Tag: occasione

8 maggio 2017 0

Trentennale del progetto “Erasmus” la chiesa di S. Antonio si illumina per l’occasione

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – Sarà la Chiesa di S. Antonio ad illuminarsi per celebrare i trent’anni di Erasmus, il più grande programma di mobilità per i giovani dell’UE. Non sarà più, quindi, la Rocca Janula il monumento della città che celebrerà l’evento: così ha deciso l’amministrazione comunale per dare risalto anche ad uno dei simboli più importanti presenti nel centro di Cassino, dove una parte del muro di cinta è realizzato con i resti dell’antica torre campanaria.

Il comuni di Cassino e Pontecorvo sono i due enti della Provincia di Frosinone che hanno aderito all’iniziativa “M’illumino di Erasmus”, che prevede l’illuminazione di uno dei monumenti storici delle città partecipanti con un’immagine che possa celebrare, in occasione della Festa dell’Europa, i 30 anni del programma Erasmus. Tale iniziativa, secondo gli organizzatori, vuole dare ancora maggior visibilità al Programma europeo coinvolgendo attivamente i territori, nella convinzione che Comuni ed amministratori locali abbiano un ruolo prezioso per garantire adeguata diffusione, su tutto il territorio nazionale, alle opportunità che l’Europa offre, coinvolgendo tutte le comunità locali, dalla grande città al più piccolo dei comuni.

L’illuminazione della chiesa di Sant’Antonio in Piazza Diamare è stata curata dall’assessore alle Attività Produttive e Rapporti con l’Università, Paola Verde, dall’assessore alla Cultura, Nora Noury e dal consigliere comunale delegato al commercio, Gianrico Langiano in collaborazione con l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale.

“Nel 1987 soltanto un paio di migliaia di studenti in tutta Europa parteciparono alla prima edizione del programma Erasmus, oggi sono più di sei milioni. –ha detto l’assessore Paola Verde – Un’iniziativa cresciuta tantissimo in questi ultimi anni, ma che, soprattutto, ha dato a molti ragazzi la possibilità di conoscere realtà formative diverse dal loro paese di origine oltre alle tante chance di occupazione. Auspico che ancora tanti altri giovani della città di Cassino possano attraverso questa esperienza intraprendere un percorso foriero di soddisfazioni”.

 

 

30 gennaio 2017 0

Ferentino sconfitta contro Treviglio, occasione persa per la prima vittoria casalinga

Di redazionecassino1

La FMC Ferentino deve rimandare l’appuntamento con la prima vittoria casalinga del suo 2017: la prima di coach Paolini al Ponte Grande, infatti, coincide con una sconfitta per gli amaranto. La Remer Treviglio vince 82-92 in Ciociaria al termine di una gara condotta per larghi tratti anche se gli amaranto hanno tentato fino all’ultimo di strappare il successo, mandando quattro uomini in doppia cifra con Raymond a quota 22 e Musso a 20. Alla fine però Marino trascina i suoi al successo con 27 punti, coadiuvato da Marini (20) e Sorokas (15). Treviglio apre la gara con una tripla di Marini mentre gli amaranto si affidano molto a Musso in avvio. La partita comunque procede sul filo dell’equilibrio: si accende Marino con triple e assist ma la FMC trova buona risposte nel pitturato, poi una fiammata di Raymond vale il primo vantaggio gigliato sul 12-11 intorno alla metà del primo quarto. La Remer comunque continua a tirare con percentuali altissime dall’arco e colpisce con Marino e Sorokas, anche se Gilbert risponde dalla media riportando avanti i ciociari (18-19 dopo 8’). Negli ultimi minuti della frazione inaugurale arriva l’allungo lombardo con le triple fortunose di Genovese e Marini che fissano il punteggio sul 20-27. Nel secondo periodo il canestro di Marini in contropiede spinge coach Paolini a chiedere subito timeout, Ferentino si scuote con Musso ma un ottimo Pecchia regala a Treviglio il massimo vantaggio (+11) a poco più di 7’ dall’intervallo. La FMC però si riporta in scia con Raymond e soprattutto Carnovali che insacca due triple delle sue per il -6 a metà frazione. Nel finale del quarto sono le difese a prendere il sopravvento, la Remer trova qualche buona soluzione con Marino ma Musso tiene lì i ciociari: 38-44 al ritorno negli spogliatoi. Avvio di rirpesa favorevole a Treviglio che piazza uno 0-4 che convince coach Paolini a chiamare sospensione dopo soltanto 35″. Al rientro in campo è ancora la Remer a farsi trovare più pronta con Sorokas che inventa 6 punti e spinge i suoi oltre la doppia cifra di vantaggio, anche perché Marino risponde alla bomba di Sabbatino e fissa il +14 esterno. Gli amaranto alzano l’intensità della difesa e si riportano a contatto con Musso e Gigli ma è ancora il playmaker di Treviglio a ricacciare indietro i ciociari con due triple. Nel finale sale in cattedra Francesco Guarino: prima due bombe incredibili, poi il canestro sulla sirena che vale il 60-67 alla fine del quarto. Ferentino inizia il quarto periodo con un break di 5-0 firmato da Gigli e Musso, tornando sul -2, ma un dubbio antisportivo fischiato a Musso rimette in carreggiata Treviglio: Marini, infatti, capitalizza il fischio mettendo a segno i liberi e un lay up per il 65-71 a 8′ dalla fine. La Remer torna a +9 grazie alla tripla di Genovese ma gli amaranto si riportano a -5 con Carnovali in penetrazione e Raymond in lunetta; successivamente Genovese colpisce di nuovo dall’arco e Sorokas restituisce agli ospiti il vantaggio in doppia cifra a 4′ dalla fine. I biancoblu sembrano riuscire a controllare il risultato ma la FMC ci prova fino all’ultimo, tornando anche a -5 (grazie a una tripla di Musso in transizione) a un minuto dalla fine; Marino però si fa trovare freddo in lunetta e chiude i giochi, pareggiando anche il doppio confronto con la tripla finale.

Risultato finale: FMC Ferentino 82 – Remer Treviglio 92 Parziali: 20-27, 18-17, 22-23, 22-25 Ferentino: Guarino 10, Capuani n.e., Musso 20, Gigli 12, Datuowei n.e., Sabbatino 4, Gilbert 6, Carnovali 8, Bertocchi n.e., Benvenuti, Raymond 22. Coach: Paolini Treviglio: Cesana 5, Pecchia 6, Sorokas 15, Marino 27, Marini 20, Mezzanotte n.e., Genovese 9, Rossi 6, Nwohoucha 2, Sollazzo 2. Coach: Vertemati

30 aprile 2010 0

“Un’altra occasione” debutta questa sera all’Aula Pacis

Di redazionecassino1

Debutta questa sera all’Aula Pacis, ‘Un’altra occasione’, diretta da Andrea D.B. Pinchera. Una  commedia in atto unico messa in scena dall’Associazione culturale ‘Artemusa’.  Un doppio impegno per il giovane regista cassinate, alla sua prima regia in assoluto e con un testo teatrale inedito scritto da autori vari. E’ la storia di una detenuta di bassa lega che riflette sulla sua condizione giungendo alla convinzione che il destino ha deciso al posto suo. A lei non resta altra possibilità se non quella di seguire ed assecondare gli eventi della vita. Un libro firmato con uno pseudonimo, però, la metta di fronte ad un’altra prospettiva: perché interessarsi alle idee di qualcuno che non ha neanche il coraggio di firmarsi con il proprio nome? Questo l’interrogativo della protagonista, che inizia così la lettura del manoscritto. Senza accorgersi, però, che il sonno sopraggiunge…portando con sé uno strano sogno. Un sogno pieno di personaggi ‘strampalati’ accomunati da storie in qualche modo comuni alla ‘detenuta’ protagonista. Cosa succederà al risveglio…? Fin qui la trama del lavoro con risvolti inaspettati e che lasceranno allo spettatore il gusto della scoperta del finale e del messaggio degli autori. Andrea D.B. Pinchera è giovane, non alla prima esperienza da regista, ha infatti già firmato, con successo, altri lavori con l’Ecclesia Theatre. In questo suo impegno, tuttavia, si cimenta nella regia da solo, in modo brillante e con un testo profondo, diretto alla scoperta dell’animo umano al presentarsi di determinati eventi della vita.

F. Pensabene