Tag: mistero

22 agosto 2018 0

Uccide i figli ad Esperia, si indaga sul movente e sul mistero della pistola

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ESPERIA – Una comunità frastornata, quella di Esperia, che continua a chiedersi il perché della tragedia che ha visto ieri Giovanni Paliotta uccidere nel sonno i suoi due figli Isabella e Mariano per poi togliersi la vita. Mai una denuncia per violenze domestiche o dicerie di liti in famiglia, neanche un biglietto per spiegare l’abominio.

Se una risposta a questa domanda, qualora ve ne fosse una, potrà darla solamente la moglie dell’assassino suicida, attualmente ricoverata in ospedale a Cassino sotto shock, i carabinieri della compagnia di Pontecorvo comandati dal capitano Tamara Nicolai e i loro colleghi del reparto operativo di Frosinone comandati dal comandante provinciale Fabio Cagnazzo, cercheranno di scoprire perché l’uomo, seppure fosse in possesso di una pistola regolarmente detenuta, per compiere il massacro si è dotato di una calibro nove corta non censita, quindi custodita illegalmente.

Al momento le salme sono sotto sequestro nell’obitorio dell’ospedale di Cassino.

Ermanno Amedei

14 febbraio 2018 0

In ospedale con occhio tumefatto, mistero a Cassino sul ferimento di una 18enne

Di admin

CASSINO – Una ragazza è ricoverata in ospedale a Cassino per un trauma cranico dovuto a cause ancora da accertare.

La 18enne di Piedimonte San Germano è arrivata nel corso della notte al pronto soccorso poco dopo la mezzanotte accompagnata da amici.

Aveva una tumefazione ad un occhio e poteva essere il frutto di un pugno o di una caduta. Le forze dell’ordine stanno indagando e aspettano di poter ascoltare la versione della giovane e in che contesto l’episodio è avvenuto.

Ermanno Amedei

3 novembre 2017 Non attivi

Ladro seriale a Cassino, il mistero dei soldi e la necessità di una cura

Di admin

CASSINO – Guai ad invitarlo a cena o comunque a farlo entrare in casa. Il 60enne denunciato oggi per furto e ricettazione sarebbe capace di far sparire cose da sotto gli occhio senza che il custode se ne accorga. Nella sua casa, che sembra un grande magazzino o meglio un gran bazar, gli agenti hanno ritrovato 30 sveglie, 400 profumi, decine di sedie, mobiletti, portacandele, decine di caffettiere e tazze per colazioni, bottiglie di vino, soprammobili di ogni forma tutto meticolosamente sistemato  e proveniente da chissà dove. Solamente i soldi, ben 246mila euro, erano contenuti in un sacchetto come fossero panni sporchi.

Agli agenti avrebbe raccontato che quelle banconote erano l’eredità lasciata dai genitori, che non avrebbe messo in banca perché, in quanto protestato, li avrebbe persi. Vero o falso che sia, il fatto certo è che gli uomini del vice questore Alessandro Tocco sono arrivati a lui dopo la segnalazione di un furto in un centro commerciale. Oltre a denunciarlo, servirebbe per lui curare la cleptomania per evitare non solo  il perpetrare di furti, ma anche per la sua incolumità fisica dato che qualcuno, accorgendosi di un furto, potrebbe decidere di non chiamare la polizia e di farsi giustizia da solo.

Ermanno Amedei

Furto fatale: ladro seriale incastrato dalla Polizia. In casa un “bazar” privato

 

13 settembre 2017 0

Uomo morto a Sant’Andrea, è ancora mistero

Di admin

SANT’ANDREA DEL GARIGLIANO – La luce del sole non ha ancora dissolto il mistero sulla morte di E. B. 40 anni di Sant’Andrea del Garigliano.

Il suo corpo è stato trovato ieri sera in via Roma nel centro del Paese a qualche centinaio di metri dalla sua auto, con alcune ferite. La Peugeot ha il parabrezza e il vetro posteriore rotto. Sul posto, sono arrivati i carabinieri della compagnia di Frosinone e quelli del Reparto provinciale di Frosinone. Al momento non si esclude nessuna pista anche se gli investigatori restano abbottonati

Ermanno Amedei

Foto Antonio Nardelli