Tag: giulia

17 luglio 2018 0

Erika, Giulia, Leonardo e Fabio: quattro ciociari ai campionati del Mondo di Stick Fighting

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – C’è un Mondiale a cui l’Italia partecipa con grandi aspettative di successo: è quello dello Stick Fighting. Si tratta della versione sportiva delle arti marziali Filippine e promossa in Italia dalla GSBA di cui è direttore tecnico il maestro Andrea Citarelli (AKEA). I campionati del Mondo prenderanno il via domani a a Lisbona. Il metodo akea è oggi una combinazione di kali, Pencak Silat, Muaj Thai e Jeet Kune Do che porta avanti l’insegnamento delle arti marziali del Sud asiatico e della “Non Arte” del leggendario Bruce Lee. Gli atleti che fanno parte del team azzurro sono 21 e provengono da diversi Città d’italia, accompagnati dai Coach nazionali Marcoccia Riccardo e Walter Tintinaglia. Anche la provincia di Frosinone sarà presente con 4 atleti della PSP Scudo- Euro Club, che hanno conquistato un ricco medagliere nelle precedenti competizioni nazionali, europee e mondiali: Aversano Erika, De Somma Giulia,  Retico Leonardo , tre giovani promesse delle arti marziali alla loro prima esperienza mondiale ed il Maestro Di Veronica Fabio preparatore atletico dei ragazzi nonché atleta impegnato nella competizione e componente della Squadra Nazionale dal 2006. Lo stick Fighting è una particolare disciplina nella quale gli atleti combattono in tre diverse categorie (GSBA Live Stick- combattimento con bastoni in Rattan; Padded Single Stick – combattimento con bastone singolo e Padded Mix Weapons – combattimento con armi miste) . È prevista inoltre una particolare esibizione detta Saiaw, ovvero “forma”, nella quale gli atleti si cimentano in tecniche di combattimento a solo, nella quale verrà premiata la performance migliore! L’Italia sarà rappresentata in questa divisione da De Somma Giulia. In bocca al lupo a tutti gli atleti.

13 luglio 2017 0

Fca: Giulia e Stelvio, oggi turno di pomeriggio senza lavoro

Di redazione

Piedimonte San Germano- Oggi pomeriggio la linea Giulia e Stelvio resterà ferma. È stato infatti annunciato il pomeriggio senza lavoro. Gli operai resteranno a casa a causa della mancata fornitura di un materiale. Un turno di stop, dunque, per lo stabilimento per il quale poco fa è stata data conferma dai referenti sindacali. Probabilmente saranno a lavoro solamente gli operai che dovranno occuparsi di recupero. Il turno di mattina oggi ha invece lavorato regolarmente. Il turno di pomeriggio osserverà lo stop. A breve aggiornamenti sulla giornata di domani. N.C.

25 novembre 2016 0

Incidente stradale, Giulia “inciampa” sullo stradone Fiat. Ferito il collaudatore

Di Antonio Nardelli

Cassino – Schianto sullo stradone Fiat questa sera poco dopo le 18. Per cause in corso di accertamento della polizia stradale una Giulia Quadrifoglio Verde del gruppo Fca con collaudatore è finita fuori strada, forse a causa dell’asfalto bagnato. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Cassino.

L’uomo è stato estratto dall’abitacolo dai colleghi Fiat che erano su altre vetture e portato in ospedale in ambulanza.  Probabilmente si è salvato perché l’auto aveva  la guida a destra e il lato sinistro ha impattato con il guard rail.

15 settembre 2016 0

Fiat/FCA Cassino, aspettando lo Stelvio, la Giulia “va a fa’ l’americana”

Di admin

Piedimonte S. Germano – E’ tanta l’attesa per lo Stelvio, il nuovo Crossover della Fiat o Fca Cassino. Ma le aspettative per la macchina che sarà ufficializzata al Salone di Ginevra tra il 15 e il 18 novembre, non sono superiori ad un’altra importante data, quella ancora non ben precisata, ma comunque ricadente nel prossimo mese di ottobre, quando la Giulia sbarcherà sul mercato Usa.

Parliamo di due modelli prodotti nella stabilimento Cassinate a cui lavorano i 4.300 dipendenti residenti all’ombra dell’abbazia. Se gli “affari” inteso come vendite, vanno bene, saranno contenti gli investitori, e lo saranno anche i lavoratori che vedranno, speriamo, azzerato il numero del personale considerato in esubero e sottoposto al regime dei contratti di solidarietà. A maggio lo stabilimento di Piedimonte aveva dichiarato un esubero di 1736 unità lavorative. Significa che al massimo, quel numero di operai quotidianamente non sarebbe stato inserito nella turnazione di lavoro. A dire il vero, da allora, quel numero non è stato mai raggiunto. Oggi, mediamente sono circa 400 al giorno gli operai fermi per la Solidarietà  e questo grazie anche al buon risultato di vendite e di aspettative delle due Alfa che attualmente circolano sulle catene di montaggio, ossia la Giulia, circa 220 al giorno e la Giulietta, altre 230.

In questi giorni sono circolate sulle bilancelle anche meno di una decina di Stelvio ancora camuffati. La fase di test, anche strutturale, è ancora in corso e siamo lontani ancora qualche mese dal Job One, il primo modello prodotto per la vendita. Sicuramente sarà pronto dopo la presentazione ufficiale al salone di Ginevra previsto per il 15 novembre. Dello Stelvio si sa poco, difficile stabilire che impatto avrà sul mercato; si sa che costerà circa 40 mila euro.

Ma a rubargli la scena è la Giulia che a ottobre sarà commercializzata anche negli Stati Uniti.

“Dalla vendita della Giulia e di questo nuovo modello ci aspettiamo molto – Dichiara Mirko Marsella segretario provinciale della Fim Cisl – Al momento lo stabilimento, lo ricordiamo, è sotto il regime del contratto di solidarietà il che significa che non tutti i 4.300 dipendenti sono al lavoro durante la giornata. Speriamo che le vendite negli Usa e del nuovo modello possano far salire ulteriormente i livelli produttivi per azzerare il contratto di solidarietà”.

Ermanno Amedei