Tag: Letterature dal Fronte

8 maggio 2017 0

Cassino- Letterature dal Fronte, tutto pronto per la cerimonia delle Nomination nella sala Restagno

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Mercoledì 10 maggio, nella prestigiosa sala Restagno, del Comune di Cassino, l’Associazione culturale Letterature dal Fronte insieme alla Rete delle scuole di Cassino per Letterature dal Fronte, terranno la cerimonia detta della Nomination. In effetti, gli studenti delle scuole aderenti alla Rete insieme ai colleghi del liceo Petrarca di Trieste e a quelli della Scuola italiana di Atene, che hanno partecipato alle letture dei romanzi consegnati loro agli inizi dell’anno scolastico, daranno le loro preferenze ai quattro autori greci che quest’anno hanno concorso alla XII edizione del Premio Internazionale Letterature dal Fronte, dedicata alla letteratura neogreca contemporanea. Sono stati mesi di letture e approfondimenti consentiti dagli esperti scelti dall’Associazione culturale che presiede al Premio, Francesca Zaccone per la letteratura neogreca contemporanea e Francesco Scalora storico della letteratura e cultura greca molto apprezzati dagli studenti e dal lavoro costante e attento delle coordinatrici e dei coordinatori scolastici dei diversi Istituti partecipanti. L’edizione di quest’anno è stata seguita con interesse dalla professoressa Paola Maria Minucci, nota esperta e traduttrice della letteratura neogreca e dalla direttrice della Fondazione Ellenica di Cultura Italia, Aliki Kefalogianni che ha monitorato le fasi del Premio, con una disponibilità ed una attenzione di cui l’Associazione e la Rete delle scuole sono grate, nonché dai dirigenti del Liceo Petrarca e della Scuola italiana di Atene, la cui partecipazione allo svolgimento di tutte le fasi del Premio ha dato la possibilità agli studenti delle scuole della Rete di Cassino di confrontarsi con realtà scolastiche diverse da quelle operanti sul territorio locale. La manifestazione, alla quale prenderanno parte il Sindaco di Cassino Carlo Maria D’Alessandro, l’assessora alla cultura e istruzione Nora Noury, il Segretario Generale dell’Associazione culturale Clara Abatecola e il Presidente della stessa Federico Sposato, prevede, prima della lettura delle schede di valutazione, una significativa iniziativa di letture di testi di autori classici e contemporanei che hanno lasciato un segno importante nella storia della letteratura della Grecia. Con il titolo Da Aristofane a Markaris… spunti per la letteratura greca della legalità, alcuni studenti dei licei ed Istituti partecipanti leggeranno alcune pagine dei due Nobel per la letteratura greci: Elitis e Seferis, nonché di Omero, Aristofane, Solone, Sofocle, toccando brani di autori poco noti in Italia come Kostantinos Theotokis con Maledetti Quattrini, presentati dagli studenti della scuola italiana di Atene. Non mancheranno gli studenti , di sottolineare le pagine più sensibili dei romanzi letti Titoli di coda di Markaris, l’Oro dei folli di Maro Duka, Dal mare verrà ogni benedi Kristos Ikonomou, Breve diario di frontiera di Kazmed Kapllani. Questa iniziativa è inserita nella manifestazione nazionale promossa dal Ministero per i Beni e le attività culturali Il maggio dei libri. Ad aprire la manifestazione della nomination sarà un breve filmato, commovente e significativo del problema dell’immigrazione, messo a disposizione dal Drama Film Festival, tramite la Fondazione Ellenica di Cultura Italia. Immagine d’archivio

14 giugno 2016 0

Letterature dal Fronte, le nomination

Di Antonio Nardelli

Cassino – Hanno partecipato alle votazioni inviando le loro schede, anche gli studenti dei licei di Trieste, coinvolti nel progetto grazie al sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia e alla collaborazione dell’Associazione “Radici&Futuro”: il Liceo classico linguistico Francesco Petrarca e l’I.S.I.S. “Giosuè Carducci-Dante Alighieri”, e gli studenti del Bundesgymnasium und Bundesrealgymnasium Kirchengasse di Graz.

La somma dei voti espressi da circa 200 studenti ha visto vincitore di questa edizione: La voce del deserto di Anna Mitgutsch con 1.496 punti, seguita da Altrove di Doron Rabinovici con 1.485; seguono Stilbach o della nostalgia di Sabine Gruber con 1.340 punti e Maja Haderlap con La notte dell’oblio con 1.275 punti.

Tutti gli scrittori hanno ricevuto un grande apprezzamento dagli studenti; ne fanno testo le numerose schede critiche presentate insieme alle motivazioni del voto. Per quanto concerne la vincitrice, le scuole di Cassino l’hanno votata quasi all’unanimità. La professoressa Carmen Josa del Giudice dell’Itcg Medaglia d’oro ha detto che “questo romanzo ha stimolato molte discussioni e ricerche da parte dei ragazzi, che si sono sentiti coinvolti dalla tragedia del conflitto così attuale tra Palestina e Israele”.

“Per la prima volta – ha sottolineato il segretario generale Clara Abatecola – sono stati coinvolti studenti di diverse provenienze territoriali nello stesso progetto culturale: studenti di Cassino, di Trieste e di Graz si sono impegnati nelle stesse letture, hanno scelto con le medesime modalità il loro preferito ed hanno concorso con lo stesso entusiasmo a designare il vincitore, che verrà a ritirare il premio a Cassino agli inizi del prossimo anno scolastico”.

Tutti questi libri, come ha sottolineato l’esperta di letteratura austriaca Micaela Latini dell’università di Cassino, hanno un filo conduttore che li accomuna: la ricerca della propria identità, dopo il disastro della seconda guerra mondiale che ha sconvolto le loro vite di famiglie ebree, come nel caso della Mitgutsch e di Rabinovici o di famiglie use alla cultura di confine, sconfitte dalla cultura fascista o nazista e successivamente dalle vendette di parte, come nei romanzi della Gruber o della Haderlap.

“Anche quest’anno la lettura di questi romanzi ha allargato le conoscenze dei nostri studenti sulle problematiche che le guerre comportano in tutti i popoli che non si limitano alle distruzioni materiali dei territori, ma incidono profondamente nelle coscienze degli uomini e ne sconvolgono le radici”, ha sottolineato Maria Grazia Mattei, coordinatrice del comitato dei docenti. “L’anno prossimo – ha spiegato Clara Abatecola – sarà esplorata la letteratura greca. Questo ci permetterà, restando nel solco dei paesi belligeranti nella prima guerra mondiale, di conoscere meglio un paese a noi vicino per geografia e per cultura: la Grecia, con la sua tradizione classica, ma anche con le sue problematiche contemporanee. La riunione, del 27 maggio scorso dei dirigenti delle sette scuole aderenti alla Rete, presieduto dal preside Salvatore Salzillo, attuale capofila, ha approvato il progetto per l’edizione 2016-1017. Per questa occasione Letterature dal Fronte sarà affiancata dalla Fondazione ellenica di cultura; il progetto prevede di rinnovare con le scuole greche l’esperienza fatta con Graz, mentre rimane attivo il rapporto con le scuole di Trieste.

Un grazie di cuore è stato fatto ai dirigenti e alle insegnanti coordinatrici delle scuole della Rete nonché a dirigenti e docenti degli istituti di Trieste e di Graz.