Tag: municipio

18 aprile 2018 0

Piedimonte S.G: Oggi polizia in municipio. Si indaga sulle schede segnate

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Piedimonte San Germano- Questa mattina la squadra investigativa del Commissariato di Cassino è stata in municipio a Piedimonte San Germano. Oggetto del blitz, la necessità di far chiarezza sulle 59 schede elettorali risultate segnate da strani simboli, cerchi, quadrati ecc, a seguito del riconteggio compiuto in Prefettura nei giorni scorsi. Le indagini sono infatti in pieno svolgimento e gli investigatori intendono capire cosa sia realmente accaduto nella tornata elettorale del 2017 che ha decretato sindaco l’avvocato Gioacchino Ferdinandi. Lo ricordiamo, il dottor Ettore Urbano, battuto per soli 32 voti, nei mesi scorsi aveva provveduto a presentare un ricorso al Tar e poi al Consiglio di Stato finalizzato ad ottenere il riconteggio delle schede. Nel ricorso veniva chiesto l’accertamento su un numero cospicuo di schede risultate segnate da strani simboli. Dal riconteggio sono emerse ben 59 schede oggetto di anomalia che ora sono state sottoposte a sequestro per ogni opportuna verifica. Contestualmente il sindaco Ferdinandi ha presentato un esposto alla Procura di Cassino chiedendo chiarezza sul fatto ed ipotizzando che quei segni siano stati fatti in un secondo momento. Indagini a tutto corso e clima sempre più teso a Piedimonte.

29 settembre 2017 0

Pignataro Interamna: Protesta davanti il municipio. Sei operai del servizio di raccolta rifiuti stanno perdendo il lavoro

Di redazione

Pignataro Interamna- Una situazione davvero complessa che li ha spinti ad organizzare un sit in davanti il comune. Sei operai che da lunedì saranno licenziati dalla società per la quale prestano servizio. La vicenda è legata ad un problema finanziario tra l’Unione Cinquecitta` (ente che affida il servizio) ed il comune che ricordiamo è attualmente commissariato. Questa estate il servizio di raccolta differenziata, curato dalla De Vizia, era stato bloccato dall’Unione. È subentrata per Pignataro una nuova società, e gli operai della De Vizia non sono stati al momento assorbiti dalla nuova azienda. Da lunedì, ci riferisce uno di loro, non ci sono coperture con permessi o ferie e si profila la fine del rapporto di lavoro. Nonostante vari tentativi, nessuna buona notizia e la soluzione alla delicata vertenza non è stata ancora trovata e attualmente sei persone stanno per finire su una strada. Al fianco degli operai, impegnati in questa dura battaglia, la Cgil. N.C.

20 marzo 2017 0

Piedimonte al voto. il candidato sindaco Ferdinandi: “Piazza Municipio va resa più fruibile e vivibile”

Di redazionecassino1

Piedimonte San Germano – Il “Tour dell’Ascolto” del candidato Sindaco Gioacchino Ferdinandi continua senza sosta verso la quarta settimana di incontri-dibattito con i residenti nelle diverse zone di Piedimonte San Germano. Nel pomeriggio di venerdì scorso il trentacinquenne avvocato ha incontrato i cittadini di piazza Municipio, mentre domenica quelli di via Cesarelle, zona frazione Ruscito a confine con il territorio di Villa Santa Lucia. Ad accompagnare l’aspirante primo cittadino nell’appuntamento di venerdì vi erano i candidati: Leonardo Capuano, Nunzio Di Palma, Veronica Avella, Donatella Massaro, Elena Spiridigliozzi, Valerio D’Alessandro, Claudio Calao, Carlo Cerrito e Marilisa Tomassi. E’ stata proprio quest’ultima ad introdurre l’aspirante primo cittadino del movimento civico che, giorno dopo giorno, sta raccogliendo sempre più consenso ed approvazione da parte della popolazione. Tanti sono stati i cittadini che hanno voluto prendere la parola nel corso del dibattito pubblico a ridosso della piazza del Comune. Tanti sono stati gli attestati di stima e di fiducia di persone che, anche in questa occasione, hanno voluto ribadire con forza il loro impegno a sostenere il progetto civico che vede un gruppo di giovani e giovanissimi protagonisti in una competizione elettorale basata su rinnovamento e voglia di cambiare. “E’ il momento giusto per voltare pagina – ha sottolineato la candidata Tomassi rivolgendosi agli abitanti del centro – ora è il nostro turno. Voglio ringraziare pubblicamente gli amministratori che ci hanno preceduto in questi anni ma ora Piedimonte ha bisogno di una classe dirigente in grado di governare stabilmente. E la squadra che vede come portavoce Gioacchino Ferdinandi sarà sicuramente all’altezza del compito”. Poi è stata la volta del giovane professionista che ha presentato il suo progetto per Piedimonte, fatto di argomentazioni concrete e di impegni strategici per lo sviluppo del territorio. “Vogliamo che la piazza diventi più vivibile e più fruibile a tutti con un progetto di riqualificazione – ha detto Gioacchino Ferdinandi rivolgendosi ai tanti – e raccolgo con grande responsabilità le richieste che ci giungono dai nostri concittadini che ci chiedono più attenzione al problema della sosta selvaggia intorno alla piazza, al miglioramento della viabilità della zona e la sistemazione dell’arredo urbano, magari semplicemente con l’istallazione di altre panchine, per permette ai nostri anziani di godersi la piazza. Cose fattibili e che sicuramente daranno un aspetto migliore e più civile all’intera zona, cuore pulsante del nostro Paese”. Dalla campagna di ascolto fra la gente stanno arrivando molti contributi per la costruzione del programma politico-elettorale. Domenica 19 marzo l’aspirante Sindaco Ferdinandi si è spostato in zona Cesarelle. I cittadini, nel corso dell’incontro, oltre a lamentare la carenza di servizi indispensabili, come ad esempio l’assenza della rete del metano e il miglioramento e la manutenzione della viabilità stradale, hanno lanciato un appello: amministrare il Paese con un occhio di riguardo alle periferie che vanno salvaguardate e protette soprattutto mantenendo quella vocazione agricola che hanno sempre avuto e che in molti continuano a portare avanti con grandi sacrifici. “Perché – ha sottolineato un residente – quando è passata la Tav questa zona ha visto in simultanea la nascita di importanti opere che ancora oggi sono sotto gli occhi di tutti e quando invece è passata una grossa rete del metano non si è visto uno straccio di opera compensativa? Hanno danneggiano la nostra zona e nessun amministratore dell’epoca ha pensato di chiedere in cambio contributi per migliorare la vita dei cittadini di queste parti”. All’incontro a Cesarelle l’avvocato Ferdinandi era accompagnato dai candidati: Nunzio Di Palma, Vincenza De Bernardis, Leonardo Capuano e Francesca Pannone.