Tag: orlando

18 marzo 2018 0

Costa d’Orlando riesce a piegare la Virtus Cassino, ma solo ai supplementari

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Non bastano alla Virtus Cassino un terzo e quarto quarto di gioco ai livelli abituali per avere ragione di una Costa d’Orlando davvero indemoniata che ha lottato giustamente con il coltello tra i denti per portare a casa la vittoria, che, al momento della sirena, la posiziona all’ottavo posto utile per l’accesso ai play off targati 2017-18 e che esprimeranno le quattro finaliste che dovranno poi giocarsi i tre posti disponibili alle società di serie B per il prossimo campionato nazionale di serie A2, 2018-19.

La squadra di coach Condello ha dominato il primo quarto di gioco e su quel primo parziale di 25 a 14 ha costruito il vantaggio del + 17 al 4 minuto di gioco della seconda frazione di gioco, 37 a 20, con la bomba di Jacopo Pozzi, l’ala grande siciliana, che quando vede le “V” rossoblù non si lascia scappare l’occasione di lasciare il segno in modo decisivo sul tabellino dei marcatori. 24 punti stasera per lui, con un eloquente 50% da tre punti e 43% dal campo, oltre a 7 rimbalzi per un +19 di valutazione.

Marinello e compagni dunque appaiono se non letteralmente proprio come furie per gli attoniti ospiti in completo rossoblù.

Al 5° del secondo tempo di gioco però scatta qualcosa nei meccanismi di gioco per gli uomini di Vettese. Due bombe in rapida successione di Del Testa e di Carrizo ed una recuperata di Petrucci ispirano una sorta di mini rimonta per un parziale che conduce alla sosta lunga di 15 a 7 per gli ospiti.

La sirena della seconda frazione di gioco permette al tabellone di recitare 44 a 35 per i padroni di casa. Una buona dote senza dubbio per affrontare i secondi 20 minuti di gioco.

Ospiti però che evidentemente non ci stanno a subire oltremodo ed alla ripresa delle ostilità dopo il lungo intervallo cominciano una lunga risalita che li riporterà al -3 della terza sirena dell’incontro, 61 a 58.

Il parziale del III mini-tempo è dunque di 23 a 17. E comunque evidente l’inversione di tendenza dell’inerzia della gara. Carrizo, ennesima partita di grande livello per il gaucho argentino, mena le danze per i cassinati. 20 punti per lui in 43 minuti di gioco, non grandi percentuali al tiro ma una costante enorme presenza per tutti i suoi compagni. Basti pensare che al termine del match il numero 99 dei benedettini avrà totalizzato un 26 di valutazione grazie a ben 12 rimbalzi, 2 palle recuperate, 6 assist, 100% ai tiri liberi. Di gran lunga l’MVP di serata.

Dicevamo di Carrizo e della sua determinazione che si accompagna alla tigna di capitan Del Testa il quale non ci sta evidentemente a mollare di un centimetro.

Si va così alla quarta frazione di gioco. I canestri rimpiccioliscono il proprio diametro e le percentuali di tiro si contraggono inevitabilmente su entrambi i fronti. Cassino si aggiudicherà anche questa frazione di gioco con un eloquente 12 a 9. Al termine di un convulso quarto mini-tempo il tabellone recita 70 pari e si va all’overtime.

Ma Cassino per ben due volte prima della sirena dei 40 minuti di gioco nell’ultima frazione, prima con Panzini e poi con Carrizo, tira da oltre l’arco dei 6.75 per mettere il suggello alla gara, invano.

Dunque overtime.

A 40 secondi dal termine della gara Cassino ha perso per 5 falli Enzo Cena e dunque coach Vettese ha deciso di riaffidarsi a Bagnoli, tenuto in panca a lungo.

L’inizio del tempo supplementare è intriso di nervosismo. Del Testa, Pozzi e in rapida successione Carrizo sbagliano dalla lunga distanza e solo al termine del primo minuto Paunovic mette a segno uno dei due liberi che sancisco il la alla mini fuga dei padroni di casa. Terzo e quarto tiro consecutivo per Cassino da oltre l’arco dei 6.75, stavolta è Petrucci che sbaglia per due volte consecutivamente, 0 su 6, per lui , in questa serata decisamente storta. Due liberi di Pozzi sono due mattoni ulteriori, 73-70.Altro errore di Petrucci nell’area stavolta, sul capovolgimento di fronte Pozzi non sbaglia. E’ nell’aria, la BPC Virtus Cassino sta mollando la presa, come un ciclista che non ne ha più, si sta staccando inesorabilmente sui pendii dell’ultima salita in vista del traguardo. Una mortifera tripla di Pozzi azzera ogni tipo di velleità di recupero per i viaggianti, 78 a 72 a meno di un minuto dal termine. Carrizo finalmente mette una tripla, 78 a 75. Pozzi allunga di nuovo per porre due possessi di vantaggio, 80 a 75. E’ Del Testa con una tripla delle sue a riportare sotto cassino per l’80 a 78. Balic realizza un solo libero dei due concessi per il fallo di Petrucci. 81 a 78. Dal time out di Vettese a 11’ dal termine dell’overtime esce una Virtus Cassino che fallisce con Carrizo il possibile pari. Sono due liberi di Sorrentino a tre secondi dal termine a porre fine ad ogni velleità per Cassino.

Costa d’Orlando porta a casa i due punti che stasera, dopo la salvezza raggiunta domenica scorsa, aprono scenari di playoff per la formazione allenata da Condello. Per la BPC Virtus Cassino di Luca Vettese c’è molto di cui rammaricarsi e soprattutto molti rimpianti si stagliano all’orizzonte.

“Sono molto arrabbiato” le parole del DS Leonardo Manzari al termine del match “Si può perdere, ci sta. I nostri avversari di stasera sono stati bravissimi. Si può perdere nello sport, ma noi tutti stasera abbiamo fatto harakiri. Il motivo principale è un approccio sbagliato alla gara e soprattutto supponente. È colpa mia ….. …. Mi assumo la responsabilità di ciò e soprattutto chiedo venia pubblicamente ai nostri tifosi. Al momento non ci sono promesse da fare ….Chi come me ama la Virtus Cassino faccia una riflessione speciale”.

 

 

 

Irritec Costa D’Orlando Capo D’Orlando – BPC Virtus Cassino 83-78

Parziali : 25-14, 19-21, 17-23, 9-12, 13-8

Irritec Costa D’Orlando Capo D’Orlando: Pozzi 24 (6/14, 3/6), Marinello 22 (3/9, 3/7), Paunovic 15 (6/8, 0/1), Balic 9 (1/7, 1/5), Sorrentino 9 (2/2, 1/4), Munastra 4 (0/1, 1/1), Tabbi 0 (0/1, 0/0), Forte 0 (0/0, 0/2), Giglia 0 (0/0, 0/0), Ferrarotto 0 (0/0, 0/0), Fort 0 (0/0, 0/0), Triassi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 20 / 28 – Rimbalzi: 46 9 + 37 (Paunovic 12) – Assist: 14 (Balic 7)

All. Condello

BPC Virtus Cassino: Manuel Carrizo 20 (2/7, 3/11), Maurizio Del testa 19 (2/3, 5/9), Simone Bagnoli 12 (5/11, 0/2), Lorenzo Panzini 10 (2/3, 2/5), Enzo Cena 10 (5/9, 0/4), Niccolò Petrucci 4 (1/4, 0/4), Matteo Bini 3 (0/0, 1/1), Robert Banach 0 (0/1, 0/0), Fabrizio De ninno 0 (0/0, 0/1), Giorgio Galuppi 0 (0/0, 0/0), Riccardo Pasquinelli 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 11 / 14 – Rimbalzi: 37 9 + 28 (Manuel Carrizo 12) – Assist: 18 (Manuel Carrizo 6)

All. Vettese

MVP : Manuel Carrizo

1 dicembre 2017 0

La Virtus impegnata contro Costa D’Orlando, coach Vettese:”Dai ragazzi mi aspetto una prova di carattere”

Di redazionecassino1

Una partita dalle mille insidie, quella che dovranno affrontare gli uomini di coach Luca Vettese, valida per la 11° giornata del campionato nazionale di Serie B Girone D 2017-18.

Un match sicuramente al cardiopalmo e che promette emozioni forti, quello a cui assisteranno gli amanti della palla a spicchi della città martire e i tifosi rossoblù, che negli incontri casalinghi della stagione in corso, non hanno di certo vissuto poche trepidazioni nella casa dei lupi virtussini.

La Virtus Cassino, nel terzo anticipo di turno, difatti, affronterà la neo-promossa formazione siciliana della Costa D’Orlando, che tanto bene sta facendo in quella che è la sua prima annata nel terzo campionato nazionale.

A disposizione di coach Condello, appunto, un mix di elementi giovani e di qualità, come Forte, Fort e Balic, e di atleti di esperienza e carisma, come Marinello, Sorrentino e Pozzi; per la formazione del patron Giuffrè, sono soltanto due le lunghezze di distanza rispetto alla Virtus Cassino, con un bilancio di assoluta parità tra vittorie e scontitte (5-5, ndr).

Negli ultimi tre match, la squadra rosso-bianco ha rimediato due sconfitte contro Valmontone e Venafro (nell’ultimo turno, ndr), e una vittoria contro Isernia.

Andando ad analizzare il quintetto base della prossima avversaria della società presieduta dalla presidentessa Donatella Formisano, in cabina di regia e a dirigere le danze, c’è il classe ’96, Amar Balic.

Playmaker giovane e di grandissime potenzialità, è forse uno dei migliori prospetti di tutto il panorama nazionale. Metronomo indiscusso dei suoi, dopo l’esperienza di Monteroni, finita con 12 punti realizzati in 35 minuti di utilizzo, arriva a Costa D’Orlando con l’obiettivo di conquistare una salvezza tranquilla e senza patemi d’animo. Fino ad adesso, ottime le risposte da parte sua: 10 punti realizzati in 30 minuti in campo, con il 45% da 2 e il 32% da 3, conditi da 5 assist dispensati a match.

A dargli manforte, nello spot di ala, l’ex Barcellona Pozzo di Gotto, classe ’95, David Paunovic, che dopo la semifinale playoff della scorsa stagione conquistata con la attuale capolista del girone D, rimane in Sicilia spostandosi solo di pochi chilometri. Giocatore di grande energia, sta dando anche lui un apporto decisivo alla causa dei suoi, con ben 27 minuti a partita e 10 punti realizzati.

In “Guardia”, c’è, invece, l’ex Venafro e Benevento, classe ’91, Roberto Marinello, miglior marcatore dei suoi insieme a Jacopo Pozzi, l’altro titolare nello spot di “Ala Grande-Centro” negli schemi di coach Condello. Per entrambi, 14.8 punti per partita in circa 30 minuti di utilizzo.

Il quinto e ultimo tassello è, infine, Andrea Sorrentino, che dopo le ultime due stagioni in quel di Siracusa e ben sette stagioni trascorse a Ragusa, approda a Costa D’Orlando, dove viaggia a 8.5 punti per giornata in 30 minuti giocati.

Dalla panchina partono Forte, tiratore scuola Stella Azzurra, anche lui fattore determinante per la società biancorossa, il lungo ex Viterbo Di Coste, Munastra, Giglia, Ferrarotto, Triassi ed il giovane Kevin Fort.

“Mi aspetto un prova di carattere importante dai miei ragazzi” commenta coach Vettese.

“Sabato andremo ad affrontare una squadra importante, giovane, ma allo stesso tempo con dei valori notevoli nei suoi effettivi. Una squadra che verrà in casa nostra con la mente sgombra, che non avrà niente da perdere e che vorrà riscattare la brutta sconfitta interna contro Venafro. Noi dal canto nostro, ci siamo allenati molto bene e stiamo piano piano reinserendo in gruppo anche Bagnoli, che per noi è comunque un elemento importante negli schemi tattici di noi staff-tecnico. Abbiamo preparato il roster al meglio per questo appuntamento e lo abbiamo messo in guardia con delle giuste direttive, per affrontare nel migliore dei modi, quello che sarà una sorta di esame di maturità per noi. Da qui alla fine del girone di andata, non voglio passi falsi. È bene responsabilizzarci e crescere, a partire già da Costa D’Orlando”.

Sugli altri campi, Barcellona ha battuto nel primo anticipo del giovedì Cagliari, per 66-74, mentre nel primo anticipo del sabato andrà in scena il vero big match di giornata tra la Luiss Roma e la Pallacanestro Palestrina, dove la prima, sempre in attesa di recuperare il match con la Tiber Roma, può agganciare al secondo posto la formazione prenestina. Scauri aspetta la Stella Azzurra Roma in casa, prossima avversaria proprio della Virtus Cassino nel turno infrasettimanale, quando Venafro ospiterà la Tiber Roma, alla conquista di importanti punti salvezza. A concludere il tabellone dell’11° giornata, Valmontone-Isernia, Battipaglia-Patti e Salerno-Catanzaro.

Al PalaVirtus l’appuntamento è invece sabato 02 dicembre, palla a due ore 18:00.

ROSTER COSTA D’ORLANDO CAPO D’ORLANDO: Roberto Marinello, Salvatore Forte, Jacopo Pozzi, David Paunovic, Andrea Sorrentino, Enrico Di Coste, Amar Balic, Davide Giglia, Luca Munastra, Kevin Fort, Alessio Ferrarotto, Alberto Triassi

 

ROSTER VIRTUS CASSINO: Lorenzo Panzini, Biagio Sergio, Enzo Cena,

Maurizio Del Testa, Manuel Carrizo, Niccolò Petrucci, Fabrizio De Ninno,

Giuseppe Di Poce, Fabio Guglielmo, Robert Banach, Simone Bagnoli.

22 gennaio 2017 0

Gaeta – Scalatore soccorso sulle pareti di Monte Orlando

Di Antonio Nardelli

Gaeta – Due scalatori sono stati soccorsi dai vigili del fuoco di Gaeta e dall’unità nautica, mentre scalavano la parete di Monte Orlando nei pressi della Grotta del Turco.

 L’intervento si é reso necessario quando un sasso ha colpito alla testa D. M. 38 anni di Roma, ferendolo e rendendo impossibile il prosieguo della scalata. A lanciare l’allarme è stato il suo compagno, M. V. 33 anni che lo ha assistito durante i soccorsi arrivati via mare, nonostante le avverse condizioni climatiche.

 L’uomo è stato accompagnato in ospedale e sottoposto ad accertamenti clinici.