Tag: importante

23 aprile 2018 0

Basket C/Silver: Importante vittoria casalinga per Veroli contro Gaeta

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La gara, disputata domnica, tra Pallacanestro Veroli 2016 e Basket Serapo Gaeta, termina con il risultato di 80-67. Importante vittoria interna per la Pallacanestro Veroli 2016 che consolida la posizione playoff superando una lanciata Gaeta (reduce dalla vittoria con la Fortitudo Roma) con una prova convincente. Un avvio di gara spento, nei primi tre minuti di gioco le squadre faticano a mettere a segno un canestro poi arrivato con un tiro da tre del Basket Serapo Gaeta. Si entra nel vivo della gara sempre condotta dalla Pallacanestro Veroli 2016 che recupera Mauti tornato in ottima forma, la gara di oggi ne è stata testimone. Basket Serapo Gaeta prova a contrastare i giallorossi che con un pressing a tutto campo chiudono il primo quarto a +8 (21-13). Alla ripresa la Pallacanestro Veroli 2016 procede a testa alta, trascinata dai fratelli Fiorini e da un Frusone particolarmente ispirato, mantenendo le distanze con ottime giocate nel pitturato e le bombe dei fratelli Fiorini. Si chiude il secondo quarto con il risultato di 44-39. Nonostante l’assenza di Velocci, la formazione ciociara conduce la gara riuscendo a trovare l’allungo decisivo nel terzo periodo, quando il vantaggio si attesta ampiamente sulla doppia cifra, con gli ospiti che pagano un parziale da soli 10 punti messi a referto: la Pallacanestro Veroli 2016 arriva al +11 a 3′ 10″ di gioco nel terzo quarto, Serapo risponde e riduce le distanze arrivando a -3 a 4′ 20″ dalla fine. Ma la Pallacanestro Veroli 2016 ci crede e guidata dai soliti fratelli Fiorini, Vinci, Mauti e Celani, forti sotto canestro e nei contropiedi, chiude il terzo quarto a +17. Rush finale in divenire, la gara si scalda, ma la Pallacanestro resta concentrata e chiude il match 80-67. I fratelli Fiorini con 21 punti a testa, assieme a Frusone con 16, i migliori tra i padroni di casa, a Gaeta non basta il solito Porfido per uscire vincente e adesso la strada verso la post season si complica, con la prossima gara interna con la Carver nel turno infrasettimanale che diventa decisiva. Per Veroli, invece, mercoledì ci sarà un vero e proprio match point contro Bracciano per provare a chiudere i conti e a raggiungere matematicamente il traguardo playoff, sempre più vicino dopo la prestazione odierna.

PALLACANESTRO VEROLI 2016 80 – BASKET SERAPO GAETA 67 Tabellini: Mauti 8, Fiorini G.21, Vinci 10, Celani 4, Fiorini M. 21, Frusone 16, Iannarilli,  Igliozzi, Lauretti, All. Celani.

 

26 marzo 2018 0

Basket C/Silver: Veroli vince un match importante per i play-off contro Vigna Pia

Di redazionecassino1

La Pallacanestro Veroli vince un importante scontro diretto per la corsa ai playoff superando il Vigna Pia grazie ad una prestazione convincente soprattutto nel secondo tempo. Una partita cruciale vista la situazione di grande equilibrio in classifica con le due squadre appaiate alla vigilia a quota 12 assieme ad altre due formazioni: la truppa di coach Celani mette 2 punti in cassaforte guadagnandosi così una sosta pasquale serena. Non è stata comunque una gara facile per i padroni di casa, meglio infatti il Vigna Pia nella prima metà di gara con gli ospiti avanti nel punteggio seppur di misura grazie soprattutto alla buona difesa messa in campo dai ragazzi di coach Fabbri. Avvio di gara emblematico, a 3′ di gioco il risultato è di 0-2. Quintetto di partenza Fiorini M., Fiorini G., Velocci, Frusone e Celani. Quest’ultimo a 6′ di gioco segna il pari 2-2. Buon contropiede di Frusone che segna il sorpasso. Bomba di Fiorini G. a 3′ dalla fine, a seguire Celani che segna di nuovo il pari 9-9 e recupera due tiri dalla lunetta. Dal punto di vista tattico la Pallacanestro Veroli 2016 sembra aver recuperato smalto. La partita procede punto su punto. Il primo quarto si chiude 12-16, un quarto davvero povero di spunti tecnici. Alla ripresa del secondo quarto buona la giocata nel pitturato con Frusone che va a segno. Bomba di Fiorini M. a 5′ di gioco che accorcia le distanze -2 (22-24). Buona la giocata Fiorini-Frusone nel pitturato che segnano il pari. A 1’54” dalla fine entra in campo Lauretti. Fallo su Fiorini M. che dalla lunetta mette a segno i tre tiri liberi. Vigna Pia chiede il time-out a 3″ dalla fine. Palla ai romani che segnano il +4. Il secondo quarto si chiude 29-33. Nella ripresa a suonare la scossa per i giallorossi ci pensano i fratelli Fiorini e l’onnipresente Frusone, protagonista di una splendida prestazione culminata con 19 punti messi a referto (top scorer di serata).La Pallacanestro Veroli 2016 ribalta definitivamente l’inerzia dell’incontro iniziando ad usare benissimo il pick and roll, contemporaneamente cresce anche la difesa di coach Celani e arriva il primo allungo, propiziato da Mauti e da altre due bombe del solito Giorgio Fiorini. La Pallacanestro Veroli 2016 prova a difendere il campo. Buona la giocata nel pitturato dei fratelli Fiorini che con Celani vanno a segno e si portano a +2. Risponde Plateo con una bomba da 3. Ma la Pallacanestro Veroli resiste e difende la maglia. Recupera e sorpassa con una ottima giocata tattica del quintetto Mauti, Frusone, fratelli Fiorini e Celani. A 4’48” la Pallacanestro Veroli si porta a +2 (40-38). L’orgoglio della Pallacanestro riaccende le speranze e a 2’24 si porta a +8 (50-42). Rientro dal riposo lungo, un Frusone particolarmente ispirato nella partita odierna è letale da sotto canestro. Mauti è bravo ad allungare in contropiede e a 1’18 il risultato è di 52-42 per i ciociari. Falloso il Vigna Pia. Si chiude il terzo quarto con il risultato di 54-45. Entrambe le squadre lottano per una vittoria che permetterà loro di riaccendere la speranza dell’accesso ai play-off. A 5’36” la Pallacanestro Veroli 2016 è a +9. Rientra Fiorini M. che ottiene e mette a segno i due tiri liberi concessi ma a seguire gli viene fischiato il quinto fallo. La Pallacanestro Veroli 2016 ribalta il punteggio e riesce anche a chiudere con un ottimo +12 (72 – 60), scarto interessante in chiave differenza canestri, mettendo un mattone importante per la rincorsa ai playoff, obiettivo dichiarato della stagione ciociara.

PALLACANESTRO VEROLI 2016 72 – A.P.D. VIGNA PIA 60

Tabellini: Celani D. 11, Frusone 19, Fiorini G. 16, Fiorini M. 16, Mauti 8, Iannarilli 2, Velocci, Lauretti, Igliozzi n.e., Lella n.e. All. Celani G.

10 febbraio 2017 0

Attesa per l’importante convegno “Io non tremo”. Appuntamento nelle Marche a Cupra Marittima

Di redazione

Appuntamento per Domenica 12 Febbraio per la conferenza Io Non Tremo. Dalle ore 11 e 30 a Cupra Marittima nelle Marche nei Locali annessi alla Stazione Ferroviaria ci sarà una conferenza con i geologi AIGAE Marche, i sindaci delle zone colpite, i terremotati anche di altre regioni che hanno perso tutto ospitati sulla costa marchigiana. Dino Gazzani, geologo AIGAE spiega “Mostrerò le immagini del cambiamento subito dal territorio in seguito al terremoto di Ottobre e narrerò come era prima. Inquadrerò la crisi sismica iniziata il 24 agosto e tuttora in atto nell’Appennino centrale, dal punto di vista strutturale (cosa sono le faglie), geografico (dove sono localizzate le faglie in Italia) e cinematico (come si muovono le faglie). Farò il punto sulla microzonazione sismica nelle Marche. Farò vedere le immagini del cambiamento subito dal paesaggio, dal territorio, da questi luoghi in seguito al terremoto di fine Ottobre, in particolare per quanto riguarda la nota faglia del Vettore. Fornirò immagini delle mie escursioni effettuate prima del terremoto e le immagini del cambiamento subito dopo il terremoto. Inquadrerò la crisi sismica iniziata il 24 agosto e tuttora in atto nell’Appennino centrale, dal punto di vista strutturale (cosa sono le faglie), geografico (dove sono localizzate le faglie in Italia) e cinematico (come si muovono le faglie) – ha proseguito Gazzani – cercando di fornire alla platea le basi scientifiche del fenomeno terremoto e sperando di chiarire alcuni concetti base che spesso danno adito a numerosi equivoci (ad es. cos’è e come si misura la magnitudo di un sisma, la differenza tra magnitudo assoluta e magnitudo momento, etc.). Essendo anche una guida, fornirò immagini delle mie escursioni che riguardano direttamente i luoghi del sisma e del cambiamento che hanno subito in seguito al sisma, soprattutto per quanto riguarda l’ormai arcinota faglia del Vettore. Seguirà uno sguardo storico sul fenomeno terremoto in Italia e in particolare nell’area dell’Appennino centrale, ponendo l’attenzione sulla ciclicità e sul tempo di ritorno dei fenomeni sismici. Si sottolineerà che il terremoto c’è stato in passato, c’è ora e ci sarà in futuro nelle stesse zone per cui non si può pensare che una volta terminate le scosse e riparati i danni grandi e piccoli tutto sia risolto: è ora che dall’emergenza continua si passi finalmente alla prevenzione. Si illustrerà la carta della pericolosità sismica in Italia e si spiegherà il concetto di pericolosità e rischio sismico. Poi illustrerò l’attività di prevenzione del rischio sismico e la pianificazione territoriale in ambito sismico: la microzonazione sismica della Regione Marche. Si chiariranno i diversi livelli di microzonazione (1°, 2° e 3°) fino alla definizione di Risposta Sismica Locale. Sarà importante spiegare tutto questo ai cittadini ed ai sindaci”. L’evento vedrà la partecipazione dei terremotati ed è organizzato dall’Associazione di “promozione sociale AMOCUPRA in collaborazione con il Coordinamento Regionale di AIGAE Marche e con una rete di altre associazioni. Sarà presente anche Leonardo Perrone, Coordinatore delle Guide Ambientali Escursionistiche delle Marche. Prevista anche la relazione del professore, ing. Matteo Gualano, sullo stato attuale dell’edilizia e la ricostruzione sicura. Interverranno i sindaci delle zone colpite dal sisma.

14 novembre 2016 0

Basket serie D: Vittoria importante per Veroli contro la Cavese, 74-63

Di redazionecassino1

Vittoria importante per la Pallacanestro Veroli 2016 che torna in vetta battendo in casa Basket Cavese. La gara, che si è disputata Domenica 13 Novembre alle ore 18, presso il Palasport Chiappitto di Alatri, termina con il risultato di 74-63. Nel primo quarto la Pallacanestro Veroli 2016 entra in campo vogliosa di riscattare subito la sconfit-ta vs Carver, ma nelle prime battute gli ospiti dimostrano di avere ottimi tiratori da 3 punti (6 bombe nei primi 10’). Nonostante ciò i padroni di casa chiudono il quarto con ottime giocate di Vinci, Fru-sone e Giorgio Fiorini malgrado la ferita all’occhio e con un +2 a favore degli avversari. Allungo im-portante nel secondo quarto: la Pallacanestro Veroli 2016 aumenta il ritmo e chiude le maglie in di-fesa recuperando diversi palloni e conducendo bene il contropiede. In attacco, la difesa a zona degli ospiti non limita le bocche da fuoco dei giallorossi che con Marco Fiorini prima e Velocci poi bucano la difesa avversaria, chiudendo all’intervallo con un + 11 sul tabellone. Nel terzo quarto è sempre Veroli che con ottima concentrazione alimenta il vantaggio fino al + 20 grazie ad un Vinci in ottima forma nel pitturato ed alle giocate di Giorgio Fiorini che non sembra risentire della ferita all’occhio. Nell’ultimo quarto la Pallacanestro Veroli 2016 sembra controllare il vantaggio ma Basket Cavese rientra sul -10 con canestri dalla lunga distanza che illudono gli avversari. Le ottime percentuali dei locali ai liberi e la lucidità nella gestione degli ultimi palloni sono determinanti nel 74-63 finale. Veroli continua la sua corsa mantenendo il primo posto in classifica nonostante le tante assenze per infortunio e qualche acciacco per chi gioca con regolarità. Giorgio Fiorini (9 – Play/Guardia): «Partita complicata questa sera perché Basket Cavese è una squadra ben organizzata e con ottimi tiratori. Noi volevamo e abbiamo ottenuto questa vittoria che è stata tutt’altro che facile viste le rotazioni oramai ridotte al minimo. Ci tenevo a giocare questa sera nonostante i punti di sutura sull’occhio, perché non potevamo permetterci un passo falso. È impor-tante ora continuare a pensare ad una partita per volta con la speranza di poterci allenare al più presto in un campo regolamentare e soprattutto in Casa». Serie D. Pallacanestro Veroli 2016 74 – Basket Cavese 63. Veroli: Igliozzi, Fiorini G. 19, Vinci 20, Fontana E., Fontana G., Fiorini M. 10, Frusone 17, Lella, De Santis, Velocci 8.

10 marzo 2010 0

Dagli operatori sanitari delle ambulanze un’importante proposta

Di redazionecassino1

Un’importante proposta viene dal web in caso di incidente stradale per aiutare i soccorritori ad avvisare i familiari dei feriti. Gli operatori delle ambulanze hanno segnalato che molto spesso, in occasione di incidenti stradali, i feriti hanno con loro un telefono portatile, ma gli operatori non sanno chi contattare tra la lista interminabile dei numeri salvati nella rubrica. Gli operatori delle ambulanze hanno lanciato l’idea che ciascuno metta, nella lista dei suoi contatti, la persona da contattare in caso d’urgenza sotto uno pseudonimo predefinito. Lo pseudonimo internazionale conosciuto è ICE (In Case of Emergency). E’ sotto questo nome che bisognerebbe segnare il numero della persona che operatori delle ambulanze, polizia, pompieri o primi soccorritori potrebbero contattare. In caso vi fossero più persone da contattare si può utilizzare la definizione ICE1, ICE2, ICE3, etc…. Facile da fare, non costa niente e può essere molto utile. E’ una buona idea ed è anche promossa dalle autorità preposte al soccorso.