Tag: gestiti

17 luglio 2018 0

Prodotti fitosanitari gestiti in maniera abusiva, sequestri per 700mila euro

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FONDI – I Carabinieri del N.A.S. di Latina hanno denunciato il responsabile legale di un deposito di rivendita di prodotti per l’agricoltura posto nell’ambito dell’agro di Fondi.

Infatti i militari comandati dal capitano Egidio Felice hanno scoperto che l’uomo aveva attivato, in un capannone di circa 300 mq, un cospicuo deposito di prodotti fitosanitari senza avere richiesto la prevista autorizzazione sanitaria dei locali che erano inoltre privi dei requisiti di profilassi e di sicurezza previsti dalle specifiche norme a tutela dei lavoratori e dell’ambiente.

Oltretutto, l’approfondito controllo, ha permesso di sottoporre a sequestro circa 14.500 Kg di prodotti fitosanitari gran parte dei quali non potevano essere commercializzati né utilizzati perché con etichettatura di sicurezza non conforme alla vigente normativa e con autorizzazione, all’impiego sulle colture, revocata dal Ministero della Salute. Il valore complessivo del capannone e dei fitosanitari sequestrati supera i 700 mila euro.

Il responsabile della ditta sarà inoltre sanzionato amministrativamente con una cifra complessiva di oltre 6.000 euro.

15 maggio 2010 0

Asili nido gestiti con pochi soldi, la funzione pubblica cgil chiede più denaro per pagare il personale in servizio

Di redazione2

218 mila euro l’anno, di cui solamente 50 mila a carico del bilancio comunale, questo il finanziamento a disposizione per la gestione dell’asilo nido comunale di Anagni.

Per avere servizi di qualità e rispettosi delle norme occorrono risorse adeguate allo scopo, quelle che, purtroppo, mancano nel bando di gara.

Ne è convinta la funzione pubblica Cgil.

142 euro al mese per ogni bambino – dicono – sarebbero insufficienti per avere un servizio di qualità.

Secondo il sindacato l’amministrazione comunale deve trovare adeguate risorse da destinare all’asilo nido per pagare le educatrici e il personale ausiliario così come prevede il contratto nazionale.

E per quanto riguarda il personale, nel capitolato non c’è nessun richiamo alla salvaguardia del posto di lavoro per coloro che già prestano servizio all’asilo nido.

Per discutere di queste problematiche e apportare le dovute modifiche al bando, la Funzione Pubblica Cgil, ha chiesto un incontro al Sindaco di Anagni e all’assessore ai servizi sociali.

Tamara Graziani