Tag: fognario

18 ottobre 2017 Non attivi

Formia, scarico fognario abusivo nel rio Santa Croce: sanzionata Acqualatina

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FORMIA – Uno scarico non autorizzato della rete fognaria di Formia, gestito dalla società Acqualatina è stato individuato questa mattina dagli uomini della Guardia Costiera nel territorio del comune di Formia. Lo scarico non autorizzato si diramava dalla vasca dell’impianto di sollevamento della rete fognaria sino al vicino corso d’acqua Rio Santa Croce e da lì, direttamente al mare.

Per questo la società è stata diffidata a chiudere lo scarico ed è stata elevata una sanzione amministrativa che va da 6mila a 60mila euro.

Ermanno Amedei

 

20 settembre 2017 0

Villa comunale di Cassino, lo scarico fognario si vede e si sente

Di admin

CASSINO – Scena davvero sgradevole ed altrettanto lo era l’olezzo che oggi accoglieva i pochi frequentatori della villa comunale.

Il temporale ha liberato le fosse biologiche di via Arigni e si sono liberate nelle sorgenti del Gari trasformandole in un rivolo di liquami, carta igienica ed altro che cittadini poco accorti scaricano nei water domestici.

Dimostrazione tangibile, qual ora ve ne fosse ancora bisogno, degli scarichi fognari diretti che ancora ci sono nelle sorgenti del Gari. Vergogna a cui nessuna amministrazione ha mai manifestato l’interesse a porre rimedio.

 

 

10 novembre 2016 0

Feto nel collettore fognario, la ragazza ascoltata in procura. Si ipotizza giro prostituzione

Di admin

Ferentino – Le indagini per definire le responsabilità sulla vicenda del feto ritrovato nelle fogne a Ferentino, sono in pieno svolgimento. Il contesto, sembra essere quello della prostituzione ed è in corso in procura a Frosinone l’interrogatorio della ragazza sospettata di essere la madre del feto. La 20enne rumena  è ascoltata dal pm Caracuzzo.

Ieri, in questura, su consiglio del suo avvocato Alessandro Loreto, si era avvalsa della facoltà di non rispondere ma si è sottoposta al prelievo salivare per l’esame del dna.

Il feto, o ciò che ne resta, è stato sequestrato e sarà sottoposto ad esame autoptico per capire se si è trattato di aborto spontaneo, indotto, a che mese di gravidanza è arrivato e quanto tempo fa la vita gli è stata tolta. Intanto gli investigatori avrebbero sequestrato anche la condotta fognaria in cui il corpicino è stato trovato e in cui confluiscono anche gli scarichi di altre case.

Alla ragazza, gli agenti sono arrivati anche perché avrebbero trovato nelle sue disponibilità, delle pillole per abortire. La giovane vive con un connazionale di circa 30 anni che si è detto estraneo ai fatti. Lui ha precedenti per prostituzione e il sospetto è che la ragazza fosse una sua protetta.

Ermanno Amedei