Tag: gesto

4 luglio 2018 0

A Cassino la “Palpatina” al seno della cowgirl de La Brunella diventa gesto benaugurante

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Un gesto di buon auspicio che a Cassino sembra si stia diffondendo velocemente. Sono in tanti che, in particolar modo, nottetempo, si concedono una palpatina al seno della cowgirl de “La Brunella”.

Errico, il proprietario della braceria di Via Gaetano Di Biasio, trova ogni mattina, evidenti “indizi” che dimostrano le attenzioni per il manichino che sta all’ingresso del locale.

“Trovo ogni mattina la camicetta scomposta solo all’altezza del seno. E’ evidente che più di qualcuno si concede la palpatina. Ci piace pensare che la toccatina alla cowgirl sia diventato un gesto benaugurante per iniziare o concludere una serata – dice Errico – E che in tanti, non solamente nostri clienti, si fermino per richiamare, in questo modo, l’attenzione della fortuna”.

Se Milano ha le “Palle” del suo Toro, Napoli i “cornetti”, pare che Cassino abbia il seno della Cowgirl de La Brunella.

Ermanno Amedei

13 novembre 2017 0

Tenta il suicidio, salvato l’autore del drammatico gesto dall’intervento della polizia

Di redazionecassino1

Frosinone – Una donna disperata ed un uomo di cui si sono perse le tracce sono i “protagonisti”, loro malgrado, di una triste storia, a cui  il pronto intervento della Polizia di Stato  ha evitato risvolti drammatici.

Il  Commissariato di Colleferro allerta la sala Operativa della Questura di Frosinone: una donna riferisce di aver ricevuto una preoccupante telefonata dall’ex convivente.

Scattano immediate e tempestive ricerche: la  localizzazione telefonica  indica l’uomo ad Anagni, nei pressi della stazione ferroviaria.

Una sinergica e coordinata attività della Sala Operativa della Questura, delle Volanti di Frosinone e Fiuggi permette di rintracciare in brevissimo tempo l’ auto con la quale l’uomo si era allontanato.

Riverso nell’abitacolo, con i vetri chiusi ed in presenza di una bombola di gas propano avente il rubinetto ancora aperto, che di li a poco avrebbe sentenziato l’estrema e tragica conclusione della vicenda, in  stato di parziale incoscienza: così viene  ritrovato dai poliziotti l’autore del gesto.

In un’estrema condizione di  alto rischio, considerata l’importante saturazione di gas, i poliziotti riescono a mettere in salvo l’uomo, affidandolo alle cure dei sanitari nel frattempo allertati.

Parole di elogio sono state espresse dal Questore di Frosinone dr. Filippo Santarelli nei confronti degli agenti che con grande professionalità e dedizione hanno evitato che la triste storia avesse un tragico epilogo.

28 luglio 2010 0

Scritta BR al San Camillo, Abruzzese: “Gesto ignobile”

Di redazione

“Quello che è accaduto all’ospedale San Camillo è un gesto di una gravità inaudita. Un attacco frontale al mondo sindacale, formato da tantissime persone che ogni giorno lavorano al fianco dei lavoratori per difendere e tutelare i loro diritti. L’incendio della stanza dei rappresentanti sindacali e le stelle a cinque punte disegnate sui muri, sono atti ignobili che vanno condannati. Esprimo alle due sigle, Cisl e Cgil, toccate da questa azione criminale, tutta la mia solidarietà nella speranza che chi di dovere individui quanto prima i responsabili dell’atto intimidatorio”. Lo ha dichiarato con una nota il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese.