Tag: meridionale

12 luglio 2017 0

Cosilam e Università degli studi di Cassino e del Lazio meridionale: siglata convenzione

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

È stata sottoscritta nella mattinata di oggi, mercoledì 12 luglio, una convenzione-quadro tra Cosilam e Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. L’obiettivo dell’accordo firmato dal Presidente Zola e dal Rettore Betta è quello di sviluppare e organizzare al meglio le potenzialità del sistema della ricerca scientifica e della formazione affinché Ateneo e Consorzio industriale possano integrarsi e coordinarsi reciprocamente, con particolare attenzione a tre grandi macro aree: promuovere l’innovazione tecnologica nel comparto industriale del Lazio meridionale e supportare i processi di innovazione e di qualificazione delle imprese; promuovere le sinergie tra ricerca e mondo imprenditoriale e le strategie per l’innovazione e il trasferimento tecnologico; promuovere i bandi di finanziamento nazionali e internazionali con lo scopo di favorire l’incontro tra domanda e offerta di innovazione. “L’Università di Cassino è una delle grandi eccellenze di questo territorio di cui tutti noi dobbiamo essere orgogliosi – ha affermato il Presidente del Cosilam Pietro Zola – La convenzione quadro che abbiamo sottoscritto nasce dalla volontà del Consorzio e dell’Ateneo di mettere a disposizione delle imprese delle professionalità che possano aiutare tutte le aziende per lo sviluppo e la ripresa dei nostri comparti industriali. Sono convinto che questa collaborazione, che mi auguro possa essere la prima di una lunga serie in diversi settori, fornirà un supporto essenziale ai nostri imprenditori. Ringrazio il Magnifico Rettore prof. Giovanni Betta e tutto il suo team per la grande disponibilità dimostrata”. “Esprimo tutto il mio apprezzamento per la sottoscrizione di questo importantissimo accordo volto a valorizzare il rapporto con il Cosilam, una realtà ormai consolidata e di strategica importanza per il nostro territorio – ha dichiarato il prof. Giovanni Betta, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale – Puntare su ricerca, trasferimento tecnologico e formazione equivale per il nostro territorio a investire sul futuro. Da qualche tempo sono solito affermare che il nostro territorio necessita di un grande gioco di squadra, ebbene, oggi operiamo proprio in questa direzione, si collabora per fornire risposte adeguate alle numerose richieste che provengono dal mondo imprenditoriale”.

5 maggio 2017 0

Accordo quadro tra l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale e l’Università di Chongqing (Cina)

Di redazionecassino1

Cassino – Sarà presentato nel corso di una conferenza stampa, il prossimo 11 maggio, alle ore 16.30, presso la sala del Consiglio del Rettorato, alla Folcara, l’Accordo quadro tra l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale e l’Università di Chongqing (Cina). Saranno presenti il Rettore,  il Rettore, prof. Giovanni Betta, per il Senato della Repubblica, Sen. Giuseppina Maturani, per l’Ambasciata Cinese, il Capo Ufficio Polifico, dr. Bi Jiangshan, per l’Istituto per la Cultura e gli Studi Cinesi, il Vicepresidente, dr. Davide Antonio Ambroselli.

L’accordo quadro, sottoscritto il 23 marzo 2017 dal nostro Ateneo e University of Chongqing (Cina) per il tramite dell’Istituto per la Cultura Cinese, è finalizzato alla promozione e al potenziamento della collaborazione scientifico-didattica tra le due Università. L’accordo potrà prevedere lo scambio di studenti, docenti e staff tecnico/amministrativo. L’accordo prevede, inoltre, programmi di studio e culturali congiunti attraverso l’attivazione di specifici progetti di ricerca.

Le due Università si impegnano a intensificare i rapporti nei diversi settori della ricerca, con particolare riferimento a quello ingegneristico, e ad intraprendere attività di ricerca comuni.

Chongqing è una municipalità della Cina centro-meridionale con una popolazione di circa 32 milioni di abitanti.

L’istituto per la Cultura Cinese nasce in seguito alla visita in Cina svolta nel dicembre 2016 da una delegazione capeggiata dal Senatore Alessandro Maran, Vicepresidente gruppo parlamentare Partito Democratico, e composta da Davide Antonio Ambroselli, allora Consigliere del Ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale Paolo Gentiloni, dal prof. Marco Donald Migliore, Unicas, e dal dott. Pietro Polidori, proprietario di diverse imprese italiane tra cui AltaModa con sede a Shangai. L’Istituto è stato presentato alla stampa il 5 aprile presso il Senato della Repubblica alla presenza del Presidente del Senato Pietro Grasso, di Alessandro Maran, di Pier Ferdinando Casini, Presidente della Commissione Esteri Senato, del Prof. Cesare Pinelli, ordinario di Diritto costituzionale all’Università Sapienza e di S.E. Li Ruiyu, Ambasciatore della Repubblica popolare Cinese in Italia.