Tag: migliaia

30 maggio 2018 0

VIDEO – Ecco come clonavano i bancomat, in due avevano carpito migliaia di codici a Fiumicino

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FIUMICINO – Dopo una lunga e difficile indagine, gli agenti della Polizia di Frontiera di Fiumicino il 17 maggio scorso, hanno arrestato due cittadini bulgari con specifici precedenti di polizia, resisi responsabili dell’illecita acquisizione di migliaia di codici relativi alle carte utilizzate dai turisti presso gli sportelli bancomat dello scalo internazionale.

In particolare, i due, tramite l’installazione di sofisticate apparecchiature elettroniche artigianali sulle casse bancomat, riuscivano a carpire sia il codice PIN, digitato dall’ignaro passeggero, sia i codici presenti sulla banda magnetica inserita nello sportello.

Riproducendo fedelmente la parte superiore metallica del bancomat, infatti, i due sodali avevano inserito una micro telecamera dotata di batterie a litio di lunga durata ed un dispositivo (skimmer) in grado di memorizzare i dati presenti sulla banda magnetica delle carte.

I malviventi sceglievano i bancomat ubicati nella zona arrivi dello scalo aeroportuale in modo tale da poter acquisire prevalentemente codici delle carte in possesso a stranieri di passaggio in Italia, approfittando quindi della loro assenza da casa e prosciugare i conti correnti prima che gli stessi potessero accorgersi degli ammanchi.

Le indagini condotte hanno permesso di individuare gli autori del reato e consentire agli investigatori di scoprire come gli stessi avessero sabotato anche bancomat ubicati all’aeroporto di Malpensa e Venezia.

I truffatori, riuscivano addirittura a manomettere, nelle prime ore del mattino, uno sportello bancomat presso lo scalo di Fiumicino e, solo dopo poche ore, ad effettuare la stessa azione, presso lo scalo aeroportuale milanese.

Nelle prime ore della mattina del 17 maggio, gli uomini della Polizia Giudiziaria dell’Aeroporto di Fiumicino, dopo prolungati appostamenti, hanno individuato i due uomini di nazionalità bulgara intenti a ritirare lo skimmerposizionato sul bancomat qualche giorno prima.

Gli operatori di Polizia Giudiziaria, procrastinavano l’intervento certi che i due soggetti avrebbero raggiunto il covo.

La felice intuizione, infatti, consentiva, dopo un prolungato servizio di pedinamento, di individuare il loro alloggio e dare il via, al momento opportuno, al blitz.

Nel covo romano, l’irruzione ha permesso di individuare e sequestrare centinaia di supporti informatici contenenti i dati sensibili di migliaia di passeggeri.

Solo l’intervento dei poliziotti ha impedito che la mole di dati carpiti fruttasse un introito di svariati milioni di euro.

Le prime risultanze investigative hanno altresì permesso di escludere che i due soggetti, prima di essere tratti in arresto abbiano potuto utilizzare le migliaia di informazioni carpite.

24 aprile 2018 0

In migliaia, questa mattina nella Chiesa Madre per l’ultimo saluto a Lorenzo

Di redazionecassino1

CASSINO – In migliaia questa mattina hanno voluto dare l’ultimo saluto a Lorenzo Saggese, deceduto nella notte fra sabato e domenica scorsa per un incidente in pieno centro a Cassino. Un applauso ha accolto l’arrivo del feretro in piazza Corte. Amici, parenti, colleghi di lavoro dei genitori, tanta gente comune, ma soprattutto tanti giovani, i tanti amici di Lorenzo, gli amici di sempre, quelli del lavoro, quelli del calcetto, quelli del liceo. Perchè Lorenzo era l’amico di tutti.

La Chiesa Madre gremitissima ha costretto molti a seguire la funzione su piazza Corte. Don Salvatore Papiro, che l’ha officiata, nella sua omelia ha voluto ricordare la parabola del Giusto, invitando quanti hanno amato Lorenzo in vita a non perdere la speranza, nonostante l’atroce dolore.

La commozione, la tristezza, le lacrime incontenibil dei presenti, si sono sciolti in un lungo applauso ed i palloncini celesti e bianchi liberati nel cielo all’uscita del feretro, lo hanno scortato nel suo ultimo viaggio. L’omaggio ad un giovane tragicamente scomparso, amato e conosciuto per la sua voglia di vivere, il suo carattere solare e spensierato che resterà nel cuore di tutti.

 

     

26 marzo 2018 0

Migliaia di persone alla Passione Vivente di Frosinone

Di admin

FROSINONE – “Una folla composta ed emozionata ha riempito, a partire dalle 20 di domenica sera, piazza Vi dicembre, la prima delle stazioni della quarta edizione della Passio Christi 2018”.

Lo si legge in una nota del Comune di Frosinone.

“L’evento, organizzato dalla Pro Loco e dal Comune di Frosinone con gli assessorati alla cultura e al centro storico (coordinati, rispettivamente, da Valentina Sementilli e Rossella Testa) in collaborazione con il consigliere delegato ai grandi eventi Gianpiero Fabrizi, ha coinvolto circa 300 persone, tra figuranti e attori protagonisti. Migliaia di spettatori sono accorsi da tutta la regione per partecipare alla via crucis frusinate che ha magistralmente evocato – con l’ausilio di una scenografia maestosa, di costumi storicamente accurati e di una recitazione intensa – il mistero del dolore e del sacrificio, su cui trionfano i valori del perdono e della salvezza. La sacra rappresentazione ha coinvolto il suggestivo centro storico della città, con le scene allestite a piazzale Vittorio Veneto (processo davanti a Caifa e impiccagione di Giuda), a piazza santa Maria (processo davanti a Pilato) e a piazza Valchera (Crocifissione). Anche quest’anno, la Passio Christi ha saputo parlare al cuore di tutti, credenti e laici, costituendo un importante momento di coesione sociale e di spiritualità”.

“Sia per i credenti che per i non credenti – ha dichiarato nella nota il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – la Passione di Cristo rappresenta il momento topico della rievocazione di un uomo effettivamente vissuto e messo in croce dal delegato dell’imperatore, giudicato colpevole di eresia solo perché aveva la pretesa di varcare i confini degli Stati e della politica del tempo attraverso l’amore e la solidarietà degli uomini. È un messaggio ancora attuale che, declinato in chiave terzo millennio, evidenzia la bellezza della riconciliazione ed il primato dell’humanitas sull’odio e sulle divisioni, artificiosamente generate dall’uomo, in ogni tempo”.

9 marzo 2018 0

Cisterna di Latina, Migliaia di persone, palloncini, due colombe e tante lacrime per salutare Alessia e Martina

Di redazione

È il giorno del dolore più forte. E migliaia di persone sono lì a stringersi alla famiglia e ai parenti delle piccole Martina e Alessia Capasso, uccise dal papà Luigi. Oggi l’ultimo saluto. Davanti la chiesa tanti palloncini bianchi e rosa. Sono iniziati pochi istanti fa nella chiesa parrocchiale di San Valentino a Cisterna di Latina i funerali. Un applauso carico di commozione e dolore ha accolto i due feretri in bare bianche lungo il viale che porta alla chiesa. Oltre ai palloncini bianchi e rosa anche striscioni con messaggi strazianti per le piccole “Cisterna non vi dimenticherá”. Sono state fatte volare via anche due colombe bianche che poi si sono rifugiate sotto il portico della chiesa spaventate dalle migliaia di persone. Applausi e lacrime riempiono una mattinata che sa solo di amarezza e dolore per una famiglia distrutta.

27 dicembre 2017 0

Si cerca la “Persona dell’anno 2017” a Fondi. Migliaia le indicazioni

Di redazione

Oltre mille indicazioni pervenute per la “Persona dell’Anno” 2017. Ma c’è ancora tempo fino a domenica 7 gennaio 2018

Un fiume di indicazioni già pervenute ai canali dell’Associazione Pro Loco Fondi: Oltre mille ricevute e quattro i nomi più votati per la quinta edizione del premio “Persona dell’Anno” 2017 riservato alle persone che si sono distinte, in qualsiasi campo e ambito, nel dare lustro alla città di Fondi o del comprensorio.

Ma c’è ancora tempo per continuare ad indicare la persona che più merita il premio attraverso il web entro domenica 7 gennaio 2018.

Per farlo si può inviare una Email all’indirizzo: info@prolocofondi.it oppure collegarsi alla pagina della Pro Loco su Facebook oppure inviare un messaggio WhatsApp al 3297764644. E anche con l’App di Telegram e Instagram.

La cerimonia di premiazione inizierà alle 9,30 di venerdì 12 gennaio 2017 all’interno dell’Auditorium comunale di San Domenico a fondi, con uno spettacolo intrattenimento.

L’evento è associato alla Banca Popolare di Fondi che promuove con la sua azione costante iniziative legate al nostro territorio.

L’iniziativa ha il patrocinio del Comune di Fondi, del Parco Ausoni e Lago di Fondi, della XXII Comunità Montana.

9 ottobre 2017 0

Parco del Matusa: in migliaia al Green Day

Di redazionecassino1

I cancelli del Parco Matusa, domenica mattina, si sono aperti alle 9 per accogliere i tantissimi partecipanti al Green Day, la giornata organizzata dal Comune di Frosinone (in collaborazione con Asi – Associazioni Sportive e Sociali Italiane e Coldiretti) per mostrare alla cittadinanza lo stato dei lavori di quello che, dalla prossima primavera, sarà il volto definitivo del Parco urbano del Matusa, realizzato con l’Accademia di Belle Arti di Frosinone.

L’area ha mostrato alle migliaia di visitatori – tra cui, molte famiglie, giovani ed anziani – quale aspetto prenderà l’infrastruttura attualmente in lavorazione, prima di ospitare le essenze arboree che la trasformeranno, in via definitiva, in un grande polmone verde, oltre che in centro di aggregazione e socializzazione, a disposizione dell’intera collettività.

Il villaggio sportivo, fino a sera, ha infatti ininterrottamente ospitato esibizioni, aperte a tutti, a cura delle associazioni del territorio, di arti marziali e olistiche, passando per ginnastica, fitness, danza, calcio giovanile, ping pong, basket, mountain bike, yoga, jogging e survival. Apprezzatissimi dal pubblico anche gli stand della Coldiretti, con prodotti a km 0; presenti, inoltre, Croce Rossa Italiana e Protezione Civile, il Camef con un’esposizione fissa di auto d’epoca, e numerose onlus attive nel campo del volontariato e dell’assistenza. Salutata con grande partecipazione, da parte dei presenti, anche l’esibizione della Banda Romagnoli. Nel corso della mattinata, S.E. il Prefetto di Frosinone, Emilia Zarrilli, ha visitato l’area (“È un momento di festa e allegria, quello che stiamo vivendo oggi, per la realizzazione di un parco verde all’interno della città”, ha dichiarato il Prefetto), accompagnata dal sindaco, Nicola Ottaviani. “Un ringraziamento al Prefetto, per la partecipazione all’evento, e a tutti coloro che hanno reso possibile – a cominciare dagli infaticabili dipendenti del Comune e delle cooperative, lavorando notte e giorno – questa bella giornata di sport e condivisione che costituisce una sorta di anteprima di quello che sta diventando il grande Parco Urbano, che sarà aperto, definitivamente, nella prossima primavera, dalle 7 del mattino fino alla mezzanotte – ha dichiarato il sindaco Ottaviani – Domani, infatti, ricominceranno le lavorazioni e, soprattutto, le piantumazioni: qui sorgeranno centinaia di essenze arboree, insieme ai percorsi pedonali e ai servizi previsti, che permetteranno alle famiglie di trascorrere buona parte della giornata a contatto con la natura, mentre giovani e meno giovani potranno confrontarsi, scambiandosi esperienze”. Il Sindaco e il Prefetto, grazie all’apporto di alcuni… collaboratori d’eccezione (una rappresentanza di bambini, frequentanti le scuole del capoluogo, sia italiani che originari di altri Paesi), hanno messo a dimora alcune piantine offerte dai vivai Fontana, piccole forme di vita che cresceranno, diventando simbolo di bellezza e speranza per tutti coloro che le ammireranno.

La giornata, come da scaletta, è proseguita, inoltre, con l’intrattenimento musicale dei Four Flowers e il concerto di Alessia Di Francesco, già vincitrice del premio “Mia Martini” e volto noto della tv in virtù delle partecipazioni a programmi come “Amici” e “Festa italiana”.

1 febbraio 2010 0

Droga, traffico per migliaia di euro stroncato dai carabinieri

Di redazione

Alle prime ore della mattinata odierna, i Carabinieri della Compagnia di Alatri (Fr) hanno concluso un’attività di indagine culminata con lesecuzione di quattro ordinanze di Custodia Cautelare in Carcere per il reato di “spaccio continuato di sostanze stupefacenti”. L’operazione è il risultato di una complessa ed articolata attività di indagine avviata nel 2008 a seguito dell’arresto di un giovane del luogo, trovato in possesso di un discreto quantitativo di cocaina, che aveva evidenziato un aumento del consumo di stupefacenti nella città. I provvedimenti cautelari in carcere sono stati eseguiti a carico di: PALERMO Domenico, 33enne di Rignano Flaminio (RM); FROCIONE Emiliano, 33enne di Alatri; CALICCHIA Angela, 43enne di Frosinone; D’ONORIO Tommaso 27enne di Alatri. Nel corso delle indagini, sono stati acquisiti elementi inequivocabili nei confronti del sodalizio criminale, capeggiato dal PALERMO Domenico, sviluppava un volume di affari di alcune migliaia di euro mensili. Nel corso delle operazioni, sono stati rinvenuti e sequestrati gr.20 di marijuana, nr.2 bilancini di precisione, materiale vario idoneo al confezionamento nonché la somma di Euro 15.000,00, costituita da assegni e denaro contante. Gli arrestati, ad espletate le formalità di rito, sono stati associati presso la Casa Circondariale di Frosinone ad eccezione della donna, associata presso la Casa Circondariale di Roma-Rebibbia.