Tag: giacomo

11 settembre 2018 0

Rifiuti, mancato ritiro dell’umido a Cervaro: a san Giacomo monta la protesta

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CERVARO – Soltanto i residenti del Borgo San Giacomo a Cervaro si stanno organizzando per una azione decisa al fine di risolvere la questione della raccolta differenziata oramai effettuata una tantum dagli addetti al ritiro.

“La questione rifiuti così detti umidi già a Cassino sta generando non pochi problemi e qui a Cervaro sta assumendo contorni tragicomici – riferisce uno dei residenti. – Nella giornata di oggi 11 settembre solo in alcune strade del centro si è provveduto al ritiro mentre nelle campagne è diventata oramai abitudine lo smaltimento domestico o nelle letamaie o come mangime per gli animali da cortile. Ma nel nostro quartiere, a metà tra il borgo e la campagna non è data possibilità alcuna se non trattenere i rifiuti in giardino”.

Ed è proprio questa pratica di stoccaggio domestico che sta diventando rischiosa soprattutto perché potrebbe essere causa di una piccola emergenza sanitaria. Difatti i topi sono già attratti dai secchi stracolmi ed il fetore è insopportabile.

“Sicuramente il buon senso dei residenti porterà a gestire questa piccola e fastidiosa emergenza in modo serio e maturo… la stessa serietà che non hanno avuto gli amministratori nel NON COMUNICARE il mancato ritiro dei rifiuti -concludono in modo corale i residenti di Borgo San Giacomo”.

15 maggio 2018 0

Il castello “Ettore Fieramosca” di Mignano M. L. nel volume di Giacomo De Luca e Aurora De Luca

Di redazionecassino1

MIGNANO M. L. (CE) – Due anni di restauro, mezzo secolo di chiusura al pubblico e una storia millenaria, questi i numeri del Castello Medievale “Ettore Fieramosca” di Mignano M. L. Il bene monumentale restituito alla comunità, grazie agli interventi di restauro eseguiti sotto l’alta sorveglianza della Soprintendenza delle Belle Arti e Paesaggio per le Province di Caserta e Benevento. Sabato 19 maggio, con inizio alle ore 16, il maniero ospiterà la presentazione il volume: Il Castello “Ettore Fieramosca”di Mignano Monte Lungo scritto da Giacomo De Luca e Aurora De Luca. Parteciperà il prof. Silvano Franco, dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale e direttore della rivista “Civiltà Aurunca”. Il monumentale maniero della cittadina campana è risalente presumibilmente all’anno 1000/1100 d.c., nei secoli il Castello è appartenuto a numerose famiglie nobiliari, fino a diventare parte del Regno delle Due Sicilie, sotto il governo di Papa Innocenzo III. Successivamente, entrò a far parte dell’Impero di Federico II di Svevia. Intorno al 1500 diviene la residenza del condottiero di cui oggi porta il nome, Ettore Fieramosca, uno dei celebri protagonisti della Disfida di Barletta del 1502.

13 aprile 2018 0

Cervaro, Borgo S. Giacomo tra incuria e rischio incidenti: residenti dai Vigili Urbani

Di admin

CERVARO – Una delegazione dei residenti del Borgo San Giacomo si è recata ieri presso il comando dei vigili urbani nel municipio di Cervaro per denunciare nuovamente lo stato di stallo in cui versa l’area lottizzata nell’ultimo decennio.

L’azione è stata mossa dall’ennesimo incidente sventato in via De Angelis Curtis.

“Erano le prime ore della mattina di mercoledì – riferisce un residente – quando, uscendo dal mio vialetto, mi sono reso conto che una vettura guidata da una signora non accorgendosi del vialetto (non segnalato in quanto manca l’opportuna segnaletica e i dossi dissuasori – ndr) mi stava venendo addosso. Solo la fortuna ha voluto che non accadesse nulla considerato che sono riuscito prontamente ad inserire la marcia ed avanzare in direzione opposta. Chiaramente la signora alla guida si è fermata e nel chiedere scusa ha sottolineato che non vi fosse alcun segnale che indicasse il vialetto”.

Questa è una delle realtà del Borgo San Giacomo. Alcuni segnali infatti sono franati a terra l’anno scorso a causa del forte vento di Cervaro rendendo insicura la viabilità; a peggiorare la situazione si segnala anche che metà l’illuminazione notturna è fuori uso e di conseguenza metà della borgata è al buio. Il paradosso sta poi nella manutenzione del così detto verde pubblico. Ci sono delle aree destinate a parchetto ma mai dotate di giochi o panchine promesse in campagna elettorale , come ci riferisce uno dei residenti.

Infine, e qui si scivola nell’italica virtù della sopravvivenza, qualcuno in modo spontaneo ma a quanto pare non autorizzato dal comune, ha provvisto al taglio di una fascia di erba alta in previsione del caldo, delle zanzare e delle zecche che spesso si annidano nel verde incolto e possono arrecare danno alle persone ed ai propri animali d’affezione.

28 gennaio 2018 0

Cervaro, a Borgo San Giacomo lavori lasciati a metà da politici…”distratti”

Di redazionecassino1

Cervaro – Ancora lavori lasciati a metà a Cervaro nel Borgo San Giacomo. Siamo a due passi dal campo di calcio del Cervaro dove ls domenica si riversano centinaia tra sportivi, famiglie e tifosi. Un turismo spontaneo che di certo giova anche al piccolo comune Frusinate. Ma tutto ciò non lomita l’indolenza e la superficialità di chi fa i lavori di edilizia privata – appropriandosi in modo al quanto curioso – di pubblica illuminazione e di marciapiedi. Nonostante le critiche mosse dai residenti i lavori in corso stanno degenerando considerato che per allacciare gli scarichi delle acque bianche sono state aperte due  voragini a filo strada non segnalate e non messe in sicurezza. La strada frequentata in modo assiduo da residenti e non in sostanza confluisce senza soluzioni di continuità in tali scavi. A limitare una precaria rete arancione traforata e esili tondini in acciaio neanche dotati dei cappucci di sicurezza. “Siamo alle solite, siamo sempre in mano alla superficialità a discapito del buon senso e della sicurezza di ognuno che passi in questo borgo.” Tali le parole rassegnate dei residenti che chiedono più controllo e vigilanza da parte dei tecnici del comune, dei carabinieri e dei politici … recentemente rieletti ma profondamente distratti.

9 dicembre 2017 0

Cantiere pericoloso nel Borgo San Giacomo a Cervaro, le preoccupazioni dei residenti

Di admin

CERVARO – Borgo San Giacomo a Cervaro. Riceviamo le foto e la denuncia dei residenti della stato in cui versa il nuovo cartiere esistente nell’area degli impianti sportivi del comune cassinate.

I residenti si trovano quotidianamente a dovere sopportare situazioni poco chiare e talvolta ai limiti della sicurezza cittadina. ” non é la prima volta -dichiara un residente- che ci troviamo con un carrello di camion parcheggiato senza le più elementari norme di sicurezza ed al di là del rispetto del codice della strada. È chiaro che il timone del rimorchio così lasciato può essere pericoloso per i veicoli e motocicli ed anche per chi viene a correre a piedi in questa area.

Ormai é inverno e il sole tramonta relativamente presto. Non sarebbe difficile se qualcuno si piantasse contro quella trave d’acciaio con conseguenze disastrose. Inoltre – continua il segnalatore- ancora non abbiamo capito in che modo sia stato possibile da parte di una ditta edile appropriarsi del marciapiede che conduce al campo. Non sappiamo se esiste una autorizzazione o se verrà costruito un nuovo marciapiede.

Di certo é che ora la strada é stata per così dire mutilata e i pedoni devono passeggiare tra segnaletiche di cantiere alquanto precarie e giardinetti comunali incolti. I cittadini residenti e i tanti che frequentano la zona per svolgere attività sportive attendono chiarimenti da parte delle istituzioni e dei tanti che un passato hanno destinato grandi e attente parole sul Borgo San Giacomo.