Tag: minacce

21 maggio 2018 0

Violenza e minacce alla ex moglie, divieto di avvicinamento per 38enne di Cassino

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Divieto di avvicinarsi alla casa della ex; questa la misura cautelare notificata oggi ad un 38enne di Cassino. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio e la persona, ha fatto vivere la sua ex compagna in un clima di continue violenze e minacce, giungendo perfino a sottrarle la figlia minore, tanto da costringerla più volte a richiedere l’intervento delle Forze dell’Ordine.

La donna, seppur terrorizzata, trovava la forza di denunciare quanto accaduto agli investigatori del Commissariato di Cassino che, dopo gli opportuni accertamenti, hanno riferito alla Procura della Repubblica con proposta di applicazione di misura cautelare.

Il GIP presso il Tribunale di Cassino dopo aver vagliato la richiesta del Pubblico Ministero, ha emesso la misura del divieto di avvicinarsi alla ex compagna ed ai luoghi dalla stessa frequentati.

La misura cautelare è stata eseguita nella mattina dagli agenti del Commissariato di casino, che hanno rintracciato l’uomo presso la sua nuova dimora.

18 maggio 2018 0

Terracina: Minacce e lancio di oggetti dalla finestra. 27enne dai domiciliari al carcere

Di redazione

Gli Agenti del Commissariato di Terracina, oggi hanno eseguito la Misura della Custodia Cautelare in Carcere a carico di M. L. 27enne terracinese. Lo stesso, era stato tratto in arresto lo scorso 10 Aprile in quanto colto nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso con un pregiudicato di Roma. I due nella circostanza furono trovati in possesso di oltre 3 Kg di HASHISH e quasi 2 etti di cocaina e dopo il rito di convalida sottoposti entrambi agli arresti domiciliari. Il giovane, che stava espiando la Misura cautelare presso la propria abitazione, in pochi giorni si è reso responsabile della reiterata violazione delle prescrizioni imposte e di gravi fatti costituenti reato. Più volte la Volante della Polizia è dovuta intervenire a causa dei comportamenti aggressivi di cui si è reso responsabile sia verso i familiari conviventi che nei confronti di altri condomini. Non sono mancate le minacce ed il lancio di oggetti dalla finestra che hanno preoccupato l’intero isolato. Lo stesso si rendeva altresì protagonista di gesti provocatori tra i quali il tentativo di danneggiare le tubature del gas. I gravi fatti venivano documentati dagli Agenti del Commissariato e, compendiati dai dovuti riscontri, confluivano nella relativa richiesta di Custodia Cautelare in carcere avanzata al Tribunale di Roma. Il ragazzo ad esito degli adempimenti di rito veniva ristretto presso la Casa Circondariale di Latina. Foto d’archivio

16 marzo 2018 0

Stalker 37enne del Capoluogo denunciato per minacce e molestie alla ex compagna

Di redazionecassino1

FROSINONE – Un’altra triste vicenda che vede “protagonista”, suo malgrado, una giovane donna, che subisce molestie e minacce dal suo ex compagno.

Nei confronti dell’uomo, un 37enne dell’hinterland frusinate, era stato emesso anche l’ ammonimento del Questore.

Incurante del provvedimento , lo stalker aveva continuato a porre in essere comportamenti  tali da generare un forte stato di ansia e di paura nella “sua” vittima.

Gli agenti della Squadra Volante della Questura, dopo l’ennesima condotta reiterante di comportamenti analoghi, lo hanno deferito all’Autorità Giudiziaria per atti persecutori.

La Polizia di Stato, da sempre in prima linea nella campagna di sensibilizzazione contro la violenza di genere con il progetto “Questo non è amore”, invita le donne vittime di violenza fisiche e psicologiche a denunciare i loro “aguzzini”.

 

13 dicembre 2017 0

Calci, spintoni e minacce, la donna finisce in ospedale e il compagno 40enne denunciato dalla polizia

Di redazionecassino1

Cassino – Una voce femminile allerta il 113 del Commissariato di Cassino  per segnalare una violenta  lite con il compagno.

Lei una giovane mamma, lui un 40enne, entrambi della Città Martire, “protagonisti” dell’ennesima triste vicenda.

Calci e spintoni, nonché  minacce:  la donna finisce in ospedale per l’aggressione subita. La Squadra Volante interviene e denuncia l’uomo, che dovrà rispondere di minacce e lesioni.

La Polizia di Stato invita sempre le donne vittime di violenza  a non nascondersi dietro il muro del silenzio, ma segnalare sempre ogni tipo di abuso, sia fisico che psicologico.

Dall’inizio dell’anno la Polizia di Stato ha uno strumento in più per poter intervenire, con l’adozione del protocollo E.V.A. (Esame delle Violenze Agite) da parte di tutte le Questure d’Italia.

La procedura   consente agli equipaggi di Polizia, chiamati dalle sale operative ad intervenire su casi di violenza domestica, di sapere se ci siano stati altri episodi in passato nello stesso ambito familiare.

Tutto questo attraverso una procedura che prevede la compilazione di checklist che, anche in assenza di formali denunce, spesso impedite dalla paura di ancor più gravi ritorsioni, consentono di tracciare situazioni di disagio con l’obiettivo di tenerle costantemente sotto controllo e procedere all’arresto nei casi di violenze reiterate.

 

 

25 novembre 2017 0

Arrestato dalla polizia 44enne per violenza, resistenza e minacce a Pubblico Ufficiale

Di redazionecassino1

Cassino – la Polizia do Stato arresta quarantaquattrenne per violenza, resistenza e minacce a Pubblico Ufficiale. L’uomo, trovato con indosso dosi di cocaina appena acquistate, è stato anche segnalato all’Autorità Amministrativa quale assuntore di sostanze stupefacenti. Nella serata di ieri, personale del Commissariato di P.S. di Cassino, nel corso dei servizi volti a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, ha arrestato un 44enne cassinate per resistenza e minacce a Pubblico Ufficiale.

L’uomo dopo aver acquistato dello stupefacente, alla vista degli agenti che gli avevano intimato di fermarsi, si dava alla fuga, attraversando ripetutamente la strada, per eludere il controllo, ponendo in pericolo la propria incolumità e quella degli operanti, nonché degli automobilisti in transito in quel momento.

Raggiunto poco dopo dagli agenti, ogni tentativo di ricondurlo alla calma risultava vano.

Infatti il cassinate opponeva resistenza agli operatori di polizia che tentavano di perquisirlo, inveendo contro di loro frasi minacciose, tanto da costringerli a chiedere ulteriori rinforzi per poterlo riportare alla calma.

Il quarantaquattrenne, poiché trovato in possesso di alcune dosi di cocaine, è stato anche segnalato al Prefetto di Frosinone, per detenzione ad uso personale di sostanze stupefacenti.

10 febbraio 2017 0

Stalking in rosa a Frosinine, 20enne di Latina denunciata per molestie minacce e aggressione all’ex

Di admin
Frosinone – Aggressione fisica, calunnie sul posto di lavoro, fino anche ad inseguimenti in auto. È una storia di stalking in rosa quella che a Frosinone ha portato alla denuncia di una 20enne di Latina. La ragazza aveva maldigerito la rottura del rapporto con il 23enne di Frosinone e aveva assunto atteggiamenti sempre più morbosi, diffamanti e aggressivi. Dopo aver iniziato a contattare amici e parenti al solo fine denigrarlo, ha allargato il suo “raggio d’azione” cercando di “colpire” anche la sfera professionale dell’uomo. Ha escogitato  di  telefonare al datore di lavoro ed ai colleghi del malcapitato ex per calunniarlo ma, constatando che le sue azioni non avevano sortito l’effetto sperato, ha cambiato strategia, optando per un appuntamento che il 23enne ha accettato  sperando di poter mettere fine definitivamente alla vicenda. Tutto inutile, dato che la sera dell’incontro, l’uomo si è reso conto che la finalità del chiarimento era soltanto un pretesto della donna per fare un nuovo tentativo di riconciliazione. All’ennesimo suo rifiuto scoppia l’ira furiosa della “respinta” che ha aggredito fisicamente l’ex che riesce ad allontanarsi anche grazie all’intervento di un suo amico. La 20enne, però, ha iniziato un rocambolesco inseguimento in auto riuscendo ad affiancare la vettura del giovane minacciandolo dal finestrino. Stanco, a quel punto Il giovane ha deciso di recarsi presso gli uffici della Divisione Anticrimine della Questura, diretta dal Primo Dirigente Agnese Cedrone, per formalizzare la denuncia. La donna è stata così denunciata per stalking, violenza e diffamazione.
14 dicembre 2016 0

Il cantante Peppe Servillo degli Avion Travel bersaglio di una stalker. I carabinieri fanno scattare provvedimenti nei confronti dell’ammiratrice fastidiosa

Di redazione

E’finita la brutta esperienza di Peppe Servillo, frontman del noto gruppo musicale Avion Travel. L’artista era da tempo bersaglio di una stalker. Una donna che non gli dava tregua e che aveva iniziato prima ad infastidirlo con avances pressanti poi era passata a continue telefonate e minacce. I Carabinieri della Stazione di Casagiove (CE), hanno però proceduto all’esecuzione dell’ordinanza di applicazione della misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Macerata Campana (CE) e del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dall’artista nei confronti della donna di quarantasei anni di Somma Vesuviana. Il provvedimento emesso dal Tribunale ordinario di Nola, ufficio g.i.p., è scaturito a seguito delle numerose querele presentate dall’artista nei confronti dell’ ammiratrice. È emerso che la quarantaseienne, non vedendo ricambiate le proprie avances, ha cominciato a molestarlo e minacciarlo telefonicamente ed a mezzo internet per poi ingiuriarlo ed offenderlo in pubblico durante un concerto tenuto nel comune di Casagiove il 15 settembre scorso. Foto Antonio Nardelli

16 novembre 2016 0

Sant’Elia Fiumerapido- Violenze e minacce ad una 22enne, l’ex compagno non potrà più avvicinarsi

Di redazione

A Sant’Elia Fiumerapido i militari della locale Stazione, hanno notificato ad un 38enne di Cassino (denunciato per il reato di “stalking” e già censito in banca dati per reati contro la persona e il patrimonio) l’ordinanza del Dott. Massimo LO MASTRO, G.I.P. del Tribunale di Cassino, che disponeva la misura cautelare del divieto di avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dalla ex-fidanzata (una 22enne del luogo) con la quale aveva avuto una relazione sentimentale. Tale ordinanza è scaturita da una serie reiterata di atti vessatori e persecutori consistenti in violenze e minacce, denunciate dalla donna e documentate dai Carabinieri di Sant’Elia Fiumerapido. Infatti, lo scorso 26 ottobre, gli inquirenti informavano la Procura della Repubblica di Cassino di tutti gli episodi di violenza subiti dalla donna sin da quando i due erano conviventi. In tale decorso di tempo, l’uomo la umiliava, l’apostrofava con parole disprezzanti sia verso di lei e verso la sua famiglia, minacciandola e picchiandola ripetutamente, colpendola con calci sulla schiena varie volte. In altre occasioni, preso dall’ira, dopo averla malmenata e sotto la minaccia di picchiarla, l’aveva costretta a restare seduta su una sedia, impedendole di muoversi. Inoltre durante le discussioni aveva scaricato la sua ira con violenza sui suppellettili di casa. Tale atteggiamento vessatorio si è protratto nel tempo tanto da provocare uno stato di prostrazione fisica e psichica nella donna. Anche dopo aver interrotto la relazione, l’uomo non perdeva occasione per ingiuriarla, minacciarla anche mediante SMS, messaggi attraverso whatsapp e facebook, seguendola ed affrontandola nei luoghi solitamente frequentati dalla stessa, tanto da costringerla sia a cambiare le proprie abitudini di vita, sia a limitare al massimo le sue uscite di casa.

10 dicembre 2009 0

Rapina, truffa, spaccio, lesioni e minacce, 29enne arrestato per espiazione di pena

Di redazione

Nella serata di ieri i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo hanno rintracciato e tratto in arresto un 29enne della provincia Isernina destinatario di un provvedimento di esecuzione emesso dall’Autorità Giudiziaria del capoluogo Pentro. L’uomo è stato associato presso la Casa Circondariale di via Ponte S.Leonardo ove dovrà espiare una pena definitiva di anni 4 e due mesi di reclusione cumulativa di varie condanne conseguite per reati di rapina, stupefacenti, truffa, lesioni e minacce, commessi nel territorio provinciale dal 2001 al 2006 e per i quali è stato definitivamente condannato. Dovrà rispondere all’autorità giudiziaria del reato di ricettazione un napoletano 41enne residente in quella provincia, denunciato dai Carabinieri di Venafro, al termine di una rapida indagine attivata dalla denuncia di furto del proprio cellulare ivi presentata da una impiegata della cittadina della piana del Volturno.

24 agosto 2009 0

Minacce e percosse alla mamma, arrestato un 25enne

Di redazione

Ha minacciato e percosso la mamma, e ha devastato la casa. Per questo, un 25enne di Alatri, era diventato l’incubo della sua famiglia. Minacce e danni erano all’ordine del giorno fino a quando sono intervenuti i carabinieri. Ieri il giovane, in evidente stato di ebbrezza, si è trovato faccia a faccia con i carabinieri che tentavano di rabbonirlo. Lui però si sarebnbe avventato contro con calci e pugni. Dopo una breve colluttazione, i militari hanno avuto la meglio e lo hanno arrestato maltrattamenti in famiglia, minacce e danneggiamenti aggravati. Il giovane è stato trattenuto nella camera di sicurezza della caserma in attesa del rito per direttissima.