Tag: libro

4 luglio 2018 0

“Le Marocchinate. Cronaca di uno stupro di massa”, pubblicato il libro di Emiliano Ciotti

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – “In uscita in questi giorni il primo lavoro di Emiliano Ciotti (Presidente dell’Associazione Nazionale Vittime delle Marocchinate) “Le Marocchinate. Cronaca di uno stupro di massa” per la Youcanprint Self-Publishing (226 pagine, 18 euro)”.

Lo scrive in una nota Davide Caluppi, responsabile comunicazione-stampa Associazione Nazionale Vittime Marocchinate.

“L’autore nato a Latina nel 1973, da anni con determinazione porta avanti questo lavoro per far conoscere alle nuove, ma anche ad una parte delle vecchie generazioni, questa tragedia immane, il dolore e le umiliazione patite dalle popolazioni da una parte dell’Italia che ha dovuto conoscere le barbarie rimaste nel cassetto per troppo tempo. Una pagina vergognosa a lungo nascosta, perpetrata da coloro che arrivarono sotto la bandiera dei “liberatori”.

Questo libro prende spunto dal racconto di Annunziata Gigli, sorella di Anastasio Gigli a cui è dedicato. Barbaramente violentato e ucciso a soli 14 anni da un gruppo da un gruppo di goumiers. All’occhio del lettore non può non andare la copertina rossa accattivante firmata da Luigi Boccasile, che ritrae un uomo di colore intento a violentare una donna con il titolo “difendila!”. Copertina che dà lo spunto all’autore nel far conoscere questa tragedia avvenuta nell’ultimo conflitto mondiale. Una pagina di Storia scritta da Alberto Moravia nel suo romanzo “La Ciociara” e ripreso dal genio di Vittorio De Sica nel celebre film “La Ciociara” con Sophia Loren. Una madre e una figlia violentate dalla furia di stranieri venuti da lontano. Famosa ma sconvolgente la scena all’interno della chiesa dove Rosetta figlia della Loren, nel film interpretata da Eleonora Brown, viene stuprata da un gruppo di marocchini. La Loren interpreta il personaggio di Cesira. Un passaggio veloce quello di innocenza a un altro di amara consapevolezza. Emiliano Ciotti nel tempo ha girato in lungo e in largo l’Italia ascoltando testimonianze e reperire documenti. Molta la reticenza, la vergogna ancora adesso a parlarne. Documenti che testimoniano gli eccidi, gli stupri di massa, la furia bestiale che si abbatté sulle campagne, sui paesi italiani, sin dallo sbarco in Sicilia fino alle porte di Firenze, tra il 1944-1945. Leggendo il libro si resta senza parole nel leggere le testimonianze di coloro che hanno subìto sulla loro pelle questa vergogna. Ricco di foto, di cartine che ripercorre quel periodo tragico. Soldati del C.E.F. (Corps Expéditionnaire Francais) guidati dal generale Alphonse Juin, i quali scatenarono i loro impulsi verso popolazioni inermi. Molti hanno taciuto e molti sapevano. In primis la Francia che era al corrente di quello che accadeva nelle zone oggetto della violenza. Le province di Frosinone, di Latina le più colpite. Il generale De Gaulle aveva la sua “residenza” nel comune di Esperia, paese del frusinate. L’autore ha avuto la bontà e l’intelligenza di portare al pubblico questo capitolo della nostra storia che ancora tanti non conoscono. Una gran parte sa, ne ha sentito parlare ma meglio non approfondire, non bisogna parlare. Nell’ultimo periodo le coscienze stanno cambiando, anche con i tanti incontri che l’Associazione fa in tutta Italia. Di recente la Francia è stata denunciata per crimini di guerra, tramite lo studio legale dell’associazione, presieduto dall’avvocato Luciano Randazzo. E questo è solo l’inizio di un percorso che vuole dare e ristabilire la verità e le colpe che ancora aspettano risposte.  Questo libro ha invece come messaggio quello di testimoniare, di ricordare le migliaia di vittime innocenti che ancora oggi reclamano Giustizia. E meglio non poteva Ciotti nel suo lavoro di dare voce e Giustizia a queste morti”.

 

 

23 aprile 2018 0

Diario di una moglie tradita. Presentato a Pastena il nuovissimo lavoro di Palma Lavecchia

Di redazione

PASTENA – Nella suggestiva cornice della bellissima Pastena (Fr) ieri pomeriggio è stato presentato il libro appena terminato dalla scrittrice Palma Lavecchia.

“Diario di una moglie tradita“, questo il titolo di un volume che tratta una tematica che appassiona e soprattutto è ampiamente comune. La cerimonia di presentazione ha visto l’autrice dapprima aprirsi alle domande della moderatrice Luana Compagnone, poi confrontarsi con una platea molto attenta e soprattutto partecipe al dibattito.

A fare gli onori di casa il sindaco di Pastena Arturo Gnesi, l’assessore Gianni Ferraccioli e gli altri amministratori comunali. Intenso lo spessore del dibattito con riflessioni notevoli sul tema “tradimento” e coppia: perché si tradisce, perché si perdona e perché non farlo invece, come cambiano i sentimenti ed infine come rinascere o maturare dopo un tradimento.

Il libro, infatti, non autobiografico, scritto in forma di diario espone a tutti la storia di una donna, Delia, poi di una famiglia, attraversata da una silenziosa tempesta, la scoperta del tradimento del marito ai danni della moglie. Tante emozioni, delusioni, dubbi e poi la sensazione più dura: sentirsi fuori luogo proprio nel nido sicuro della propria famiglia.

Diario di una moglie tradita, autoprodotto, con la prefazione curata dall’attore Marco Falaguasta, può essere acquistato da numerose piattaforme on line a cominciare da Youcanprint N.Costa

12 aprile 2018 0

Il libro “Benvenuti in Paradiso” di Lavecchia e Balsamo presentato al TanExpò di Bologna

Di admin

ATTUALITA’ – Anche la letteratura al TanExpò di Bologna. A presentare il loro romanzo nella fiera internazionale dell’arte Funeraria e Cimiteriale sono stati Palma Lavecchia e Giampaolo Balsamo, capitano dei carabinieri lei, giornalista lui. Il loro romanzo, “Benvenuti in Paradiso”, racconta di una divertente storia incardinata nella spietata concorrenza che si fanno due impresari di agenzie funebri in un piccolo comune della Puglia.

Tra dispetti e ripicche, i due e le loro famiglie descrivono in maniera grottesca e divertente uno spaccato che, secondo alcuni, non si discosta di molto da alcune realtà. Un modo diverso di vedere la morte e anche il mercato che, alla morte, gira intorno. Al TanExpò, quindi, tra bare, urne, carri funebri e tanocosmesi, anche il libro di Lavecchia e Balsamo.

Ermanno Amedei

8 marzo 2018 0

Verrà presentato domani in Provincia il libro di Riccardi “Col laccio sulle Forche”

Di admin

FROSINONE – Si terrà venerdì 9 marzo, presso il salone di rappresentanza della Provincia di Frosinone la presentazione del libro “Col laccio sulle forche” di Fernando Riccardi, edito dall’Associazione Pama.

Un volume che mette in luce la vicenda storica dell’attività carbonara nella zona della Valle del Liri e soprattutto di Roccasecca. In particolare vengono ricordate le storie di Raffaele Giovinazzi e Benedetto Patamia, carbonari che si sono immolati per inseguire l’ideale di libertà e democrazia.

A fare gli onori di casa insieme al presidente del Consiglio Provinciale e delegato alla Cultura Luigi Vacana ci sarà il consigliere Antonio Di Nota. Con loro la presidente dell’Associazione “Pama” Cristiana Martini e Patrizia Delli Colli che dialogherà con l’autore.

“Un appuntamento assolutamente importante per conoscere ed approfondire la storia del nostro territorio – sottolineano Vacana e Di Nota – una storia che non va dimenticata e anzi andrebbe portata nelle scuole per permettere ai nostri ragazzi di conoscere più da vicino le proprie origini”

Appuntamento per questa importante iniziativa venerdi 9 marzo alle ore 17 presso il salone dell’Ente di Piazza Gramsci.

24 maggio 2017 0

Traduttrice cassinate per un interessante libro americano

Di redazionecassino4

CASSINO – Una cassinate scelta per la traduzione in italiano di un interessante libro americano sul dramma del suicidio. Valentina Caprio vive e lavora ormai da dieci anni a New York, ma è nata e cresciuta a Cassino, città a cui è ancora profondamente legata e dove vive la sua famiglia. Quella di origine, perchè nella “Grande mela” si è sposata con un altro giovane italiano ed ha avuto una splendida bimba. Non esageriamo certamente se la definiamo uno dei tanti “cervelli in fuga” da una nazione che non offre eccellenti sbocchi a chi ha trascorso anni a studiare e poi non trova la giusta collocazione professionale. Quella che invece ha trovato in Usa. Valentina si è laureata con 110 e lode presso la facoltà di Lingue e Letterature straniere con una tesi in tedesco sul percorso della Germania dal 1945 al 2005. Ancora prima di terminare gli studi aveva già iniziato a lavorare come interprete di tedesco presso lo stabilimento Fiat di Cassino e dopo il diploma in “tecniche di traduzione e interpretariato” presso la Internationale Sommerschule di Germersheim in Germania, passa le selezioni per un tirocinio presso il Parlamento Europeo come traduttrice italiana dal tedesco, inglese e francese. Dieci anni fa il grande passo, il trasferimento oltre oceano insieme al compagno, un ingegnere italiano. E a New York ha iniziato a lavorare continuando a coltivare la passione per insegnamento e traduzioni. E così è stata selezionata tra dieci candidati, dopo una prova che consisteva nella traduzione delle prime sei pagine, per portare anche in Italia il libro “Wish you were here” di Francesca Cavaliere. Il nome dell’autrice potrebbe creare confusione: in realtà la cavaliere è nata in Italia ma dall’età di sei anni vive in Canada ed il libro lo ha scritto in inglese, non in italiano. Wish you were here, in italiano “Vorrei che tu fossi qui” racconta il vero dramma vissuto dall’autrice che un giorno trova il figlio agonizzante nel letto, con accanto un flacone di pillole. I disperati tentativi di salvarlo falliranno e la morte del figlio fanno sprofondare l’autrice in un profondo dolore, da cui però riuscirà ad uscire iniziando a guardare la vita con altri occhi. “E’ un libro – ci racconta la stessa traduttrice – che tratta un tema sempre più attuale, anche in Italia. La depressione per molti è al secondo posto, dopo i tumori, per il drammatico impatto che ha sulla vita di chi ne soffre. La storia di Francesca Cavaliere, che ha saputo rinascere a nuova vita dopo la tragedia che ha colpito la sua famiglia, può essere di aiuto a molti. Per le riflessioni che invita a fare, ma anche perchè il ricavato della vendita sarà devoluto a strutture specializzate che studiano la depressione e che curano chi ne è affetto”. E la sua traduzione, fedele e sensibile, è uno degli ingredienti che rendono speciale il libro nella versione italiana, tanto che in siti di lettori specializzati in traduzioni i complimenti per lei non sono mancati. “La traduttrice non ha deluso le mie aspettative”, ha scritto qualcuno e certamente il suo operato dovrebbe rendere orgogliosa la città di Cassino che le ha dato i natali. Perchè anche se ormai Valentina Caprio vive a NY, “il suo cuore – come lei stessa precisa – resta sempre incollato alla terra natia”. Valentina Prato

8 aprile 2017 0

Cassino – Oggi la presentazione del libro “Io sono Nicandro”

Di Antonio Nardelli

Verrà presentato oggi, sabato 8 aprile 2017, alle ore 17.30 presso la sala Restagno del Comune di Cassino il libro “Io sono Nicandro”. Per il romanzo, scritto da Bruno Di Placido e tratto dalla storia vera di Nicandro Di Florio, si tratta della prima presentazione in assoluto.

“Un romanzo che entra nelle corsie degli ospedali, nelle sale operatorie, un romanzo che ha tutti i colori della vita, della vita di un bambino costretto a misurarsi con un nemico smisurato. Nicandro è un Davide dei nostri tempi, è un giovanissimo Davide che osa sfidare il tumore, un Golia minaccioso e inclemente. Lo fa con coraggio, con dignità, con la forza di chi vuole vivere. Senza mai un momento di cedimento, senza rancore e senza paura”.

Del libro “Io sono Nicandro” ne parleranno l’autore Bruno Di Placido, il protagonista Nicandro Di Florio, la psicoterapeuta Filomena Citro, don Mario Colella, il presidente della Vds Cassino, Andrea Palumbo. Modera gli interventi Paola Caramadre, presenta Alessia Gargano. Letture a cura di Anna Petrone. L’evento è stato organizzato da Tantestorie.it e Vds Cassino con il Comune di Cassino

16 dicembre 2016 0

“La creazione nota”, a Frosinone la presentazione del libro di Franco Falasca

Di admin

Frosinone – Sarà presentato domani pomeriggio alle 17,30 presso la “Saletta Centro delle Arti” via Giacomo Matteotti 2 a Frosinone, il libro “La creazione nota” di Franco Falasca, edito da Fabio D’Ambrosio Editore. Nell’occasione l’autore incontra amici e lettori insieme a Marcello Carlino e Irene Sabetta. Le letture saranno a cura della “Associazione Ricerche Teatrali”.

Scrive l’autore: “…era la creazione nota, quella sorta di chiacchiericcio infinito, elaborata da un creatore a sua volta progettato da un creatore più grande e potente, tra loro rivali come sono rivali tutti gli esseri, che si scrutano con una malcelata diffidenza, per niente risolutiva. Chi era il complice e chi era il rivale: cercava di capirlo. Se la poesia a volte si pone all’attenzione anche di chi non vuole, è per la sua specifica natura invasiva. Ti colpisce nel momento meno opportuno e ti lascia con una sensazione che v’è qualcosa di importante che tu non hai ancora affrontato e che altri hanno già affrontato e ne godono addirittura…”

Franco Falasca, artista visivo scrittore e fotografo, cresciuto in Ciociaria e trasferitosi a Roma, ha pubblicato vari libri di poesia e prosa, ha partecipato alla “Biennale di Venezia 1976”e alla mostra“ANNI ’70. ARTE A ROMA” – mostra collettiva di artisti italiani e internazionali, Palazzo delle Esposizioni di Roma, ha organizzato rassegne e premi culturali.

6 dicembre 2016 0

Donna a 50 anni, il coraggio di Paola nel libro “Ho cambiato una vocale”

Di admin

Latina – Una vocale che fa nascere una nuova vita ed è nata Andrea Paola. La vocale in questione è la “A”, quella che ha sostituito la “O” di Paolo.

Una scelta arrivata dopo 50 anni di riflessioni e tentativi di essere normali, ma di quella normalità stabilita dagli altri e non da quella che ci si sente dentro. Una vicenda lunghissima che fanno di Andrea Paola Iannotti, padre di quattro figli, un personaggio da scoprire nel libro che presenterà domenica prossima alle 18 nella sala ricevimenti del Park Hotel  in via dei Monti Lepini 25 a Latina.

Il libro, “Ho cambiato una vocale” edito da Herald Editore, è stato scritto da Rossella Mamone e racconta le vicende dall’imprenditrice di Latina che, dopo aver vissuto per 50 anni una vita con una maschera da uomo, ha deciso di togliersi quella maschera per essere ciò che si sente di essere realmente: una donna.

Ermanno Amedei

16 settembre 2016 0

“Fiori di Ginestra”, le storie delle Brigantesse in un libro di Maria Scerrato

Di admin

Alatri – Michelina Di Cesare, Maria Capitanio, Elisa Garofali, Maria Teresa Molinari, Nicolina Iaconelli, Cristina Cocozza, Rosa Cedrone. Donne di briganti e brigantesse a loro volta secondo alcuni, combattenti contro l’invasione piemontese, secondo molti altri. L’argomento in cui si è cimentata Maria Scerrato di Alatri è tra i più affascinanti che riguarda non solo la Ciociaria, ma tutto il Paese agli arbori della sua unificazione.

Si chiama “Fiori di ginestra” e il sottotitolo spiega che tratta di “Donne briganti lungo la Frontiera 1864-1868”. Nelle 168 pagine, la Scerrato racconta la storia di queste donne “condannate” dalla storia dei vincitori. Quel coraggio, quelle intenzioni, ma soprattutto quelle figure, a distanza di un secolo e mezzo, vanno rivalutate e riviste.

“Fiori di Ginestra” è in vendita a Frosinone (EDICOLE’, piazza Madonna della Neve) e nelle principali edicole di Alatri, Sora, Isola e Cassino.

Ermanno Amedei

5 agosto 2016 0

Maria e la donna oggi. Presentato il libro di Don Tonino Martini a Piedimonte

Di redazione

Maria e la donna oggi. Questo il titolo del volume che don Tonino Martini ha presentato ieri a Piedimonte San Germano. Un trattato molto intenso, ricco di contenuti e con il quale il parroco ha voluto portare all’ attenzione dei lettori il concetto della devozione popolare mariana collegandolo in un cammino articolato e puntuale all’ evoluzione nei secoli e mettendola in costante paragone con la visione più strettamente ecclesiastica. Un percorso finalizzato alla scoperta di una tesi quanto mai sublime: la Madonna prima fonte di ispirazione e primo grandioso esempio. Il libro che don Tonino ha scritto scritto, attraverso un’indagine bibliografica eccellente, mira a mettere la figura della Vergine Maria al centro della vita dell’ uomo come esempio di pace, principio ispiratore, ma anche energia e slancio allo stesso tempo. Un obiettivo che indubbiamente è stato centrato. Un’immagine della madre di Gesù che ispira l’umanità e dalla quale l’universo trae insegnamenti, consolazione e guida. La cerimonia di presentazione, che si è svolta nella sala consiliare Bruna Bellavista, è stata moderata da Natalia Costa e ha visto la partecipazione del vescovo della diocesi di Cassino, Sora, Aquino e Pontecorvo, monsignor Gerardo Antonazzo, il quale ha tracciato un’analisi del volume estremamente interessante e completa. Un’introduzione alla lettura che ha impreziosito ulteriormente il valore del volume. Presenti anche il vice sindaco della città, Leonardo Capuano e tutti gli amministratori, il sindaco di Castrocielo Filippo Materiale, l’ex governatore della Banca d’Italia Antonio Fazio, l’autore del dipinto che è sulla copertina del libro, Antonio Farina di Campoli Appennino e tantissimi cittadini. Don Tonino Martini ha espresso viva soddisfazione per il grande riscontro di pubblico e per la sensibilità oltre ad aver ringraziato il vescovo per la incantevole presentazione del libro e per la meravigliosa prefazione.