Tag: Furto

4 Aprile 2019 0

Svuota la cassaforte del marito per aiutare l’amico, poi simula il furto: denunciata

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ALATRI – Svuota la cassaforte del marito per aiutare l’amico e simula un furto per giustificare gli ammanchi al consorte. I Carabinieri di Alatri, al termine di specifica attività info-investigativa, hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone, una 46enne  residente in un comune dell’area nord della provincia,  poiché resasi responsabile del reato di “simulazione di reato”.

L’indagine nasce in seguito alla denuncia del marito 49enne della deferita, operaio, il quale nell’atto di denuncia sosteneva di essere uscito per lavoro nella prime ore del mattino e, nel far rientro presso la propria abitazione nel primo pomeriggio, aveva trovava la propria consorte ancora a letto che lamentava torpore e stordimento mentre dalla cassaforte, che si presentava aperta, erano stati asportati “monili in oro e denaro contante” per un ammontare complessivo di circa 20mila euro.

Nel corso dell’attività, emergevano numerose incongruenze tra l’atto di denuncia ed i riscontri emersi in sede di sopralluogo (dal quale  ad esempio veniva riscontrata la totale assenza di segni di  effrazioni), tanto che la donna ammetteva di essersi impossessata del denaro e dei monili in oro e di averli spontaneamente consegnati, in tempi diversi ed a insaputa del coniuge, a un suo amico che si trova in difficoltà economiche e, per giustificare l’ammanco, aveva simulato il furto ed il malore.

4 Aprile 2019 0

Fatale ultimo furto per un 33enne del capoluogo “incastrato” dalla polizia, denunciati i complici

Di redazionecassino1

FROSINONE – La Squadra Volante della Questura era sulle tracce dell’uomo, un 33enne frusinate con pregiudizi di polizia per reati contro il patrimonio, già da qualche tempo, dopo i furti consumati in danno di alcune attività commerciali del capoluogo.

A supportare la tesi investigativa dei poliziotti, i riscontri testimoniali e tecnici, con l’acquisizione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza e dei rilievi effettuati dalla Polizia Scientifica.

Dopo aver “visitato” un supermercato, una cartoleria, ed un ristorante – solo per citare alcuni esercizi – l’uomo decide di introdursi, nottetempo, nello scorso mese di marzo, nello stabile ospitante un istituto scolastico.

Qui, con l’aiuto di due complici, due “professionisti” consanguinei,  un  anziano padre con la  figlia  42enne,  come accertato dagli agenti intervenuti, dopo aver forzato la porta d’ingresso ed effettuato un giro “perlustrativo”, decide di  trafugare  una lavagna interattiva multimediale.

La fuga avviene a bordo di un’auto,  sulla quale il trio   era già stato intercettato in precedenza.

Per tutti scatta la denuncia per furto in concorso.

3 Aprile 2019 0

Arrestato dai carabinieri per tentato furto evade dai domiciliari, ma poche ore dopo finisce in carcere

Di redazionecassino1

SAN GIORGIO A LIRI –   Nel pomeriggio di ieri i militari della locale Stazione, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, traevano in arresto per “tentato furto aggravato”, C.R., 45enne del luogo già censito per specifici reati ed in materia di stupefacenti.

L’uomo, alle ore 17,00 circa, nel tentativo di perpetrare un furto all’interno di un magazzino di materiali edili del posto, forzava la saracinesca di ingresso ma, vistosi scoperto dal titolare dell’attività commerciale, tentava di assicurarsi la fuga allontanandosi a piedi per le vie adiacenti. I militari operanti, prontamente allertati dal commerciante, giunti sul posto rintracciando il malvivente in prossimità della predetta attività commerciale, traendolo in arresto. L’uomo, ad espletate le formalità di rito, veniva sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del rito per direttissima.

Alle successive ore 22,00 circa, sempre in San Giorgio a Liri, personale del NORM della Compagnia di Pontecorvo, nell’ambito di un servizio per il controllo del territorio, accertavano l’allontanamento del predetto dalla propria abitazione senza alcuna autorizzazione. Le immediate ricerche permettevano di rintracciarlo per le vie del paese e trarlo nuovamente in arresto. Espletate le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, veniva trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia in attesa del rito per direttissima.

25 Febbraio 2019 0

Incendio a Velletri, in fiamme capannone agricolo. Mistero su un furto d’olio

Di admin

VELLETRI – Capannone in fiamme, questa notte, in via Grotte della Cicerchia a Velletri. Il rogo è stato segnalato poco prima delle 23 di ieri e sul posto è accorso una squadra dei vigili del fuoco del locale distaccamento.

Le fiamme avevano avvolto un capannone agricolo adiacente alla casa di un anziano agricoltore. All’interno vi erano mezzi agricoli tra i quali un trattore. Il rogo ha distrutto tutto danneggiando la struttura che ha una copertura in Eternit.

Il Proprietario ha denunciato ai carabinieri un furto di alcuni recipienti di olio che sarebbe avvenuto poco prima che scoppiasse l’incendio.

Le indagini sono in corso per scoprire cosa sia realmente accaduto.

 

 

2 Gennaio 2019 0

Capodanno con il furto a Frosinone, gli altri stappano e lei ruba nelle borse

Di admin

FROSINONE – È da poco scattata la mezzanotte e mentre gli avventori di un locale del capoluogo stanno festeggiando l’arrivo del nuovo anno, una 45enne, in trasferta da Ancona, ne approfitta e, anziché stappare lo spumante, preferisce aprire e “ripulire” alcune borse di presunte distratte proprietarie.

Una attività che non passa inosservato e proprio una delle vittime segnala l’accaduto, contattando la linea di emergenza 113 della Questura. La nota viene diramata prontamente alle Volanti presenti sul territorio.

All’arrivo dei poliziotti, la donna, accusata di furto, è ancora lì. Alla vista degli agenti mostra un evidente stato di agitazione e disagio. Il bottino trafugato ammonta a 425 euro. Per la donna, con precedenti specifici, scatta l’arresto, con fotosegnalamento  in Questura, presso la Polizia Scientifica.

12 Dicembre 2018 0

Furto notturno all’ufficio postale di Frosinone, bottino da 170mila euro

Di admin

FROSINONE – Colpo da 170 mila euro circa alla filiale di Poste Italiane sulla via Monti Lepini a Frosinone.

I malviventi hanno agito questa notte Frosinone non molto lontano dalla sede provinciale dei vigili del fuoco e, con l’utilizzo dell’acetilene, hanno fatto man bassa del contenuto sia della cassaforte che del bancomat.

In tutto il bottino dovrebbe essere di poco superiore ai 170 mila euro. Sul caso stanno indagando i carabinieri della compagnia di Frosinone.

I rilievi di polizia scientifica e le immagini registrate dalle telecamere di sicurezza daranno loro elementi utili per risalire agli autori del furto.

Ermanno Amedei

21 Novembre 2018 0

Denuncia il furto dell’auto ai carabinieri, ma… per non pagare le sanzioni amministrative

Di redazionecassino1

CERVARO –  I Militari del locale Comando Stazione Carabinieri, al termine di specifica attività info-investigativa, deferivano in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Cassino, un 60enne del luogo, poiché resosi responsabile del reato di  “simulazione di reato”

Le indagini erano state avviate dai militari operanti a seguito della denuncia di furto dell’autovettura di proprietà del 60enne avvenuta a suo dire nel pomeriggio del 19 novembre u.s.. Siccome alcuni particolari riferiti nella redazione dell’atto di denuncia,  avevano fatto  insospettire gli operanti, il denunciante veniva invitato nuovamente presso gli uffici della Stazione e nel corso della verbalizzazione, il sessantenne ammetteva che quanto denunciato il giorno prima non corrispondeva al vero in quanto l’autovettura non era stata mai asportata e che lo stesso si era inventato il tutto allo scopo di evitare il pagamento di alcune sanzioni amministrative che gli erano pervenute.

 

25 Ottobre 2018 0

Tentano un furto in uno studio fotografico, scoperti fuggono, inseguiti e arrestati dai carabinieri due 61enni campani

Di redazionecassino1

AQUINO – Nel  quadro delle attività recentemente attuate al fine di contrapporre un adeguato contrasto ai fenomeni delittuosi correlati ai reati predatori, consumati essenzialmente nel corso delle ore serali e notturne, le articolazioni operative della Compagnia Carabinieri di Pontecorvo consentivano di realizzare un dispositivo mirato al controllo dei principali snodi areali lungo le principali arterie di infiltrazione ed esfiltrazione territoriale. In aderenza ai concreti risultati finora ottenuti, nella decorsa giornata i militari del NORM della  Compagnia di Pontecorvo, traevano in arresto per “tentato furto aggravato in concorso”  un 61enne residente ad Afragola (NA), pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e la persona ed un 61enne residente a Napoli, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio ed in materia di armi. In particolare, i predetti, nel tentativo di perpetrare un furto dopo aver provato di forzare la saracinesca di ingresso di uno studio fotografico sito in Aquino, vistisi scoperti, si davano a precipitosa fuga con la propria autovettura. Nonostante l’intimazione all’alt impostagli, i due malviventi al fine di sottrarsi al controllo dei Carabinieri acceleravano repentinamente la propria corsa, attuando una pericolosa e intimidatoria manovra di elusione. Solo una pronta reazione dei militari consentiva, dopo una corsa prolungata nelle strade del paese, di raggiungerli e bloccarli. A seguito di perquisizione personale e veicolare venivano rinvenuti, occultati sotto la seduta del sedile posteriore:

–     nr. 1 cacciavite di grandi dimensioni della lunghezza di 45 cm;

–     nr. 1 cacciavite di grandi dimensioni della lunghezza di 30 cm;

–     nr. 10 chiavi con varie dentature;

–     nr. 1 spadino con lama dentata della lunghezza di 15 cm;

–     nr. 1 sacchetto di carta con all’interno euro 95,76 in monete di vario taglio.

L’autovettura, gli attrezzi e le monete venivano sottoposte a sequestro. Al termine delle formalità di rito, ricorrendone i presupposti, agli indagati veniva altresì notificato l’avvio del procedimento amministrativo finalizzato all’emissione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel territorio del comune di Aquino per anni tre. Gli arrestati, in attesa di rito direttissimo, venivano trattenuti  nelle camere di sicurezza del Comando Compagnia Carabinieri di Pontecorvo.

 

13 Ottobre 2018 1

Furto nella scuola media di Sant’Elia, didattica a rischio per poche centinaia di euro di bottino

Di admin

SANT’ELIA FIUMERAPIDO – Ancora un colpo in una scuola e, questa volta, a farne le spese è stata la scuola media Santilli di Sant’Elia Fiumerapido.

Questa notte, o forse all’alba di oggi, qualcuno si è introdotto nel plesso che sta sulla strada provinciale 132 alla ricerca di cose di valore da rubare.

Solitamente ad essere preso di mira sono i computer o le Lim, le lavagne luminose interattive. Bottini che frutteranno ai ladri poche centinaia di euro dal mercato nero, quello dei ricettatori, ma che arrecano danni enormi alla scuola e alla didattica.

Al momento non si conosce ancora il danno arrecato alla scuola, ma sul caso stanno indagando i carabinieri della Stazione di Sant’Elia Fiumerapido.

Ermanno Amedei

Foto repertorio

11 Ottobre 2018 0

Furto nella scuola a Trivigliano, rubati quattro computer

Di admin

TRIVIGLIANO – Furto nella notte a Trigliano. Quattro computer portati via da una piccola scuola sono un colpo duro per la gestione del plesso.

La scuola elementare e media è stata visitata questa notte da malviventi che dopo essere entrati nei locali hanno cercato cose di valore trovandole nei quattro computer portatili utilizzati per la didattica e la gestione del plesso.

un bottino di qualche migliaio di euro che è però un colpo duro per la scuola, colpo su cui stanno indagando i carabinieri della compagnia di Alatri comandata dal maggiore Gabriele Argirò.

Ermanno Amedei