Tag: litri

28 giugno 2018 0

Sequestrati dai Nas in un’azienda agricola di Sabaudia 90 litri di prodotti fitosanitari

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Un controllo dei Carabinieri del N.A.S. di Latina, finalizzato a tutelare la salute pubblica a garanzia del corretto utilizzo degli agro farmaci sulle culture di un’ azienda agricola sita nel territorio comunale di Sabaudia (LT), ha portato a sottoporre a sequestro oltre 90 litri di prodotti fitosanitari di varie tipologie e formulazioni,  per un valore di oltre 3.000 euro. Infatti i prodotti sequestrati non potevano essere commercializzati né utilizzati perché con etichettatura di sicurezza non conforme alla vigente normativa e con autorizzazione, all’impiego sulle colture, revocata dal Ministero della Salute. Il responsabile dell’ azienda agricola sarà inoltre sanzionato con una cifra complessiva che supera i 5.000 euro. Immagine d’archivio

17 marzo 2018 0

Autocisterna con 40mila litri di gpl incidentata, chiusa la Pontina

Di admin

ROMA – Una cisterna di Gpl da 40mila litri è rimasta coinvolta in un incidente stradale sulla strada Pontina in direzione Roma al km 18.100 all’altezza Castel di Decima.

Il camion, per cause ancora al vaglio delle forze dell’ordine, ha sbandava sulle due carreggiate coinvolgendo nella incidente più autovetture. Almeno tre squadre di vigili del fuoco del comando di Roma, con ausilio del nucleo NBCR, carro travasi e autogrue sono sul posto. Non ci sono feriti ma la strada Pontina è chiusa  parzialmente in direzione Roma.

25 ottobre 2017 Non attivi

Incendio al termocombustore, fiamme sotto controllo grazie a 400 litri di schiumogeno

Di admin

SAN VITTORE DEL LAZIO  – Oltre 400 litri di schiumogeno, sono serviti per mettere sotto controllo l’incendio  all’interno del Termocombustore di San Vittore del Lazio. Le fiamme divampate all’interno del capannone dove viene scaricato il materiale combustibile plastico sono state domate solamente in superficie. I vigili del fuoco dovranno procedere con le operazioni di smassamento per spegnere anche le fiamme che cofano all’interno del mucchio. Una operazione che durerà tutta la notte. Intanto ci si interroga su che tipo di danno all’ambiente possa aver provocato il denso fumo che si è sprigionato nella combustione. Pare che lo stabilimento continua a funzionare.

Ermanno Amedei     

17 luglio 2017 0

Cassino, nei serbatoi di vigili del fuoco di Roma 29mila litri carburante confiscato da Stradale

Di admin

CASSINO – La Procura della Repubblica di Cassino, in applicazione alla normativa vigente che prevede l’affidamento, alle Forze di Polizia e al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, in custodia giudiziale di prodotti energetici sottoposti a sequestro, ha assegnato al Dipartimento dei Vigili del Fuoco di Roma 29.000 litri di combustibile da autotrazione con un autoarticolato,  facenti parte dell’ingente “bottino” confiscato in seguito ad una indagine del 2014. Nell’ambito di una mirata azione di contrasto al dilagante fenomeno del contrabbando di carburante proveniente dall’est europeo, infatti, gli operatori della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino avevano proceduto al sequestro di ben 7 Tir su ciascuno dei quali era trasportato, con le stesse modalità, prodotto petrolifero in condizioni non conformi alla prescritta normativa in materia di accise. La complessa attività d’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Cassino, con l’ausilio dei tecnici di laboratorio dell’Agenzia delle Dogane ed imprenditori locali, aveva fatto emergere che il documento che accompagnava le merci durante gli spostamenti presentava delle incongruenze. Inoltre si appurava che l’idrocarburo sequestrato mostrava livelli chimico-fisici che pur discostandosi in maniera pressoché irrilevante dagli specifici standard del gasolio era comunque assimilabile a quelli tipici del gasolio per autotrazione. Il prodotto veniva infatti alterato grazie all’aggiunta di una minima quantità di additivo oleoso leggero, per sottrarlo all’imposizione fiscale delle accise che però aggiungendo pochi litri di benzina, riacquistava le caratteristiche del gasolio per autotrazione. Una volta effettuati tutti gli accertamenti tecnici tesi a verificare la natura del prodotto e definito il quadro investigativo, la Procura della Repubblica di Cassino aveva già assegnato nel 2016 un ingente quantitativo di carburante sequestrato ripartito tra Questura di Frosinone, Vigili del Fuoco di Roma e Polizia Marittima di La Spezia.

11 gennaio 2017 0

Gasolio rubato sull’Autostrada, la Polizia Stradale ne sequestra 1700 litri

Di admin

Cassino – Oltre 1.700 litri di gasolio probabilmente rubato sono stati trovati in un furgone  guidato da un 29enne campano in transito sull’Autostrada Roma Napoli nel territorio di cassino.

Gli agenti della polizia stradale gli hanno intimato l’alt per un controllo e quando hanno trovato le due cisterne da mille litri ciascuna, una completamente piena, l’altra con circa 700 litri, hanno chiesto la provenienza del carburante senza avere dal giovane una risposta esaustiva.

L’uomo, con pregiudizi di polizia, tra cui furto e ricettazione di gasolio, è stato denunciato per i reati di ricettazione e mancato pagamento dell’accisa prevista, con relativo sequestro del veicolo e della merce.

21 dicembre 2016 0

Contrabbando di carburante sull’A1 a Cassino, sequestrati 29mila litri di gasolio “camuffato”

Di admin

Cassino – Ventinove cisterne da mille litri ciascuno, contenete un liquido oleoso e dal forte odore di gasolio, sono state trovate dagli agenti della polizia stradale della sottosezione di Cassino, su un camion polacco che viaggiava in direzione sud sull’autostrada Roma Napoli. Gli agenti del sostituto commissario Giovanni Cerilli hanno fermato il mezzo per controllo al confine tra il comune di Cassino e quello di San Vittore del Lazio.

A bordo c’erano due uomini di nazionalità polacca e alla verifica del carico, sono emerse gravi irregolarità nel trasportare quello che si ritiene essere combustibile camuffato, importato in Italia aggirando il pagamento delle accise.

Entrambi i conducenti, pertanto, sono stati denunciati per la violazione della normativa sul trasporto delle merci pericolose (ADR) con la sospensione della patente di guida e della carta di circolazione ed il fermo amministrativo del  mezzo, oltre al   sequestro del carico.

Sequestri di questo tipo sono stati fatti frequentemente sia dagli agenti di Cassino che da quelli di Frosinone.

foto repertorio

 

17 settembre 2016 0

Duemila litri di gasolio sequestrati a Cassino

Di admin

Cassino – Gasolio di contrabbando o frutto di furti; una o l’altra, dato che i due campani a bordo del furgone in transito sull’autostrada Roma Napoli nei pressi di Cassino, viaggiavano con 2mila litri di Gasolio che certamente non avevano preso da una stazione di rifornimento. L’A1, si sa, è luogo di transito per mille traffici tra cui anche quello di carburante di contrabbando. Una attività che gli agenti della polizia stradale della sottosezione di Cassino diretta dal sostituto commissario Giovanni Cerilli, ben conoscono per aver effettuato sequestri per decine di migliaia di litri. Il furgone viaggiava in direzione sud e a bordo c’erano un 29enne e un 41enne. Consultando la banca dati sul loro conto è emerso che entrambi erano noti per furto di carburante. Perquisendo il mezzo gli agenti hanno trovato due taniche in pvc da mille litri ciascuno. Nel vano di carico i poliziotti hanno rinvenuto anche una pompa di aspirazione completa di tubi, diversi utensili tra cui una tronchese, una grossa chiave inglese e vari cacciavite, verosimilmente utilizzati per asportare il gasolio. In merito alla presenza della merce trasportata entrambi non hanno saputo fornire alcuna documentazione dando invece versioni contrastanti circa la provenienza. I due sono stati denunciati in stato di libertà per ricettazione e possesso di arnesi atti allo scasso nonché sanzionati amministrativamente per violazione della normativa di settore sulle accise. Il veicolo, le cisterne contenenti gasolio e tutto quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Cassino.