Tag: ladri

6 dicembre 2018 0

Cassino, i ladri di ruote delle auto colpiscono ancora

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Tornano in azione i ladri di ruote delle auto in sosta. Già più volte, in passato, questi ‘specialisti mariuoli’ si sono accaniti sulle auto parcheggiate lungo le vie cittadine dai rispettivi proprietari. Approfittando delle ore notturne i ladri smontavano le ruote lasciando le autovetture con mozzi e dischi dei freni a terra.

La notte scorsa a farne le spese un’utilitaria parcheggiata in via Tommaso Campanella, in pieno centro a Cassino. Il proprietario dell’autovettura ha fatto la scoperta di non trovare più le quattro ruote della sua auto, una Fiat 500. il crescente fenomeno dei furti di autovetture o di parti delle stesse (come ruote o altri componenti), che ha interessato di recente il centro di Cassino e non solo, non è nuovo alle cronache ed ha, probabilmente, un mercato fiorente.

Del resto i malviventi approfittano delle ore notturne per mettere a segno indisturbati i loro colpi nonostante i serrati controlli delle forze dell”ordine.

Felice Pensabene

21 novembre 2018 0

Inseguiti dai carabinieri ladri si schiantano contro un muro a Ceprano

Di admin

CEPRANO – Ladri di appartamenti intercettati e inseguiti ieri sera dai carabinieri a Ceprano appena dopo il colpo.

Erano le 17.30 quando i militari comandati dal colonnello Fabio Cagnazzo hanno fermato per controllo un’Audi A3, con targa tedesca, con quattro persone a bordo, che avevano appena perpetrato un furto presso un abitazione del luogo, asportando vari monili in oro, il cui danno, non coperto da assicurazione, è in corso di quantificazione.

I malviventi, al fine di eludere l’inseguimento dei militari operanti, hanno attuato repentine e pericolose manovre di guida andando a terminare la corsa, a causa della eccessiva velocità, alle successive 18 circa, a ridosso di un muretto di recinzione a Ceprano in via Selvotta all’altezza del ponte autostradale A1, per poi dileguarsi a piedi nelle campagne limitrofe.

All’interno del veicolo, risultato provento di furto denunciato il 15 novembre 2018 presso la stazione carabinieri di Bologna Principale, è stato rinvenuto molto materiale da cantiere tutto sottoposto a sequestro.

Ermanno Amedei

13 settembre 2018 0

Furto nella palestra a Sant’Elia, i carabinieri individuano i ladri e recuperano gli strumenti

Di admin

SANT’ELIA FIUMERAPIDO – Fanno razzia in una palestra a Sant’Elia Fiumerapido ma in poche ore i carabinieri  inchiodano quattro giovani alle loro responsabilità. Le indagini sono scattate ieri mattina dopo che il responsabile di una nota associazione sportiva dilettantistica di Sant’Elia Fiumerapido, ha denunciato presso la Stazione Carabinieri che ignoti, nel corso della notte previa effrazione di una porta antipanico, si erano introdotti all’interno della palestra comunale asportando “due casse musicali, due computer portatili, una stampante, un tower di p.c., 1 mixer e un defibrillatore”, per un valore complessivo di circa 2.000 euro.

I Carabinieri dopo aver ricevuto la denuncia, si sono recati recavano sul luogo teatro del furto per effettuare un minuzioso sopralluogo teso a rinvenire cose o tracce che in qualche modo potessero ricondurli agli autori del furto e così è stato. A seguito della predetta attività di Polizia Giudiziaria,  oltre che da alcuni indizi raccolti dalla visione di alcuni “frame” estrapolati da un video ripreso dalle telecamere poste nei pressi della palestra nonché dall’escussione di alcuni persone del luogo, i militari operanti hanno raccolto elementi probatori a carico di un gruppo di ragazzi che era stato notato aggirarsi per il centro di Sant’Elia. Il gruppo di giovani, composto da tre 19enni (uno residente a Cassino, uno a Sant’Elia Fiumerapido ed uno residente nella provincia di Caserta)  ed un 18enne ( residente in Sant’Elia Fiumerapido) è stato opportunamente convocato in caserma ed, in tale circostanza sono state contestate loro le responsabilità del furto. I giovani, che inizialmente  non hanno ammesso le proprie colpe, posti dinanzi all’evidenza dei fatti, soprattutto agli elementi probatori raccolti nei loro confronti, hanno confessato facendo rinvenire quanto asportato presso l’abitazione del 19enne di Cassino che, dopo il furto,  si era incaricato di custodire la refurtiva. La merce è stata quindi recuperata e restituita, all’associazione mentre i quattro giovani  sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Cassino, per concorso del reato di furto aggravato.

11 settembre 2018 0

Furto in abitazione a Cassino ma i ladri cadono nella rete della Polstrada

Di admin

CASSINO – Risposta lampo della polizia al fenomeno dei furti in abitazione a Cassino. A farne le spese è stato, al momento, uno dei tre ladri che ieri sera hanno fatto irruzione in una abitazione del centro cittadino. Segnalato il furto al Commissariato di polizia, la segnalazione di tre o quattro fuggitivi a bordo di una Fiat Croma di colore scuro è arrivato verso le 23 agli operatori della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino che al km.671, carreggiata sud comune di Cassino, hanno intercettato una vettura simile a quella da ricercare, per cui l’hanno affiancata intimando l’Alt.

Il conducente ha fermato bruscamente il mezzo sulla corsia di emergenza e tutti gli occupanti si sono dati alla fuga attraverso la scarpata adiacente, inseguiti prontamente dagli operatori Polstrada .

Uno dei fuggitivi è stato bloccato ed identificato: è un 30enne nato in Albania e residente a Capua. All’interno dell’auto, oltre ad attrezzi atti allo scasso, è stata trovata la merce rubata: tre borse firmate e 1685 euro). Il tutto riconosciuto è stato  restituito alla legittima proprietaria.

L’uomo è a disposizione della competente Autorità Giudiziaria per il rito direttissima.

18 giugno 2018 0

I proprietari non ci sono e i ladri rubano la cassaforte, furto in casa a Cervaro

Di admin

CERVARO – Hanno aspettato che i proprietari si allontanassero di casa per alcuni giorni e i ladri, sicuramente più di uno, hanno fatto irruzione in una casa in via Tre Ponti a Cervaro, per rubare la cassaforte.

I malviventi non hanno peso tempo nel tentare di aprire la cassa metallica pesante circa due quintali conservata al primo piano dell’abitazione e, facendola scivolare lungo le scale, l’hanno portata al pian terreno e poi caricata su un qualche mezzo. All’interno pare vi fossero titoli, soldi e monili in oro per un valore compreso tra i 25mila e i 30 mila euro di beni non assicurati. Del caso se ne stanno occupando i carabinieri della stazione di Cervaro.

31 maggio 2018 0

A caccia del covo dei ladri, trovato a Frosinone il magazzino del malaffare

Di admin

FROSINONE – I carabinieri della Compagnia di Anagni è di quella di Frosinone hanno setacciato la zona industriale di Frosinone per contrastare iul fenomeno dei furti e per individuare i covi dei ladri.

Nel corso delle verifiche, i militari comandati dal colonnello Cagnazzo, hanno fatto irruzione in un capannone della zona Asi dove è stato rinvenuto materiale oggetto di furto in danno di commercianti della Provincia. Nella stessa struttura c’era attrezzatura e arredamenti per bar gelaterie e ristoranti del valore di 150 mola euro.

Sul posto anche i Carabinieri forestali, L’Arpa Lazio, l’ispettorato carabinieri del lavoro e personale della Guardia di Finanza di Frosinone. Nel corso della perquisizione domiciliare del titolare del capannone è stata rinvenuta inoltre una pistola illegalmente detenuta.

11 maggio 2018 0

Ladri di ruote a Cassino, almeno due auto lasciate a terra

Di admin

CASSINO – Ladri di ruote a Cassino. I malviventi hanno agito questa notte in zone residenziali e tutt’altro che nascoste.

Due le auto, per quando a noi segnalate, lasciate a terra dopo che i malviventi hanno staccato pneumatici e cerchioni. La prima è una Fiat 500 XL in via Leonardo da Vinci e la seconda è una Jeep, poco distante, a cui è stato riservato lo stesso trattamento.

Sorprende l’audacia dei ladri che hanno agito praticamente sotto i balconi delle case in cui abitano i proprietari delle auto.

Ermanno Amedei

11 maggio 2018 0

Ladri di Rolex latitanti, due arresti sull’A1 a Cassino

Di admin

CASSINO – Finisce a Cassino la latitanza di due uomini ricercati perchè accusati di furto di orologi. Questa notte, una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino, durante il servizio di vigilanza autostradale, al  km.669 Sud dell’ A/1 nel  territorio del comune di Cassino, ha intercettato una Lancia Musa a velocità sostenuta e che, alla vista della Polizia, si è nascosta tra due mezzi pesanti con l’intento di non farsi notare.

La manovra però non è sfugge agli uomini del sostituto commissario Giovanni Cerilli che sono riusciti a bloccarla nei pressi dello svincolo del casello di Cassino: a bordo tre persone.

Il conducente sprovvisto di documento di riconoscimento, è stato successivamente identificato;  è un 30enne nato e residente a Napoli, mentre i due passeggeri sono un 48enne nato e residente a Napoli ed un 27enne nato a Napoli ma residente a Pompei.

Da accertamenti presso la banca dati è risultato che i due passeggeri sono destinatari di un’ordinanza di applicazione della misura cautelare personale degli arresti domiciliari poiché responsabili di furto di orologi Rolex presso una gioielleria di Napoli.

Dopo gli accertamenti di rito, è stata data esecuzione all’ordinanza e la Lancia Musa sequestrata poiché  priva di documentazione e di copertura assicurativa.

10 aprile 2018 0

Ladri di scooter a Roma, sgominata banda che faceva razzie di Honda Sh

Di admin

ROMA – Dalle prime luci dell’alba, i Carabinieri della Compagnia Roma Centro stanno dando esecuzione a un’ordinanza che dispone misure cautelari nei confronti di 8 persone: 6 arrestate (4 in carcere e 2 agli arresti domiciliari) e 2 sottoposte all’obbligo di presentazione in caserma con obbligo di dimora nel comune di Roma e di permanenza in abitazione in orari notturni. Gli indagati, in totale sono 12, ai quali sono contestati, a vario titolo, i reati di associazione per delinquere finalizzata al furto, ricettazione e riciclaggio di motoveicoli, nonché spaccio di sostanze stupefacenti.

L’ordinanza è stata emessa dal G.I.P. del Tribunale di Roma, a conclusione di una complessa attività investigativa denominata “GRAND THEFT MOTO”, con il costante coordinamento della Procura della Repubblica di Roma – Gruppo reati gravi contro il patrimonio e gli stupefacenti – diretto dal Procuratore Aggiunto Dott.ssa Lucia Lotti, che ha consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico di tutti gli indagati a vario titolo emersi dalle investigazioni.

L’indagine, avviata nel mese di dicembre del 2016, dai Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina, è scaturita dall’analisi delle denunce acquisite aventi come oggetto il furto di motoveicoli e da alcuni arresti in flagranza di reato eseguiti dagli stessi Carabinieri nel centro storico di Roma.

Nello specifico, le numerose denunce di furto presentate dalle vittime ai Carabinieri di San Lorenzo in Lucina, avevano come comune denominatore luogo (il centro storico), fascia oraria (dalle 10.00 alle 12.00) e soprattutto il modello di moto (Honda SH).

Gli immediati approfondimenti, partendo inizialmente dall’analisi dei tabulati del traffico telefonico, incrociando i dati estratti con le denunce di furto acquisite, hanno consentito di individuare in breve tempo il potenziale ladro di almeno 11 moto.

I successivi sviluppi investigativi, resi possibili grazie anche alle attività tecniche di intercettazione telefonica nonché dai tradizionali servizi di osservazione, controllo e pedinamento svolti, hanno consentito di disarticolare l’odierno gruppo criminale, composto dai 12 indagati, 6 dei quali agivano in stabile associazione tra di loro, nel furto, ricettazione, smontaggio e quindi riciclaggio dei motoveicoli asportati mediante l’utilizzo di transponder, centraline modificate e chiavi alterate.

Nel corso delle indagini è poi emerso il coinvolgimento dei complici e di altri soggetti gravitanti attorno agli stessi, dediti allo spaccio al dettaglio di cocaina e hashish.

Nel corso delle indagini, i Carabinieri hanno arrestato altre 7 persone, in flagranza di reato (6 per spaccio di stupefacenti e 1 per furto di motoveicolo); denunciate in stato di libertà 2 persone per ricettazione e riciclaggio di motoveicoli; segnalate al Prefetto altre 2 persone, in qualità assuntori di stupefacenti; denunciate in stato di libertà 2 persone per ricettazione e riciclaggio di motoveicoli; sequestrato centinaia di dosi di hashish e cocaina; sequestrato e restituito moto e parti di esse rubate.

In solo 3 mesi di indagine, si è proceduto ad investigare su decine e decine di furti di moto, quasi tutti commessi nel centro storico della Capitole.

29 marzo 2018 0

Furto in abitazione a Cassino, ladri rubano soldi gioielli e permessi di soggiorno

Di admin

CASSINO – Hanno rubato tutto, sia le cose preziose che quelle essenziali. Il colpo messo a segno oggi pomeriggio dai ladri in una abitazione di Cappella Morrone a Cassino ha messo in ginocchio una famiglia di cittadini albanesi che da anni vivono e lavorano a Cassino.

Alle 16 circa, approfittando dell’assenza dei padroni di casa, i malviventi sono entrati comodamente aprendo la porta principale grazia alla chiave che hanno trovato nascosta sotto lo zerbino. Hanno così arraffato circa 700 euro in contanti e vari monili in oro che erano custodita all’interno dell’armadio della camera da letto per un valore quantificato in 2.700 euro.

Come se non bastasse i ladri hanno portato via i passaporti e i permessi di soggiorno. Un furto singolare per la precisione chirurgica dei ladri. A quanto pare i malviventi sapevano perfettamente dove mettere le mani.

Sul posto sono arrivati i carabinieri della compagnia di Cassino comandati dal capitano Ivan Mastromanno e coordinati dal colonnello Fabio Cagnazzo, comandante provinciale di Frosinone.

Ermanno Amedei