Tag: moglie

9 novembre 2018 0

Picchia la moglie davanti al figlioletto, 26enne arrestato a Sora

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

SORA – Unità operativa della Squadra Volante del Commissariato di Sora, con l’ausilio  dei colleghi  della Questura di Frosinone interviene, per lite, presso l’abitazione di una famiglia residente nella città volsca. All’arrivo, gli agenti hanno accertato che una 25enne, madre di un bimbo in tenera età, era stata aggredita, con calci e pugni, dal coniuge, 26enne originario del Marocco e per questo costretta a fare ricorso alle cure dei sanitari. L’uomo, inoltre, per evitare  che la giovane donna chiamasse la Polizia, le aveva sottratto il telefonino. Nel frangete  convulso, si appropriava anche del portafogli della consorte, contenete contanti. Per l’uomo scatta l’arresto e, come disposto dal magistrato di turno della Procura di Cassino, è stato  associato presso la casa circondariale della Città Martire.

15 ottobre 2018 0

Spara dieci fucilate e si barrica in casa con la moglie, terrore a Vallemaio

Di admin

VALLEMAIO – Per circa tre ore, ieri sera, R.D.C., 60 enne è rimasto barricato in casa con la moglie 59enne in località San Tommaso a Vallemaio. Armato di un fucile, l’uomo aveva esploso in aria circa dieci colpi seminando il panico tra i residenti suoi vicini di casa.

Tutto sarebbe cominciato ad ora di cena. Alle 20, per motivi che ancora i carabinieri subito intervenuti non hanno reso noto, il 60enne ha iniziato ad esplodere fucilate in aria per poi chiudersi in casa. I militari coordinati dal comandante provinciale colonnello Fabio Cagnazzo e comandante della compagnia di Pontecorvo Tamara Nicolai hanno circondato la casa instaurando una trattativa con l’uomo che è durata fino alle 23, quando con una irruzione, è stato raggiunto ed immobilizzato. Entrambi i coniugi sono indenni.

Ermanno Amedei

 

 

23 settembre 2018 0

Marito violento minaccia moglie e figli a Pontecorvo, allontanato da casa

Di admin

PONTECORVO – Ubriaco e violento, manteneva la famiglia sotto la cappa della paura. O almeno questo hanno riscontrato i carabinieri della Compagnia di Pontecorvo che hanno indagato sulle dinamiche interne alle mura domestiche di una famiglia del posto e che hanno portato il Gip del tribunale di Cassino ad allontanare il marito violento dalla casa.

IL FATTO

Qualche giorno fa i Carabinieri di un Comando Stazione della Compagnia di Pontecorvo, sono intervenuti su richiesta di una donna nella cui casa il marito, in evidente stato di ebrezza alcolica, stava minacciando la famiglia. Il tempestivo intervento dei militari ha consentito non solo di riportare l’uomo alla calma, ma anche di tranquillizzare la moglie che finalmente ha trovato il coraggio di denunciare quello che lei e i figli subivano da tempo. Le immediate indagini hanno portato prima al deferimento dell’uomo per il “reato di maltrattamenti in famiglia e minacce” e poi, nella serata di ieri, alla notifica del provvedimento emesso dal GIP del Tribunale di Cassino del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati alle persone offese e ai luoghi dalle stesse frequentati. In particolare lo stesso dovrà rispettare la distanza di 300 metri ed evitare qualsiasi tipo di contatto anche telefonico e via internet.

6 agosto 2018 0

Uccide la moglie a Roma con un mestolo e scappa a Latina, confessare il delitto e fa ritrovare il cadavere

Di admin

LATINA – Ha ucciso la compagna 57enne a Roma e si consegna ai carabinieri di Latina confessando l’omicidio e permettendo il ritrovamento del cadavere. L’uomo, un 42enne di origini di terracina, questa mattina alle 9.30 circa, ha bussato al comado carabinieri di Latina confessando di aver ucciso la compagna di 57 anni, a seguito di una lite svoltasi alle ore 23 circa del giorno precedente all’interno dell’abitazione dove convivevano, nel quartiere statuario della capitale. I due avrebbero discusso animatamente per futili motivi e l’uomo, in preda ad un raptus, avrebbe ripetutamente colpito la compagna con un utensile.

Nessuno si era accorto di nulla e neanche il corpo della donan era stato ritrovato fino a quando i carabinieri della compagnia di Roma Casilina, non sono andati a casa della coppia trovando il cadavere.

30 luglio 2018 0

Marito sorprende la moglie al bancomat con “l’amico straniero” e scatta la lite

Di admin

CASSINO – Ha sorpreso la moglie allo sportello automatico dell’ufficio Postale in piazza De Gasperi a Cassino e, sospettando che facesse un prelievo per pagarsi “la compagnia” di un giovane straniero, ha aggredita la donna anche fisicamente.

Tutto è accaduto nel primo pomeriggio di venerdì davanti agli occhi, oltre del giovane straniero rimasto impassibile alla lite tra moglie e marito, anche di altri testimoni alcuni dei quali, intervenuti per evitare che la lite degenerasse, avrebbero rimediato anche qualche colpo. La coppia sui 50 anni circa, forse lui un po’ più adulto, si sarebbe accapigliata mentre lei ritirava soldi dallo sportello. I testimoni riferiscono che l’uomo la insultava spiegandole di aver scoperto l’utilizzo di quei soldi.

Ad evitare il peggio è stato l’intervento degli agenti di una volante della polizia che hanno ricondotto alla ragione i due favorendo così, evidentemente, la spiegazione di un equivoco dato che dalla vicenda non sono scaturite poi denunce.

Ermanno Amedei

20 luglio 2018 0

Allontanato da casa ma sorpreso a citofonare alla ex moglie, arrestato marito violento

Di admin

FROSINONE – Nonostante gli fosse stato fatto il divieto di avvicinare alla sua ex e ai due figli minori, è stato sorpreso davanti al portone di casa a citofonare con insistenza alla ex consorte. Come se non bastasse, il 32enne di Frosinone si sarebbe scagliato contro gli agenti di polizia.

Per questo l’uomo è stato inizialmente denunciato e, successivamente, su disposizione del tribunale, il divieto di avvicinamento è stato trasformato in una ordinanza di custodia cautelare in carcere con la conseguente sospensione dell’autorità genitoriale.

Una vicenda nata alcuni anni prima, quando l’uomo, secondo quanto denunciato dalla ex moglie e secondo le risultanze investigative degli agenti della questura, si era reso protagonista di continue violenze tra le mura domestiche.

 

21 giugno 2018 0

Orto “stupefacente” nelle campagne di Cassino, arrestati moglie e marito che coltivavano marijuana

Di admin

CASSINO – Un orto “stupefacente”, nascosto nelle campagne di Cassino, è stato individuato dagli agenti del commissariato cittadino. Ad arrivare alla coltivazione segreta sono stati gli uomini del vice questore Raffaele Mascia il quale ha ufficialmente assunto la direzione del commissariato cassinate.

Nel corso di indagini gli agenti hanno seguito con discrezione una giovani coppia che, attrezzati di un grosso borsone a spalla vuoto, si sono diretti in una zona di periferia addentrandosi nella campagna fino ad arrivare nei pressi di un capannone per il deposito di fieno e ad un container occultato da un telo di plastica. I due, una volta all’interno, ne sono usciti con alcune piante di marijuana che hanno iniziato a recidere con le forbici per prenderne le infiorescenze.

I poliziotti sono quindi intervenuti perquisiscono il container e trovando una vera e propria fabbrica adibita alla produzione di droga, con cella frigorifera, impianto di aerazione, termosifone elettrico, fertilizzante, bustine per il confezionamento, bilancino e più di 610 grammi di infiorescenze.

Rinvenute anche pistola simulacro marca Kimar senza tappo rosso e fucile a canne mozze, risultato rubato in Campania. Perquisita anche l’abitazione dei coniugi dove è stata rinvenuta altra marijuana.

Per i due, 28 anni lui, 29 lei, è scattato l’arresto e dovranno rispondere di produzione di sostanze stupefacenti, porto abusivo di armi alterate e ricettazione, in concorso.

21 giugno 2018 0

Cantina contesa alla ex cognata, moglie e marito denunciati a Fiuggi

Di admin

FIUGGI – Una cantina “contesa” è al centro di una diatriba familiare che ha  portato gli agenti del Commissariato di Fiuggi a denunciare un 48enne del luogo per atti persecutori.

L’uomo ha mostrato un atteggiamento minaccioso ed intimidatorio, ormai da circa un anno, nei confronti dell’ex moglie del fratello, cercando in tutti i modi di impedirle di accedere alla cantina, nonostante ne avesse la disponibilità.

La vittima in precedenza aveva dovuto far ricorso anche alle cure dei sanitari a causa di un’aggressione fisica subita da parte dell’ex cognato, al quale veniva data man forte dalla stessa moglie.

Anche per lei la denuncia: l’accusa mossa dagli agenti nei suoi confronti è violenza privata per essersi impossessata delle chiavi della cantina.

7 giugno 2018 0

Con la moglie, la sorella e il cognato a trasportare droga, arrestati a Frosinone – LE FOTO

Di admin

FERENTINO – Le due coppie arrestate a Ferentino LEGGI perchè trovate in possesso di droga, sono sono due coniugi e due convivente, peraltro legate da vincoli di parentela (la donna sposata è infatti la sorella dell’uomo convivente), tutti italiani, eccezion fatta per un albanese, residenti a Ferentino e di età compresa tra i 25 ed i 18 anni.

Si tratta di Jessica di Rauso, 19 anni, Roberto di Rauso, 25 anni, Balliu Myftar, 26 anni, e Carola Riggi, 19 anni.

 

Due pattuglie in abiti civili dell’Arma, che si trovavano all’interno dell’area di servizio “Prenestina” dell’autostrada A1 in rientro dalla capitale, avevano notato tre dei prevenuti muoversi con atteggiamenti sospetti e ripartire di tutta fretta in direzione sud. Gli operanti hanno deciso quindi di procedere ad un controllo, ma l’auto sospetta, una volta affiancata, dopo un primo accenno a fermarsi, ripartiva a folle velocità. Ne scaturiva l’immediato inseguimento da parte dei militari dell’Arma e di una pattuglia della Polizia Stradale, allertata nel frattempo, nel corso del quale l’auto dei malviventi cercava di speronare e far uscire di strada le vetture delle Forze dell’Ordine. Queste, grazie anche ad un ingorgo causato da un incidente, all’altezza dello svincolo di Anagni, sono riusciti finalmente a bloccare l’auto in fuga impedendo sul nascere il tentativo di dileguarsi a piedi dei predetti. Le perquisizioni personali e veicolare consentivano di rinvenire 14 pacchetti di cocaina che erano stati occultati sotto il sedile anteriore del lato passeggero ed alcuni grammi di hashish, nascosti nel portaoggetti. Le successive perquisizioni domiciliari svolte presso le abitazioni dei fermati, permettevano altresì di scovare nell’appartamento della coppia sposata, dove la seconda donna arrestata era in attesa del rientro del marito, altra sostanza stupefacente, vari bilancini di precisione ed addirittura un frullatore utilizzato per “tagliare” la droga. Nel complesso venivano sequestrati 50 grammi di hashish ed addirittura quasi 400 grammi di cocaina che, al dettaglio, una volta mescolata ad altre sostanze, avrebbe fruttato un introito di oltre 90mila euro.

Al termine delle formalità di rito, i due uomini venivano tradotti presso la Casa Circondariale di Frosinone, una donna presso la Casa Circondariale di Rebibbia e l’altra posta agli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo da celebrarsi nella mattinata odierna.

I quattro verranno proposti per l’applicazione di idonee misure di prevenzione.

2 giugno 2018 0

“Diario di una moglie tradita”, il sesto romanzo del capitano Lavecchia verrà presentato alla Ubik di Frosinone

Di admin

FROSINONE – Sarà presentato domani (domenica 3 giugno) presso la libreria Ubik a Frosinone, l’ultimo romanzo di Palma Lavecchia. “Diario di una moglie tradita” è il libro non autobiografico con cui il capitano dei carabinieri si cimenta sullo spinoso argomento della infedeltà di coppia, inscenando tra un capitolo e l’altro, lo spaccato di una donna, moglie e madre, che scopre il tradimento del suo compagno di vita.

Atteggiamenti e comportamenti che cambiano improvvisamente ma che devono confrontarsi con la necessità di mantenere l’equilibrio genitoriale. Delia ci riesce ma attraverso pieghe e circostanze che rendono avvincente il suo “diario”. Argomento che appassiona e incuriosisce, quello del tradimento, come già lo si è visto nelle due precedenti presentazioni a Pastena, Barletta e Lanciano dove gli intervenuti hanno partecipato con vivo interesse. Sesto lavoro per Palma Lavecchia conosciuta nel frusinate non solo per la sua attività di scrittrice ma anche per aver prestato servizio nelle compagnie carabinieri di Cassino ed Alatri. L’appuntamento è per domani alle 18.00 presso la libreria Ubik di Frosinone.