Tag: ladreschi

24 giugno 2010 0

Raid ladreschi nelle periferie, ritrovate carcasse di slot machine

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Una serie di furti, nelle case e nei bar, sono stati compiuti, nell’ultima settimana da ignoti nella immediata periferia di Cassino. Diverse le case prese di mira dai ladri preferibilmente nelle ore notturne. Sempre di notte i malviventi hanno fatto irruzione anche in alcuni bar portando via, principalmente, le slot machine. Un fenomeno certamente non nuovo che nella zona del casello autostradale, ma non solo, si ripete spesso. Ieri, i carabinieri di Cassino hanno rinvenuto in piena campagna, in località Cerro antico, una Ford rubata e abbandonata, con dentro alcune carcasse di slot machine rubate da qualche bar della zona. La dinamica, infatti è sempre la stessa. I ladri portano via l’interara struttura per forzarne la cassetta di scurezza in cui sono custoditi i soldi delle giocate, per scardinarle in tutta tranquillità in zone appartate. Ottenuti soldi, le apparecchiature vngono abbandonate. Ermanno Amedei

6 maggio 2010 0

Continuano i raid ladreschi, intanto i carabinieri hanno recuperato la Bmw

Di redazione

Sono tornati alla carica i predoni delle case che di notte, approfittando del sonno delle persone, si introducono nelle abitazione asportando quanto trovano a disposizione nonchè le autovetture. Hanno tentato a Montenerodomo, a Torricella Peligna, a Lettopalena, a Lama dei Peligni e Taranta Peligna e due volte in contrade del comune di Casoli. In totale hanno portato a segno due furti con qualche milgiaio di euro di refurtiva e tre autovetture. I Carabinieri comandati dal capitano Geremia Lugibello sono impegnati in un ampio servizio di controllo li hanno intercettati riuscendo a recuperare una Fiat Punto ed una BMW; gli occupanti si sono lanciati nei boschi ed approfittando del buio hanno fatto perdere le tracce. Le auto sono state restituite ai proprietari. Il territorio interessato al fenomeno è vastissimo, basti pensare che da Lettopalena a Casoli, con una borsa rubata e rinvenuta a Piazzano di Atessa. Lo sforzo dell’Arma è significativo, e da alcuni elementi raccolti sono state avviate indagini precise nei confronti dei soggetti che si ritiene di sicura origine albanese, specialisti nella tecnica di di entrare di notte forzando le finestre delle abitazioni.