Tag: onore

17 luglio 2018 0

Medaglia d’Onore da Mattarella alla memoria del Finanziere Riccardi che disse no al Nazifascismo

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

SANT’AMBROGIO –  Il Presidente della Repubblica concede la “Medaglia d’Onore” alla memoria del Finanziere Angelo Riccardi, deportato nei lager nazisti

Il 2 giugno, in occasione della festa della Repubblica, a venti anni dalla scomparsa, presso la Prefettura di Frosinone il Prefetto Emilia Zarrilli ha consegnato la Medaglia d’Onore alla memoria dell’allora Finanziere Riccardi Angelo ai figli Antonio e Riccardi Maria Riccardi, alla presenza del Sindaco di Sant’Ambrogio sul Garigliano avv. Sergio Messore, dei parlamentari del territorio, di numerose autorità civili e militari e di altri familiari.  Il riconoscimento è stato concesso con decreto del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in quanto, in seguito all’armistizio dell’8 settembre 1943, Angelo Riccardi fu preso prigioniero dai Tedeschi e rifiutandosi di collaborare e di aderire alla repubblica di Salò fu deportato ed internato nei lager nazisti in Germania e destinato a lavori coatti. Nato a Sant’Ambrogio sul Garigliano nel 1923, arruolatosi giovanissimo come allievo Guardia di Finanza, entrò nel corpo il 10 maggio 1941 a soli 18 anni, presso la Caserma di Via XXI aprile di Roma. Successivamente trasferito a Genova nel V battaglione Mobilitato della Regia Guardia di Finanza. Raggiunse Bari con una tradotta dalla stazione ferroviaria di San Pier d’Arena per imbarcarsi sulla motonave “Francesco Crispi”  diretta nel Peloponneso, in Grecia. Giunto a destinazione, fu assegnato alla terza compagnia con comando a Corinto, sede del settore “Alta Corinzia”,  e al primo plotone con distaccamento a Kato-Almirì.  A Kato-Almirì, piccola e bella località sul mare distante pochi chilometri da Corinto, i finanzieri avevano il compito di vigilanza e difesa costiera, polizia militare e controllo economico.

Fu subito apprezzato e benvoluto dagli abitanti del luogo, ebbe relazioni cordiali destinate a rimanere durature nel tempo. Ancora oggi il figlio Antonio mantiene rapporti con alcune famiglie del luogo che all’epoca conoscevano il giovane finanziere Angelo e ricordano piccoli aneddoti legati al periodo dell’occupazione. A seguito dell’armistizio dell’8 settembre 1943, come tantissimi soldati italiani rimasti senza ordini, abbandonati a se stessi, fu catturato dai tedeschi e rinchiuso su un carro merci affollato e dopo un lungo e disumano viaggio durato dodici giorni fu condotto ad Amburgo e successivamente al Lager III A Luckenwalde a sud di Berlino dove fu immatricolato con il numero 123280 III A.

Il rifiuto a qualsiasi forma di collaborazione con il nazifascismo comportò umiliazioni di ogni sorta, freddo, fame, stenti di ogni genere e atroci sofferenze.  A Berlino insieme agli altri prigionieri fu utilizzato principalmente per lo sgombero delle macerie, in quanto i bombardamenti si erano fatti incessanti. In simili condizioni la vita era continuamente a rischio, infatti intorno alla metà di marzo 1944 nei pressi di Alexanderplatz, a seguito di incursioni aeree, Angelo fu ferito al torace e alla testa e due suoi compagni di prigionia, Miele Luigi e Diodati Alessandro, durante il bombardamento prontamente lo soccorsero e lo trasportarono immediatamente in una infermeria vicina, salvandogli la vita. Nel dicembre 1944 fu trasferito nella Renania a Mannheim sul Reno. Qui fu adibito come operaio in una fabbrica di materiale bellico. Intanto la situazione in Germania diventava sempre più compromessa e si avvicinava la capitolazione. Alla fine di aprile fu liberato vicino Lipsia dagli americani, ma la sua odissea non era ancora terminata; il suo fisico, debilitato dalle fatiche e dalla malnutrizione fu messo a dura prova da fortissime febbri durante la strada del ritorno. Fortunatamente una famiglia tedesca lo ospitò e lo curò per alcune settimane. Riprese il viaggio di ritorno con mezzi di fortuna e alla fine di luglio rientrò finalmente in Italia attraverso il Brennero. Nell’agosto del 1945 finalmente rientrò con grandissima gioia a Sant’Ambrogio, purtroppo ritrovò un paese totalmente distrutto e apprese la dolorosa notizia che il padre Antonio e il fratello Biagio, di soli 23 anni, erano morti a seguito di eventi bellici. Tutte le informazioni qui riportate sono tratte da un suo memoriale di prigionia e da un quaderno su cui Angelo annotava gli eventi più rilevanti. Con orgoglio e grande commozione i familiari del Finanziere Angelo Riccardi hanno ritirato la “Medaglia d’Onore”, che rappresenta il riconoscimento dello Stato alla memoria di chi ha subito quasi due anni di terribile prigionia che hanno segnato l’intera esistenza.

Presso la sede municipale di Sant’Ambrogio sul Garigliano, nel prossimo mese di settembre, avrà luogo una cerimonia di commemorazione organizzata dall’amministrazione comunale.

11 maggio 2018 0

Golden Gala Pietro Mennea, in tribuna d’onore i prodotti ciociari e pontini

Di admin

ROMA – “Le specialità dell’enogastronomia ciociara e pontina saranno le protagoniste della prestigiosa cena del Golden Gala “Pietro Mennea”, edizione 2018. L’appuntamento con la quarta tappa mondiale, e prima sul suolo europeo, della Iaaf Diamond League, il meeting internazionale dell’atletica leggera, è il prossimo 31 maggio allo Stadio Olimpico di Roma. Durante la stessa serata, nella Tribuna Autorità e nella Tribuna d’Onore Monte Mario, sarà servita la cena di gala a base di prodotti tipici delle province di Frosinone e Latina“.

Lo si legtge in una nota della Camera di Commercio di Latina e Frosinone. 

“L’evento è organizzato dalle Camere di Commercio di Frosinone e Latina su mandato della Fidal. Un eccezionale connubio di sapori, preludio della prossima fusione tra i due Enti.

La cena di gala del Golden Gala “Pietro Mennea” rappresenta una imperdibile vetrina promozionale non solo per le eccellenze dell’enogastronomia ciociara e pontina, ma anche per la scoperta di storie e tradizioni legate ai due territori, entrambe ricchi di risorse, arte, cultura, bellezze naturalistiche e meritevoli di un’esperienza di scoperta e valorizzazione che trovi nel buon cibo il suo punto di partenza”.

“Un’occasione di grande spessore che ci permette di mettere in luce le tradizioni agricole ed alimentari del nostro territorio che nulla sacrificano all’autenticità e di cui sono percettibili i rimandi delle vicende storiche delle comunità che le esprimono – dichiara nella nota Mauro Zappia, Commissario Straordinario della Camera di Commercio di Latina – Portiamo al Golden Gala il meglio dell’esperienza enogastronomica provinciale, con un menù che racconta e fa incontrare le eccellenze produttive dei rispettivi territori”.

“L’appuntamento di quest’anno ci emoziona in maniera particolare – sottolinea nella stessa nota il Presidente della Camera di Commercio di Frosinone, Marcello Pigliacelli – . Il cibo è un veicolo di promozione turistica ma anche l’emblema della ricchezza della storia e delle tradizioni di un territorio. Celebreremo la cena di gala con le nostre eccellenze e i nostri migliori chef e celebreremo, anche, la sinergia tra due territori diversi e vicini che, insieme, hanno davvero tutto, da ogni punto di vista”.

Sulle tavolate dello Stadio Olimpico saranno servite pizze, focacce, paste fresche, formaggi e salumi ciociari e pontini, birre artigianali e i più conosciuti ed apprezzati vini e spumanti Docg, Doc e Igt delle due province. Le pietanze saranno preparate, come di consueto, da chef qualificati e verranno servite da una rappresentanza degli studenti degli Istituti Alberghieri di Ceccano e Formia.

Due province, due storie, due tradizioni, un evento unico a suggello di una manifestazione, il Golden Gala, che interpretando i più alti valori dello sport si rende portavoce anche dei valori di due territori”.

19 giugno 2017 0

Frosinone: Festeggiamenti in onore dei Santi Patroni Silverio ed Ormisda

Di redazione

In occasione dei festeggiamenti dei SS. Patroni di Frosinone, S. Silverio e S. Ormisda, la città si prepara alle celebrazioni allestite dall’amministrazione Ottaviani. Di seguito il programma di eventi per la giornata di martedì 20 giugno: ore 19: presso la Cattedrale di Santa Maria, celebrazione Santa Messa presieduta dal Vescovo, S.E. Mons. Ambrogio Spreafico. ore 20: Processione lungo le vie del centro storico. ore 21: Piazza VI Dicembre, Noi coraggiosi in concerto: tribute band di Morandi e Baglioni. ore 24: conclusione in Piazza VI Dicembre, con lo spettacolo pirotecnico.

26 gennaio 2017 0

Il sindaco di Cassino al lavoro sul programma per le celebrazioni in onore di San Benedetto.Collaborazione con Norcia e Subiaco

Di redazione

Il Sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro ha partecipato questo pomeriggio a Subiaco, insieme al primo cittadino Francesco Pelliccia, al Sindaco di Norcia, Nicola Alemanno ad una riunione operativa per la stesura del programma della settimana di festa dedicata al Santo Patrono d’Europa, San Benedetto. “Quest’anno i festeggiamenti in onore di San Benedetto ha detto il primo cittadino, Carlo Maria DAlessandro – acquistano un valore ancora più speciale per diversi motivi, il primo è la tragedia che ha colpito Norcia e il Centro Italia. Il sisma ha distrutto la Basilica della città umbra che diede i natali al santo. Le nostre tre città sono gemellate sotto il nome di San benedetto e nel momento del bisogno il legame si fa sempre più forte. Le comunità si sono mobilitate immediatamente per offrire sostegno e supporto ai cittadini di Norcia, con mezzi materiali, beni alimentari e donazioni raccolte con eventi di beneficenza. Il secondo motivo di orgoglio è l’elezione di un italiano, un esponente politico del nostro territorio, Antonio Tajani, come Presidente del Parlamento Europeo. Per questo motivo quest’anno cercheremo di dare il meglio per offrire ai cittadini di tutta Europa, il programma di eventi migliore degli ultimi anni. Un percorso tra tradizioni antiche, cortei in abito d’epoca e appuntamenti formativi e culturali di alto livello”. L’incontro di questoggi fa seguito a quello tenutosi nei mesi scorsi a Cassino ed i primi cittadini si sono già dati appuntamento al più presto per definire gli ulteriori dettagli relativi al programma delle celebrazioni benedettine.

27 aprile 2010 0

Ciclismo, l’Alatri Toti si fa onore all’Atina Bike

Di redazione

Al 19° Trofeo “Ciclistico” Atina Bike, hanno partecipato ben 65 esordienti. Grande bagarre fin dall’inizio; numerosi i tentativi di fuga, i quali però non hanno sortito l’effetto desiderato. Finale allo sprint con 30 atleti a giocarsi la vittoria. A dettare legge sul rettilineo di Ponte Melfa di Atina (Frosinone) è il promettente Daniel Marcellusi dell’ asd Vgili del Fuoco che vince la classifica assoluta e quella dei secondo anno, davanti a Gabriele Rossi della Alatri Toti Trans R.B. Costruzioni . Tra i primi anno a vincere è stato l’atleta campano Di Maiolo Antonio che si è ben comportato nel volatone generale, 5° Romano Andrea della Alatri Toti Trans R.B. Costruzioni, primo dei Laziali. Numeroso il pubblico ad assistere alla manifestazione, nella quale sono intervenuti anche i rappresentanti provinciali e regionali della Federazione Ciclistica Italiana.

Ordine di arrivo 1° Anno Km 27.500 In 45’ Media Kh 36.667 1. DÌ MAIOLO ANTONIO BRUSCIANESE CICLI PERNA 2. MATRONE LUIGI ASD TEAM BALZANO 3. GRECO CARLO ASD IMPERIALE GRUMESE 4. GELSOMINI GIANMIRKO ASD TEAM BALZANO 5. ROMANO ANDREA UC ALATRI TOTI TRANS R. B. COSTRUZIONI 6. SANTANGELO FRANCESCO GSC MOIANO 7. PANNONE MATTIA VIGILI DEL FUOCO 8. MORZILLO SALVATORE GSC MOIANO 9. MECCARIELLO ANTONIO GSC MOIANO 10.COSTANZO MASSIMO IMPERIALE GRUMESE

2° Anno Km 27.500 In 45’ Media Kh 36.667 1. MARCELLUSI DANIEL VIGILI DEL FUOCO 2. ROSSI GABRIELE UC ALATRI TOTI TRANS R. B. COSTRUZIONI 3. MINUTOLO GENNARO ASD IMPERIALE GRUMESE 4. MIGLIACCIO DAVIDE ASD TEAM BALZANO 5. PERNA SIMONE BRUSCIANESE CICLI PERNA 6. ALBORETI GIOVANNI ASD IMPERIALE GRUMESE 7. GRANATO FELICE BRUSCIANESE CICLI PERNA 8. MIAT ANDREA ASD GUAZZOLINI CORATTI FASSA BORTOLO 9. ORLANDI PIERFRANCESCO ASD GUAZZOLINI CORATTI FASSA BORTOLO 10.DÌ GREGORIO ANTONIO ASD TEAM BALZANO

31 marzo 2010 0

A Selvacava la piazza d’onore nel girone ‘B’ di Promozione

Di redazionecassino1

Con la vittoria nel girone ‘B’ del torneo di Promozione, il Galluccio pareggia, 1 a 1, in casa con Niemoslive’99. Con la vittoria ottenuta ai danni di S. Andrea, per 5 a 2, Selvacava conquista la piazza d’onore del torneo, soffiandola a Rist. San Germano, fermo per il turno di riposo, e al Marzanello che vi ha creduto fino in fondo. Proprio la compagine campana, ha ottenuto l’ultimo successo della stagione, 3 a 0, ai danni di Aquino. Ancora una sconfitta, in casa, per Cassino Doc ad opera del Casale  per 3 a 4. Vince, in trasferta, Angels Soccer, 2 a 3, contro Basilico Cafè. Conquista il primato anche Ettore Franzese, Rist. San Germano, nella classifica dei bomber con 24 punti, che stacca di cinque lunghezze il diretto inseguitore, Gionatan Teoli fermo a 19 centri. Un campionato all’insegna del Galluccio. La formazione campana ha dominato il torneo dall’inizio senza mai avere rivali. Ha saputo amministrare il suo vantaggio fino alla fine nonostante l’agguerrita lotta delle inseguitrici.

26 marzo 2010 0

Selvacava, Rist. San Germano e Marzanello a contendersi la piazza d’onore nel girone ‘B’ del torneo

Di redazionecassino1

Galluccio conquista il titolo nel girone ‘B’ del torneo di Promozione con due giornate si anticipo, a conferma della supremazia di questa compagine sulle altre, la formazione campana ha dominato l’intero torneo fin dall’inizio, conquistando il primato con nove punti di vantaggio sulle dirette inseguitrici, nonostante la sconfitta odierna per 1 a 2 ad opera del Vairano Scalo. E’ ancora aperta, invece, la lotta per la piazza d’onore. A contendersela tre squadre: Selvacava, Rist. San Germano e Marzanello. Proprio Marzanello, è l’unica delle tre formazioni a risultare vittoriosa, peraltro in trasferta, per 1 a 3, contro S. Andrea, mentre per il Rist. San Germano battuta d’arresto ad opera del Cassino Doc, per 3 a 2. I prossimi turni saranno decisivi per queste formazioni per agguantare il secondo posto nel torneo. Selvacava, che nella giornata odierna osservava un turno di riposo, dovrà affrontare S. Andrea, ma l’impegno più gravoso attederà proprio Marzanello impegnato, se pur in casa, contro Aquino, formazione ostica e che ha dato ‘dispiaceri’ a molte formazioni nel corso di questo campionato. Certo per le compagini che aspirano al secondo posto nel torneo, un vantaggio potrà arrivare dal turno di riposo del Rist. San Germano. Per quanto attiene alla parte bassa della classifica, la dodicesima giornata non ha riservato particolari sorprese. Niemoslive ’99 vince, 5 a 0, contro Casale. Basilico Cafè, batte in trasferta Aquino per 0 a 1 e nel derby campano Vairano Scalo vince contro Galluccio per 2 a 1. Resta da recuperare l’incontro fra Angels Soccer e Friends for Football, interrotta al 12° minuto del secondo tempo per un guasto tecnico all’impianto di illuminazione quando si era sul punteggio di 3 a 4 per il Friends for Football. Diciotto reti segnate nella 12a giornata. Resta in testa alla classifica dei cannonieri Ettore G. Frecentese, del Rist. San Germano con 24 reti e autore di una doppietta, seguono a 19 Gionatan Teoli, Galluccio, e Federico Casale, Selvacava, a quota 17.

16 marzo 2010 0

“Ora, labora et lege”, una mostra pittorica in onore di San Benedetto

Di redazione

“Ora, labora et lege” ovvero la Croce, l’Aratro e il Libro. I giovani artisti dell’Associazione Culturale Pentacromo: Raffaele D’Aguanno, Mario De Luca, Giuseppe De Michele, Rocco Iannelli, Orazio Iannetta, Rodolfo Losani, Edoardo Rossi e Salvatore Zacchini, propongono nel contesto artistico e culturale contemporaneo la figura e l’opera civilizzatrice di San Benedetto e della sua Regola, sintetizzata dal motto “Ora et labora”. La manifestazione fortemente voluta e incoraggiata dall’Abate Pietro Vittorelli ed è curata dai critici d’arte Angelo Calabrese ed Antonio Risi. La mostra è allestita nel museo dell’Abbazia di Montecassino venerdì 19 marzo ore 17.

5 maggio 2009 0

Il Kayak Cassino si fa onore a Policastro

Di redazione

Splendida affermazione di squadra ed individuale alla due giorni di gare su fiume Bussento a Policastro del 2 e 3 maggio per gli atleti del Kayak Club Cus Cassino. Solo pochi punti hanno impedito, nel punteggio di squadra, al sodalizio cassinate di conseguire il primo posto “abbiamo cercato di contrastare a suon di vittorie il maggior numero di atleti in gara della locale squadra del C.K. Policastro per questo il secondo posto ci sta un po’ stretto” ha affermato il d.s. dott. Angelo Spallino che ha aggiunto “renderemo la pariglia nella nostra gara di campionato regionale Sprint a settembre”. Il mattatore della due giornate di gare è stato il due volte Campione Italiano Andrea Spallino con tre vittorie; due nella canadese monoposto ed una nella canadese biposto assieme al compagno Francesco Marchetti. Entusiasmante la vittoria nella discesa classica per un solo secondo conseguita contro l’atleta di casa. Due vittorie per un’altra Campionessa Italiana, una ritrovata Alessandra D’Aguanno, scampata al terremoto dell’Aquila. Una vittoria ciascuno per i due terribili gemelli Morone: Roberto ha vinto nella canadese monoposto dopo essere caduto in prova; Matteo si è preso la rivincita nella gara di Domenica dopo il secondo posto del sabato. Due onorevolissimi secondi posti per gli Amato:papa’Sergio, istruttore federale si è arreso solo ad un atleta dell’olimpica mentre Romano ha conseguitodue spendidi risultati in una categoria che vedeva alla partenza numerosi avversari. Prossimo appuntamento importantissimo sono i Campionati Nazionali Universitari di canoa olimpica per i quali Francesco Marchetti sta ultimando la preparazione specifica per questa specialità.

14 aprile 2009 0

Coltellate per onore, muore un 21enne

Di redazione

Come morire a 21 anni per una parola di troppo rivolta ad una ragazza. E’ accaduto la scorsa notte a Napoli duranbte una lite tra giovani finita a coltellate. La tragedia si è consumata in via Cristoforo Colombo dove un 21enne avrebbe “speso” apprezzamenti nei confronti di una ragaza che passeggiava insieme a suoi amici. Parole finite in litigio tra i ragazzi e poi, la coltellata alla gamba del 21enne. Inutile la corsa in ospedale, il giovane è morto poco dopo.