Tag: neve

26 febbraio 2018 0

Grande freddo: Paesaggi imbiancati, la neve non smentisce le previsioni (foto gallery)

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassinate- Nessuna smentita per le previsioni meteo, la neve è arrivata copiosa e ha imbiancato i paesaggi portando silenzio ma anche paura. Lo spettacolo bellissimo dei fiocchi che si posano a terra, sugli alberi, sui tetti delle case porta con sé la magia, anche i ricordi. Tutto è coperto da una coltre candida e tutto ciò che abbiamo intorno è nascosto. La voglia di afferrare la neve soffice è quasi irresistibile non solo per gli umani ma anche per i cagnolini che, energici, si rotolano sul tappeto morbido. Poi d’ improvviso la mente torna inevitabilmente nel mondo reale, si smette di sognare e la paura dei disagi prende il sopravvento. Strade bloccate, timore del ghiaccio, quasi impotenza di fronte alla forza della natura che ci ricorda sempre che a comandare è sempre e solo lei. N.C.

25 aprile 2016 0

Freddo e neve per il “25 Aprile” più invernale che si ricordi

Di admin

Frosinone – Festa della Liberazione all’insegna della neve, del freddo e del maltempo in Ciociaria. Innevate le località montane come Filettino e le località sciistiche di Campo staffi. Neve anche a Campo Catino di Guarcino e sui rilievi appenninici al confine tra Valcomino e Abruzzo. Altrove, pioggia, grandine e freddo. Una situazione meteorologica che ricorda più il Natale ma che non preoccupa perché il calendario, ma soprattutto le previsioni meteo, ci dicono che quello odierno è solamente il colpo di coda del generale Inverno. Al momento il maltempo non sembra aver creato criticità o situazioni di pericolo. Er. Amedei

16 marzo 2013 0

Maltempo, allerta neve nelle regioni nord-ovest

Di admin

Una perturbazione atlantica porterà nella giornata di domani maltempo sulle Regioni settentrionali, a partire dai settori occidentali, con nevicate anche a quote basse. Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse. L’avviso prevede, dalle prime ore di domani, nevicate diffuse, con quantitativi cumulati elevati, a quote di pianura sul Piemonte centro-meridionale e sui settori settentrionali della Liguria, mentre dai 300-500 metri sul resto del Piemonte, in Valle D’Aosta e Lombardia sono previsti quantitativi cumulati moderati. Dal pomeriggio di domani sono previste, inoltre, precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, sul versante meridionale della Liguria centro-orientale. I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile. Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

20 febbraio 2013 0

Maltempo, allerta meteo per neve su Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia

Di admin

Un impulso perturbato freddo attualmente posizionato sull’Europa orientale nel corso della giornata di domani scenderà progressivamente verso il Mediterraneo centrale, determinando una fase di maltempo sul nostro Paese, con nevicate fino a quote di pianura sulle regioni del nord. Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. L’avviso prevede, in particolare, dalle prime ore della giornata di domani, giovedì 21 febbraio, precipitazioni a prevalente carattere nevoso fino a quote di pianura con apporti al suolo significativi su Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile. Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. È comunque utile ricordare − a quanti si trovassero in viaggio nelle zone interessate dal maltempo − di informarsi preventivamente sulle condizioni della viabilità per il percorso che si intende seguire, prevedendo la necessità di dotarsi di catene o pneumatici da neve dove obbligatori o comunque se comprende tratti stradali dove si prevedono nevicate. In caso di neve o ghiaccio è inoltre consigliabile moderare la velocità, aumentare le distanze di sicurezza e fare particolare attenzione alle improvvise deviazioni di traiettoria.

11 febbraio 2013 0

Maltempo, in arrivo perturbazioni anche al sud

Di admin

La perturbazione di origine nord-atlantica che sta interessando con estese nevicate, fino a quote di pianura, le Regioni settentrionali e parte del territorio di quelle centrali porterà condizioni di instabilità anche sulle Regioni meridionali tirreniche. Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello diffuso ieri. L’avviso prevede, dalla serata di oggi, precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Campania, in successiva estensione a Basilicata e Calabria, specie sui settori tirrenici; sopra i 600-800 metri le precipitazioni saranno nevose. I fenomeni potranno dare luogo a rovesci di forte intensità, attività elettrica e forti raffiche di vento. Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile. Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

Le foto di Milano imbiancata [nggallery id=452]

11 febbraio 2013 0

Nevicata sul capoluogo: risolutiva la salatura tempestiva delle strade

Di redazione

Dall’ufficio stampa del comune di Frosinone riceviamo e pubblichiamo. Viabilità scorrevole, nessun disagio patito o segnalato dalla cittadinanza, organizzazione inappuntabile. Ha funzionato alla perfezione il piano antineve predisposto dal Coc (Centro Operativo Comunale), sotto la regia del Sindaco Nicola Ottaviani, tanto che la città non ha risentito della nevicata, con accumuli fino a dieci centimetri di neve, che si abbattuta su Frosinone dalle 7 fino ad oltre le 13 e tutte le attività si son potute svolgere regolarmente. Sin dalle 4, e per tutta la mattina di oggi (lunedì 11 febbraio 2013), infatti, sulla base dei bollettini meteo diffusi dalla sala operativa della Protezione Civile, i mezzi spargisale hanno battuto a tappeto tutte le strade cittadine, del centro e della periferia, spargendo sale. La tempestiva operazione di salatura ha avuto come beneficio primario quello di aver ridotto di oltre il 50% il potenziale di attecchimento della neve sulle strade, consentendo alle arterie cittadine di rimanere pulite e di evitare pericoli e disagi per la circolazione stradale. Ciò ha consentito anche l’apertura regolare delle scuole e il normale svolgimento della vita cittadina Un ottimo risultato complessivamente se si considera che nel 2010, con identiche condizioni meteo e con medesimo livello di precipitazioni nevose, la città andò in tilt. Evidentemente soddisfatto il Sindaco Nicola Ottaviani: “Desidero, innanzitutto, ringraziare tutti i membri del Coc – ha dichiarato il Sindaco Nicola Ottaviani – e i dipendenti comunali che hanno lavorato anche sabato e domenica per far sì che la città non venisse penalizzata dalla nevicata. E’ di tutta evidenza che la programmazione paga e il fatto che a Frosinone oggi le attività siano continuate senza disagi è motivo di soddisfazione. Grazie alla nostra amministrazione, il Comune di Frosinone si è dotato di una struttura, il Coc, integrata tra Protezione Civile, Polizia locale e settori della macchina comunale per la gestione delle emergenze che prima non esisteva. Una priorità questa da parte nostra considerati i disastri anche recenti collezionati dalle precedenti amministrazioni”.

11 febbraio 2013 0

Emergenza neve, a Ferentino torna l’incubo bianco

Di admin

La neve è tornata ad imbiancare Ferentino, strade e scuole chiuse, ma queste ultime in ritardo. I fiocchi, piuttosto fitti, sono caduti stamane sulla città da poco prima delle 8 e per l’intera mattinata. In poche ore la coltre bianca ha raggiunto in alcuni punti i 6 centimetri, sicché la temperatura alquanto rigida ha ghiacciato la neve sulle strade creando problemi ai veicoli sprovvisti di catene o di gomme termiche e così tra i cittadini è tornato l’incubo di febbraio 2012. Tanto è vero che i negozi di generi alimentari sono stati presi subito d’assalto e nelle primissime ore della mattinata erano già finite le scorte dei prodotti di prima necessità quali latte, pane, uova e farina. Disagi per il traffico, auto in panne e un incidente stradale si è registrato in zona Sant’Agata, per fortuna senza feriti. Ma le lamentele maggiori sono arrivate dal fronte scolastico. In realtà dal Comune stavolta non è stata diffusa tempestivamente l’ordinanza di chiusura delle scuole, bensì è stato fatto solo più tardi. Infatti il provvedimento del sindaco Fiorletta è stato emanato dopo le 11 e a subire le conseguenze maggiori sono stati i genitori degli scolari, rimasti intrappolati negli ingorghi dovuti al traffico paralizzato sulle strade innevate del centro, diventate a poco a poco non più percorribili. La polizia municipale ha chiuso le vie centrali rese impraticabili e dopo qualche ora sono entrate in funzione le pale meccaniche per liberare le arterie stradali. Solo dopo le 16,30 al posto dei fiocchi sono scesi pioggia e nevischio e le strade centrali sono state riaperte alla circolazione, anche se diverse vie, in particolare quelle più esterne, poc’anzi erano ancora imbiancate. Aldo Affinati

11 febbraio 2013 0

Maltempo, allerta per neve e forti venti

Di admin

Una perturbazione di origine nord-atlantica, giungendo sulla scena italiana ove già staziona una massa fredda di estrazione polare, determinerà estese e persistenti nevicate, fino a quote di pianura, sulle regioni settentrionali e parte di quelle centrali, apportando contestualmente una spiccata intensificazione dei venti nei bassi strati. Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso, come anticipato, un avviso di condizioni meteorologiche avverse. L’avviso prevede, dalle prime ore di domani, lunedì 11 febbraio, nevicate, a quote di pianura, con apporti al suolo da moderati a elevati, inizialmente su Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, in rapida estensione su Lombardia, Toscana ed Emilia-Romagna e successivamente sul Veneto, Friuli Venezia Giulia e provincia autonoma di Trento. Dalla mattina di domani, inoltre, sono previste nevicate, inizialmente al di sopra dei 200-400 metri, su Lazio, Umbria, Abruzzo e Molise, con quota neve in rialzo al di sopra degli 800-1000 metri nel pomeriggio e successivo abbassamento fino ai 600-800 metri dalle prime ore di martedì 12 febbraio, con apporti al suolo moderati alle quote più alte, deboli altrove. Sulle zone interessate dalle nevicate, particolarmente quelle del Nord Italia, interverrà inoltre, specie nelle ore notturne sia fra lunedì e martedì che fra martedì e mercoledì, il rischio di estese gelate, con conseguente formazione di lastre di ghiaccio al suolo. Sempre dalla prima mattinata di domani, è atteso un forte aumento della ventilazione: sono previsti, infatti, venti di burrasca o burrasca forte settentrionali sulla Liguria e sul Piemonte meridionale, venti forti dai quadranti orientali sulla Lombardia meridionale, venti forti dai quadranti meridionali, con raffiche di burrasca o burrasca forte, su Sicilia e Sardegna, venti forti sud-orientali su Toscana e Lazio, con raffiche di burrasca o burrasca forte specie sui settori tirrenici. Dal pomeriggio si prevedono, inoltre, venti forti sud-orientali sui settori costieri dell’Emilia-Romagna e venti forti dai quadranti meridionali su Abruzzo, Molise e Puglia, con raffiche di burrasca o burrasca forte specie sui settori appenninici ed adriatici, in successiva estensione alla Calabria, specie sui settori ionici. A tali fenomeni si assoceranno mareggiate lungo le coste esposte. Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile. Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

9 febbraio 2013 0

Maltempo, da lunedì nevicate persistenti al nord

Di admin

In queste ore l’Italia è interessata dall’arrivo di aria fredda dal nord-Europa che determina un generale calo delle temperature specie sulle Regioni settentrionali e centrali adriatiche. Da domani sera una nuova perturbazione, proveniente dalla Francia, determinerà un peggioramento delle condizioni meteorologiche.

In particolare, nella giornata di lunedì 11 febbraio, il maltempo sarà caratterizzato da nevicate diffuse e persistenti su tutte le regioni settentrionali e sull’alta Toscana, anche a quote di pianura, con accumuli al suolo significativi. Nel corso della mattinata di lunedì, nubi e precipitazioni si estenderanno anche alle Regioni centrali e alla Sardegna, con le nevicate che saranno possibili sopra le quote collinari. Martedì le precipitazioni, che tenderanno a spostarsi verso est, inizieranno ad attenuarsi; inoltre, grazie ai venti meridionali che determineranno un graduale aumento delle temperature, ci sarà un successivo innalzamento della quota neve specie sulle Regioni adriatiche settentrionali e sulla Toscana.

Stante l’ampia estensione territoriale dei fenomeni previsti e le conseguenti criticità che potrebbero determinarsi, il Dipartimento della Protezione Civile ha già autorizzato l’attivazione preventiva delle organizzazioni di volontariato di protezione civile allo scopo di supportare le misure operative, anche di natura preventiva, che saranno adottate a livello locale per ridurre gli eventuali disagi alla popolazione, nonché per garantire le necessarie attività di assistenza in caso di emergenza. Inoltre, il Capo del Dipartimento, Franco Gabrielli, ha contattato i vertici nazionali delle strutture viarie e ferroviarie, nonché delle Regioni centro-settentrionali che saranno interessate dagli eventi, al fine di sensibilizzare preventivamente l’intero sistema sulle misure che dovranno essere poste in essere per limitare il verificarsi di situazioni di criticità.

Il Dipartimento della Protezione civile, che seguirà l’evolversi della situazione in stretto raccordo con il Centro di Viabilità Italia, con le Regioni e le strutture di protezione civile locali coinvolte, ricorda anche che sul sito (www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

7 febbraio 2013 0

Maltempo, allerta per pioggia e neve sulle regioni meridionali tirreniche

Di admin

Una vasta zona depressionaria presente sull’Europa centro-settentrionale continuerà a determinare condizioni di instabilità sull’Italia, in particolare sulle regioni meridionali. Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse che estende quello emesso nella giornata di ieri. L’avviso prevede, dalle prime ore di domani, venerdì 8 febbraio, precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, su Calabria e Sicilia, specie sui settori tirrenici. I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Sempre dalle prime ore di domani, si prevedono precipitazioni nevose, localmente moderate, al di sopra dei 400-600 metri, su regioni meridionali tirreniche e sulla Sicilia Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile. Sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it) sono consultabili alcune norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

I mezzi spargisale e spazzaneve dell’Anas sono in azione incessantemente dalla prima mattinata di oggi sulle strade di competenza per consentire la circolazione, in particolare, nelle regioni Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo, Lazio e Molise ma anche al sud in Calabria, Basilicata, Campania e Sardegna. Al momento, l’Anas segnala che in Abruzzo, dove sono in corso precipitazioni nevose particolarmente intense, si registrano rallentamenti sulla strada statale 17 “dell’Appenino Abruzzese e Appulo Sannitica” in corrispondenza di Rocca Pia (L’Aquila). Sul posto sono intervenute le squadre dell’Anas a seguito dell’intraversamento del rimorchio di un mezzo pesante che viaggiava in direzione nord e che ha invaso la carreggiata. L’Anas ricorda che vige l’obbligo di utilizzo di pneumatici invernali o di catene, in caso di precipitazioni nevose o ghiaccio. L’Anas raccomanda agli automobilisti prudenza nella guida e ricorda che l’evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web http://www.stradeanas.it/traffico oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all’applicazione ‘VAI Anas Plus’, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Gli utenti hanno poi a disposizione la web tv www.stradeanas.tv e il numero 841-148 ‘Pronto Anas’ per informazioni sull’intera rete Anas.