto in servizio presso la compagnia carabinieri di Velletri.

L’indagine interna è ulteriore e indipendente a quella giudiziaria svolta dalla procura della repubblica di Latina a cui l’Arma starebbe fornendo la massima collaborazione.

15 febbraio 2018 0

Pronto ad uccidersi se gli avessero riscontrato la malattia, 78enne fermato in ospedale con pistola

Di admin

FONDI  – Armato di pistola si è recato presso un poliambulatorio di Fondi per svolgere un delicato esame, se i timori sullo stato di avanzamento della malattia fossero stati verificati si sarebbe tolto la vita.

Un proposito che il 78enne di Fondi aveva confessato ad un amico che per fortuna ha informato i carabinieri. I militari intervenuti lo hanno trovato nella struttura sanitaria e portava nel cappotto un revolver “smith & wesson” calibro 38, regolarmente detenuto ma con il porto d’armi scaduto di validità. Sequestrata, oltre alle pistola, anche cinque cartucce dello stesso calibro.

La successiva perquisizione domiciliare consentiva di rinvenire anche  un fucile da caccia sovrapposto cal. 12 unitamente a 45 cartucce. il tutto, anche se regolarmente detenuto, è stato sottoposto a sequestro sequestrato.

FOTO REPERTORIO

7 febbraio 2018 0

Dark web, fermato traffico internazionale di carte di credito e codici bancari

Di admin

DALL’ITALIA – Polizia di Stato e Homeland Security Investigation (USA) fermano traffico internazionale nel dark web di carte di credito e codici bancari sottratti tramite tecniche di hacking. Operazione di rilievo internazionale, che ha interessato 16 Paesi in tutto il mondo, 13 gli arresti (1 in Italia)

Oltre 530 milioni di dollari in tutto il mondo: è l´impressionante bottino accumulato dalle attività illecite di un´organizzazione criminale internazionale, operante nel dark web, e smantellata nell´ambito dell´Operazione INFRAUD, portata a termine con successo grazie alla collaborazione tra l´Homeland Security Investigation (HSI) statunitense e la Polizia di Stato.

Nella giornata di ieri, gli uomini della Sezione Financial Cybercrime del Servizio Polizia Postale e del Compartimento Polizia Postale Campania, in collaborazione con l´HSI degli Stati Uniti, hanno individuato e tratto in arresto un italiano della provincia di Napoli, destinatario di mandato di cattura internazionale, per aver preso parte attivamente all´organizzazione criminale sin dal 2010, con il nickname “Dannylogort”.

Il presunto capo dell´Organizzazione, ucraino, era già stato tratto in arresto la scorsa settimana in Thailandia, mentre un´azione congiunta operata contemporaneamente in 16 Paesi del mondo ha ieri permesso l´individuazione e l´arresto di ulteriori 13 membri sospettati di appartenere al sodalizio criminale, di cui uno, come detto, residente in Campania.

L´attività criminale era focalizzata sulla compravendita di migliaia di carte di credito rubate e clonate, di codici di verifica (CVV) per la spendita delle carte on line, di codici di accesso a servizi di home-banking e più in generale, di dati personali e riservati appartenenti a migliaia di vittime in tutto il mondo. Confidando sul presunto anonimato offerto dalle moderne reti del dark web, l´associazione criminale mirava a rendere ancora più ostico il lavoro delle forze dell´ordine grazie all´utilizzo di Liberty Reserve, nota piattaforma di scambio di cryptomonete virtuali, in passato utilizzata da criminali di tutto il mondo per il compimento di attività illecite e chiusa nel 2013 dagli Stati Uniti, all´esito di un´indagine che si concluse con la condanna del fondatore Arthur Budovsky a 20 anni di reclusione per riciclaggio internazionale.

5 novembre 2017 Non attivi

Cittadino albanese con a carico un ordine di carcerazione fermato dalla Polstrada di Cassino

Di redazionecassino1

Cassino – Questa notte una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino, al casello autostradale di San Vittore, procedeva al controllo di una Ford Focus con tre persone a bordo.

Nelle fasi dell’identificazione le persone, tre cittadini albanesi,  appaiono alquanto nervosi tanto da insospettire gli operatori di polizia che decidono di effettuate  verifiche in banca dati.

Le ulteriori verifiche sull’identità delle persone fermate fanno emergere a carico di uno di loro, un trentacinquenne albanese residente in provincia di Caserta, un ordine di carcerazione, per una pena di  7 anni e 2 mesi di reclusione emesso dal Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli per i reati di furto aggravato, rapina e sequestro di persona.

Alla luce del provvedimento restrittivo, il trentacinquenne è stato associato presso la casa circondariale di Cassino, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

 

1 novembre 2017 Non attivi

Ladro in fuga sull’A1 viene fermato dalla Polizia di Stato

Di redazionecassino1

Cassino – Una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino, in A/1, all’altezza del km. 647 sud nel territorio del comune di Arce, ferma  una  jeep renegade con il solo conducente a bordo.

 

Il giovane dopo essersi fermato, tenta un’inutile fuga a piedi nella campagna circostante:  raggiunto, viene bloccato ed identificato.

È un 19enne residente a Napoli, incensurato, mentre l’auto risulta essere stata rubata, qualche ore prima, nel parcheggio della stazione ferroviaria di Ceprano.

Il ragazzo, sprovvisto di patente di guida e perciò sanzionato, dovrà rispondere di furto aggravato.

L’autovettura è stata  restituita al  legittimo proprietario.