Tag: intensificati

20 agosto 2018 0

Frosinone, fine settimana di controlli intensificati su tutto il territorio provinciale

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Gli agenti della questura di Frosinone, nel corso del fine settimana, hanno effettuator su tutto il territorio provinciale una operazione di controllo intensificata.

La Squadra Volante del capoluogo ha segnalato al Prefetto un 28enne frusinate per detenzione di stupefacenti ad uso personale, mentre a Cassino, gli agenti, nell’ambito di specifici controlli inerenti alla lotta alla contraffazione e all’abusivismo commerciale, hanno contestato un illecito amministrativo ad un 30enne campano.

Particolare attenzione è stata posta, altresì, al controllo delle persone sottoposte alle misure degli arresti domiciliari o della sorveglianza speciale presso le loro abitazioni.

La presenza degli uomini in divisa è stata garantita anche su arterie a grande percorrenza e su strade cittadine.

Questi i risultati conseguiti dalla Polizia di Stato: 625 persone identificate, 231 veicoli controllati, 35 posti di controllo effettuati, con la contestazione di 30 infrazioni al Codice della Strada.

22 settembre 2017 0

Frosinone: Intensificati controlli antidroga

Di redazionecassino1

Frosinone – Nell’ambito di un’intensificata attività di polizia finalizzata alla prevenzione ed al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, la Squadra Volante della Questura intercetta nella parte bassa del capoluogo una donna che, alla vista della pattuglia, cerca di dileguarsi, nascondendosi nell’androne di un palazzo.

Gli agenti, insospettiti dalla situazione seguono la donna, che mostra un evidente insofferenza, e la identificano : è una 42enne del capoluogo.

Nel frangente i poliziotti scoprono che è una cliente del mercato dello spaccio ed  aveva appena acquistato una dose di cocaina, come accertato dal narcotest presso i laboratori del Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica.

Per la 42enne scatta la segnalazione al Prefetto per detenzione ad uso personale di sostanza stupefacente.

foto repertoro

9 novembre 2016 0

Immigrazione e sicurezza, miscela esplosiva a Cassino. Intensificati i controlli di polizia

Di admin

Cassino – L’argomento immigrazione a Cassino si miscela pericolosamente con quello della sicurezza. Il punto di incontro è il caso del ragazzo ferito con una coltellata alcune mattine fa nei pressi della chiesa Madre. Leggi

In città sembra essere consolidato il convincimento che si sarebbe trattato di una tentata rapina compiuta da un cittadino straniero, ma questa versione è tutt’altro che confermata dalla polizia che indaga sul caso. La stessa polizia parla di una vicenda ancora tutta da chiarire e su cui, l’unica certezza che si ha è quella del ferimento del giovane con prognosi di sette giorni.

Non è stato accertato, quindi, chi ha ferito il giovane e perché lo ha fatto. E’ chiaro che quanto accaduto va trattato con estrema cautela per evitare di innescare fenomeni di difficile gestione anche perché gli animi sono già caldi per l’arrivo in città di cittadini stranieri.

Il sindaco, oltre ad occuparsi degli arrivi portando sul tavolo prefettizio il vincolo di non poter ospitare a Cassino altri stranieri perché il Comune è tra quelli che hanno aderito al Progetto SPRAR (Rifugiati), probabilmente spinto dalla vicenda dell’accoltellamento, ha ricordato che l’amministrazione sta lavorando per armare i vigili urbani. Leggi

Intanto i controlli delle forze dell’ordine vengono rafforzati in particolare da parte della Questura. Gli uomini del commissariato di Cassino diretti dal vice questore Alessandro Tocco, si sono concentrati sulle zone del centro cittadino, con particolare attenzione agli obiettivi sensibili, i luoghi di maggiore aggregazione sociale, la stazione ferroviaria, nonché le località periferiche.

In 5 posti di controllo, istituiti in zone strategiche della città, è stata verificata la regolarità di 31 veicoli e sono state identificate più di 90 persone.

Nel corso di questi servizi, due cittadini albanesi di 45 anni e 38 anni, sono stati espulsi dal territorio nazionale in quanto non in possesso  di documenti validi per il soggiorno in Italia.